Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2015-10-13 16:14:03

Richiesta chiarimento su compromesso di un appartamento in attesa di condono


Ciao a tutti,
sono il terzo proprietario in ordine cronologico di un immobile sito in un palazzo nella periferia di Roma costruito negli anni 40.
La prima proprietaria chiuse una veranda nel 1965, che è un balcone già in muratura in tutte le parti a parte quella dove c'era la ringhiera, e fece una sanatoria nell'86 approfittando del condono dell'85.
La signora pagò l'oblazione (£ 100.000) e ottenne la concessione, ma non vi è mai stato un attestato di condono.
Hanno impiegato 19 anni a contattare la signora, che nel frattempo aveva venduto e si è disinteressata, poi il tutto è finito nel limbo fino al mio sollecito del luglio scorso, quando sono venuto a sapere che all'ufficio condoni hanno scambiato il numero di protocollo con quello di un altra pratica per un immobile nella stessa via.
La signora ha venduto ad una coppia di coniugi che hanno venduto a me nel 2008.
Il notaio nell'atto di compravendita in mio possesso ha scritto:
<<Le opere di realizzazione del fabbricato di cui fa parte l'immobile in contratto sono state poste in essere in epoca anteriore al 1° settembre 1967, e che successivamente per abusi minori è stata presentata al Comune Roma in data 29 Marzo 1986, prot. n. 12345, domanda di concessione in sanatoria la cui oblazione è stata integralmente corrisposta su c/c n. 255.000=, come segue:
*Lire 100.000 (centomila) in data 10 febbraio 1986, presso l'Uff. PP.TT di Roma con boll. n. 885 La parte venditrice garantisce alla parte acquirente che ne prende atto, la sussistenza dei requisiti necessari per l'agibilità.>>
L'immobile già solo per il mio acquisto ha passato ben due perizie di banche, ho fatto una surroga del mutuo un anno dopo averlo acquistato.
L'ho messo in vendita da un mese privatamente e dopo non molto ho trovato il compratore.
Mi chiedevo cosa inserire nel compromesso per quanto riguarda l'articolo che riguarda l'agibilità e quello che riguarda le opere oggetto della sanatoria.
Vorrei scrivere rispettivamente:
<<La parte promettente venditrice rende noto che, per quanto a sua conoscenza non è stato rilasciato il certificato di agibilità in forma espressa. Del suo ottenimento si farà carico parte promettente venditrice con oneri a suo esclusivo carico. Parte promettente venditrice si dichiara edotta del fatto che l’insussistenza dei presupposti di fatto per il rilascio di detto certificato è causa di risoluzione del contratto per inadempimento imputabile ad essa parte promittente venditrice. >>
e:
<<La parte promittente venditrice dichiara che sono stati realizzati opere e/o interventi per i quali è stata presentata domanda di concessione in sanatoria in ordine alla quale si obbliga a consegnarne, qualora si rendesse necessario, tutta la documentazione in suo possesso atta a comprovare la regolarità e la procedibilità della domanda, il pagamento di quanto dovuto a titolo di oblazione e di contributi concessori, assumendo in ogni caso l'obbligo di provvedere al pagamento di ogni somma dovuta in dipendenza della domanda di concessione in sanatoria medesima.>>
E' corretto secondo voi?
Grazie anticipatamente
  • lucag1979
    Lucag1979 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 13 Ottobre 2015, alle ore 16:14
    Io credo che il notaio con il quale si stipulerà l'atto, più di qualsiasi altra persona, potrà esserti d'aiuto avendo "sotto mano" l'intera situazione e tutti i documenti ad essa relativi.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img paolomassarelli
Buonasera, 2 anni fa ho acquistato un'abitazione nel centro storico, che viene dalla fusione di 2 particelle (2 appartamenti contigui). Tale fusione (ho scoperto oggi) è...
paolomassarelli 17 Dicembre 2020 ore 17:58 4
Img amme68
Ho dato mandato ad una agenzia per la vendita di un quando. In agenzia abbiamo concordato con il compratore una cifra che andava bene ad entrambi, lui mi ha fatto un versamento di...
amme68 22 Ottobre 2020 ore 19:45 2
Img pantonio
Buongiorno, Villino realizzato nel 1953 non ha rispettato la distanza dal villino adiacente, pertanto chiedo: quale normativa in vigore permetterebbe di sanare...
pantonio 07 Settembre 2020 ore 10:34 3
Img antoniocapraio
Buongiorno a tutti, devo presentare una CILA in sanatoria al Comune. Ho incaricato un geometra per i rilievi e per asseverare, mi ha comunicato la sua parcella + l'importo di 1000...
antoniocapraio 21 Luglio 2020 ore 12:21 4
Img deiv82
Buongiorno a tutti. Sto per comprare un immobile che ha una difformità. Si tratta di una torretta che contiene solo un vano scala e che si eleva oltre il tetto per circa 4...
deiv82 10 Luglio 2020 ore 10:21 6
Notizie che trattano Richiesta chiarimento su compromesso di un appartamento in attesa di condono che potrebbero interessarti


Proroga sanatoria catastale

Catasto - Con l'approvazione di un emendamento al Decreto Milleproroghe viene posticipato al 30 aprile 2011 il termine ultimo per presentare la sanatoria catastale.

Compromesso obblighi dell'acquirente in presenza di abuso

Comprare casa - Il compromesso: Obblighi del promissario acquirente in presenza di un abuso di modesta entità, è tenuto ad onorare la promessa di acquisto?

Immobili abusivi: sanatoria solo se ultimati

Leggi e Normative Tecniche - Con la sentenza 05/02/2015 n. 554, il Consiglio di Stato ha sancito che la sanatoria per opere edilizie abusive possa essere concessa solo per immobili ultimati.

Contratto preliminare di vendita: è valido anche se l'immobile è abusivo

Comprare casa - Che fare se dopo la stipula del contratto preliminare si scopre un abuso edilizio per irregolarità urbanistica? Il contratto è nullo? Il venditore è inadempiente?

Scaduta sanatoria catastale

Catasto - Il 30 aprile scorso è scaduto il termine ultimo per presentare la sanatoria catastale e mettere in regola i cosiddetti immobili fantasma.

Valida l'ipoteca in caso di vendita di immobile vincolato

Comprare casa - In caso di vendita di un immobile vincolato al fondo patrimoniale è valida l'ipoteca dopo la vendita anche se non vi è trascrizione. Cosa sostiene la Cassazione

Sanatoria catastale

Normative - La manovra finanziaria approvata ieri contiene, tra le altre misure, una nuova forma di condono edilizio.

Come richiedere un mutuo

Normative - Consigli ed adempimenti da seguire per procedere alla richiesta di un mutuo per l'acquisto di una casa.

Vendita immobile: il contenuto del preliminare e le verifiche da fare

Proprietà - Contratto con cui le parti si impegnano a stipulare una futura compravendita, nel preliminare devono esserci elementi essenziali ed è necessario fare delle verifiche.
REGISTRATI COME UTENTE
325.687 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//