Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2006-04-30 10:07:55

Valutazione appartamento di 30 anni


Super_fabry
login
24 Marzo 2006 ore 11:10 7
...sto valutando l'acquisto di un appartamento attico di una casa di circa 30 anni da ristrutturare.
Mancano i riscaldamenti, gli infissi e le porte sono da cambiare e i bagni da rifare.
Due questiti:
1- quali controlli oggettivi posso fare per verificare lo stato di usura dell'appartamento?
2- l'appartamento è di 7 stanze di circa 120mq. E' ipotizzabile scaldarlo tutto solamente con dei condizionatori con pompa di calore? con quali costi?

grazie
  • giacuratolo
    Giacuratolo Ricerca discussioni per utente
    Domenica 26 Marzo 2006, alle ore 10:51
    Siccome devi rifare tutto, cioè devi riammodernare aspetto ed impianti (da creare di sana pianta) la cosa da considerare è:
    posto come dato di fatto che devo rifare tutto, quindi spendere circa 100 mila euro, cosa può esserci di imprevisto?
    la cosa da analizzare per bene è las truttura: devi valutare le mura portanti o la struttura, indagare sull'epoca costruttiva, valutare la presenza dicrepe all'interno dell'appartamento, ma anche all'esterno, anche facendosi una chiacchierata con qualcuno che vive già lì.

    valutare infine, le parti comuni, il loro stato, perché anche da lì possono venire fuori spese impreviste.

    riscaldare con pompe di calore è considerato da molta gente che ho sentito un pò azzardato.

    usare i fan coil invece può essere una valida alternativa al tradizionale:
    un riscaldamento misto che per scaldare usa la caldaia in inverno e per refrigerare d'estate usa una unità esterna.

  • sara_sara_sara
    Sara_sara_sara Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 26 Aprile 2006, alle ore 19:26
    Perché azzardato? io stò pensando(molto incitata dall'architetto) di farlo per la mia prima casa (che si trova in liguria vicino al mare esposta a sud e quindi con problemi piu in estate che in inverno :alcuni appartamenti con analoga esposizione non hanno neppure il riscaldamento anche se mi sembra una scelta un pò estrema) misura circa 100 mq, in realtà il mio dubbio principale è il rumore e l'aria che ti viene "soffiata addosso"...pazienza per il condizionatore estivo ma non sarà fastidioso avere la pompa di calore sempre accesa anche in inverno?

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 27 Aprile 2006, alle ore 08:36
    Ciao a tutti,
    anch'io mi sono informata per le pompe di calore, ma sono stata sconsigliata.
    A parte il rumore ed il fastidio dell'aria soffiata addosso, non appena spengi il riscaldamento hai subito freddo, non è come i termosifoni (in ghisa!!!) che mantengono il calore a lungo. In più c'è il consumo di corrente elettrica che pare non sia irrilevante....

  • gigone
    Gigone Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 28 Aprile 2006, alle ore 21:27
    Perché azzardato? io stò pensando(molto incitata dall'architetto) di farlo per la mia prima casa (che si trova in liguria vicino al mare esposta a sud e quindi con problemi piu in estate che in inverno :alcuni appartamenti con analoga esposizione non hanno neppure il riscaldamento anche se mi sembra una scelta un pò estrema) misura circa 100 mq, in realtà il mio dubbio principale è il rumore e l'aria che ti viene "soffiata addosso"...pazienza per il condizionatore estivo ma non sarà fastidioso avere la pompa di calore sempre accesa anche in inverno?

    Mah...a parte di fatto che non so quanto sia la profittabilità delle pompe di calore in pieno inverno (in mezza stagione ancora ancora).

    Come costi se la casa è a Milano credo che non sia molto conveniente (se hai bisogno ti mando una piccolare recensione di Altrocunsumo che metteva a confronto vari sistemi di riscaldameno).

    Oltre a ciò il rumore continuo del condizionatore, la scarsa inerzia termica del sistema in oggetto, le polveri in continuo ricircolo...

  • luciano73
    Luciano73 Ricerca discussioni per utente
    Sabato 29 Aprile 2006, alle ore 17:47
    X Giacuratolo: se a Bologna una ristrutturazione costa 100mila euro... preparo le mie cose e vengo a lavoro li!!!

    Riscaldare un attico di 120 metri a Milano con le pompe di calore è una follia... tanto tanto se fai un canalizzato... rimane il fatto che devi controsoffittare per nascondere le canale.

    Puo' essere valido il discorso dei fan coil che sfrutti in inverno con la caldaia e in estate con un refrigeratore d'acqua.

    Se poi ti da fastidio il flusso d'aria e il rumore... rimane solo un impianto di riscaldamento tradizionale o a pavimento.

    Se la tua disponibiltà economica non è limitata, visto che sei in un attico, valuterei un impianto solare con accumulo e scambiatore a 2 serpentine abbinato ad una caldaia a condensazione e ad un impianto a pavimento.

    Spendi inizialmente di più pero' se fai una cosa di questo tipo ti becchi le agevolazioni fiscali (iva al 10%) e il contributo regionale per il solare. Il sole per ora è gratis....

    Ciao.

  • ing.minozzi
    Ing.minozzi Ricerca discussioni per utente
    Domenica 30 Aprile 2006, alle ore 08:36
    Concordo in pieno con luciano:

    se fai una ristrutturazione profonda ti conviene valutare soluzione avanzate, che forse ti fanno spendere un pochino di più subito, ma risparmiare molto nel tempo.

    Se puoi coibenta anche al meglio tutte le parti esterne, soffitto compreso.

  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Domenica 30 Aprile 2006, alle ore 10:07
    Primo e gia detto isola bene l'appartamento,monta finestre con un buon vetrocamera.
    La soluzione piu idonea credo che sia quella del fan-coil montati bene non creano nessun problema ne di rumore ne di fastidio per l'aria in movimento,naturalmente l'impianto deve essere calcolato sul raffreddamento e corredato di scarichi condensa,per i radiatori dei bagni e della cucina fai un impianto separato da poterlo escludere nella funzione estiva.
    Monti una caldaia e quando hai voglia e possibilità prendi un refrigeratore d'acqua ,qui puoi scegliere se prenderlo solo freddo o anche riscaldamento,puoi anche metterlo sotto dimenzionato nel senzo che di giorno farai funzionare lo la zona giorno e di notte solo le camere,per il panello solare limitati alla sola integrazione dell'acqua calda sanitaria altrimenti non recupererai mai piu le spese

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img vale75
Buongiorno chiedo consigli sulla disposizione living...siamo in fase di ristrutturazione zona primo piano l'idea è di creare open space cucina soggiorno,mantenendo una...
vale75 01 Dicembre 2021 ore 18:28 18
Img davidepriori
Buonasera, ho appena finito di trasformare un solaio in una mansarda. Tutto ok se non che in questi giorni con l'arrivo del freddo si sta formando la condensa in basso a una sola...
davidepriori 01 Dicembre 2021 ore 10:13 4
Img ester fasciana
Buonasera,chiedo un parere circa la posa degli infissi. Poichè sto eseguendo lavori 110 Ecobonus per la presenza di diverse teste e intenzioni che non sto qui a raccontarvi...
ester fasciana 01 Dicembre 2021 ore 09:19 2
Img marinajo
Salvela ditta che sta facendo l'isolamento termico della mia unifamiliare mi propone pannelli isolanti EPS (non estruso) spessore 10 cm.Mi pare di capire che questo materiale sia...
marinajo 01 Dicembre 2021 ore 09:15 1
Img liceka5861
Ciao a tutti,Per quanto riguarda l'arredo esistono delle aziende che oltre ad un preventivo gratuito fanno anche un disegno 3D della soluzione proposta? Mi consigliate qualche...
liceka5861 30 Novembre 2021 ore 20:23 2
REGISTRATI COME UTENTE
333.960 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//