Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Contestazione lavori di ristrutturazione - 33676


Nous
login
08 Settembre 2011 ore 08:25 5
Buon giorno a tutti..la buona notizia : ho finito di ristrutturare l'immobile di mia proprietà.
La cattiva notizia è che ho trovato una fattura a saldo di importo spropositato e che in cambio alcuni lavori sono stati fatti molto male e con ritardi importanti.
Ho pertanto scritto una raccomandata r.r. all'impresa contestando questi fatti (ditemi voi se ho sbagliato) :

* finestre non in squadra (se si dice così), cosa di cui mi sono accorto solo dopo la fine dei lavori alla posa delle imposte (faccio fatica a chiuderle) ;
* porta blindata posteriore non in squadra, cosa di cui mi sono reso conto solo quando posata la soglia la stessa porta blindata non si chiudeva più ;

Questi due lavori non sono per me ripetibili, perché per rifare le finestre bisogna togliere le imposte, togliere le sbarre segandole, demolire il muro oppure integrarlo con tutte le opere extra che la cosa richiede (gessi, colore,..) ed io ormai in casa ci abito. Per la porta, bisogna togliere la blindata, smurare il telaio, modificare la parete con importanti disagi.

Inoltre ho contestato la gestione del cantiere, ovvero :
* l'avvio ritardato di due mesi rispetto a quanto contrattualizzato ;
* la gestione superficiale del cantiere, dove si lavorava praticamente solo al sabato mattina perché negli altri giorni gli operai erano nei cantieri grossi. A conferma dei ritardi causati, ho una raccomandata degli impiantisti che lamentavano già a Novembre l'impossibilità di effettuare i lavori come da calendario concordato ;
* i 21 giorni di assistenza muraria, che non trovano riscontro con gli impianti installati e neppure con gli imprevisti avuti ;
* la consegna in 10 mesi anzichè in 3 come originariamente previsto. Questo non era contrattualizzato ma era noto a tutte le altre imprese coinvolte ed alla direzione lavori. Inoltre 3 mesi è anche la durata del cantiere originariamente comunicata alla regione lombardia dal responsabile della sicurezza ;
* un fermo cantiere non motivato, da Gennaio ad Aprile ;
* l'invio nel mio cantiere di altre imprese minori senza comunicarmele prima (in particolare, i cartongessisti erano pietosi). In questo modo secondo me si è perso il valore aggiunto che una grande impresa può dare rispetto ad una impresa più piccola ed in compenso io ho pagato di più i lavori.

Infine li ho informati che non avendo utilizzato l'additivo fornito dall'idraulico per la formazione del massetto, bensì il loro, la responsabilità per eventuali rotture ai pavimenti sarà a loro imputata.

Alla luce di tutto questo ho richiesto, a compensazione dei danni morali e materiali e dopo essermi visto rifiutare la proposta conciliatoria di rifarmi la facciata della casa, una riduzione della fattura del 40% considerando che 25mila euro li ho già versati tutti e che 18mila euro rappresenta il loro saldo, peraltro comunicatomi non mensilmente a stato avanzamento lavori ma come sorpresina finale.

Che ne pensate? Ho speranze di vedermi accettare qualcuno dei miei appunti oppure mi conviene pagare la fattura e chiudere così il contenzioso? Oltretutto che il silenzio dell'impresa mi fa pensare che si stiano armando di avvocati cazzutissimi.
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Settembre 2011, all or 09:29
    Buongiorno Nous, obiettivamente è più facile dimostrare i vizi e difetti dell'opera, rispetto alla anomalie in fase di lavorazione. Del pari, il ritardo nella consegna dell'immobile potrebbe fondare un risarcimento, ma occorre provare d'esserne stati danneggiati.
    rispondi citando
  • nous
    Nous Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Settembre 2011, all or 09:48
    Buongiorno Nous, obiettivamente è più facile dimostrare i vizi e difetti dell'opera, rispetto alla anomalie in fase di lavorazione. Del pari, il ritardo nella consegna dell'immobile potrebbe fondare un risarcimento, ma occorre provare d'esserne stati danneggiati.

    Non è un danno il fatto che il 55% relativo ad isolamenti, impianti, finestre mi arriva in 10 anni anzichè in 5 (e me lo sarei proprio perso, se non fosse stato rinnovato)?
    A parte che ad oggi non ho ancora potuto presentare la pratica, perché la fattura emessami (e saldata, 12mila euro) non è stata accettata dal termotecnico e sono in attesa che mi venga riemessa in maniera corretta.
    I vari disagi dovuti al non poter entrare in casa propria, al dover continuamente sollecitare, non bastano per azzardare un danno morale?
    Per tacere il fatto che ho dovuto pagare l'ICI a causa del ritardo, che tutte le utenze non residenziali costano di più, che gli smaltimenti me li sono dovuti fare io perché l'impresa li ha fatti per metà, .. potrei continuare per ora
    rispondi citando
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 8 Settembre 2011, all or 14:13
    Il mancato beneficio del 55% è un danno materiale, quindi più agevole da provare, gli altri parrebbero danni extrapatrimoniali, quindi la relativa 'istruttoria' è possibile, ma più complessa.
    rispondi citando
  • nous
    Nous Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 23 Settembre 2011, all or 09:23
    Intanto ho inviato una raccomandata con la richiesta di storno dalla fattura di saldo dei danni..per il 55% sto ancora attendendo risposte.

    Due giorni dopo l'invio della raccomandata la facciata dove hanno effettuato dei lavori (per chiusura di una porta) ha iniziato a creparsi, credo che l'intonaco si stia distaccando.
    rispondi citando
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 23 Settembre 2011, all or 17:37
    Potrebbe essere indispensabile rivolgersi ad un tecnico, meglio se ingegnere.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img massimilianorusso
Salve, sto valutando di sostituire i miei infissi in legno abbastanza anzianotti e dirottare sul PVC (triplo vetro). Mi hanno proposto, ad un prezzo accettabile, un profilo...
massimilianorusso 27 Ottobre 2020 ore 22:27 3
Img mandan
Buongiorno, 10 anni fa ho acquistato casa e ristrutturato il terrazzo sostituendo il pavimento esistente con chianche di corigliano nuove. Ovviamente sotto è stato posato...
mandan 27 Ottobre 2020 ore 18:54 3
Img biosdi
Buongiorno a tutti. Devo ristrutturare una casa appena acquistata. È un attico con terrazza a 360 gradi. Due lati della terrazza sono i più "interessanti": uno...
biosdi 27 Ottobre 2020 ore 15:47 2
Img bociao
Salve, ho trovato questa mattina questo oggetto sul tetto della mia casa e oggi pomeriggio non c'era più.Suppongo sia stato messo con un drone, visto che le chiavi della...
bociao 27 Ottobre 2020 ore 15:18 1
Img taniaroca
Per dividere meglio casa, per la creazione di due stanzette per bambini, stavamo valutando di spostare e quindi creare un nuovo ambiente cucina nella cameretta 1 ho bisogno del...
taniaroca 27 Ottobre 2020 ore 12:44 3
REGISTRATI COME UTENTE
318.451 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//