Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Costi progettazione


Poniville
login
08 Febbraio 2010 ore 16:32 40
Ciao a tutti vi chiedo un riscontro.
sto progettando casa e i costi tecnici che mi son stati preventivati mi sembrano molto alti
la casa è una bifamiliare su 2 piani di 120mq l'uno + interrato di 120mq.
costo di costruzione preventivato dallo studio tecnico
500.000 euro (per stare dalla parte del sicuro mi han detto)

parcella del geometra/architetto per progettazione/direzione lavori/sicurezza/chiusura pratiche
31.000 euro
parcella geologo e ingegnere per calcoli/progetti strutturali/progetto impianti e collaudo
15.000
totale costi tecnici 46.000

è onesto o se ne stanno approfittando visto che il geometra è un amico??
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Martedì 9 Febbraio 2010, alle ore 07:41
    Direi che se è tutto compreso, sono onesti.
    Alla fine occhio che dovrai fare l'accatastamento e la richiesta di agibilità.
    Di solito come cifra si va sul 10% dell'importo lavori. Quindi tu ci sei.
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Martedì 9 Febbraio 2010, alle ore 08:16
    Il compenso dell'architetto va dal 7 al 10% dell'importo totale dei lavori, escluse lavorazioni speciali che l'architetto non deve supervisionare (tipo, ritinteggi il box assieme ai lavori di casa...).

    Considera che in questa parcella è compreso:
    - redazione e presentazione della pratica DIA se necessaria (se non è necessaria diciamo che siamo tra un 5 e un 8% dell'importo dei lavori)
    - redazione e presentazione del docfa a fine lavori per il riaccatastamento
    - redazione degli esecutivi di cantiere
    - direzione lavori (che significa non solo avere la responsabilità del cantiere ma seguirlo fisicamente)
    - redazione del capitolato d'appalto da dare alle imprese PRIMA dell'inizio dei lavori
    - assistenza nella scelta dei materiali e delle tecnologie da adottare

    Se nella tua casa poi dovrai realizzare degli arredi su misura, che richiedono un livello di accuratezza nella progettazione e nei disegni molto elevati, la percentuale punta decisamente più verso il 10%.

    Cmq è un valore a spanne, perchè poi bisogna sempre vedere caso per caso.

    Ti consiglio di leggerti il VADEMECUM che ho in firma...
    rispondi citando
  • poniville
    Poniville Ricerca discussioni per utente
    Martedì 9 Febbraio 2010, alle ore 09:30
    Ok, stando a quello che mi dite quindi il prezzo che mi ha fatto il mio amico geometra è ne più ne meno il prezzo che mi poteva proporre un qualsiasi altro studio tecnico, e magari scegliendo fra più preventivi avrei anche speso meno
    cmq
    faccio presente che la parcella che mi è stata sottopostaera di 41000 euro (per il solo lavoro dell'architetto e non per quello dei vari tecnici) sulla quale visto il rapporto di amicizia mi è stato praticato un 25% di sconto arrivando a 31000 euro
    da quello che capisco la partenza è stata gonfiata per far poi bella figura senza rimetterci nulla

    il progetto è semplicissimo:
    terreno di 500mq
    casa con 2 appartamenti (1 per ogni piano)
    terrazzo in mansarda
    interrato che vorremmo lasciare al grezzo
    e sopratutto non prevede arredi o altre cose particolari.
    rispondi citando
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Martedì 9 Febbraio 2010, alle ore 12:17
    Più o meno è come dici. Ti ha fatto un prezzo commerciale. Ma perchè non hai chiesto un preventivo prima? Quello che tu dici, "è un progetto semplicissimo" non è del tutto vero. Nei progetti e DL non c'è semplice o difficile: il lavoro che c'è dietro, se fatto bene ovviamente, è sempre molto. In più la DL, se seguita veramente come DL. è importantissima e lunga da seguire.
    Se non ti fidi, visto che il progetto è già fatto, puoi sentire un altro tecnico per la DL. Però prima fatti fare un preventivo dal secondo tecnico e ti auguro che il prev. dell'amico sia stato fatto con tutte le voci, così da pagare solo ciò che è stato fatto... altrimenti rischi che l'amico si faccia pagare un'enormità il progetto, denigrando il lavoro di DL...
    rispondi citando
  • maxd79
    Maxd79 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 9 Febbraio 2010, alle ore 16:56
    Io ho da poco accatastato e ti posso dire che secondo me la cifra è un po' eccessiva. A parte che il calcolo della percentuale rispetto al costo complessivo mi sembra una barzelletta. Ci sono passato anch'io ma alla fine sono riuscito a trovare un tecnico che mi ha chiesto i soldi in base al lavoro che LUI doveva fare. Diciamo che nel costo di costruzione metto un super muro con cappotto da 12 cm, piuttosto che tetto con isolamento super in legno pregiato e coppi fatti a mano, 10 porte a scrigno perchè mi piacciono quando scorrono, pavimenti a 100 Euro al mq e serramenti di qualità. Senza poi parlare degli impianti!!!! Adesso spiegatemi qual'è il rapporto con il costo visto che il tecnico si occupa solo di progettazione architettonica e l'ingegnere dei calcoli dei cementi armati. A me sembra una barzelletta!!!!!
    rispondi citando
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Febbraio 2010, alle ore 10:07
    Veramente l'indicazione di una percentuale sui lavori è un'indicazione, tanto per dire un prezzo di mercato.
    Considera che anche le tariffe dei vari ordini sono basate proprio su percentuali sull'importo lavori. E' ovvio che non sono le finiture a fare il grosso dei lavori, ma è anche ovvio che finiture più particolari e costose impongono un controllo maggiore.
    Il tecnico non si occupa solo di "progettazione architettonica", cioè di fare quattro disegni in croce. Se fosse così ti basterebbe un disegnatore! Le variabili da tenere in considerazione, le normative che devono essere TUTTE rispettate, le esigenze dei clienti che cambiano idea in continuazione, la direzione dei lavori (se fatta seriamente), il coordinamento della sicurezza (con le responsabilità relative), il sentire i vari fornitori per agevolar eil cliente che non ha tempo e proporre tutto ciò di cui ha bisogno con varie scelte di materiale e di costi, la durata del cantiere, l'impiantistica da progettare e seguire la realizzazione (se non fatta bene son dolori), la progettazione energetica e seguirne la realizzazione in cantiere (per evitare problemi di umidità futura), conciliare le richieste del cliente con quelle dell'impresa e quelle del Comune,.... se per te questo e tanto altro rappresenta SOLO quattro disegni in croce, che devono costare poco, se possibile niente perchè di lavoro ce n'è pochissimo, hai fatto benissimo a non fare il tecnico, tanto i disegni li sai già fare!
    rispondi citando
  • maxd79
    Maxd79 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Febbraio 2010, alle ore 11:11
    Si .... effettivamente i disegni li so già fare! Anche perche sono un tecnico ma non in quel magnifico campo dell'edilizia. Purtroppo ho scelto il meno redditizio campo meccanico .
    Comunque buona parte di casa mia me la sono progettata da me e il tecnico mi ha sistemato il tutto secondo le normative in vigore.
    Non dico che non hai ragione .... effettivamente se il tecnico fa tutto quello che hai scritto merita di essere pagato profumatamente. Bisogna fare però una distinzione. Ovviamente parliamo di costruzione su terreno di proprietà fatta dai proprietari. A questo punto un bivio! O ti affidi ad un tecnico che segue tutto e tutti i tecnici a lui subordinati oppure ti scegli tutti i tecnici a tuo piacimento. La prima strada è sicuramente quella più comoda ma come tutte le cose comode si pagano. Io ho scelto di sbattermi per risparmiare qualche soldino. Il geometra mi ha fatto la progettazione architettonica + DL. Ovviamente il rapporto è molto trasparente. Tutte le varianti le ho pagate a parte. Ma se quelle varianti non le facevo non le pagavo. Calcolo dei cementi armati e collaudi non li può fare un geometra perché ci vuole un ingegnere. Anche il coordinamento della sicurezza lo delegava ad altri tecnici. Lui mi ha fatto un prezzo ed io mi sono fatto fare un preventivo da un ingegnere che conoscevo. Ho risparmiato bei soldini!!!! Stesso discorso per la progettazione energetica. Ci vuole un termotecnico non un geometra. Trovato il termotecnico risolto il problema. L?impresa che costruisce me la sono scelta da me ed era persona fidata. Idraulico ed elettricista di mia fiducia. Serramenti idem. Probabilmente non tutti hanno voglia ne tempo da dedicare ma è una scelta. E comunque ti assicuro che non è poi tanto uno sbattimento. Alla fine ognuno fa il suo. E comunque se qualcosa non va voglio vedere quanti tecnici si prendono la responsabilità. Alla fine è colpa dell?impianto, della posa, del termotecnico, dell?impresa ?.. è sempre colpa di qualcuno. Se alla fine vai a vedere cosa fa un geometra sono proprio ?SOLO quattro disegni in croce?. Il resto lo delega. Se ti affidi a lui per tutto è giusto pagarlo altrimenti è giusto pagare chi fa il lavoro.
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Febbraio 2010, alle ore 11:22
    E comunque ti assicuro che non è poi tanto uno sbattimento.

    Forse non lo è per te, ma io che ci lavoro in cantiere, è uno sbattimento vero e proprio, figuriamoci per un privato incompetente, soprattutto quando ci sono problemi, e quelli non mancano mai...



    Alla fine ognuno fa il suo. E comunque se qualcosa non va voglio vedere quanti tecnici si prendono la responsabilità. Alla fine è colpa dell?impianto, della posa, del termotecnico, dell?impresa ?.. è sempre colpa di qualcuno. Se alla fine vai a vedere cosa fa un geometra sono proprio ?SOLO quattro disegni in croce?. Il resto lo delega. Se ti affidi a lui per tutto è giusto pagarlo altrimenti è giusto pagare chi fa il lavoro.

    Beh, io non generalizzerei proprio così...
    Per molte cose sono d'acordo con te ma non su tutto... : wink:
    rispondi citando
  • maxd79
    Maxd79 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Febbraio 2010, alle ore 13:40
    E' vero .... non generalizziamo! Non dimenticatevi però cari "colleghi" tecnici il valore dei soldi. Stiamo parlando di 46000,00 Euro mica bruscolini. Per una abitazione su due piani + cantina! Polemiche a parte resto dell'idea che il prezzo è alto.
    rispondi citando
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Febbraio 2010, alle ore 15:35
    Sarà che non sono geometra, quindi il grosso di solito lo seguo io, e anche gli altri tecnici li seguo io e col cliente ne rispondo. In cantiere è necessario andare e moltissime volte, perchè l'impresa non può fare ciò che vuole.
    Per te forse non è stato un grande sbattimento perchè sei un tecnico, quindi sai leggere i deisegni e sai parlare con un'impresa. Ma per la signora Maria, cui il disegno dice molto poco, che non sa niente di termotecnica, strutture, e vuole solo mettere il divano in casa sua il prima possible, cosa puoi dire? Per risparmiare diventa ingegnere? Dove la mandi, in giro per i fornitori a scegliere autonomamente porte, infissi, piastrelle, parquet, sanitari, tubi, tipo impianti? Forse di onesto ne troverà uno o due, se è fortunata. Ma la maggiorparte penseranno a vendere le rimanenze di magazzino o i prodotti su ui hanno più guadagno, facendosela su come vogliono, perchè tanto non capisce niente di edilizia! Tu sei tecnico e lo sbattimento te lo sei tenuto tu: ne vorrei tanti di clienti così, con cui puoi parlare e che capiscono. E anche se guadagno meno, ma non ho sbattimenti, ma sai che belo? Purtroppo invece il grosso sono come la signora Maria: impellicciata e che non distingue un mattone pieno da uno vuoto! Ma te la vedi in cantiere?
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Febbraio 2010, alle ore 16:25
    In risposta a MAxd79 ci terrei a dire innanzitutto che la differenza tra scegliere un unico tecnico che subordina gli altri e scegliere autonomamente le varie figure professionali, é riconoscere al progettista primario il ruolo di coordinatore.
    Nessuno ti vieta di sceglierli separatamete e fare contratti singoli.
    Per il resto é aria fritta: se basta saper muovere un mouse o tenere in mano una matita per spacciarsi per tecnico siamo a posto. Tralasciamo le responsabilità ed ovviamente le tassazioni, ivi compresa un'assicurazione professionale o i contributi previdenziali: alla fine ti rimane in tasca la metà.
    Quindi, ovviamente, sono solidale con lollolalla e la categoria : non ultimo ci sono tariffe professionali che (seppur non più vincolanti come una volta) riconoscono il giusto valore al professionista.
    Il problema é che le nostre cifre -in questi casi ( cioé quando una persona sta spendendo 1 miliardo del vecchio conio!!!)- sembrano grosse, ma se le dividi per le ore trascorse in comune, al computer ed in cantiere (senza dimenticare che per arrivare a fare delle cose ho studiato fino a 25 anni) ti accorgi che la parcella del dottore privato o del tecnico del computer é 10 volte superiore, però lì non dici niente!
    Rispondendo al messaggio iniziale, per tranquillizzare lo scrivente, dico che le tabelle professionali (ho appena fatto il calcolo on-line per curiosità) parlano di 28.000 ? escluse pratiche comunali, sicurezza e spese.
    La cifra iniziale esposta mi sembra giusta, a maggior ragione la riduzione a 31.000 ?.
    Concludo chiedendo a lollolalla quanto da 0 a 10 ti innervosisce quando il cliente ti chiede lo sconto "perché é sulle spese" e poi ti piazza la mega-jacuzzi in bagno o il "nero-assoluto" in cucina! Chi ha orecchie per intendere, intenda...ciao
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Febbraio 2010, alle ore 17:12

    Concludo chiedendo a lollolalla quanto da 0 a 10 ti innervosisce quando il cliente ti chiede lo sconto "perché é sulle spese" e poi ti piazza la mega-jacuzzi in bagno o il "nero-assoluto" in cucina! Chi ha orecchie per intendere, intenda...ciao


    ehehehehehehh, proprio così, valla a capire la gente...
    rispondi citando
  • maxd79
    Maxd79 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Febbraio 2010, alle ore 18:13


    Come siamo permalosi!!!!!
    Va che nessuno vi vuole rubare il lavoro . Ho solo fatto presente come funziona. Poi uno è liberissimo di fare quello che vuole. Visto che a qualcuno interessa solo difendere la categoria c'è poco da dire.
    x arkitria.
    Va che persone che sanno muovere un mouse e tenere in mano una matita, che hanno un titolo di studio pari a quello dei geometri, che si sono messi in proprio è hanno messo in piedi una piccola attività, che pagano le tasse fino all'ultimo centesimo perchè non lavorano con i privati, che fanno enormi sacrifici per costruirsi una casa .... be .... ti assicuro che siamo in tanti.
    La tua conclusione non fa altro che avvalorare la mia tesi. Ma a te ti pagano per fare il tuo lavoro o per fare i conti in tasca alla gente?
    Sembri un po' frustrato. Che ne sai di quanti sacrifici può fare uno per farsi quella casa. E se gli piace l'idromassaggio qual'è il problema.
    A me se viene una multinazionale o il piccolo artigiano cambia ben poco. La mia prestazione costa uguale.
    Chi ha orecchie per intendere intenda ....
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Febbraio 2010, alle ore 18:33
    Non è questione di essere permalosi ma solo di evidenziare che non si può banalizzare una professione o una attività per il solo fatto di aver tirato 2 righe in proprio o aver tirato il collo al tecnico per il prezzo più basso (hai provato con quelli cinesi?), magari vantandosi poi alla sera con gli amici al bar...
    Nessuno nega e sottovaluta la bravura di chi lavora, paga le tasse e si fa la casa: è che non centra niente con l'argomento in questione.
    Non è nemmeno questione di invidia se uno si fa l'idromassaggio: ti girano le xxxxx quando però ti chiedono lo sconto perchè sono alla canna del gas coi soldi.
    Evidentemente non conosci il significato del termine "frustrato" o più probabilmente ...le tue orecchie non intendono.
    A proposito: per me c'è differenza tra la multinazionale ed il piccolo artigiano. Al secondo faccio più sconto. Tu no. Ciao
    rispondi citando
  • maxd79
    Maxd79 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Febbraio 2010, alle ore 20:08
    Non è questione ne di vantarsi, ne di tirare il prezzo.
    Parliamo due lingue diverse .... tutto qui.
    Ciao ... ciao ....
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Febbraio 2010, alle ore 20:09
    Hello...hello
    rispondi citando
  • poniville
    Poniville Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 05:49
    Ma per la signora Maria, cui il disegno dice molto poco, che non sa niente di termotecnica, strutture, e vuole solo mettere il divano in casa sua il prima possible, cosa puoi dire? Per risparmiare diventa ingegnere? Dove la mandi, in giro per i fornitori a scegliere autonomamente porte, infissi, piastrelle, parquet, sanitari, tubi, tipo impianti?
    se permetti io non sono la signora Maria e l'amico geometra mi conosce bene e prima di quel preventivo ho chiarito bene che le forniture le avrei seguite personalmente io perchè so che è su quelle che si rischia di "spalare"

    per quanto riguarda chiedere uno sconto...
    io non lavoro nell'edilizia ma la sono l'ufficio acquisti di una torrefazione di caffè.
    chiedere uno sconto è la cosa più naturale che ci sia in una contrattazione tra 2 parti, il problema è che per avere un preventivo di spesa dal mio amico ho penato 1 anno quasi e per farmelo mi ha detto che era indispensabile arrivare a farmi un progetto ed un computometrico per vedere realmente i costi.
    adesso con in mano un progetto praticamente pronto per essere depositato in comune e un preventivo di massima con computometrico estimativo ditemi voi quanto mi può chiedere per il lavoro svolto se dovessi decidere che quello che mi ha chiesto è troppo e non vado avanti con lui??
    al massimo potrei affidare la DL ad altri ma la progettazione è fatta e non ho ancora firmato nulla, ne che ho ricevuto progetti, ne che gli ho affidato il lavoro.
    secondo me se ne è approfittato perchè ha dato per scontato che avrei accettato ogni sua proposta a sto punto.
    rispondi citando
  • poniville
    Poniville Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 05:58
    Concludo chiedendo a lollolalla quanto da 0 a 10 ti innervosisce quando il cliente ti chiede lo sconto "perché é sulle spese" e poi ti piazza la mega-jacuzzi in bagno o il "nero-assoluto" in cucina! Chi ha orecchie per intendere, intenda...ciao

    e dimmi te una cosa allora
    quando il mio amico geometra mette tra le voci
    "spese 6500"
    quanto di innervosisce sapere che in quella voce ci sono le spese di benzina per arrivare al cantiere (dista 1km dal suo ufficio) le spese per fare le fotocopie (immagino che uno studio tecnico abbia una fotocopiatrice già bella che ammortizzata) e ben poco altro visto che il più è sotto la voce onorario!!
    rispondi citando
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 08:01
    Poniville, ma quando il tuo amico geometra ti ha detto che doveva fare un progetto finito per farti il preventivo, perchè non hai sentito anche altri preventivi?
    Personalmente io i preventivi li faccio prima (forse sbaglio?) quando me li chiedono (il 95% delle volte). A volte, può succedere se non si conosce bene la situazione di un immobile, devono essere fatte delle verifiche preliminari e quindi un prezzo non si può fare (occhio che verifiche preliminari non vuol dire fare un progetto, ma vuol dire vedere la fattibilità del progetto). Ti dico che facendo così di lavori ne perdo, proprio perchè ci sono tecnici come il tuo amico che si accaparrano il cliente facendogli credere sconti infiniti e poi invece la parcella finale è nettamente superiore (perchè servono lavori in più, perchè non glielo aveva chiesto prima,...).
    Per le spese: nella macchina non c'è solo la benzina, ma il consumo (esistono le tabelle ACI), le fotocopie, i bolli, gli oneri amministrativi per consegnare e ritirare i vari documenti, gli oneri catastali, le spese per i plottaggi (sai che costano un occhio?). 6500 non so su che cifra totale sono, e probabilmente sono tanti (anzi sono quasi sicura), ma anche tu avresti potuto evitare questi disagi pretendendo un preventivo prima, che ribadisco la maggiorparte dei tecnici fa.
    Nel tuo caso hai fatto benissimo a fare tu tutti i lavori che potevi, lo farei e lo farò anch'io, ma non trovo giusto il tuo denigrare il lavoro delle altre categorie generalizzando al massimo. Inizierò a costruire una casa al mare a 200Km da me: stavo proprio pensando di far fare la DL e la sicurezza a tecnici del posto, proprio perchè non riuscirei a seguire bene i lavori. Visto che però a parole sono tutti bravi ma i fatti parlano, non mi fido che gli altri tecnici lavorino come voglio io e quindi sto valutando di costruire in bioedilizia, così che, oltre agli altri vantaggi, riuscirei a seguire io i lavori.
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 08:30
    In merito alle spese esposte (6500?) ha già risposto correttamente lollolalla: concordo con entrambi nel dire che é una percentuale troppo alta vista la vicinanza del cantiere (le spese vanno per legge fino al 60% dell'onorario).
    Capisco poi la situazione di poniville che ha di fronte un amico: anche con loro (o soprattutto con loro?) bisogna chiedere prima.
    Io non faccio un lavoro se non ho concordato, sottoscrivendolo, un contratto con esposte le cifre: nemmeno con gli amici...
    rispondi citando
  • poniville
    Poniville Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 08:53
    In merito alle spese esposte (6500?) ha già risposto correttamente lollolalla: concordo con entrambi nel dire che é una percentuale troppo alta vista la vicinanza del cantiere (le spese vanno per legge fino al 60% dell'onorario).
    Capisco poi la situazione di poniville che ha di fronte un amico: anche con loro (o soprattutto con loro?) bisogna chiedere prima.
    Io non faccio un lavoro se non ho concordato, sottoscrivendolo, un contratto con esposte le cifre: nemmeno con gli amici...

    ECCO
    così ci siamo e siamo tornati nei toni giusti..
    io avevo solo chiesto se la parcella presentatami era onesta o no visto che si parla di un amico al quale appunto per l'amicizia che ci lega non mi son preoccupato di chiedere un preventivo.
    ho capito da voi che il prezzo fatto è niente di più che un prezzo di mercato.
    ORA
    io l'unica cosa che posso fare è prenderlo a quattrocchi e chiedere che mi faccia quello sconto che a voi tanto infastidisce... forse il fatto che ancora devo firmagli l'incarico potrà farlo scendere un po' questo preventivo, o no?

    p.s.
    il tuo denigrare il lavoro delle altre categorie generalizzando al massimo. I
    mi son riletto i miei post... e non ho trovato nessuna parola mia di denigrazione della categoria.. io mi son sempre e solo riferito al mio amico geometra che non si sta comportando molto bene, quanto non da amico.
    se poi vi dico che nel frattempo ho venduto un appartamento per cui a preteso anche la mediazione perchè gli spettava... ma dai siamo seri, mi ha presentato una parcella di 31000 euro e adesso mi ha chiesto un altro 2000 euro di mediazione!!
    non so come andrà a finire, ma di sicuro il rapporto ora si è incrinato non poco!
    rispondi citando
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 10:40
    Io non faccio un lavoro se non ho concordato, sottoscrivendolo, un contratto con esposte le cifre: nemmeno con gli amici...
    Ma tu ci riesci sempre a farti firmare il disciplinare? Io oramai (per lavori piccoli) faccio firmare il preventivo per accettazione (cioè si trasforma automaticamente in lettera di incarico), altrimenti molti si spaventano dalle clausole... ma almeno cifre, tempi di lavorazione e modalità di pagamento sono fissate.

    Per Poniville: il prezzo che ti ha fatto il tuo geometra è sicuramente di mercato e, visto come si è comportato lui, è giusto che anche tu adesso pensi ai tuoi interessi chiedendo lo sconto. Del resto adesso hai in mano un preventivo, quindi puoi farlo. A me, e credo anche ad Arkitria, non dà fastidio la gente che chiede gli sconti, ci mancherebbe! E' che c'è un modo e un tempo per chiederli: quando hai in mano il preventivo, prima di firmare l'incarico. A me dà fastidio il cliente che ti chiede lo sconto a lavoro finito e prezzo accettato. Uno due mesi fa mi ha detto, vabbeh ingegnere, facciamo importo pattuito compresa IVA? Ma che sei sce.mo? Ti stai autoriducendo del 20% a lavoro finito?
    Per l'intermediazione, effettivamente io (avendo in mano il lavoro di casa tua) non ti avrei fatto pagare nulla, primo perchè saresti un amico, secondo perchè l'intermediazione è dovuta solo agli intermediatori autorizzati a ruolo e iscritti in Camera di Commercio. Il tuo amico non mi pare troppo amico...
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 10:50
    Sottoscrivo in pieno quanto scritto da lollolalla, alla quale dico che per i lavori minori mi limito anch'io ad un "A4 fronte-retro" con importo, prestazioni svolte e non svolte, modalità di pagamento, condizioni particolari.
    Tralascio che il foro competente é quello di Milano o dettagli simili... ciao a tutti
    rispondi citando
  • cangini71
    Cangini71 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 14:56
    Cari ragazzi, il professionista ha un suo punto di vista, il consumatore un altro.

    Un geometra o un ingegnere impiegato presso l?ufficio tecnico di un comune, o dipendente di uno studio qualsiasi, a guadagnare 50.000 euro ci mette come minimo tre anni.
    Pensare che per costruire una abitazione del valore di 500.000 euro ne debba spendere 40/50.000 di tecnici, è una cosa assurda.

    Sono prezzi di mercato ?
    No, sono prezzi dati da atteggiamenti corporativi nei confronti del privato cittadino che, dopo aver meticolosamente risparmiato per mezza vita lavorativa, si indebita per l?altra metà della sua vita per costruirsi una casa.

    Vi inviterei ad essere così ligi ad applicare le tariffe nei confronti delle imprese di costruzioni.
    E' chiaro che oggi sono quelle che vi danno da mangiare regolarmente, perché il privato che si mette nell'impresa di costruire casa, se non è una persona ricca, può quasi essere considerato un eroe viste le tariffe che gli vengono proposte normalmente.
    Il privato, considerato il lavoro "extra", è quello che viene tartassato.

    Poi, riguardo le tariffe a percentuale ..... se a Milano città costruire costa più che nelle campagne di Isernia, il lavoro del tecnico non è lo stesso ? cosa volete, le gabbie salariali ?

    Io non voglio dare del ladro a nessuno, ma non chiedetemi di capire perché non capisco : subisco, mi rodo il fegato, e basta.
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 15:38
    Il dipendente ci mette tre anni a guadagnare 40.000 ?? Bene, sono soldi netti, prende almeno la tredicesima (e qualcosa di più se é RUP), quando si ammala viene pagato lo stesso, quando va a casa alla sera il lavoro rimane in ufficio, ha responsabilità quasi nulle ed il 27 del mese cascasse il mondo prende i soldi;
    Di quei 40.000 ne lascio metà per strada tra tasse, IRAP, contributi previdenziali, assicurazioni professionali, spese d'ufficio, di telefono, di bolli, di collaborazioni...
    Sto in ballo una vita per una casetta di 2 piani e non c'é una volta che non debba aspettare un casino per avere una fattura d'acconto pagata...
    Mi fermo qui, cangini, o devo andare avanti?
    rispondi citando
  • cangini71
    Cangini71 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 16:19

    Mi fermo qui, cangini, o devo andare avanti?

    puoi andare avanti quanto vuoi, l'ho fatta come premessa che non ci può essere un "punto d'incontro"

    quando si parla di quattrini ognuno pensa ai suoi, e quando li vede prendere il volo pensa a quanto gli sono costati : le altre sono chiacchiere !!

    il punto è che :
    - i nostri padri, lavoratori dipendenti, quasi tutti si sono potuti costruire una casa
    - la mia generazione, chi riesce a farlo è bravo e fortunato
    - la generazione dei miei figli sarà un utopia

    poi tu spiegami perchè, io non lo so

    fatto sta che quella tra lavoratore dipendente e lavoratore autonomo potrebbe essere la guerra civile del nostro secolo .... poi che sia una guerra tra poveri non lo so dire, di certo da una parte si sa chi c'è, dall'altra c'è di tutto e di più e lo sai meglio di me
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 17:01

    il punto è che :
    - i nostri padri, lavoratori dipendenti, quasi tutti si sono potuti costruire una casa
    - la mia generazione, chi riesce a farlo è bravo e fortunato
    - la generazione dei miei figli sarà un utopia
    poi tu spiegami perchè, io non lo so


    Di sicuro ti so dire che la colpa non é della parcella del tecnico!!
    La nostra tariffa professionale nasce nel 1949 e credi che ai quei tempi non si facessero pagare -proporzionatamente all'epoca- come adesso? O forse ci son ben altre motivazioni per il quale oggi non riesci a mettere da parte un euro, o sbaglio?
    A Milano i prezzi sono così alti che é impossibile comprare casa senza averne un'altra in cambio+mega mutuo.
    E' anche qui colpa nostra se c'é tanta gente che non può né comperarla né, tantomeno, ristrutturarla? Ciao Cangini, passo e chiudo
    rispondi citando
  • cangini71
    Cangini71 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Febbraio 2010, alle ore 17:41
    Di sicuro ti so dire che la colpa non é della parcella del tecnico

    il tecnico è uno, poi ci sono tutti gli altri

    ripeto, comunciate a comportarvi con le imprese come fate con i privati, poi comunciamo a ragioniare ...... i "puri" se lo si vuole fare lo si dovrebbe ssere con tutti, ma la "coerenza" spesso non va a spasso "convenienza"

    a leggere esperienze altrui qui, come altrove, non ci si diverte affatto

    ed ora chiudi pure per la terza volta, caro anonimo architetto milanese
    rispondi citando
  • poniville
    Poniville Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 12 Febbraio 2010, alle ore 06:10
    Mi spiace non volevo dare questa piega al mio post..
    la mia era solo una domanda che per forza di cose era rivolta o ad un tecnico professionista o a chi ci è passato prima di me.
    francamente non mi interessa sapere quanto si fanno pagare altri tecnici, io volevo solo sapere se la parcella presentatmi dal mio amico era o no una parcella alta, di mercato o da amico che vuole sinceramente darti una mano come mi diceva lui quando mi ha fatto acquistare il terreno "che tanto la casa ce la facciamo"
    quindi rimarrei su questi binari anche perchè, come dice cangini71, difficilmente si troverebbe un punto di incontro.
    una curiosità
    e questa è una domanda che faccio solo ai tecnici che forse possono rispondere
    se volessi non firmare l'incarico al mio amico
    ora che mi ha fatto un progetto pronto da portare in comune(quasi perfetto che però io ancora non ho approvato) ed un preventivo con computo metrico estimatiivo.
    quanto dei 31000 euro dovrei dargli per chiudere?
    tenete presente che
    1. non ho firmato nessun foglio di incarico ne tanto meno ho firmato il preventivo di parcella
    2. non ho firmato la ricezione di nessun loro documento compreso il progetto e il computo metrico.
    rispondi citando
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 12 Febbraio 2010, alle ore 08:43
    Per Poniville: ma non ti ha fatto un preventivo dettagliato? Ti ha detto 31.000 punto? A questo punto non dirgli che gli vuoi pagare solo il progetto, ma fai lo gnorri: dì che la cifra ti sembra un po' alta e vorresti capire esattamente cosa c'è dentro, per capire quanto lavoro c'è ed evitare problemi in futuro, quindi chiedi se ti può dare lo splittato del preventivo... Se gli dici subito che gli paghi solo il progetto, rischi che ti spari 25000 per il progetto e 6000 per il resto...
    Per cangini71:
    qual è il problema con i tecnici? Che dovrebbero fare il lavoro gratis perchè tu sei un povero dipendente? Guarda, io sono sia dipendente che libera professionista, quindi conosco bene entrambe le condizioni. Come dipendente è stupendo: hai poco al mese, ma quel poco ce l'hai tutti i mesi (+ le mensilità aggiuntive e i premi) ed è sicuro e al netto di tutto. Se sei malato sei pagato, se sei in ferie sei pagato, se vai a fare una visita hai i permessi pagati, se fai un figlio sei pagato. Se sei libero professionista ti devi pagare tutto: assicurazione, strumenti di lavoro, studio, commercialista, software (che devono essere originali perchè se ti beccano...). Per il pranzo hai il ticket o la mensa? Beh, il L.P. no, paga! Il tuo lavoro lo devi finire per forza, e non c'è nessuno che lo finisce per te se ti ammali, o fai un incidente, o sono arrivate le 17 e te ne devi andare a casa. E se non lo finisci, non ti viene pagato in toto! I soldi per quel lavoro li vedrai, se ti va bene, dopo due o tre mesi. E se ti va male puoi aspettare anche un anno. Ad agosto non lavori? Bene, mangi lo stesso! Guarda che come L.P. non si guadagna di più: è solo un mdo diverso di lavorare, che a fine anno porta più o meno lo stesso netto del dipendente, solo che non è sicuro come quello de ldipendente: se va male, va male, ma le spese le hai lo stesso.
    Per i prezzi per l'impresa: non sono diversi da quelli del privato. Se un privato mi chiede un Docfa gli faccio 400 euro dovendo fare il rilievo e cercare e andarmi a prendere e controllare tutte le carte prima. Se un'impresa mi chiede 20 Docfa per appartamenti di una stessa palazzina dandomi tutto su supporto informatico e tutto a posto e già controllato, non posso che far pagare meno il singolo Docfa, perchè il lavoro che mi dà da fare singolarmente è nettamente di meno. Lo stesso farei per un privato che mi dà la stessa documentazione di partenza.
    rispondi citando
  • giuliaallardi
    Giuliaallardi Ricerca discussioni per utente
    Sabato 27 Febbraio 2010, alle ore 21:25
    Poniville, ma -domanda banale- l'iva è esclusa?

    a mia sorella hanno fatto un preventivo simile, 48.000 (iva esclusa) x una villetta di circa 180mq(terra)+100mq(primo)+ 180mq (seminterrato)

    e in piu' sono fuori i calcoli del c.a.

    peraltro le hanno detto che è un prezzo a 30% sconto mahmahmah
    rispondi citando
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 1 Marzo 2010, alle ore 07:29
    L'IVA è sicuramente esclusa.
    Per Giuliaallardi: ma su che base ti hanno fatto i conti? Cioè che importo di lavori hanno considerato? Mi sa che il tuo importo lavori sarà intorno ai 700.000/750.000 euro...
    rispondi citando
  • plinio
    Plinio Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 13 Maggio 2011, alle ore 10:35
    Non posso che unirmi a questa interessante discussione visto che anch'io sto valutando un preventivo del mio geom... per un'abitazione su due piani di 390mq compresi i muri, pacchetto completo che comprende DL, calcoli strutturali, valutazione e scelta delle imprese, pacchetto Sicurezza, progettazione impianto riscaldamento, collaudo statico, accatastamento e agibilità finale per la bellezza di 38.500 Euro+iva+rit. d'acconto. Da qui sono escluse le varie ed eventuali tipo progettazioni di interni, Varianti in corso d'opera, Certificazione energetica.
    A me sembra una cifra folle... Voi che dite?
    rispondi citando
  • romoro80
    Romoro80 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 14 Maggio 2011, alle ore 16:31
    La verità è che il prezzo è un po 'ingombrante, ma in termini di decorazione avrai molto spazio è grande.
    rispondi citando
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 16 Maggio 2011, alle ore 13:43
    Beh... 390mq... costo di costruzione direi che sei sui 500.000 euro, quindi 38.500 non è molto. Ma cosa vuol dire fuori "progettazione d'interni"? Se è fuori la progettazione architettonica... beh fatti fare un preventivo per questa voce, perchè non è bassa.
    rispondi citando
  • plinio
    Plinio Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 16 Maggio 2011, alle ore 21:57
    Vuol dire che se chiedo una progettazione degli arredamenti interni è da quotare a parte, è un qualcosa che non chiederò mai... già quei 38.500 euro mi stanno sullo stomaco e non poco.
    rispondi citando
  • lollolalla
    Lollolalla Ricerca discussioni per utente
    Martedì 17 Maggio 2011, alle ore 11:16
    Ah, l'arredamento lascialo stare: tanto il 3D dei mobili, a meno che non vuoi fare proprio una casa molto particolare e completamente su misura, non ti serve.
    Beh, se la cifra che ti hanno chiesto ti sta sullo stomaco, fatti fare altri preventivi, così potrai decidere meglio. Ti assicuro che non è per niente alta se sono comprese le spese (occhio che in molti preventivi sono escluse...) e se è tutto compreso.
    rispondi citando
  • spferranti
    Spferranti Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 12 Aprile 2017, alle ore 10:26
    La controdomanda (provocatoria) è: se era tutto molto semplice, perchè non se lo è fatto da solo?Questo per dire che se si pensa sempre di potersi sostituire ai professionisti ma la normativa non ce lo permette, non è un grande approccio.Invece piuttosto rifletterei anche solo sulle responsabilità associate all'incarico, non solo sulla qualifica, il lavoro da svolgere, il tempo da dedicare, la competenza, l'esperienza, il contributo intellettuale.
    Detto questo, probabilmente il collega avrebbe potuto fare qualcosa in più per la parcella (vista la particolare condizione di amicizia), fermo restando che in termini meramente percentuali, l'onorario è ben al di sotto della media (10%).Cordialmente
    rispondi citando
  • realdomus
    Realdomus Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 13 Aprile 2017, alle ore 15:55
    Io ho trovato ottima questa impresa edile di Torino - Real Domus specializzata in Costruzioni e Ristrutturazioni e poi i preventivi Gratuiti !! Ho ristrutturato casa e naturalmente ridipinta.
    http://www.realdomus.it/
    rispondi citando
  • pieroluigicritelli
    Pieroluigicritelli Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 22 Gennaio 2018, alle ore 12:15
    Buon giorno, La invito a visitare il nostro sito al seguente indirizzo: www.pieroluigicritelli.com. Non esiti a contattare il nostro studio per qualsiasi informazione o consulenza al riguardo ( 391/11.81.499 ). Cordiali saluti. Studio Critelli
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
REGISTRATI COME UTENTE
306.714 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie