Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Preventivi lievitati a fine lavori


Deborahv
login
24 Aprile 2009 ore 08:59 3
Ciao a tutti ho bisogno di un'informazione.
Ho finito di costruire casa e mi sono ritrovata con delle sorprese poco simpatiche.
ES. Con l'idraulico ho firmato un preventivo di 15.000 euro...ora al momento del pagamento finale mi dice che il preventivo era di 15.700....ma puo' far lievitare a sua discrezione il costo dell'impianto?? Durante i lavori non mi aveva comunicato lavori extra o costi aggintivi.....
idem x il costruttore che mi ha imputato 15.000 euro in piu' sul preventivo dopo che verbalmente mi aveva assicurato un' eventuale maggiorazione max del 3%.

Possono applicare questi aumenti o c'è qualche legge che ci tutela???


grazie 1000 a tutti
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Aprile 2009, alle ore 09:33
    La clausola generale che regola la revisione del prezzo, nell'appalto privato, è l'art. 1664 c.c.
    A te sono mai state comunicate circostanze che rendessero necessario variare il progetto, utilizzare manodopera ulteriore, o materiali più costosi? hai autorizzato lavori extra capitolato?
    rispondi citando
  • geocap
    Geocap Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Maggio 2009, alle ore 14:46
    Quoto Nabor.

    In più aggiungo che il "preventivo" non è altro che un prezziario in quanto, all'atto pratico, è un tariffario a corpo o a misura di parti specifiche d'intervento e di materiali e quantità "previste" a totale delle quali viene tirata la somma delle voci e stilato un preventivo "stimato" delle opere.
    Detto questo, se vengono utilizzati (a richiesta della committenza o per necessità del caso) materiali, opere, tempistiche extra preventivo non è da imputare niente alla ditta che, comunicate di volta in volta le variazioni, alla fine dei lavori chiederà giustamente il corrispettivo reale del suo operato a seguito, se lo vorrete, di un riscontro di misure.
    rispondi citando
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Maggio 2009, alle ore 16:44
    Ritengo sia d'utilità generale, nel segnalarlo, sull'ultimo numero di www.greenlex.it un contributo in tema di 'appalto e revisione prezzi'
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
REGISTRATI COME UTENTE
305.796 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Internorm
  • Marazzi
  • Vimec
  • Saint-Gobain ISOVER
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI