Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2007-09-02 13:10:46

Modalità e termini per contestazione lavori


Magno73
login
26 Agosto 2007 ore 09:01 13
Buongiorno, sono Massimiliano e scrivo da Cremona. Vorrei una consulenza in merito a quanto mi è accaduto ed avere un'indicazione su che via seguire. Sono entrato in possesso di una villetta a schiera in posizione d'angolo il 7 Maggio c.a. e da quando sono venuto ad abitarci ho cominciato a notare dei difetti, alcuni direi rilevanti altri un po' meno.
C'è un termine ultimo entro cui lamentarsi con il costruttore o visto che ho già pagato tutto l'importo non ho più speranze?
Accenno brevemente i problemi che mi stanno più a cuore:
1. Non tutti i muri sono dritti e l'ambiente cucina non risulta in squadro tant'è che montato l'arredo, questo non risulta dritto, ma fugge via in obliquo (ci si accorge di ciò guardando la pavimentazione).
2. Le piastrelle a parete della cucina sono storte a sufficienza per accorgersene ad occhio.
3. La casa ha svilluppato una quantità incredibile di crepe sia esterne che interne. All'esterno in corrispondenza delle imposte e di un angolo della casa a basso, tanto da spaccare le matonelle del camminamento esterno e sollevare quelle del battiscopa. Al''interno ci sono crepe larghe qualche millimentro e altre più fini che corrono sia in orizzontale che in verticale sulle pareti. I soffiti per ora non sembrano coinvolti. Ogni camera al piano superiore presenta almeno 7/8 crepe.
4. L'accesso al garage è stato realizzato tramite un cancelllo a scorrimento su binario, il quale non è stato interrato, ma tassellato alle matonelle è fa si che si fermi tutta l'acqua piovana (non è stato realizzato nessuno scarico in corrispondenza del passaggio carraio).
5. Le monocotture dell'ambiente unico sala-cucina sono state posate con colla a causa di un intreccio extra capitolato da me scelto: ora alcune monocotture si sono già rotte tagliandosi letteralmente a metà. Inoltre la fuga di due millimetri non è stata rispettate per cui alcune mattonellle sono a ridosso di questo intreccio altre risultano fugate.
6. La camera matrimoniale della mia casa confina con il bango della casa accanto e quando i vicini tirano lo sciaquone mi sembra di averlo sotto il letto (nonostante che, prorpio per questo timore, ho fatto posare una parete fono assorbente di lana di roccia dello spessore di 3 cm e 2 cm di cartongesso). Mi sembra di intuire che la cassetta di scarico del wc incassata nel muro non sia stata isolata acusticamente (non avvolta da lana di roccia), anche se viene sostenuto il contrario dal responsabile tecnico.
Fatto presente che non è possibile avere un colloquio con loro che non degeneri in minacce da parte di questa impresa e che sia profiquo per trovare una soluzione, cosa mi suggerite di fare? Ci sono gli estremi per rivolgersi a vie legali? Con la direzione dei lavori ho cercato di mantenere un buon rapporto, ma anche questi però si rifiuta garbatamente di trovare una soluzione. Quanto questa figura è responsabile dei lavori eseguiti dall'impresa? In un eventuale ricorso in tribunale anche lui andrebbe chiamato in causa?
Scusate se mi sono dilungato, ma con tutti i sacrifici che sto facendo per questa casa e con il costo sostenuto ritengo che certe cose proprio non possono che imbestialire e al contempo preoccupare.
Grazie a qualsiasi persona che vorrà aiutarmi e rimango a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Cordialmente,
Massimiliano Magnani
  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Domenica 26 Agosto 2007, alle ore 10:49
    Se le cose stanno come hai detto hai diritto al "ripristino" o a scelta una riduzione del prezzo.

    Come sai sulle strutture "importanti" dell'edificio vige la garanzia decennale.

    Sulle altre parti, pavimenti, intonaci (delle pareti), accessori (bagni), ecc. vige invece la normale garanzia biennale.

    Le norme prevedono che la comunicazione al venditore deve essere fatta entro 60 gg dalla scoperta del vizio.

    Nel tuo caso sarà necessaria la perizia tecnica di un professionista (geometra, ingegnere, architetto) che certifichi i danni.

    La responsabilità oltre che sul costruttore-venditore ricade anche sul D.L.
    Se gli stessi non provvederanno entro un ragionevole lasso di tempo, avvertili che ti rivolgerai al giudice, con l'assistenza di un avvocato (ne vale la pena); il giudice stesso nominerà un CTU (professionista esperto in materia) che relazionerà sulla situazione contestata.

    Ti consiglio di non tergiversare e inviare subito con una circostanziata lettera raccomandara RR. (verba volant)

  • magno73
    Magno73 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 26 Agosto 2007, alle ore 15:29
    Grazie per la celere risposta.
    Papale papale, secondo te, ci sono quindi i presupposti per un'azione legale, giusto?
    I danni che ho elencato quindi sono "gravi"?
    Se dovessi richiedere una consulenza tecnica io, da sostenere a mie spese, a chi dovrei rivolgermi? Un'ingegnere strutturista per le crepe? ma il resto? per la posa delle monocotture per esempio cosa dovrei fare?
    Come faccio a sapere se effettivamente hanno messo la lana di roccia attorno agli scarichi o no? Forse devo far intervenire l'ASL che con le specifiche della parete sa misurare il livello di rumore e dire, senza dovere quindi rompere il muro, se c'è o meno questo isolamento acustico degli scarichi?
    Ho sentito dire che ultimamente fioccano le cause perché la casa non rispecchia le norme vigenti in materia di isolamento acustico con addirittura il rimborso del 30% del valore della casa. Tu cosa sai in proposito, sai indirizzarmi sul come prendere informazioni da questo forum o in generale in Internet?
    Grazie per la disponibilità come avrai intuito sto attraversando un momento misto panico e furore e non so proprio se adire a vie legali o meno. Senz'altro seguirò il tuo consiglio nel cominciare a mettere per iscritto queste osservazioni ed a farle pervenire al costruttore tramite RR.
    Ti ringrazio anticipatamente anche se vorrai rispondere a questo mio seguito.
    Massimiliano

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Domenica 26 Agosto 2007, alle ore 19:04
    Per la rilevazione dei danni che stai subendo dovrai affidarti ad un professionista iscritto all'albo tra quelli che ti ho indicato sopra. (a tue spese)

    Per il resto, rumori per mancato isolamento acustico, dovrai affidarti all'avvocato che chiederà un "RICORSO PER ACCERTAMENTO TECNICO PREVENTIVO" a causa del "danno temuto"-
    Il giudice nominerà un perito d'ufficio che avrà il potere di visionare i luoghi, anche privati, interessati (a tue spese iniziali).

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Martedì 28 Agosto 2007, alle ore 11:39
    Concordo con i suggerimenti dell'amico Beppe (Condominiale)...l'ATP può costare dai 1500 ?uro in su

  • magno73
    Magno73 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 28 Agosto 2007, alle ore 21:09
    Ma questi soldi, se il difetto mi viene riconosciuto, mi vengono risarciti, giusto?
    Inoltre, a vostro personale giudizio, quanto può influire in questo discorso il fatto che stiamo parlando del gabinetto dei vicini? Nel senso che io ho fatto posare una parete fonoassorbente sul muro che ci divide e che contiene lo scarico e la cassetta di questo WC.... E' sufficiente il sentire molto forte e distintamente questo rumore per giudicare una camera non acusticamente isolata? Del resto io mi trovo nella difficoltà di chiedere ai miei vicini di usufruire poco del bagno principale della casa nelle ore notturne (e considerate che la loro camera è confinate con questo bagno ed in tal modo devono scendere al piano terreno ed usare il bango secondario per evitare di infastidirmi).
    Grazie come sempre di tutte le vostre opinioni e consigli.
    Massimiliano

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 29 Agosto 2007, alle ore 09:23
    Il risarcimento di quanto anticipato per l'ATP è possibile, purchè s'instauri un giudizio c.d. 'di merito', e se ne esca vittoriosi, ovviamente...

  • magno73
    Magno73 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 29 Agosto 2007, alle ore 21:03
    Scusa Nabor, cosa vuol dire:
    "un giudizio c.d."?
    Non mi è chiara l'abbreviazione...
    Il fatto invece che menziono a proposito della mancanza di isolamento acustico, cosa ne pensi? Oppure non vuoi esprimere giudizi?

    Grazie.....

  • magno73
    Magno73 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 29 Agosto 2007, alle ore 21:06
    P.S.
    Se volessi fare una domanda non inerente alla discussione che abbiamo iniziato qui, devo aprire un nuovo thread?
    Riguarda le detrazioni del 36%....
    Grazie...

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Agosto 2007, alle ore 15:07
    C.c. = cosidetto.

    Per documentarti e conoscere tutto quello che c'è da sapere sulla detrazione del 36%, leggi qui:

    http://www.condomini.altervista.org/Det ... azione.htm

  • magno73
    Magno73 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 1 Settembre 2007, alle ore 16:53
    Ho letto la documentazione sulla detrazione del 36%, ma ho ancora alcuni piccoli dubbi.
    Per favore dove il posso postare per avere una risposta? Grazie

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Sabato 1 Settembre 2007, alle ore 18:10
    Continua in questa discussione, i tuoi dubbi saranno risolti.

  • magno73
    Magno73 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 2 Settembre 2007, alle ore 08:12
    Ecco condominiale, i miei dubbi riguardano la compilazione del frontespizio (comunicazione) da mandare al centro di Pescara.
    Prendendo il modulo:
    http://www1.agenziaentrate.it/dre/abruzzo/cop/Lavorazioni/Gestione_atti/Ristrutturazioni%20edilizie/ristr_mod.pdf
    nel campo "codice fiscale soggetti art. 5 TUIR" va indicato eventualemente il codice fiscale della mia compagna contitolare del box pertinenziale alla prima casa che abbiamo acquistato insieme (contitolare e quindi avente diritto anche lei alla detrazione)?
    Poco più sotto invece c'è "data inizio lavori". Avendo acquistato il box che era già ultimato va bene se indico la data di protocollo in Comune del relativo permesso di costruire?
    Accanto esiste un campo da flaggare con scritto "comunicazione ASL": va flaggato se io posseggo copia di questa documentazione da esibire (e quindi se non lo flaggo esprimo che l'impresa non me lo ha rilasciato) o va flaggato nel caso il cantiere necessitava di questa comunicazione?

    Vi faccio i complimenti per l'articolo scritto e per la documentazione allegata, grazie a voi ho scorpeto dettagli che altrimenti mi avrebbero fatto perdere la detrazione...

    Ancora grazie!

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Domenica 2 Settembre 2007, alle ore 13:10
    La detrazione spetta al "contitolare" che invia il modulo e che si accollerà la fattura pagata con relativo bonifico (è spiegato nel link indicato).

    Avendo acquistato il garage gia costruito, può essere omessa la data di inizio lavori oppure indicare quella comunicata dal costruttore.

    La comunicazione Asl può non essere obbligatoria, se l'impresa costruttrice la possiede, farsene fare una copia.

    Ripeto, la documentazione non va allegata, ma solo conservata per un eventuale controllo.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img francesca r.
Buonasera, nel mio condominio, un palazzo di sei piani, il rivestimento è in cortina. La costruzione risale agli anni 50 e la cortina esterna finora ha retto egregiamente...
francesca r. 11 Maggio 2021 ore 11:03 18
Img freli
Buongiorno a tutti, Un anno fa ho comprato un appartamento che è due piani sopra l'autoclave condominiale, cosa che ignoravo, ma pur essendo l'edificio costruito nel 2008,...
freli 11 Maggio 2021 ore 10:53 26
Img saras2021
Buongiorno,abito in uno stabile di Milano e il condomonio è molto interessato al Superbonus 110%.Il nostro amministratore ci ha presentato con molto entusiasmo un General...
saras2021 10 Maggio 2021 ore 22:34 2
Img andgio1976
Buongiorno,vi contatto perchè sto ristrutturando casa, la mia domanda è la seguente: è possibile usufruire dello stato avanzamento lavori (SAL) con la...
andgio1976 10 Maggio 2021 ore 18:20 1
Img sscoccimarro
Buongiorno,ho acquistato un appartamento che non aveva il certificato di agibilità in quanto ante 1930.Ho effettuato poi dei lavori di manutenzione straordinaria mediante...
sscoccimarro 10 Maggio 2021 ore 18:14 3
REGISTRATI COME UTENTE
329.046 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//