Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Quale caldaia???


Tartarugae
login
09 Gennaio 2006 ore 08:24 15
Salve, dovendo fare un impianto di riscaldamento (non a pavimento), l'idraulico mi ha proposto diverse marche di caldaie... ma non so che scegliere!!! Semplicemente perché per me una marca vale l'altra (non intendendomene...). Lui propone la Immergas... qualcuno ne conosce di migliori? E poi che caratterisctiche deve avere una caldaia per essere ottimale?
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Gennaio 2006, alle ore 11:48
    Non sono tutte uguali ma si assomigliano la componenistica è uguale la pompa è la pompa la valvola gas è la valvola gas la valvola a tre vie è la valvola a tre vie per tutte le caldaie assicurati che ci sia un buon servizio assistenza ,è la cosa fondamentale e quella che fa si che il piu ciospo delle caldaie funzionando sempre diventi la migliore,
    rispondi citando
  • tartarugae
    Tartarugae Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Gennaio 2006, alle ore 12:01
    Eppure hanno dei costi considerevoli (1800/2500euro...) cambia solo il tipo d'assistenza? oltretutto i miei l'assistenza annuale la pagano, hanno una specie di abbonamento...
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Gennaio 2006, alle ore 12:14
    I prezzi variano dal tipo di caldaia se a condensazione o normale se camera stagna o a tiraggio naturale se e come fa 'acqua calda dal tipo di elettronica applicata ,dal nome ,la cifra che hai detto è consona ma puoi spendere anche molto di piu o anche meno ,ma poco
    rispondi citando
  • tartarugae
    Tartarugae Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Gennaio 2006, alle ore 12:17
    Ma è un argomento pieno di sfumature! Che differenza c'è tra caldaia a condensazione e normale? scusa la domanda ma... sono ignorante
    rispondi citando
  • fedba
    Fedba Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Gennaio 2006, alle ore 14:45
    A condensazione consentono se abbinate all'impianto a pavimento un certo risparmio, c'è una discussione mi sembra piou sotto a cui ho partecipato anche io dove un amico del forum ne spiega il funzionamento.
    La immergas almeno qui a brescia è conosciuta ed ha una buona assistenza. Io ho opatato per la BAXI Nuvola consigliatami (ma mi sa ha solo quella) dall'idraulico come rapporto qualità prezzo.
    La cosa che so è che le caldaie costano molto poi se guardi su eby le trovi nuove a meta prezzo rispetto a quanto proposto dall'idraulico ( chiaramente lui te le monta).
    Ciao
    rispondi citando
  • tartarugae
    Tartarugae Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Gennaio 2006, alle ore 15:34
    Ma a condensazione vanno bene solo per l'impianto a pavimento?
    rispondi citando
  • fedba
    Fedba Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Gennaio 2006, alle ore 16:00
    Mi pare vadano bene se la temperatura dell'acqua è bassa quindi negli impianti a pavimento.
    Nei tradizionali penso sia inutile
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Gennaio 2006, alle ore 19:18
    Possiamo dire con tutta tranquillita che una caldaia a condensazione se non montata con apposito impianto per sfruttarla è inutile.
    rispondi citando
  • system.dll
    System.dll Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Gennaio 2006, alle ore 15:22
    Scusate, ditemi la vostra su questa tipologia di impianto che sto facendo realizzare:

    villa su tre piani:
    p.1° e p.t riscaldamento a pavimento
    p.interrato: riscaldamento con termosifoni
    caldaia a consensazione immergas victrix zeus con scambiatore
    pavimento tutto di parquet

    mie domande:
    - risparmierò rispetto ad un impianto tradizionale ?
    - il clima in casa sarà migliore ?
    - è opportuno far montare una sonda esterna ? quali vantaggi potrei avere ??
    grassie
    rispondi citando
  • coke3005
    Coke3005 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Gennaio 2006, alle ore 16:14
    Ho letto che la caldaia a condensazione senza impianto a pavimento è inutile ma non capisco perché, in fondo la caldaia a condenzazione rispetto alle tradizionali ha in più che recupera il calore che altrimenti andrebbe disperso con i fumi di scarico raggiungendo così un rendimento maggiore, a mio avviso pur avendo un impianto a termosifoni si risparmia poichè rispetto a una caldaia tradizionale a parità di consumo si ha comunque un rendimento più alto. se non è così vi sarei grato se potesse spiegarmi il motivo.
    Ciao coke
    rispondi citando
  • system.dll
    System.dll Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Gennaio 2006, alle ore 16:20
    è la percentuale di rendimento che è diversa:
    - con impianto a radiatori (10 -15% di risparmio rispetto ad una caldaia tradizionale)
    - con impianti misti (20%)
    - con impianti solo radianti o radiatori di grandissime dimensioni (25-30%)
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Gennaio 2006, alle ore 18:18
    Una caldaia a condesazione funziona bene con impianti a bassa teperatura perche lavorando a bassa temperatura fa si che i gas di scarico condenzano cedendo tutto il loro calore all'acqua,(perfetta per impianti a pavimento)lavorando a 30° da il massimo rendimento,quando la monti su un normale impianto calcolato per lavorare a 60° essa non va piu in condensazione e funziona come una normale caldaia.Ricordarsi che quando va in funzione sanitario,che fa acqua calda non condenza piu va alla massima potenza per fare l'acqua calda,come tutte le caldaie normali.
    rispondi citando
  • polare978
    Polare978 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Gennaio 2006, alle ore 18:42
    Un esempio pratico con cifre alla mano:
    Due impianti a termosifoni, il mio e quello dela casa del mio amico. Entrambi abbiamo fatto installare caldaie da 34 Kw, quindi un test a tutti gli effetti alla pari tra le due tecnologie.

    Io, insieme al mio idraulico ho scelto una caldaia premiscelata "tre stelle" Ceramic compact della Imar. Rendimento effettivo misurato in fase di collaudo: 94.5% Costo caldaia: 1.750 ? + installazione.

    Il mio amico si è fatto convincere dal suo idraulico per una a condensazione. Ha scelto una Johannes. Rendimento effettivo misurato in fase di collaudo: 99.4%, Costo ?3.000 + installazione.

    In termini assoluti la sua caldaia rende il 4.9% in più della mia, non male, però ha dovuto sborsare quasi il doppio di ciò che ho sborsato io. Basandosi su un consumo annuo medio di 1.500? di metano, lui , con la sua caldaia al posto della mia, tutti gli anni risparmierà il 4.9% di 1.500? e cioè 73,50?...

    Considerando che lui ha speso 3.000-1.750 = 1.250? più di me, per pareggiare il capitale iniziale, lui ci impiegherà 1.250/73.50= 17 ANNI!!!!

    In altre parole: quando lui avrà pareggiato il capitale iniziale rispetto alla mia caldaia, la caldaia sarà vicina a essere sostituita.
    Quando gli ho fatto notare questi conteggi, il mio amico è sbiancato...

    Gente, un consiglio: meditate con la vostra testa!!!
    rispondi citando
  • system.dll
    System.dll Ricerca discussioni per utente
    Martedì 31 Gennaio 2006, alle ore 08:04
    Il tuo amico ha fatto la scelta sbagliata perché ha preso una caldaia a condensazione senza abbinarla ad un impianto a pavimento da qui i rendimenti così bassi, è ovvio che se la caldaia a condensazione se abbinata ad impianto a bassa temperatura e posta in una latitudine per cui la differenza termica è notevole (a.e al nord italia o in montagna) la caldaia a consensazione rende il 25/30% in più rispetto ad una tradizionale posta nelle stesse condizioni.
    da qui l'ammortamento della plusvalenza d'acquisto si assesterà intorno ai 3/4 anni (anhc'io ho fatto i tuoi stessi calcoli).
    rispondi citando
  • polare978
    Polare978 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 31 Gennaio 2006, alle ore 18:23
    Sono perfettamente d'accordo con te che su un impianto a bassa temperatura (pavimento)il tempo di pareggio si accorcia notevolmente... solo che lui come me doveva sostituire la vecchia caldaia con una nuova su un impianto di 40 anni fa.... mantenendo ovviamente i radiatori in ghisa (per entrambi). solo che il suo idraulico l'ha convinto a fare quella scelta, che personalmente gli avevo sconsigliato.

    Quello che volevo dire è che non bisogna prendere per oro colato ogni parola che dice un idraulico, ma fare le nostre considerazioni con la propria testa.

    E ti dirò di più... la caldaia l'ho fatta installare l'anno scorso, se invece l'avevo fatta sostituire quest'anno, col cavolo che avevo messo una caldaia a Metano.... avrei scelto una a Cippato/pellets... visto che a mia sorella va da 10 e lode e spende una sciocchezza.... Un impianto da 12.000 ? tra Caldaia e vasi di accumulo, riesce a pareggiare il capitale in toto in soli 3 anni rispetto allla sua vecchia caldaia a GPL, come ho scritto in dettaglio in un'altro post.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
REGISTRATI COME UTENTE
311.985 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE