menu-mob
Vai alla HomePage
Ricerca
Ricerca nella sezione specificata
2007-06-20 23:59:00

Un quesito personale


Batisgrulla
login
14 Aprile 2006 ore 11:16 8
Buongiorno a tutti è la seconda volta che scrivo sul forum per porvi un quesito di carattere personale.
Io e la mia fidanzata stiamo per comprare su carta un appartamento a Roma che ci verrà consegnato tra qualche mese e dobbiamo versare, con l'aiuto delle ns famiglie, un sostanzioso anticipo (il 50% del costo dell'appartamento, il resto verrà mutuato).
Considerato che non siamo ancora sposati e che possiamo investire nell'immobile cifre sostanzialmente differenti, desidereremmo che la proprietà dell'appartamento fosse ripartita equamente in funzione del differente investimento iniziale ed in vista di un mutuo da pagare in seguito insieme.
Vorremmo inoltre che entrambi fossimo tutelati nella stesso identico modo.
C'è qualcuno che si è trovato nella nostra posizione che ha voglia di postarci le sue esperienze?

Vi ringrazio in anticipo
Batisgrulla

PS Sopratutto ci domandiamo come andrebbe conteggiato un mutuo cointestato nell'eventuale ripartizione della proprietà (ciò soprattutto in considerazione del fatto che la legge non prevede che un mutuo cointestato debba essere necessariamente pagato al 50%)
  • lollolalla
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 18 Aprile 2006, alle ore 10:54
    Anche noi eravamo nella stessa situazione, ma abbiamo risolto facilmente intestando la casa in quote diverse e il mutuo al 50%. Sai, indipendentemente dagli stipendi, il mutuo lo si paga quando si vive insieme, per cui noi lo abbiamo considerato al 50%. L'intestazione la puoi fare in quote diverse se non siete sposati o se siete in separazione dei beni. Il notaio ci ha fatto scrivere sul rogito le quote di proprietà della casa e le quote di divisione mutuo: ci ha detto che se non fosse stato scritto sul rogito il mutuo sarebbe stato considerato diviso con le stesse percentuali di intestazione della casa. Ed effettivamente è vero, perché quando abbiamo fatto la dichiarazione dei redditi il CAAF è andato a vedere se c'era effettivamente scritto così, altrimenti ci avrebbe considerato quote casa e quote mutuo uguali.

  • batisgrulla
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 18 Aprile 2006, alle ore 11:48
    Grazie mille per la risposta faticavo a trovare un caso simile al mio.
    Lascia che ti chieda una cosa.
    Le quote di intestazione dell'appartamento le avete calcolate conteggiando anche il mutuo (come se fosse già stato pagato al 50% dunque)?
    Lo chiedo perché un consulente mi disse che:

    1) non si poteva ripartire un mutuo in quote differenti il 50%

    2) in ogni caso se, per assurdo, uno dei contraenti dovesse decidere di non pagare più la sua parte, l'altro non si potrebbe limitare a pagare la sua ma dovrebbe far fronte a tutta la spesa

  • lollolalla
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 18 Aprile 2006, alle ore 16:23
    Sull'atto di mutuo puoi dividerlo come vuoi: rimane il fatto che tutti i contraenti sono debitori solidali con la banca. Per cui se uno dei due non paga, deve pagare l'altro.

    Le quote della casa le abbiamo conteggiate considerando il mutuo già pagato al 50%, tanto alla fine se uno paga il mutuo, l'altro paga le bollette e il cibo o viceversa.

    Ti dico come abbiamo fatto noi: valore casa ipotetico 200.000.
    Quota mutuo 100.000 al 50%, per cui 50.000 a me e 50% a mio marito;
    il resto (100.000) pagate cash, di cui io 80.000 e mio marito 20.000.
    Per cui è uscito: io 50.000 di mutuo + 80.000 dati = 130.000, che equivalgono al 65% di 200.000; mio marito 50.000 di mutuo + 20.000 dati = 70.000 che equivalgono al 35% dell'importo totale.

    L'intestazione finale è stata 65% a me e 35% a mio marito, con mutuo in parti uguali al 50%.

  • batisgrulla
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 18 Aprile 2006, alle ore 18:09
    Immaginavo si potesse fare così ma ora ne ho avuto conferma.
    Ti ringrazio di cuore era proprio quello che desideravo sapere.

  • system.dll
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 17 Maggio 2006, alle ore 11:19
    Il mio problema è similare ma è così suddiviso:
    su un dichiarato di 160.000 non posso intestare la casa a due e solo io chiedere un mutuo di 120.000 ma solo di 80.000 e 40.000 di mutuo se li deve accollare la mia compagna .. come possiamo fare ??
    è possibile suddividere le quote di mutuo ???

  • ziska
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 11:13
    Noi abbiamo la situazione opposta, vogliamo la casa cointestata al 50% ma il mutuo (anch'esso cointestato) lo pagherà solo mio marito.
    Il mutuo copre solo metà del valore perché l'altra metà la metto io all'atto d'acquisto.
    Nel caso in cui ci sia una separazione (assolutamente no, ma meglio prevenire che curare) io potrei rivalermi sulla parte di mutuo intestata a me ma che io non ho mai pagato, e lui potrebbe rimanere proprietario del 50% di casa pure se il mutuo lo pago io!!
    Come possiamo tutelarci entrambi?
    Abbiamo pensato di mettere una postilla sul rogito che nel caso in cui io debba contribuire al rimborso delle rate del mutuo viene ridiscussa la proprietà dell'immobile nella giusta percentuale.
    E' fattibile secondo voi?
    Grazie in anticipo

  • condominiale
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 16:06
    Dovrai consultare un notaio ed eventualmente redarre una scrittura privata (registrata) in modo che sia opponibile anche a terzi.

  • kiki234
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 20 Giugno 2007, alle ore 23:59
    Noi abbiamo la situazione opposta, vogliamo la casa
    Abbiamo pensato di mettere una postilla sul rogito che nel caso in cui io debba contribuire al rimborso delle rate del mutuo viene ridiscussa la proprietà dell'immobile nella giusta percentuale.
    E' fattibile secondo voi?
    Grazie in anticipo
    Devi considerare anche terze persone. Mi spiego meglio:
    Tutti prendono in considerazione, per mera questione pratica, cosa succederebbe durante una separazione... pochi prendono in considerazione cosa succederebbe in caso di, toccando ferro e facendo corna , morte di uno dei coniugi/conviventi, dunque il subentrare di eredi.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img martuans
Buonasera,sono in un appartamento in affitto con contratto 4+4 con cedolare secca, vorrei sapere gentilmente alla fine degli 8 anni, se non ho ricevuto nessuna comunicazione dal...
martuans 13 Luglio 2024 ore 14:19 6
Img couguida
Ciao, a tutti e grazie ancora per l'idea della cabina armadio, purtroppo prima di realizzarla devo sistema piano terra.Ho bisogno ancora del vostro aiuto per la cucina. Pensavo...
couguida 13 Luglio 2024 ore 14:04 21
Img mel bird
Salve, ho una cucina costruita su misura in legno da un falegname più di 20 anni fa e purtroppo è ridotta male ormai, specialmente il ripiano pieno di graffi e di...
mel bird 13 Luglio 2024 ore 13:41 6
Img yaburetamr
Buonasera,scrivo sperando di trovare aiuto per la mia situazione disperata. Ho acquistato un piccolo bilocale in un palazzo in classe B di 11 piani che ha circa 10 anni. io sono...
yaburetamr 11 Luglio 2024 ore 15:06 5
Img trinakriae
Buongiorno a tutti,desidero chiedere un parere su un contenzioso condominiale. Sono locatario di un appartamento situato in un edificio con altre tre abitazioni e due terrazze...
trinakriae 10 Luglio 2024 ore 15:16 1
347.058 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI