Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2016-04-17 15:05:14

Contestazione importo lavori


Buongiorno a tutti, chiedo per avere un consiglio su come comportarmi per un problema sorto per una ristrutturazione.
Parto dall'inizio. Abbiamo iniziato i lavori di ristrutturazione di una vecchia casa in sasso quasi 2 anni fà. I lavori sono stati dati in appalto ad un impresa costruttrice e la direzione lavori è affidata ad un tecnico.
Prima di partire con i lavori era stato redatto un computo metrico preventivo, al momento della stipula contrattuale era stato concordato (per iscritto) uno sconto sul totale dei lavori. I pagamenti erano stati concordati a stato avanzamento lavori.
Durante l'esecuzione dei lavori abbiamo chiesto più volte di avere dall'impresa il consuntivo lavori, l'impresario ci ha sempre risposto che ci stava lavorando ma di non preoccuparci che eravamo in preventivo.
Ora ci troviamo ad avere la casa finita solo strutturalmente ed ad avere esaurito l'importo preventivato ...
Naturalmente non abbiamo ancora saldato il tutto e l'impresario addirittura ci informati che visto che non abbiamo pagato subito il saldo non intende nemmeno farci lo sconto concordato.
Noi abbiamo in mano un preventivo ed un consentivo da confrontare scritti in modi differenti (con voci differenti).
Come dobbiamo comportarci ora ? Possiamo contestare l'importo dei lavori ? Possiamo non saldare l'impresa ? Il direttore dei lavori in tutto questo ha responsabilità ?
A chi mi posso rivolgere eventualmente per avere un supporto ? ho visto che ci sono parecchie associazione dei consumatori ma di queste a quele posso affidarmi ?
L'idea è quella di trovare un incontro e chiudere la cosa senza percorrere vie legali ma prima vorrei avere un parere per capire quale sia la strada migliore da percorrere ...

grazie dell'aiuto che vorrete darmi
Modificato il 14 Aprile 2016 ore 09:21
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Martedì 12 Aprile 2016, alle ore 09:11
    Buongiorno,
    la responsabilità di quanto è avvenuto è completamente a carico del Direttore dei Lavori. Infatti, uno dei suoi doveri principali consiste nel redigere periodici "stati di avanzamento dei lavori" in cui si confronta quanto descritto nel computo metrico estimativo con quanto effettivamente eseguito. Sulla base degli stati di avanzamento dei lavori l'impresa esecutrice emette le proprie fatture. Naturalmente però le voci degli stati di avanzamento dei lavori devono essere esattamente le stesse per ottenere dati confrontabili.
    Tuttavia, essendo il vostro un edificio storico, capita piuttosto spesso di "sforare", magari perché durante i lavori si notano cose prima invisibili, come ad esempio una trave lignea di solaio da sostituire, o un muro molto scadente da consolidare.
    Questo ovviamente fa lievitare i costi ma in genere um bravo tecnico ne tiene conto nel computo metrico, fissando una certa percentuale (ad esempio il 15%) per eventuali imprevisti di questo tipo,in modo che il cliente sia già "preparato".
    Per caso voi avete richiesto varianti in corso d'opera, o lavorazioni aggiuntive? In questo caso è normale che si sfori, e il Direttore dei Lavori non avrebbe responsabilità (ma queste lavorazioni aggiuntive io generalmente le segno sul "diario di cantiere" per tenerne traccia).
    Spero di esservi stata utile.

  • Pulmam
    Pulmam Ricerca discussioni per utente
    Martedì 12 Aprile 2016, alle ore 16:45
    Grazie della tua risposta. Il fatto è che al geometra incaricato della DL non abbiamo dato l incarico della contabilità lavori. Lui aveva detto che era solo un computo della spesa totale dei lavori... quindi la responsabilità non è di nessuno ? In realtà di lavori imprevisti ce ne sono stati pochissimi. Sembra più che altro che il computo estimativo sia stato fatto in maniera molto superficiale. Mancava per esempio il cordolo antisismico che era però in progetto (siamo stati obbligati per legge a farlo). Qui sia il DL sia l impeesa ne erano a conoscenza ... Alcuni prezzi sono differenti dal preventivo al consuntivo e l uno e l altro sono stati redatti con voci differenti. Nel contratto di appalto c è scritto che i lavori fatti in più fuori dal preventivo dovevano essere comumicati al DL e lui doveva chiedere a noi il benestare scritto a procedere. Questo non è mai stato fatto ... Io in tutto questo vedo malafede da parte e del DL e dell impresa ... ma mi rendo conto che oramai non mi fido più di nessuno in quanto siamo stati troppo ingenui prima. Allo stato attuale delle cose. Come devo procedere? Cerco sicuramente la conciliazione. Ma fino a dove posso pretendere?

  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Martedì 12 Aprile 2016, alle ore 17:01
    La gestione della contabilità dei lavori fa parte dei normali compiti della Direttore dei Lavori. Perciò direi che la responsabilità è del geometra.
    Provi a chiedere consiglio presso il collegio di appartenenza del vostro tecnico, e provvede a cambiare quanto prima il tecnico.
    Suggerirei un architetto esperto di restauro.

  • Pulmam
    Pulmam Ricerca discussioni per utente
    Martedì 12 Aprile 2016, alle ore 17:26 - ultima modifica: Giovedì 14 Aprile 2016, all or 09:23
    Grazie del suggerimento e della preziosa consulenza ! Provo ad informarmi all albo dei geometri.

  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 14 Aprile 2016, alle ore 08:09
    Dove si trova la sua bella casa in sasso?

  • Pulmam
    Pulmam Ricerca discussioni per utente Arch-ily
    Giovedì 14 Aprile 2016, alle ore 13:04 - ultima modifica: Venerdì 15 Aprile 2016, all or 12:32
    Dove si trova la sua bella casa in sasso?
    Parma

  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Domenica 17 Aprile 2016, alle ore 15:05
    Ottimo,lerinnovo sicuramente il consiglio di cercare un architettoesperto direstauro.
    Peccato che sa un po' fuori dalla mia zona (opero su Bologna, soprattutto), perché mi piacciono molto gli edifici diquel tipo.

    In bocc al lupo comunque!

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lucav22
Salve a tutti, PREMESSA: Se non volete leggere in toto la storia, in fondo trovate la domanda diretta.Volevo avere alcuni pareri su una questione personale in quanto ho pattuito...
lucav22 22 Luglio 2021 ore 09:47 50
Img pm1986
Buongiorno, Mi rivolgo per richiedere un aiuto perché sono ormai un paio d'anni che combatto con questa situazione ma non so se sia il caso di rivolgermi ormai ad un...
pm1986 07 Ottobre 2020 ore 14:19 5
Img ale19191
Buongiorno a tutti, scrivo per avere un consiglio su come devo muovermi con un'azienda che si sta comportando molto male.Questa azienda, di cui per ora non faccio il nome, ha...
ale19191 05 Febbraio 2020 ore 15:47 18
Img katia123
Buongiorno, siamo nella fase finale di una ristrutturazione completa di un appartamento. Abbiamo fatto rifare totalmente anche due bagni e, dopo i lavori, nel rivestimento abbiamo...
katia123 10 Settembre 2019 ore 09:48 4
Img devidi.79
Buongiorno a tutti, riassumo la mia vicenda sperando di avere utili consigli.Ho seguito dei lavori di ristrutturazione con regolare CILA, ho incollato i pavimenti a quelli...
devidi.79 03 Settembre 2019 ore 17:24 5
Notizie che trattano Contestazione importo lavori che potrebbero interessarti


Contestazione della ripartizione delle spese condominiali

Ripartizione spese - La ripartizione delle spese condominiali dev'essere contestata attravero l'impugnazione della delibera. L'importante è saper scegliere quale contestare.

Spese condominiali, come contestarle

Condominio - Ogni condomino, per il sol fatto d?essere definibile tale (vale a dire proprietario

Lavori condominiali e contestazione delle deliberazioni

Condominio - Per l'impugnazione di deliberazioni che concernono interventi su cose comuni è necessario contestare la deliberazione con la quale si decide e non quella di spesa.

Assemblea e delibera condominiale con contenuto negativo

Assemblea di condominio - In caso di contestazione di una deliberazione a contenuto negativo, ossia di delibera che boccia una proposta, l'autorità giudiziaria non può entrare nel merito.

Amministratore e lavori straordinari

Condominio - L?assemblea, ai sensi del combinato disposto di cui agli artt. 1135 e 1136 c.c. è competente a deliberare sui lavori straordinari relativi alle parti

Ritardo nella comunicazione Enea: l'Ecobonus resta valido

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Che succede se si presentano i documenti all'Enea oltre il termine di 90 dalla fine dei lavori? L'Ecobonus non può essere messo in discussione. Vediamo perché.

Come contestare i provvedimenti dell'amministratore di condominio?

Amministratore di condominio - L'amministratore, in qualità di garante del regolamento condominiale, può assumere provvedimenti obbligatori per i condomini. Vediamo quali sono e come contestarli

Impugnazione delibere e ripartizione delle spese: vizi contestabili e casi ricorrenti

Ripartizione spese - L'impugnazione delle delibere è materia che s'intreccia spesso con quella della ripartizione delle spese: gli aspetti comuni e quelli principali dei due argomenti

Affidamento dei lavori a corpo o a misura

Normative - Per ridurre le controversie tra Committente e Impresa, basta adottare delle indicazioni contrattuali ben definite.
REGISTRATI COME UTENTE
339.463 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//