Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Sottotetto abitabile - 2635


Mrtflv
login
12 Luglio 2005 ore 08:49 7
Sto acquistando un appartamento su due piani, un primo con soggiorno, cucina, camera e bagno, ed un piano superiore con due camere, disbrigo e bagno. Le due camere nel sottotetto hanno delle finestre in progetto di 80 cm, ho chiesto se potevano farle un poco piu' grandi ed il costruttore mi ha detto che non poteva in quanto la parte del sottotetto non e' abitabile e se le ingrandisse potrebbe avere dei problemi con la licenza edilizia. (ma su questo e' molto vago)
Ora mi sto chiedendo, se non e' abitabile per quale motivo nel progetto che dovremo firmare esiste la descrizione dei locali dei due piani, e soprattutto cosa debbo fare per tutelarmi. Non vorrei che in futuro mi sorgessero dei problemi relativamente al fatto della non abitabilita' del sottotetto.

Grazie per qualunque informazione.
Flavio
  • lauradvl
    Lauradvl Ricerca discussioni per utente
    Martedì 12 Luglio 2005, alle ore 14:41
    Se nel progetto approvato dal comune c'è scritto camera e bagno allora è abitabile. Altrimenti è una "furbata"... attento a non farti vendere una cosa che non è! Comunque potrebbe anche essere una cosa a tuo vantaggio... non troppo legale... però! nel senso che pagheresti ICI e tasse in base ai vani del piano primo! Chiedi di vedere i progetti col timbro della Concessione Edilizia.
    rispondi citando
  • mdc
    Mdc Ricerca discussioni per utente
    Martedì 19 Luglio 2005, alle ore 14:18
    Gentile utente,

    in merito alla questione da Lei sollevata, di seguito si espongono dei chiarimenti.

    Il sottotetto è quel vano compreso tra il soffitto dell'appartamento dell'ultimo piano e il tetto dell'edificio.
    Infatti la Corte di Cassazione dice: "Il sottotetto di un edificio, non compreso tra le parti comune indicate dall'art. 1117 del codice civile, costituisce una pertinenza dell'appartamento sito all'ultimo piano quando assolva alla funzione esclusiva di isolarlo e proteggerlo dal caldo, dal freddo e dall'umidità, formando una camera d'aria a sua difesa.
    Esso, tuttavia, realizza una funzione diversa dalla mera camera d'aria quando sia destinato all'uso comune di tutti i condomini, come nel caso in cui sia dotato di una comunicazione diretta con il vano scale comune".
    Dunque, il sottotetto appartiene di regola al proprietario dell'ultimo piano rispetto al quale assolve funzione di isolamento termico, e non al condominio (sempre che i contratti di acquisto non dispongano diversamente).
    Occorre però accertare, caso per caso, se e come il sottotetto comunica con le scale, per capire se invece lo si può considerare oggettivamente al servizio delle parti comuni. In tal caso, infatti viene considerato parte comune.

    Nel caso di specie sembra che contrattualmente il sottotetto sia pertinenza del Suo appartamento, pertanto problemi di propietà non sussistono.
    Per quanto riguarda l'agibilità, è chiaro che il costruttore non la può soddisfare, in quanto il preogetto, la concessione e le autorizzazioni varie non lo consentono. Nulla vieta che Lei di questo sottotetto ci faccia una soffitta o "mansarda"
    Per ulteriori chiarimenti siamo a disposizione.
    MDC
    rispondi citando
  • gigi0
    Gigi0 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 19 Luglio 2005, alle ore 16:50
    Mi permetto di esprimere un parere un po' diverso, poiché credo di aver individuato, tra le righe, quel problema che spesso tormenta gli acquirenti, mentre fa arricchire, qualche volta indebitamente, i costruttori.

    Flavio sembrerebbe aver inteso comprare un appartamento composto da: soggiorno, cucina, 3 camere, disbrigo e due bagni.

    Se così fosse, e se così fosse indicato nel contratto d'acquisto, egli avrebbe diritto di pretendere l'abitabilità di tutti i locali.

    Temo, purtroppo, che invece gli sia stato proposto quanto sopra, ma che gli sia stato indicato nell'atto solamente il piano inferiore + sottotetto, oppure mansarda agibile, o qualche altra formulazione del genere.

    Sarebbe opportuno che Flavio verificasse attentamente l'oggetto della compravendita e, con questi elementi, si facesse adeguatamente consigliare, attraverso queste pagine, o direttamente da MDC o altri.
    rispondi citando
  • mdc
    Mdc Ricerca discussioni per utente
    Martedì 19 Luglio 2005, alle ore 17:09
    E' importante sapere cosa ci sia scritto sul contratto, cioè se si parla di sottotetto o altro.
    Ci faccia sapere
    rispondi citando
  • mrtflv
    Mrtflv Ricerca discussioni per utente
    Martedì 11 Ottobre 2005, alle ore 14:23
    Scusate il ritardo nel rispondere, ma ho avuto qualche disguido.
    Nel preliminare c'e' scritta una descrizione dell'appartamento in cui si fa riferimento alla piantina sottoscritta. In questa esiste la parte inferiore, con soggiorno cucina e zona antibagno e bagno con relativa scala che porta al piano superiore. Al piano superiore vengono evidenziate due camere da letto, una cabina armadio, un ripostiglio ed un bagno, ed una riga che indica l'altezza di 170 cm.
    Ultimamente mi e' stato proposto di integrare il preliminare con un atto in cui si specifica che l'appartamento e' composto da miniappartamento al piano inferiore ed una parte superiore non abitabile in quanto di altezza media inferiore a 245cm; da notare che la stessa riga che nella prima piantina veniva messa a 170 cm, nel progetto approvato si parla di 100cm. A questo punto mi viene lecito pensare che sia stata fatta una cubatura superiore a quanto approvato dal comune.
    La successiva domanda e' relativa al tipo di responsabilita' che mi vado ad accollare sottoscrivendo tale integrazione, in caso di controlli, ovvero ho responsabilita' penali, civili, dovro' pagare semplicemente una multa oppure dovro' smantellare quanto costruito nel sottotetto.
    Grazie per qualunque informazione.
    rispondi citando
  • gigi0
    Gigi0 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 12 Ottobre 2005, alle ore 13:36
    NON FARLO ASSOLUTAMENTE

    Significherebbe annullare il contratto in corso, che ti da diritto di pretendere ciò che ti è stato promesso per il prezzo pattuito, ovvero al risarcimento dei danni.

    Il discorso è piuttosto complesso, ma tenterò di sintetizzarlo in maniera semplice: tu hai comprato oro, ma ti viene consegnato piombo.

    Temo che a questo punto ti serva l'avvocato per la risoluzione del contratto.

    Se fossi al tuo posto, non attenderei nemmeno un momento per intraprendere le opportune azioni: chiedi l'intervento gratuito del MDC o altra associazione di consumatori.

    NON DORMIRE E NON FIRMARE NIENTE!

    Ciao.

    gigi
    rispondi citando
  • luca111
    Luca111 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 7 Marzo 2007, alle ore 07:55
    Buongiorno.
    Io ho lo stesso problema infatti stò acquistando un appartamento disposto su due piani.
    Ora che sono in fase di trattativa avanzate (ho fatto la proposta d'acquisto) ho saputo che il primo piano è effettivamtne quello abitabile mentre il secondo è sottotetto non abitabile (ma agibile).
    Tenete peresente ceh il sottotetto è alto 2,40 metri di media ha due camere un bagno ed un balcone.

    Posso incorrere in grossi problemi?
    Cosa mi consigliate?

    Grazie in anticipo.

    Non riprendere una discussione vecchia di due anni, inserisci un nuovo quesito. Staff
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
REGISTRATI COME UTENTE
310.823 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE