Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2021-12-26 21:38:15

Condono edilizio e abitabilità in deroga


Umberto umberto
login
24 Dicembre 2021 ore 16:23 6
Buongiorno.
Sono nuovo del forum.
Mi occorre sapere se un immobile, le cui caratteristiche descriverò in avanti, si può considerare agibile, si può vedere e si può regolarmente affittare.
Si tratta di una ex cantina, posta al piano terra, di una palazzina costruita ante 42 nel centro storico (priva però dei requisiti minimi, ovvero superficie e altezza) che ha ottenuto il condono edilizio, come abitazione, nel 1993, grazie al primo condono.
Il locale, con annesso w.c., attualmente è privo del certificato di abitabilità in deroga.
Non so se la concessione contemplasse, all'epoca, anche la regolarizzazione circa l'abitabilità, oppure se doveva essere obbligatoriamente richiesta al Comune e il proprietario dell'epoca non l'ha mai fatta.
Certo è che non è stata, tra l'altro, neanche indicata, come prescrizione, richiederla, all'interno della concessione. Da quando è stato rilasciato il condono alla data odierna, non sono stati fatti lavori.
Questo fatto penso non abbia fatto sorgere l'obbligo di richiedere l'agibilità prevista dall'art. 24 del DPR 380/2001.
Fatta questa precisazione, aggiungo che nel rogito del 2014, quando ho acquistato, mi viene dichiarato agibile l'immobile e con agibilità e che veniva esonerato da parte mia il venditore dal dovermi consegnare il relativo certificato (ovviamente inesistente).
Detto quanto sopra chiedo, ringraziando in anticipo, se questo monolocale, oggi, si possa considerare veramente "agibile" per il fatto dell'esistenza del condono edilizio e che non sono stati fatti, succesivamente, mai lavori importati.
Poteva garantire il venditore l'agibilità oppure è stata una presa in giro?
Il monolocale in questione è di soli 15 mq. ed ha altezza interna di 2,50.
Posso far valere, a mia tutela, che il locale ha l'abitabilità in quanto già dai documenti presentati per il condono, il Comune doveva negare lo stesso, e non l'ha fatto, per successiva impossibilità di rilasciarne l'abitabilità per motivi igienico sanitari?
Posso regolarmente affittarlo?
Posso rivenderlo grantendo al nuovo proprietario, allo stesso modo, l'agibilità, evitando di fornire all'acquirente il cerificato?
L'acquirente me lo può pretendere?
Grazie
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Dicembre 2021, alle ore 19:17
    Buonasera. L'immobile può anche ''circolare'', in difetto d'agibilità, ma non si potrebbe adibire ad uso abitativo. Si può trovare qualche accordo negoziale idoneo, ma non dichiarando il falso.

  • umberto umberto
    Umberto umberto Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Dicembre 2021, alle ore 22:52
    Grazie. Il "non si potrebbe adibire ad uso abitativo" cosa significa? Io ho stipulato un contratto di affitto 4 4 con cedolare secca senza problemi. L'inquilino riferisce che è molto piccolo, ma gli va bene lo stesso, perchè è in centro ed è molto comodo come punto di appoggio. Cosa sto rischiando in pratica? Sanzioni, ordinanza di sgombero, disdetta con risarcimento danni? Per quanto riguarda "l'accordo negoziale idoneo" in caso di vendita, non mi sentirei "io"di dichiarare il falso, come ha fatto chi mi ha venduto, facendomi firmare davanti al notaio che dispensavo il venditore dal consegnarmi un certificato che palesemente non esisteva e non si sarebbe mai potuto ottenere, dichiarando tra l'altro un'agibilità che non c'era. Questo forse è stato fatto per spuntare una cifra maggiore sul valore dell'immobile. Me ne sto accorgendo solo ora e non mi è ben chiaro se posso agire tramite un legale per far dichiarare da un giudice l'annullamento del rogito per vendita aliud pro alio. Comunque penso che nel caso volessi vendere dovrei dichiarare, onestamente, che l'immobile è sprovvisto del certificato di abitabilità e trovare un acquirente che, a fronte di un prezzo minore, accetti l'immobile per come è, ovvero un immobile che non potrà mai ottenere l'agibilità. Sarei propenso, quindi, a non vendere, ma vorrei sapere, effettivamente, cosa rischio, però, ad affittare, come abitativo, questo piccolo ma interessante e comodo locale in centro.

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Domenica 26 Dicembre 2021, alle ore 19:44
    Le ipotesi di sgombero sono residuali, ma non da escludersi, in quanto l'immobile, obiettivamente, non consentirebbe una permanenza di persone.

  • umberto umberto
    Umberto umberto Ricerca discussioni per utente Nabor
    Domenica 26 Dicembre 2021, alle ore 21:30
    Buonasera. L'immobile può anche ''circolare'', in difetto d'agibilità, ma non si potrebbe adibire ad uso abitativo. Si può trovare qualche accordo negoziale idoneo, ma non dichiarando il falso.
    Quali sono le sanzioni, volendo comunque adibire l'immobile ad uso abitativo, in quanto lo è, perchè accatastato A3? Grazie

  • umberto umberto
    Umberto umberto Ricerca discussioni per utente Nabor
    Domenica 26 Dicembre 2021, alle ore 21:35
    Le ipotesi di sgombero sono residuali, ma non da escludersi, in quanto l'immobile, obiettivamente, non consentirebbe una permanenza di persone.
    Io so che un C2 non consentirebbe la permanenza di persone, ma un C3 si, proprio in virtù del condono ottenuto. Altrimenti, a che cosa è servito il condono? Oblazione pagata, oneri concessori anche, IMU e ICI pagati per diversi anni. Non mi torna qualcosa!

  • umberto umberto
    Umberto umberto Ricerca discussioni per utente Nabor
    Domenica 26 Dicembre 2021, alle ore 21:38
    Le ipotesi di sgombero sono residuali, ma non da escludersi, in quanto l'immobile, obiettivamente, non consentirebbe una permanenza di persone.
    A3, pardon

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img mami1960
Buongiorno,nella mia proprietà è presente, oltre alla mia casa indipendente anche un piccolo edificio esterno accatastato come magazzino C2.Qualche anno fatto (prima...
mami1960 02 Maggio 2022 ore 21:18 4
Img adriano1977
Buongiorno a tutti, nel seminterrato dove ho autoclave e caldaia si riempie di acqua ogni volta che piove. Ho una pompa sommersa che dovrebbe provvedere a svuotare quando...
adriano1977 14 Ottobre 2021 ore 09:47 1
Img massimo floris
Buongiorno a tutti, avrei bisogno di un consiglio.La mia cantina è adiacente ad un cavedio, quando piove molto forte l'acqua arriva alla porta e passando sotto alla soglia,...
massimo floris 27 Luglio 2021 ore 17:35 1
Img gabrielefranzò
Buongiorno,dall'accesso agli atti risulta non presente la cantina con annesse scale per scendere, in piu le scale esterne per salire al secondo piano sono spostate dal progetto...
gabrielefranzò 13 Luglio 2021 ore 19:02 1
Img stoppino
Buonasera,volevo sapere se in una casa su più livelli, in cui esiste già una cucina (al primo piano), nel seminterrato, accatastato a cantina, si può fare un...
stoppino 22 Aprile 2021 ore 13:48 5
Notizie che trattano Condono edilizio e abitabilità in deroga che potrebbero interessarti


Condono edilizio e agibilità: vanno di pari passo o no?

Leggi e Normative Tecniche - I giudici hanno analizzato il caso di un immobile che, pur avendo già ottenuto il condono, non è stato considerato agibile e adatto all'utilizzo a scopo residenziale

Vivere in una casa senza agibilità: quali sono le conseguenze?

Comprare casa - Vivere in un immobile privo di agibilità perché non in possesso di requisiti igienico sanitari e di sicurezza è un rischio, anche in caso di vendita o affitto.

Agibilità parziale di un edificio

Leggi e Normative Tecniche - Il certificato di agibilità parziale, introdotto dal Decreto del Fare, può essere richiesto per singoli edifici, porzioni di edificio o unità immobiliari.

Agibilità degli edifici: cosa è cambiato con l'introduzione della segnalazione certificata

Leggi e Normative Tecniche - La segnalazione certificata di agibilità: cos'è, come funziona, chi deve effettuarla, requisiti necessari, le problematiche normative e pratiche ad essa legate.

Come trasformare una cantina in appartamento

Risanamento umidità - La trasformazione di una cantina seminterrata in uno spazio abitabile comporta una serie di lavori edilizi che incidono anche sul cambio di destinazione d'uso.

Agibilità della costruzione e conformità della strada al progetto

Leggi e Normative Tecniche - Il Consiglio di Stato dice no all'agibilità di una costruzione se la strada realizzata dall'impresa costruttrice non ha i requisiti indicati nel progetto approvato.

Locale cantina in condominio

Parti comuni - La cantina, che viene spesse ceduta come pertinenza di un'altra unità immobiliare, è in realtà un bene immobile suscettibile di autonoma utilizzazione e godimento.

Certificato di agibilità tra vecchie e nuove regole

Leggi e Normative Tecniche - La conformità edilizia di un edificio comprende vari adempimenti, tra cui, ove obbligatorio, la segnalazione certificata di agibilità finale. Di cosa si tratta?

Compravendita: quali sono le tutele dell'acquirente se manca l'agibilità dell'immobile

Comprare casa - Cosa può fare il compratore quando si accorge che manca l'agibilità dell'immobile acquistato? Quali sono le azioni che può esercitare contro la parte venditrice?
REGISTRATI COME UTENTE
339.455 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//