Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Utilizzo malta Roefix


Chiarlun
login
09 Settembre 2019 ore 10:44 5
Buongiorno a tutti, sono nuovo di questo forum :-)
Ho bisogno di un consiglio.
Devo rasare una parete esterna della casa, dove utilizzo malta Roefix e rete in fibra di vetro.
Per poterla applicare correttamente quanta acqua mi suggerite, in peso, da mescolare per ogni sacco di malta da 25kg, in modo da poterla spalmare in modo omogeneo e che non sia troppo "spessa" durante l'utilizzo?
Grazie
  • bubuzzo
    Bubuzzo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Settembre 2019, all or 16:48
    Di solito la quantità d'acqua viene indicata sulla confezione, ma se questa non è inserita o dai un colpo di telefono alla ROEFIX 0473.966100 oppure ti regoli aggiungendo mano mano fino a quando raggiunge la giusta fluidità.
    rispondi citando
  • chiarlun
    Chiarlun Ricerca discussioni per utente
    Martedì 10 Settembre 2019, all or 07:48
    Grazie!
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente Chiarlun
    Martedì 10 Settembre 2019, all or 08:58 - ultima modifica: Martedì 10 Settembre 2019, all or 09:01
    Grazie!
    Ciao
    se non trovi indicazioni e vai di fretta, per evitare problemi e non rovinare tutta la malta, io ne verserei 1 Kg in un recipiente e farei la prova aggiungendo acqua al 5%.

    Se e sempre qualora non ti fossi messo in contatto con la casa produttrice(come suggerito da Bubuzzo).
    Se invece non fosse sufficente aumenterei in base alla viscosità ottenuta.
    rispondi citando
  • chiarlun
    Chiarlun Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 13 Settembre 2019, all or 08:45
    Eccomi :-)
    Ho fatto la prima passata (malta rete in fibra di vetro) e il lavoro mi è venuto molto bene: sulla confezione c'è scritto che necessitano 7,5lt di acqua per confezione per avere una buona miscela, ed in effetti così è stato. Io ho aggiunto pochissima acqua in più per renderla un pò più morbida e stenderla meglio con il frattazzo senza far troppa fatica e rischiare di fare delle "gobbe" in caso di malta troppo densa. Confermo che è veramente un ottimo prodotto (per la precisione sto usando Roefix RenoPlus)!

    Chiedo un ultimo consiglio: siccome voglio dare la seconda mano di malta, per evitare che possano esserci (anche se minimi) segni di "riprese" del lavoro, mi consigliate di continuare con il frattazzo normale (circa 30cm) oppure prenderne uno di largo così da avere meno possibilità di lasciare segni?

    Grazie
    rispondi citando
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Sabato 14 Settembre 2019, all or 11:11
    A naso... un frattazzo come il tuo o di medie dimensioni potrebbe andare bene, perché penso che avresti più in evidenza il controllo sulla più completa planarità della superfice.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img dany60
Avendo necessità di coibentare dall'interno una stanza vorrei sapere se qualcuno conosce e ha mai usato il rasante della AFON Casa Thermofon, il quale, così come...
dany60 11 Marzo 2014 ore 19:13 25
Img nicolatenente2
Salve, da cosa dipende il benessere termico e igroscopisco? Dalle finiture? Dagli ultimi strati di rasante? Mi spiego meglio:ho un muro 30 anni in poroton, non posso fare cappotti...
nicolatenente2 19 Febbraio 2019 ore 20:16 4
Img basilico79
Ciao a tutti, sono un po' alle prime armi e vi chiedo aiuto. ho dato con frattazzo il rasante IG21 della Fassa Bortolo e poi con una spugna e con movimento rotatorio ho cercato di...
basilico79 13 Marzo 2016 ore 11:33 1
Img nicolatenente2
Ho avuto ottimi consigli nel recente passato da questo ottimo sito.Per questo invio una nuova domanda: ho fatto e disfatto casa mia alcune volte, per allergie polmonari.Non avevo...
nicolatenente2 01 Dicembre 2018 ore 00:02 12
Img nicolatenente2
Salve, nel limite dello spazio interno (2-4 mm) come dovrebbe essere costituito lo strato interno di intonaco per dare benessere termico e igroscopico?Ho provato a mettere calce...
nicolatenente2 09 Marzo 2020 ore 20:17 2
Notizie che trattano Utilizzo malta Roefix che potrebbero interessarti


Rinzaffo

Facciate e pareti - La finitura di una parete è costituita da più strati di intonaco. Il primo tra questi è anche il più grossolano e si chiama rinzaffo, noto anche come abbozzo.

Come riparare un muro rovinato, ritocchi all'intonaco

Fai da te Muratura - Le crepe nei muri ci mettono un po' in allarme, ma, a meno che non siano di notevoli proporzioni, non rappresentano nulla di grave e possono essere facilmente ritoccate.

Com'è fatta e come si applica la malta fibrorinforzata

Restauro edile - La malta fibronizzata è una soluzione veloce e resistenti. I suoi utilizzi in edilizia sono molteplici dal risanamento di parti degradate, al semplice rivestimento.

Preparazione di un muro in gesso

Facciate e pareti - La realizzazione delle pareti interne della nostra abitazione può essere finita con l'uso di un intonaco a base di gesso che rende le mura particolarmente lisce.

La fase del rinzaffo nell'intonacatura

Restauro edile - La fase di preparazione del supporto di una parete da intonacare, denominata rinzaffo, è importante per consentire una maggiore presa al successivo strato di rasante

Allettamento: scegliere la giusta malta

Pavimenti e rivestimenti - La posa in opera dei materiali da costruzione o allettamento può essere eseguita con apposite malte o altri tipi di leganti a seconda del tipo di intervento.

Riparare l'intonaco dei muri esterni

Fai da te Muratura - I muri esterni possono presentare crepe di diversa gravità: quelle non strutturali possono venire riparate in modo tale da rendere l'intervento completamente invisibile.

Intonaci premiscelati

Ristrutturazione - Gli intonaci premiscelati a base di calce e pozzolana.

Riparare uno spigolo sbrecciato

Fai da te Muratura - Con il passare del tempo, l'usura o qualche piccolo incidente possono danneggiare gli angoli esterni degli edifici: ecco come intervenire per riparare l'intonaco.
REGISTRATI COME UTENTE
318.754 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//