Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2007-02-09 13:24:07

Vendita casa fai da te


Scunny
login
06 Febbraio 2007 ore 11:04 19
Ciao a tutti...
ho dato da vendere la mia casa ad una agenzia ma in questi giorni un conoscente si è convinto ad acquistarla.
Il mandato con l'agenzia scade a Marzo. Sia io che lui non vorremmo pagare gli oneri all'agenzia; io pagherei 3000 euro mentre lui il 3%.
Inoltre io non vorrei che, se aspettassimo Marzo, lui ci ripensasse.
Cosa mi consigliate di fare?
Potrei rescindere il contratto con l'agenzia dividendoci i 5000 euro di penale; sarebbe d'accordo anche l'acquirente.
Poi, quali sono i passi da seguire per la compravendita fai-da-te dell'immobile?
Potete aiutarmi?

Grazie
  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Febbraio 2007, alle ore 14:11
    Ritengo che l'agenzia sarebbe soddisfatta dalla somma che daltronde avevi pattuito, potrebbe addirittura farvi uno sconto visto che non ha eseguito attività inerenti questa vendita.

    Per la vendita poi ti appoggerai al notaio di fiducia che farà tutte le pratiche burocratiche necessarie.

  • scunny
    Scunny Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Febbraio 2007, alle ore 14:45
    Ma quali sono i passi da seguire per fare il tutto da soli?
    Devo andare dal notaio anche per il compromesso? Chi dovrebbe pagare l'onere? io o l'acquirente?
    Esiste un fac-simile di modulo per fare il compromesso?

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Febbraio 2007, alle ore 15:44
    Ti ripeto.

    Recati dal notaio, sarà lui a chiederti la documentazione necessaria e a farvi compiere gli adempimenti necessari, stipulando (anche se inutile) l'eventuale compromesso.

    Nel tuo caso, tra privati, il "compromesso" risulta inutile, se siete d'accordo arrivate subito alla vendita.

    Di solito le spese vengono pagate dal compratore, al venditore spetterà la "plusvalenza" (se imputabile) salata in base all'ultima finanziaria.

    Di tutto questo vi parlerà il notaio, è il suo mestiere.

  • scunny
    Scunny Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Febbraio 2007, alle ore 15:53
    Scusami ma cosa intendi x plusvalenza?
    Io vendo per acquistare un altro immobile prima casa...

    Il compromesso lo devo fare perché il rogito sarà fatto a Luglio, non subito e quindi voglio tutelarmi...Cosa ne pensi?

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Febbraio 2007, alle ore 16:13
    La plusvalenza immobiliare e imposta sostitutiva di cui al comma 496 dell'unico articolo della Legge 23 dicembre 2005 n. 266 (Legge Finanziaria 2006) che introduce un nuovo sistema di tassazione della plusvalenza realizzata a seguito di cessione di beni immobili e di aree edificabili da parte di privati ti verrà calcolata e fatta pagare dal notaio nel caso tu ne fossi sottoposto.

    In caso di cessioni a titolo oneroso di beni immobili acquistati o costruiti da non più di cinque anni, e di terreni suscettibili di utilizzazione edificatoria secondo gli strumenti urbanistici vigenti al momento della cessione, all'atto della cessione e su richiesta della parte venditrice resa al notaio, in deroga alla disciplina di cui all'articolo 67, comma 1, lettera b), del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e successive modificazioni, sulle plusvalenze realizzate si applica un'imposta, sostitutiva dell'imposta sul reddito, del 12,50 per cento. A seguito della richiesta, il notaio provvede anche all'applicazione e al versamento dell'imposta sostitutiva della plusvalenza di cui al precedente periodo, ricevendo la provvista dal cedente. Il notaio comunica altresì all'Agenzie delle Entrate i dati relativi alle cessioni di cui al primo periodo, secondo le modalità stabilite con provvedimento del direttore della predetta Agenzia

    Se vuoi fare il compromesso, stipulalo davanti al notaio che poi ti assisterà in sede di compravendita.

  • scunny
    Scunny Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Febbraio 2007, alle ore 16:26
    Scusami... io sapevo che se vendo prima che siano passati 5 anni dall'acquisto e acquisto un'altra casa (prima casa) entro un anno dal rogito di vendita, sono esente da questa "tassa".

    Sbaglio?

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Febbraio 2007, alle ore 17:48
    Infatti ho citato in modo completo l'articolo perche tu te ne potessi accertare.

    I notai conoscono perfettamente queste procedure .... è il loro mestiere.

  • scunny
    Scunny Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Febbraio 2007, alle ore 18:06
    Scusami ancora ma non ho capito se nel mio caso sono o meno soggetto al pagamento degli oneri per plusvalenza.
    Puoi chiarirmelo?
    grazie e scusami l'ignoranza...

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Martedì 6 Febbraio 2007, alle ore 18:15
    Dal Notaio per il compromesso ci andrei solo se se l'intenzione è quella di farlo trascrivere, altrimenti meglio regolarsi tra le parti...

  • langecon
    Langecon Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Febbraio 2007, alle ore 14:13
    ....non sarebbe meglio fare tutto in agenzia e pagare un pò meno di quanto vi spetta visto che il cliente è venuto da te spontaneamente????

    l'agenzia immobiliare viene sempre creduta come mangia soldi...ma in giro ci sono ottimi professionisti che devono sbrigare tutto a livello burocratico e amministrativo....

    che vi credete che gli obblighi da compiere per una compravendita immobiliare siano così semplici e pochi?

    p.s. la plusvalenza la devi pagare lo stesso anche se vendi prima dei conque anni!!! è nell'imposta di registro che ti viene attuata l'agevolazione...

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Febbraio 2007, alle ore 14:57

    p.s. la plusvalenza la devi pagare lo stesso anche se vendi prima dei conque anni!!! è nell'imposta di registro che ti viene attuata l'agevolazione...

    La vendita della prima casa non genera mai plusvalenza quando si vende per ricomprare, anche se l'operazione viene effettuata prima che siano trascorsi cinque anni dall'acquisto. Passato questo termine, la cessione di un immobile non dà mai più origine alla plusvalenza. Se si vende per ricomprare un nuovo immobile da adibire a prima casa, inoltre, si ha diritto ad un credito d'imposta per il nuovo acquisto. Il credito è pari all'ammontare dell'imposta di registro, o dell'Iva pagata al primo acquisto, e può essere usato per pagare le tasse dovute sul secondo atto oppure in diminuzione dell'Irpef. Per averne diritto è necessario dichiarare questa intenzione al momento del rogito specificando sia l'importo del credito sia come s'intende spenderlo.

  • anonimo
    Anonimo Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Febbraio 2007, alle ore 15:00

    p.s. la plusvalenza la devi pagare lo stesso anche se vendi prima dei conque anni!!! è nell'imposta di registro che ti viene attuata l'agevolazione...

    La vendita della prima casa non genera mai plusvalenza quando si vende per ricomprare, anche se l'operazione viene effettuata prima che siano trascorsi cinque anni dall'acquisto. Passato questo termine, la cessione di un immobile non dà mai più origine alla plusvalenza. Se si vende per ricomprare un nuovo immobile da adibire a prima casa, inoltre, si ha diritto ad un credito d'imposta per il nuovo acquisto. Il credito è pari all'ammontare dell'imposta di registro, o dell'Iva pagata al primo acquisto, e può essere usato per pagare le tasse dovute sul secondo atto oppure in diminuzione dell'Irpef. Per averne diritto è necessario dichiarare questa intenzione al momento del rogito specificando sia l'importo del credito sia come s'intende spenderlo.

    A condizione che si dimostri di averci abitato almeno per la metà dei gg più uno che sono passati dal rogito alla vendita

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Febbraio 2007, alle ore 15:02

    A condizione che si dimostri di averci abitato almeno per la metà dei gg più uno che sono passati dal rogito alla vendita

    giusta precisazione.

  • scunny
    Scunny Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Febbraio 2007, alle ore 15:58
    Grazie a tutti delle utili informazioni.

    X quanto riguarda l'agenzia...beh, preferisco farne senza...

  • langecon
    Langecon Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Febbraio 2007, alle ore 16:26
    ..è discutibile anche tale dimostrazione...

    ciaooo oris...

  • anonimo
    Anonimo Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Febbraio 2007, alle ore 16:31
    Wela Lang

  • lorcaste
    Lorcaste Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 9 Febbraio 2007, alle ore 11:50
    Se si vende per ricomprare un nuovo immobile da adibire a prima casa, inoltre, si ha diritto ad un credito d'imposta per il nuovo acquisto. Il credito è pari all'ammontare dell'imposta di registro, o dell'Iva pagata al primo acquisto, e può essere usato per pagare le tasse dovute sul secondo atto oppure in diminuzione dell'Irpef. Per averne diritto è necessario dichiarare questa intenzione al momento del rogito specificando sia l'importo del credito sia come s'intende spenderlo.

    A me interessa particolarmente questo punto.
    Sto per vendere la mia prima casa, acquistata 5 anni fa direttamente dall'impresa (ho pagato quindi l'IVA al 4%, non l'imposta di registro) e nella quale ho sempre abitato.
    Contemporaneamente, sto per iniziare i lavori di costruizione di una piccola villetta, su terreno edificabile acquistato nel 2006.
    Come funzionerebbe il credito di imposta nel mio caso ? Potrei forse recuperare l'iva pagata sulla prima casa 5 anni fa scalando l'importo corrispondente dall'iva (sempre al 4%) che dovro' versare all'impresa che costruisce la villetta ?
    E' cosi ?

    grazie,
    lorcaste

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 9 Febbraio 2007, alle ore 12:36
    È proprio così e non da poco, sono parecchi anni che è in vigore questa norma.

    Sul sito dell'Agenzia delle Entrate trovi la pagina con i riferimenti completi, i moduli, le casistiche e le risposte alle domande più comuni.

    (in caso di necessità puoi sempre telefonare gratuitamente).

  • lorcaste
    Lorcaste Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 9 Febbraio 2007, alle ore 13:24
    È proprio così e non da poco, sono parecchi anni che è in vigore questa norma.

    Sul sito dell'Agenzia delle Entrate trovi la pagina con i riferimenti completi, i moduli, le casistiche e le risposte alle domande più comuni.

    (in caso di necessità puoi sempre telefonare gratuitamente).

    Immagino ti riferisca a questa http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/connect/Nsi/Documentazione/Pubblicazioni/Le+guide+dell'Agenzia/Guide+anni+precedenti/2004/Annuario+del+contribuente+2004/La+tassazione+degli+immobili/Il+credito+di+imposta+per+il+riacquisto+della+prima+casa
    pero' nel mio caso non faro' un atto di acquisto della nuova prima casa in quanto la faro' costruire su un terreno gia' di mia proprieta'. Mi sfugge quindi quale deve essere il momento in cui dichiaro di voler usufruire del credito di imposta.
    Vab, beh, provero' a chiamare al call center

    grazie,
    lorcaste

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img catiaamadio ciccantelli
Buongiorno. Possiedo un appartamento all'interno di una palazzina costruita su area PEEP. Negli anni sono stati venduti diversi appartamenti a prezzi di mercato pur non essendo...
catiaamadio ciccantelli 02 Settembre 2020 ore 17:26 2
Img elisalivorno
Ho trovato il compratore per la casa, lui deve prendere il mutuo, adesso ho tutti i documenti, certificato agibilità, relazione, ACE, dichiarazioni, atto acquisto casa ecc.
elisalivorno 24 Gennaio 2020 ore 17:10 2
Img numbor
Ciao a tutti, vi sottopongo una questione, premetto che la casa è a San Marino. La mia compagna nel 2002 ha acquistato un piccolo appartamento senza garage o posto auto...
numbor 21 Ottobre 2019 ore 12:42 3
Img anonimo
Sottopongo la mia particolare situazione,tempo fa ho incaricato un'agenzia in esclusiva di vendere la mia prima casa, dopo 6 mesi ho firmato da loro l'accettazione del compromesso...
anonimo 31 Dicembre 2015 ore 09:12 1
Img valedebe17
Buona sera,mio marito ed io abbiamo deciso di vendere la ns casa e ci siamo appoggiata ad una nota agenzia immobiliare, ci hanno messo in contatto con gli acquirenti e ci hanno...
valedebe17 09 Novembre 2015 ore 18:08 1
Notizie che trattano Vendita casa fai da te che potrebbero interessarti


Vendere ed acquistare casa su internet

Comprare casa - La casa si cerca e si compra online! Le richieste, nel vari anni dal portale immobiliare leader in Italia Casa.it, aumentano esponenzialmente anno per anno.

Home staging

Comprare casa - L'Home Staging è una tecnica di marketing immobiliare che si sta molto diffondendo tra coloro che sono impegnati in investimenti immobiliari.

Guida su come vendere oggetti usati online

Idee fai da te - Vendere oggetti usati può essere utile per fare spazio in casa e guadagnare qualcosa. Ecco in che modo ottimizzare le inserzioni sui migliori siti d'usato online

Si può vendere una casa gravata da usufrutto?

Comprare casa - Se sull'immobile è stato costituito un diritto di usufrutto può il nudo proprietario effettuarne la vendita? Quali sono le tutele a favore dell'usufruttuario

Bonus prima casa: nuove proroga in arrivo col decreto Milleproroghe 2022

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Approvato un emendamento al testo del decreto Milleproroghe 2022 che fa slittare i termini per gli adempimenti delle agevolazioni prima casa al 31 marzo 2022.

Sviluppi del mercato immobiliare

Normative - Sembra che il peggio sia passato per il mercato immobiliare italiano; le analisi condotte dalle principali societa' di settore evidenziano uno scenario di ripresa per il settore nel 2011.

Valutazioni Acquisto Casa

Progettazione - Comprare casa in periodo di austerity è ancora più pesante che comprare casa nei periodi di florida economia, ormai alle spalle, semplici considerazioni valgono sempre.

Vendere Casa

Normative - La disposizione degli ambienti, la presenza di accessori, la funzionalità degli impianti e la tenuta degli infissi sono elementi che influenzano la vendita della casa.

Accettazione eredità per vendere immobile ereditato

Proprietà - Per vendere un immobile ereditato è necessaria l'accettazione dell'eredità. Di cosa si tratta? In quali forme può essere effettuata. Espressa o tacita: differenze
REGISTRATI COME UTENTE
339.513 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//