Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2008-11-08 09:41:23

Lavastoviglie e....acqua calda


Anonimo
login
24 Novembre 2004 ore 10:24 23
Salve volevo dare un consiglio a tutti quelli che come me devono ristrutturare casa e devono predisporre una lavastoviglie in cucina.
Molti tecnici da me consultati mi hanno consigliato di fare l'attacco dell'acqua calda della lavastoviglie direttamente alla caldaia, così da risparmiare energia non facendo riscaldare l'acqua alla lavastoviglie.
Spero di essere stata utile a qualcuno!
A proposito di lavastoviglie io ancora ne devo comperare una; qualcuno mi sa consigliare una marca migliore delle altre?
Grazie
Saluti da Anto
  • giacuratolo
    Giacuratolo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 6 Dicembre 2004, alle ore 23:49
    Le bosh sono le migliori

  • fabiod
    Fabiod Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 17 Gennaio 2005, alle ore 08:08
    Antonellas, ne ho sentito parlare anche io. Non ho ancora capito, pero', se siano necessarie delle lavatricilavastoviglie particolari (a mio avviso si, altrimenti si finirebbe per lavare sempre ad acqua calda oppure a sprecarla).

    ciao, fabiod

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 20 Ottobre 2008, alle ore 09:39
    Sono interessato all'argomento.
    Antonellas, com'è andata con la tua lavastoviglie?


    Io mi sto un po' informando e a quanto pare Bosh un po' me lo sconsiglia e Whirlpool dipende molto dai modelli, la temperatura massima consentita pare cmq essere di 60°C.

    Se qualcun'altro ha delle impressioni favorevoli o sfavorevoli da riportare...

    grazie

  • luciano73
    Luciano73 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 11:14
    Se metti in ingresso acqua calda su modelli che non lo prevedono.... farai la felicità del centro assistenza!!!

    un po come le lavatrici o le caldaie quando ci colleghi i pannelli solari...

  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 12:19
    Mia suocera ha la lavastoviglie collegata all'acqua calda, funziona benissimo, ha anche l'addolcitore però...

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 12:27
    Ma l'ha comprata apposta predisposta per l'acqua calda?

    perché io ho sentito dire che di norma non ci sono problemi...

    ho chiesto poi a Bosh per il modello SGV 55M43EU e mi ha detto che si può ma me lo sconsigliano, per vari motivi (opinabili forse)
    ho chiesto anche a Whirlpool per W75/I e WP75 e quando pare uno funziona fino a 25°C in ingresso e l'altro fino a 60°C.

  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 12:36
    Ma l'ha comprata apposta predisposta per l'acqua calda?

    perché io ho sentito dire che di norma non ci sono problemi...

    ho chiesto poi a Bosh per il modello SGV 55M43EU e mi ha detto che si può ma me lo sconsigliano, per vari motivi (opinabili forse)
    ho chiesto anche a Whirlpool per W75/I e WP75 e quando pare uno funziona fino a 25°C in ingresso e l'altro fino a 60°C.

    NO, per risparmiare ha fatto così...

  • luciano73
    Luciano73 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 13:41
    I problemi che intendevo io sono legati alle caratteristiche dei materiali usati per l'adduzione dell'acqua dentro l' apparecchio.

    il fatto che hai un addolcitore, serve a salvaguardare la resistenza ed altre parti della lavastoviglie/lavatrice....

    se come accade in alcune caldaie il flussostato posto in ingresso è in plastica leggera e sopporta fino a 36/38 gradi... vedrai che risate quando ci fai passare l'acqua a temperature più alte...

    si deforma come fosse una caramella mou

  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 13:46
    I problemi che intendevo io sono legati alle caratteristiche dei materiali usati per l'adduzione dell'acqua dentro l' apparecchio.

    il fatto che hai un addolcitore, serve a salvaguardare la resistenza ed altre parti della lavastoviglie/lavatrice....

    se come accade in alcune caldaie il flussostato posto in ingresso è in plastica leggera e sopporta fino a 36/38 gradi... vedrai che risate quando ci fai passare l'acqua a temperature più alte...

    si deforma come fosse una caramella mou


    SI, SONO PERFETTAMENTE D'ACCORDO...

    Mia suocera, non immette acqua bollente, difatti non ha mai avuto problemi in 15 anni, poi provvede la resistenza della lavastoviglie a portarla a regime...

  • luciano73
    Luciano73 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 14:13
    Come già detto in altri post... non so quanto convenga usare il gas per "scaldare" l'acqua della lavatrice...

    pannelli solari e scaldabagni elettrici rischiano di fare danni all'apparecchio per i motivi sopra citati

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 14:30
    Io non ho i pannelli solari, per ora 8 )

    comunque, a parte il problema della temperatura, che credo sia risolvibile, i benefici dovrebbero esserci.

    Io l'ho letto sull'opuscolo di Legambiente "Vivi con stile":

    Per risparmiare parecchia energia, come, e ancor più, della lavatrice, conviene allacciare direttamente la lavastoviglie all'acqua calda: in questo modo, anche quando è necessaria acqua più calda, l'apparecchio consumerà molta meno elettricità per giungere a temperatura. Il ciclo di lavaggio sarà anche un po' più rapido.

    edit: che trovate qui http://www.viviconstile.org/scheda.php?szid=6&skid=39

  • luciano73
    Luciano73 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 15:25
    Se hai una caldaia o uno scaldabagno a gas, da quando apri il rubinetto a quando ti arriva l'acqua calda passa un tot di tempo e tot litri di acqua fredda... quindi a seconda della distanza tra la caldaia e la lavatrice/lavastoviglie, avrai un consumo di gas ma un ingresso di acqua fredda nella lavatrice....

    a meno che tu non abbia una caldaia con accumulo ed un impianto di ricircolo dell'acqua calda

    se hai la caldaia o scaldabagno o pannelli o quello che ti pare.... vicino alla lavatrice, hai sempre il problema di incappare nell' effetto "mou"...

    e ribadisco che a parte i pannelli solari che producono acqua calda gratis, tutti gli altri metodi per scaldare l'acqua, hanno un costo uguale o maggiore di quello sostenuto facendo scaldare l'acqua all'elettrodomestico...

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 15:34
    Se hai una caldaia o uno scaldabagno a gas, da quando apri il rubinetto a quando ti arriva l'acqua calda passa un tot di tempo e tot litri di acqua fredda... quindi a seconda della distanza tra la caldaia e la lavatrice/lavastoviglie, avrai un consumo di gas ma un ingresso di acqua fredda nella lavatrice....

    su questo non ho problemi, caldaia e lavastoviglie stanno a circa 3/4 metri, direi abbastanza vicino, anche se il primo litro arriva freddo ci sono buono probabilità che i litri seguenti siano sempre più caldi.



    e ribadisco che a parte i pannelli solari che producono acqua calda gratis, tutti gli altri metodi per scaldare l'acqua, hanno un costo uguale o maggiore di quello sostenuto facendo scaldare l'acqua all'elettrodomestico...

    purtroppo su questo ho cercato qualche dato più dettagliato sulla differenza di costi ma non ho mai trovato nulla...

  • luciano73
    Luciano73 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 15:38
    Fai come credi...

    ricordati anche che ci sono capi che vanno lavati con acqua fredda...

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 15:42
    Ehm, io parlo di lavastoviglie

  • luciano73
    Luciano73 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 16:16
    Hai ragione!

    io avevo fatto un discorso considerando la lavatrice...

    in generale comunque i concetti ed i criteri rimangono gli stessi

  • annamaria67
    Annamaria67 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 22 Ottobre 2008, alle ore 14:34
    Io sono sposata da 14 anni , l'annos corso ho cambiato la mia lavastoviglie bosch perché danneggiata dal calcare, purtroppo siamo in una brutta zona ed ora abbiamo deciso di mettere un addolcitore
    Ed ho comperato un'altra Bosch, credimi in 14 anni mai una richiesta di intervento ha sempre funzionato egregiamente
    Ah ed ho anche una lavatrice bosch da 8 kg nuova di pacca, anche la precedente era una bosch ha fatto il suo ottimo servizio
    ciao
    anna

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 6 Novembre 2008, alle ore 11:42
    Ho preso la lavastoviglie dell'ikea RENLIG DWH C00 W (che poi sono elettrodomestici Whirlpool) e chiedendo al loro servizio clienti mi han risposto:

    in merito alla sua richiesta le confermiamo che le nostre lavastoviglie da incasso hanno la possibilita' di ricevere acqua pre-riscaldata fino a 60 gradi.
    Sconsigliamo comunque questo tipo di utilizzo perche' ormai l'acqua utilizzata per i cicli di lavaggio e' di circa 16/19 lt (contro i 35/40 di anni fa) e quindi il preriscaldamento e' abbastanza inutile; in piu' se l'acqua entra ad una temperatura ad esempio di 50/60 gradi non e' piu' possibile utilizzare i programmi con lavaggio a temperaura piu' bassa.

    i motivi per cui lo sconsigliano mi sembrano debolucci, cmq chiederò consiglia anche all'idraulico

  • luciano73
    Luciano73 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 6 Novembre 2008, alle ore 12:00
    Invece di continuare con queste seghe mentali dell' acqua calda....

    installate un addolcitore e risparmiate concretamente sui consumi di detersivi, salvaguardia degli elettrodomestici, risparmio di acqua (perché a volte è necessario il 2° lavaggio), l'acqua della pasta bolle prima e senza schiuma, i saponi agiscono meglio....

  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 6 Novembre 2008, alle ore 12:01
    Invece di continuare con queste seghe mentali dell' acqua calda....

    installate un addolcitore e risparmiate concretamente sui consumi di detersivi, salvaguardia degli elettrodomestici, risparmio di acqua (perché a volte è necessario il 2° lavaggio), l'acqua della pasta bolle prima e senza schiuma, i saponi agiscono meglio....

    Ascoltate questo saggio consiglio...

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 6 Novembre 2008, alle ore 12:07
    L'addolcitore dovrebbe essere già incluso

    Indicatore elettrico del sale. L'addolcitore rende dolce l'acqua calcarea, garantendo i migliori risultati di lavaggio e prevenendo la formazione di calcare nella lavastoviglie.
    Indicatore elettrico del brillantante.

  • luciano73
    Luciano73 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 7 Novembre 2008, alle ore 11:03
    Io intendevo un addolcitore vero.... quelli che si installano nel locale autoclave o comunque a monte di tutte le utenze....

    quello della lavastoviglie è un dosatore di sostanza anticalcare tipo calfort...

  • robire
    Robire Ricerca discussioni per utente
    Sabato 8 Novembre 2008, alle ore 09:41
    Per chi vuole fare lo sbattimento si trovano in commercio "lavatrici" con doppio attacco dell'acqua.. purtroppo in Italia c'è solo una LG con carica dall'alto con questa predisposizione (all'estero molte di più.. anche marche italiane!)
    Per la lavastoviglie invece il problema è minore (calcare a parte) e si possono attaccare anche quelle non predisposte.

    Sul risparmio beh.. scaldare acqua con l'elettricita costa sicuramente di più che col metano... quindi se si stà già facendo i lavori tirare qualche metro di tubo in più non è un problema, farlo successivamente è un po' inutile.. soprattutto visto i consumi degli elettrodomestici in classe A.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img alexs49
Ho in programma di acquistare una nuova lavastoviglie da incasso, sono indeciso che marca scegliere, preferirei un acquisto online, poi ritiro presso punto vendita. In questo...
alexs49 18 Aprile 2022 ore 10:05 8
Img elisalivorno
Vorrei installare una lavastoviglie nella mia cucina con mobili con gambe senza frontale, quindi sotto ci posso pulire, esiste una lavastoviglie da poter inserire in un mobile...
elisalivorno 30 Maggio 2021 ore 12:55 14
Img tizigreta
Buonasera a tuttipremetto che sono davvero ignorante in materia, quindi cercherò di spiegarmi meglio che posso.Abbiamo rifatto impianto idraulico in fase di...
tizigreta 20 Aprile 2021 ore 18:48 4
Img sonny11330
Buonasera a tutti, Volevo chiedere agli esperti, se in cucina può essere posizionato il piano induzione sotto la manopola del gas.Nel caso positivo volevo anche chiedere se...
sonny11330 28 Dicembre 2019 ore 12:21 4
Img john78
Buongiorno, scrivo in merito a un consiglio su una lavastoviglie da acquistare da incasso o libera installazione. Qualcuno sa indicarmi se esiste sul mercato una lavastoviglie con...
john78 06 Luglio 2019 ore 14:30 9
Notizie che trattano Lavastoviglie e....acqua calda che potrebbero interessarti


Posate e bicchieri puliti con le lavastoviglie portatili

Lavastoviglie - Dalle posate ai bicchieri, una lavastoviglie portatile consente di lavare in poco tempo e col il massimo risultato. Si possono trovare sia mobili che da incasso.

Come scegliere la lavastoviglie da appoggio

Lavastoviglie - Le lavastoviglie compatte d'appoggio rappresentano un'ottima soluzione in caso di spazi ridotti ed esigenze minime, come monolocali e abitazioni per vacanze.

Lavastoviglie in tripla classe A

Lavastoviglie - Ad incasso o free standing: la scelta della tipologia di lavastoviglie in tripla classe A non influisce sulle sue prestazioni e caratteristiche.

Lavastoviglie piccole e compatte da 6 o 8 coperti

Lavastoviglie - Le lavastoviglie di piccole dimensioni sono ideali per mini cucine o abitazioni per single che non vogliono rinunciare alla comodità di questo elettrodomestico.

Guida alla manutenzione della lavastoviglie: consigli e prodotti

Lavastoviglie - La manutenzione della lavastoviglie è un'operazione molto semplice, da eseguire periodicamente, per conservare il buon funzionamento di questo elettrodomestico.

Lavastoviglie innovative e a basso consumo energetico

Lavastoviglie - Efficienza, semplicità di utilizzo, risparmio nei consumi: è ciò che offrono le innovative funzioni delle nuove lavastoviglie, autentici gioielli di tecnologia.

Come usare la lavastoviglie per consumare meno e lavare meglio

Lavastoviglie - La lavastoviglie è indispensabile ma comporta notevoli consumi di elettricità e acqua. Come usarla correttamente per ridurre gli sprechi e farla durare a lungo?

Quanto consuma una lavastoviglie?

Lavastoviglie - Le moderne lavastoviglie sono già pensate per rispettare l'ambiente, mediante il contenimento dei consumi, ma possono essere supportate da un utilizzo oculato.

Lavastoviglie maxi: maggiore capienza nello stesso spazio

Lavastoviglie - Lavastoviglie maxi, ultima frontiera di questo indispensabile elettrodomestico. Quelle più avanzate lavano fino a 16 coperti. Ecco i nostri consigli per la scelta
REGISTRATI COME UTENTE
339.459 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//