Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2016-12-13 10:36:59

Contenzioso per lavoro sbagliato


Cartachec
login
05 Dicembre 2016 ore 02:08 4
Una settimana fa mi sono accordato con un conoscente per realizzare una parete attrezzata per contenere la mia lavatrice e alcune mensole.
Il vano, in cartongesso, doveva essere chiuso da una porta a soffietto.
Assieme a questo lavoro sono state incluse due prese da sistemare (una con sostituzione della mascherina) e lo spostamento dell'attacco della lavatrice di circa 30 Cm.
Il prezzo pattuito era di 550 euro, i giorni di realizzazione 3.
Fin dal primo giorno il conoscente sì presenta in ritardo.
Vengono ripristinate le due spine e spostati gli attacchi della lavatrice.
Il secondo giorno viene solo per metà giornata, il terzo ha il dentista e non si presenta nel pomeriggio.
Il quarto giorno viene con un operaio e montano la struttura in cartongesso e la porta a soffietto.
Mi accorgo che la luce della porta è troppo stretta per la mia lavatrice (che è staccata e fuori dal vano), che la serratura della porta non funziona e che la porta è montata male.
Il giorno dopo attendo per il pomeriggio il conoscente... Che nel pomeriggio mi avvisa che potrà venire sabato.
Stanco di tutti questi bidoni e avendo necessità di fare una lavatrice, chiamo un idraulico amico mio.
Per far entrare la lavatrice dobbiamo smontare la porta...
Non solo.. La lavatrice sporge dal vano di pochi cm e la porta non potrebbe mai chiudersi.
A questo punto m'infurio, cerco di mantenere la calma e avviso il conoscente che non dovrà più finire il lavoro (che già si parlava di montare le mensole la settimana seguente).
Chiaramente il comportamento poco professionale dell'uomo ha minato il rapporto di fiducia.
Ho ritenuto pertanto di lasciargli i 200 euro di acconto e di dare il saldo a chi poteva garantirmi un lavoro fatto bene e con correttezza.
Il conoscente non ha gradito.
Pretende il saldo ricordandomi che la porta (difettata) gli è costata 117 euro.
Porta che dovrò far togliere e sistemare una tenda a copertura del vano.
Vi chiedo se Sono congrui i 200 euro e se nulla può recriminare questo "professionista" che mi ha anche minacciato nel caso non gli dessi gli altri 350 euro (poi scesi a 200).
  • beatrice.pi
    Beatrice.pi Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 5 Dicembre 2016, alle ore 16:56 - ultima modifica: Martedì 13 Dicembre 2016, all or 12:12
    Considerando le varie peripezie i 200 euro credo siano sufficienti; nessuno può minacciare nessuno senza la presenza di un contratto, quindi cercate di trovare un accordo bonario e gli faccia capire che si è dovuto rivolgere ad una terza persona per vedere il lavoro finito.

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Sabato 10 Dicembre 2016, alle ore 07:36
    Buongiorno, il contratto potrebbe anche non essere scritto, vista l'entità, ma istruire una causa per un caso simile è più antieconomico che non accordarsi amichevolmente...

  • svevavolo
    Svevavolo Ricerca discussioni per utente
    Martedì 13 Dicembre 2016, alle ore 09:55
    Ciao, da quello che dici si tratta di un contratto d'opera manuale, che può essere stipulato senza forma scritta e in tal caso spetta ciascuno dei due provare in giudizio ciò che pretende. Ti mando un link ad un articolo sul contratto d'opera https://www.lavorincasa.it/contratto-di-prestazione-d-opera-manuale/



  • cartachec
    Cartachec Ricerca discussioni per utente
    Martedì 13 Dicembre 2016, alle ore 10:36
    Ringrazio per le risposte.
    Fortunatamente il conoscente non ha dato seguito alle minacce.
    In garage mi ha lasciato un sacco con alcuni inerti. Dentro ho trovato la convenzione della porta a soffietto (modello maja bianco della Forte del) che a detta sua è costata 117 euro. Ho fatto una ricerca su siti come OBI E LEROYMerlin e la porta costa 47 euro.
    Direi che con questo il rapporto di fiducia, già messo a dura prova dai continui posticipi, non c'è più.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img pm1986
Buongiorno, Mi rivolgo per richiedere un aiuto perché sono ormai un paio d'anni che combatto con questa situazione ma non so se sia il caso di rivolgermi ormai ad un...
pm1986 07 Ottobre 2020 ore 14:19 5
Img gima3
Ho acquistato un appartamento anni '70, che ho fatto ristrutturare. Ogni operaio mi ha lasciato la firma. L'idraulico: ha messo il rubinetto di chiusura in mezzo a una stanza...
gima3 30 Settembre 2020 ore 11:36 3
Img lucav22
Salve a tutti, PREMESSA: Se non volete leggere in toto la storia, in fondo trovate la domanda diretta.Volevo avere alcuni pareri su una questione personale in quanto ho pattuito...
lucav22 13 Giugno 2020 ore 11:28 42
Img ale19191
Buongiorno a tutti, scrivo per avere un consiglio su come devo muovermi con un'azienda che si sta comportando molto male.Questa azienda, di cui per ora non faccio il nome, ha...
ale19191 05 Febbraio 2020 ore 15:47 18
Img katia123
Buongiorno, siamo nella fase finale di una ristrutturazione completa di un appartamento. Abbiamo fatto rifare totalmente anche due bagni e, dopo i lavori, nel rivestimento abbiamo...
katia123 10 Settembre 2019 ore 09:48 4
Notizie che trattano Contenzioso per lavoro sbagliato che potrebbero interessarti


Contestazione della ripartizione delle spese condominiali

Ripartizione spese - La ripartizione delle spese condominiali dev'essere contestata attravero l'impugnazione della delibera. L'importante è saper scegliere quale contestare.

Lavori condominiali e contestazione delle deliberazioni

Condominio - Per l'impugnazione di deliberazioni che concernono interventi su cose comuni è necessario contestare la deliberazione con la quale si decide e non quella di spesa.

Amministratore e lavori straordinari

Condominio - L?assemblea, ai sensi del combinato disposto di cui agli artt. 1135 e 1136 c.c. è competente a deliberare sui lavori straordinari relativi alle parti

Assemblea e delibera condominiale con contenuto negativo

Assemblea di condominio - In caso di contestazione di una deliberazione a contenuto negativo, ossia di delibera che boccia una proposta, l'autorità giudiziaria non può entrare nel merito.

Ritardo nella comunicazione Enea: l'Ecobonus resta valido

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Che succede se si presentano i documenti all'Enea oltre il termine di 90 dalla fine dei lavori? L'Ecobonus non può essere messo in discussione. Vediamo perché.

Impugnazione delibere e ripartizione delle spese: vizi contestabili e casi ricorrenti

Ripartizione spese - L'impugnazione delle delibere è materia che s'intreccia spesso con quella della ripartizione delle spese: gli aspetti comuni e quelli principali dei due argomenti

Affidamento dei lavori a corpo o a misura

Normative - Per ridurre le controversie tra Committente e Impresa, basta adottare delle indicazioni contrattuali ben definite.

Preventivo approvato e difformità dei lavori

Condominio - Il codice civile distingue due tipi d'interventi manutentivi del condominio: quelli di manutenzione ordinaria e quelli di manutenzione straordinaria.

Lavori straordinari di notevole entità in condominio

Manutenzione condominiale - I lavori straordinari non sempre sono di notevole entità, quindi non sempre si applica la maggioranza qualificata ex art. 1136, co.4. Nel dubbio, deciderà il giudice.
REGISTRATI COME UTENTE
328.394 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//