Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2011-01-22 11:55:51

Affitto in immobile con usufrutto


Alberto74-09
login
19 Gennaio 2011 ore 20:01 8
Salve avrei bisogno di delucidazioni riguardanti la mia situazione : sono proprietario di una nuda proprieta con usufrutto di mia nonna ,la quale e stata inserita in una casa di cura, sapendo che luso della proprieta la avrò solo a morte di mia nonna , ora arrivo alla domanda , i figli vorrebbero affittare làppartamento ad un estraneo, legalmente lo possono fare ? come mi dovrei comportare ?
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 19 Gennaio 2011, alle ore 21:18
    Buonasera, la soluzione l'ho praticata personalmente, il contratto di locazione si può stipulare tra usufrattuario e promissario conduttore.

  • stafflavorincasa
    Stafflavorincasa Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 19 Gennaio 2011, alle ore 21:48
    Hai parlato di tua nonna.

    Oltre che nudo proprietario, sei in qualche modo anche erede dell'usufrutto.

    Se non "interdetta", è solo la nonna che può decidere e stipulare un contratto di affitto con un "promissario conduttore" che non sarebbe altro che il possibile futuro affittuario o inquilino che dir si voglia.

    Naturalmente controlla bene che nell'atto fatto davanti al notaio di assegnazione della nuda proprietà e dell'usufrutto non siano state inserite clausole limitative della possibilità di cedere in affitto il bene in oggetto.
    Di solito ciò viene fatto per salvaguardare il bene stesso, sono proprio i notai ad esporre questa possibilità.

  • alberto74-09
    Alberto74-09 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Gennaio 2011, alle ore 10:20
    Hai parlato di tua nonna.

    Oltre che nudo proprietario, sei in qualche modo anche erede dell'usufrutto.

    Se non "interdetta", è solo la nonna che può decidere e stipulare un contratto di affitto con un "promissario conduttore" che non sarebbe altro che il possibile futuro affittuario o inquilino che dir si voglia.

    Naturalmente controlla bene che nell'atto fatto davanti al notaio di assegnazione della nuda proprietà e dell'usufrutto non siano state inserite clausole limitative della possibilità di cedere in affitto il bene in oggetto.
    Di solito ciò viene fatto per salvaguardare il bene stesso, sono proprio i notai ad esporre questa possibilità.


    ma se mia nonna stipulasse il suddetto contratto di affitto io, che responsabilita ho riguardo laffittuario come proprietario della nuda proprieta , potrei ricevere una parte dell affitto?

  • stafflavorincasa
    Stafflavorincasa Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Gennaio 2011, alle ore 14:30
    Purtroppo come "nudo proprietario" non potrai ricevere nessuna quota del canone di affitto, questo spetta all'usufruttuaria.

    A te rimangono solo le spese per eventuali lavori straordinari nell'edificio: tetto, muri, infissi, impianti idraulici, impianti elettrici, fondamenta, scarichi fognari, ecc.; oltretutto se la nonna dovesse morire in vigenza del contratto di affitto (magari all'inizio dei 4+4 anni) la legge ti impone il proseguimento del contratto anche se ciò non venisse stabilito nella redazione del contratto stesso.

    Fai presente questa situazione ai tuoi parenti e fai loro capire che in una situazione del genere oltre ai danni finanziari, avresti anche il problema di non rientrare nel possesso del bene per chissà quanto tempo.

    Nella redazione dell'originario contratto di cessione della nuda proprietà sarebbe stato opportuno inserire una clausola di divieto di affitto a terzi, ora ormai ...

    Il problema di cedere l'abitazione ad un affittuario si ripercuoterà sul nudo proprietario se l'unità immobiliare avesse bisogno interventi per rendere idoneo l'appartamento alla residenza di una normale famiglia dove le esigenze sono sicuramente maggiori che non l'abitazione di una sola persona come tua nonna.

    Aspettati quindi possibili spese per intervenire se vi saranno richieste di lavori straordinari.

    Mi dispiace ....

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Gennaio 2011, alle ore 17:47
    Premesso che parliamo di locazione, e non d'affitto, come ho spiegato prima nel contratto è necessario puntualizzare che la locataria è usufruttuaria del bene, e che, in caso di cessazione dell'usufrutto, nel contratto subentra il proprietario. La previsione è già 'ope legis', a tutela del locatario, ma è bene puntualizzarla, onde evitare immaginabili contestazioni...

  • alberto74-09
    Alberto74-09 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 22 Gennaio 2011, alle ore 08:16
    Purtroppo come "nudo proprietario" non potrai ricevere nessuna quota del canone di affitto, questo spetta all'usufruttuaria.

    A te rimangono solo le spese per eventuali lavori straordinari nell'edificio: tetto, muri, infissi, impianti idraulici, impianti elettrici, fondamenta, scarichi fognari, ecc.; oltretutto se la nonna dovesse morire in vigenza del contratto di affitto (magari all'inizio dei 4+4 anni) la legge ti impone il proseguimento del contratto anche se ciò non venisse stabilito nella redazione del contratto stesso.

    Fai presente questa situazione ai tuoi parenti e fai loro capire che in una situazione del genere oltre ai danni finanziari, avresti anche il problema di non rientrare nel possesso del bene per chissà quanto tempo.

    Nella redazione dell'originario contratto di cessione della nuda proprietà sarebbe stato opportuno inserire una clausola di divieto di affitto a terzi, ora ormai ...

    Il problema di cedere l'abitazione ad un affittuario si ripercuoterà sul nudo proprietario se l'unità immobiliare avesse bisogno interventi per rendere idoneo l'appartamento alla residenza di una normale famiglia dove le esigenze sono sicuramente maggiori che non l'abitazione di una sola persona come tua nonna.

    Aspettati quindi possibili spese per intervenire se vi saranno richieste di lavori straordinari.

    Mi dispiace ....

    grazie per le informazioni importatntissime, vorrei chiedere altre delucidazioni in merito allàffitto, visto che tutte le spese di adeguamento elettrico, e per il riscaldamento , sono a carico del proprietario della nuda proprieta, e visto che limpianto elettrico e vecchissimo(fili rigidi niente salvavita , niente certificazione, ecc.ecc. )e il riscaldamento funzionante non e mai stato controllato da tecnici specializzati , vorrei sapere se posso in primo luogo chiedere un tempo tecnico (da stabilirsi possibilmente lungo) per adeguamenti tecnici , e se negato posso scindere la mia responsabilita legale e economica riguardante laffittuario o usufruttuario, naturalmete tutto scritto e firmato dal usufruttuario.

  • stafflavorincasa
    Stafflavorincasa Ricerca discussioni per utente
    Sabato 22 Gennaio 2011, alle ore 08:31
    È tuo diritto e tuo dovere farlo.

    Ora che la nonna (usufruttuaria) non ha più il domicilio nell'immobile citato, gli interventi da te descritti non appaiono urgenti e nemmeno necessari fino ad una nuova utilizzazione dello stesso.

    Un mezzo cautelativo rispetto alle responsabilità è proprio quello da te individuato.
    Basterà una semplice raccomandata alla nonna (in caso di problematiche o controversie resterà agli atti) dove indichi la necessità di interventi obbligatori al fine di ripristinate la corretta agibilità del bene.

    Ciò sarà anche un deterrente all'immediata concessione in affitto della casa ad estranei, oltretutto le nuove norme impongono di consegnare le certificazioni degli impianti agli affittuari.

    Naturalmente i lavori dureranno anni .......

    Cerca comunque di far comprendere la situazione ai parenti con le buone maniere e che attualmente non sei in grado di sobbarcarti spese così ingenti.

  • alberto74-09
    Alberto74-09 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 22 Gennaio 2011, alle ore 11:55
    È tuo diritto e tuo dovere farlo.

    Ora che la nonna (usufruttuaria) non ha più il domicilio nell'immobile citato, gli interventi da te descritti non appaiono urgenti e nemmeno necessari fino ad una nuova utilizzazione dello stesso.

    Un mezzo cautelativo rispetto alle responsabilità è proprio quello da te individuato.
    Basterà una semplice raccomandata alla nonna (in caso di problematiche o controversie resterà agli atti) dove indichi la necessità di interventi obbligatori al fine di ripristinate la corretta agibilità del bene.

    Ciò sarà anche un deterrente all'immediata concessione in affitto della casa ad estranei, oltretutto le nuove norme impongono di consegnare le certificazioni degli impianti agli affittuari.

    Naturalmente i lavori dureranno anni .......

    Cerca comunque di far comprendere la situazione ai parenti con le buone maniere e che attualmente non sei in grado di sobbarcarti spese così ingenti.
    Ti ringrazio, penso di provare con la strada della raccomandata , e al massimo si farsi carico della resposabilita legale e giuridica riguardante limmobile verso laffittuario.
    Esisste già una lettera prescritta da spedire , o che cosa dovrei scrivere senza lascare possibilita di controbattere?

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img misssmara
Buongiorno,mi chiamo Mara, sto valutando l'acquisto di una casa in un contesto di corte.La mappa catastale indica la parte di cortile antistante la casa in questione come AREA DI...
misssmara 13 Maggio 2021 ore 11:20 2
Img robi77
Nel mio terreno di proprietà (guaio) si è verificata una frana, a 5-40 mt dalla casa di residenza. - Sapete se posso fruire di detrazioni o sconto in fattura per...
robi77 13 Maggio 2021 ore 02:22 2
Img raffaella pacini
Buonasera,avrei bisogno di info riguardo all'installazione di un nuovo impianto di riscaldamento in una casa nel centro storico, per ora ho soltanto una stufa a legna e un...
raffaella pacini 12 Maggio 2021 ore 23:57 2
Img grazianomercante
Buongiorno, vorrei sostituire la mia caldaia con una pompa di calore, probabilmente ibrida, utilizzando le agevolazioni proposte dal decreto "Superbonus 110%". Vorrei sapere se il...
grazianomercante 12 Maggio 2021 ore 19:02 8
Img aldo56a
Buongiorno,cortesemente, vorrei chiedere se, per usufruire del bonus ristrutturazioni 50% per il rifacimento di una facciata sia necessario rispettare determinati requisiti...
aldo56a 12 Maggio 2021 ore 18:40 2
REGISTRATI COME UTENTE
329.138 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//