Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Potenza di una autoclave.


Cangaceiro
login
07 Febbraio 2008 ore 12:50 15
Mi chiedevo di quale potenza avessi bisogno per una autoclave che deve soddisfare tali bisogni:

1. spingere l'acqua che prende da una cisterna da 1.000 litri per portarla alla abitazione, distanza ad arrivare al piano terra di 35 metri, poi l'acqua ovviamente arriva anche al primo piano e quindi dobbiamo aggiungerci altri 5 metri.

Da sottolineare che devo portare poi l'acqua in altri 3 punti:
1. ad una fontanella distanza 16 metri
2. ad una seconda fontanella distanza 13 metri.
3. al giardino antistante la casa, distanza 40 metri, .

L'impianto viene montato così: l'acqua dell'acquedotto alimenta la cisterna, da qui viene prelevata dalla autoclave e spinta attraverso un collettore nelle 4 direzioni sopra indicate.

Senza dimenticare che all'altezza dell'autoclave metterei un baypass, così da sfruttare la pressione dell'acquedotto nel qual caso non avessi la corrente elettrica, che ne dite suona bene?

Le domande sono:

1. Di quanti cavalli deve essere la mia autoclave?
2. Avete marche in merito?
3. La spesa a quanto si può aggirare?

Grazie.
avete

  • tennison
    Tennison Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 7 Febbraio 2008, alle ore 16:56
    Troverai alcune tabelle in rete, devi calcolare la prevalenza del punto più sfavorito, sommando le perdite di carico localizzate (mt di colonna d'acqua) per i tubi, le curve e i raccordi, ed aggiungere l'altezza geodetica (circuito aperto). con la santa pazienza ricaverai la portata della pompa in riferimento alla tua prevalenza e poi da questo la potenza del motore.
    rispondi citando
  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 23 Maggio 2008, alle ore 16:28
    Troverai alcune tabelle in rete, devi calcolare la prevalenza del punto più sfavorito, sommando le perdite di carico localizzate (mt di colonna d'acqua) per i tubi, le curve e i raccordi, ed aggiungere l'altezza geodetica (circuito aperto). con la santa pazienza ricaverai la portata della pompa in riferimento alla tua prevalenza e poi da questo la potenza del motore.


    Grazie della risposta tennison, ma accidenti mi hai preso per un ingegnere!
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 23 Maggio 2008, alle ore 19:58
    Per fare un buon lavoro potresti montare una pompa ad immersione da 1hp = 0,750vatt che di norma hanno 45mt di prevalenza,abbini un ottimo riduttore di pressione da 1" monti un congegno accenzione elettronico e vivi felice,il riduttore tarato a 3 ate ,cosi facendo avremo un effetto inverter senza l'inverter
    rispondi citando
  • zio tuz
    Zio tuz Ricerca discussioni per utente
    Sabato 24 Maggio 2008, alle ore 13:14
    Per fare un buon lavoro potresti montare una pompa ad immersione da 1hp = 0,750vatt che di norma hanno 45mt di prevalenza,abbini un ottimo riduttore di pressione da 1" monti un congegno accenzione elettronico e vivi felice,il riduttore tarato a 3 ate ,cosi facendo avremo un effetto inverter senza l'inverter

    Buongorno, cosa ne pesate di questa?

    Com'è il rapporto qualità prezzo? abito al 1° piano potrebbe andar bene?
    Grazie.
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Sabato 24 Maggio 2008, alle ore 13:36
    Oggetto rumoroso,devi fare un casottino per l'installazione,quando si rompe un pezzo c'è da smontare il tutto,come mai costa cosi poco?da dove proviene?omologazione CE ?adesso possiamo bannarti il link
    cmq puo funzionare,le caratterisctiche ci sono
    rispondi citando
  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Sabato 24 Maggio 2008, alle ore 17:43
    Per fare un buon lavoro potresti montare una pompa ad immersione da 1hp = 0,750vatt che di norma hanno 45mt di prevalenza,abbini un ottimo riduttore di pressione da 1" monti un congegno accenzione elettronico e vivi felice,il riduttore tarato a 3 ate ,cosi facendo avremo un effetto inverter senza l'inverter


    quanto mi può costare il tutto? accessori + manodopera di uno esperto?
    rispondi citando
  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Giugno 2008, alle ore 14:44
    Per fare un buon lavoro potresti montare una pompa ad immersione da 1hp = 0,750vatt che di norma hanno 45mt di prevalenza,abbini un ottimo riduttore di pressione da 1" monti un congegno accenzione elettronico e vivi felice,il riduttore tarato a 3 ate ,cosi facendo avremo un effetto inverter senza l'inverter

    Dunque ci sto studiando su però ci sono delle cose che non mi spiego nella tua descrizione.

    1. perché scusa parli di pompa ad immersione? l'acqua arriva all'autoclave dalla cisterna che è posizionata a fianco, quindi nella mia ignoranza mi chiedo perché a immersione?

    2. scrivi 1hp=0.750 vatt ma 1 hp è uguale a 1 cavallo dico bene? ed 1 cavallo non è equivalente a 750 watt?

    3. la prevalenza credo che infici poco dato che l'utilizzatore più alto è posto a 4 metri di altezza, ovvero i sanitari del bagno al piano primo, per il resto tutti gli altri utilizzatori sono complanari o si parla di dislivelli al massimo di 1 metro quindi a mio modesto giudizio poco ragguardevoli.
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Giugno 2008, alle ore 20:58
    Potenza 1 HP corrisponde a 750 watt di potenza,il fattore prevalenza dipende da come è configurata la pompa piu è alta meno litri porta a parita di potenza impiagata,la tendenza è di montare una pompa con una curva leggermente piu alta del dovuto in virtu delle perdite di carico degli impianti,qui nasce un altro problema che usando un congegno di avviamento elettronico la pompa dara il massimo delle sue caratteristiche,questo vuol dire che a rubinetti chiusi avrai una pressione di 4,5 ate ,una pressione cosi alta non va bene perche potrebbero aprirsi le valvole di sicurezza dell'impianto produzione acqua calda che sono tarate a 6 ate per ovviare viene montato un riduttore di pressione tarato a 3 ate,cosi facendo apri il rubinetto parte la pompa e avrai una pressione costante ,siccome la pompa spinge un po di piu se qualcuno apre un altro rubinetto il riduttore aumenta il passaggio d'aqua e quasi non ti accorgi della diffrenza,è possibile fare tutto questo anche con una pompa inverter la quale piu apri rubinetti piu accellera,ma molto costosa e delicata nell'elettronica,puoi trovare anche pompe piu piccole ,siccome piu piccole si trovano male su un paio di case costrittrici standogli addosso come carogne ne abbiamo io e altri installatori fatte montare una serie con una girante al rovescio cosi da avere una prevalenza max di 3,4 ate si risparmia il riduttore di pressione per danno meno acqua,capito tutto?
    rispondi citando
  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Martedì 10 Giugno 2008, alle ore 14:49
    Dunque per quello che ho capito (non essendo un idraulico) penso che posso risolvere il tutto avvalendomi di una pompa centrifuga da 1 cavallo non con polmone ma con una membrana ed in più avvalendomi di un press control, caldeggio la membrana perché con il tempo richiede meno costi di manutenzione del polmone.

    tu radiante dall'alto della tua esperienza delle "piogge automatiche" per un giardino composto da 2 aiuole di 10 mq ciascuna, con pompa posta accanto alla cisterna, il tutto complanare, credo che 1 cavallo sia sufficiente a soddisfare tale bisogno che ne pensi?

    secondo te avere una pressione in casa sui 6 bar è troppo?

    Grazie mille.
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Martedì 10 Giugno 2008, alle ore 17:52
    Senti ninì ti to un nicchino ni capooooooooo,6 ate sono troppeeeeeeeeeeeeeee si aprono le valvole di sicurezza della caldaia o scaldabagno e allaghi tutto,leggi con calma quello che ho scritto,per le aiuole puo andare bene anche 6 ate per casa no assolutamente a meno che tu non voglia fare la doccia aprendo il lavandino
    rispondi citando
  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 11 Giugno 2008, alle ore 16:48
    Dai non mi tirare i nocchini sto cercando di essere un buon autodidatta

    Be se diamo per ok una pressione in casa di 3-3,5 bar e 6 bar per il giardino mi viene subito da chiedere come faccio ad avere due tubi a pressione diversa? cioè dalla pompa va al collettore che qui si dirama nel giardino e nella casa. Se voglio avere due pressioni diverse agli utilizzatori dovrò mettere la pompa che spinga almeno a 6 ate dopo di che applicare un riduttore di pressione al tubo che si diparte per l'abitazione dico bene?

    diciamo che considero come condizione per determinare la portata la peggiore, ovvero utilizzo degli spruzzini in giardino contemporanei all'utilizzo di una doccia, quindi gli spruzzini gli stimo sui 50l/minuto (2 aiuole di 10 mq ciascuna) e 10l/m per l'utlizzo di una doccia quindi di avere per quel che ne so io una pressione in casa di 3-3,5 Bar che soddisfi una portata di almeno 60 litri al minuto quindi 0,6 mc/h se non dico male, per cui un classico motore da 1 cavallo che succhia 750 watt di potenza dovrebbe soddisfare tali bisogni.

    Poi scelta la potenza del motore volevo mettere:
    1. un pressostato
    2. un manometro
    3. un sensore di portata
    4. un polmone

    ma non so se il polmone e la membrana possono stare assieme oppure l'uno esclude l'altro.

    pensavo ad una DAB JET 112 1kw con vaso d'espansione:
    Editato dalla redazione
    rispondi citando
  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Sabato 5 Luglio 2008, alle ore 16:23
    Ho trovato da mio fratello questa elettropompa che non usa più ma in perfette condizioni e sono riuscito a trovare il catalogo e scheda tecnica su internet, che ne pensate può andare?


    Editato dalla redazione
    rispondi citando
  • carloroma
    Carloroma Ricerca discussioni per utente
    Domenica 6 Luglio 2008, alle ore 21:55
    Ciao.
    rispondo al tuo quesito.
    la potenza dell'autoclave deve essere tra 0,75 e 1,0 cavalli.(1cv=0,745 kw).
    ricordati di non risparmiare sul suo acquisto.specie se ti occorre un'autoclave silenziosa.
    e per avere meno rumore devi scegliere quella che ha una testata della pompa un pò voluminosa.
    ciò è indice di girante larga e quindi meno rumorosa.
    ricordati che la palla deve essere tarata a circa 1,1...1,2 atm,prima di immettere acqua e non starare il pressostato che ti viene fornito insieme!
    una marca ottima e che si trova ovunque è la lowara ma ce se sono altre.
    ma se hai l'acquedotto ed usi l'autoclave forse è perché l'acquedotto è discontinuo.
    in questo caso,invece di consumare sempre la corrente dell'autoclave, puoi mettere una valvola unidirezionale tra l'ingresso dell'acquedotto nel serbatoio (che devi dotare di galleggiante meccanico) e l'uscita dell'autoclave.
    in questo caso l'acquedotto fornirà sempre acqua finchè ha pressione,dopodichè se la pressione diminuisce l'autoclave interviene da sola.
    il bello dei meccanismi è la semplicità e questo è davvero semplice!
    lo realizzai per me e funzionò per anni ed ora lo ho fatto installare ad altri.
    se vuoi uno schema fammi sapere.
    rispondi citando
  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 7 Luglio 2008, alle ore 08:30
    Ciao grazie dell'ampia risposta sì se puoi darmi uno schema lo prendo volentieri. Grazie.
    rispondi citando
  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Sabato 19 Luglio 2008, alle ore 13:42
    L'impianto di irrigazione+tutto il resto l'ho già completato sto solo facendo degli aggiustamenti per i quali chiedo anche il vostro esimio parere sopratutto su problemi che mi si sono verificati. Cercherò di spiegare il tutto nella maniera più chiara e concisa possibile.

    Area: il nuovo impianto è a servizio dell'irrigazione esterna alla mia villetta(1 fontana, 2 cannelle a muro, irrigazione due aiule da giardino di 10 mq ciascuna di forma rettangolare), principalmente è stato concepito per soddisfare tale bisogno, volendo a mezzo di un by-pass potrei servire anche la villetta stessa ma al momento la rete idrica comunale mi soddisfa per l'uso domestico che ne devo fare.

    Rete idrica: il manometro mi segnala che la rete idrica fornita dal comune si aggira su valori di 2,2 e 2,8 bar ed è sempre continua per cui direi buona e mi riallaccio al discorso di prima per dire che al momento faccio servire la villetta dalla pressione dell'acquedotto.

    Impianto realizzato: ho posto in opera i seguenti elementi (riporto link quindi di case produttrici spero sia consentito):

    1) pompa da 1 Hp della Dab: http://www.dabpumps.com/wps/portal/it/k ... PUMPS/EURO

    2) Serbatoio in polietilene da 1.000 litri della Planiplastic esattamente il modello verticale 82, avente una forma cilindrica con diametro di 82 cm e altezza 194 cm. Privo di troppo pieno. E' stato forato nella parte alta per porvi in opera un galleggiante. Al momento il serbatoio è privo di troppo pieno.

    3) Presscontrol della Matic della provincia di Firenze, prodotto denominato "Hydromatic", quest'ultimo non è in grado di regolare la pressione massima di esercizio ma spinge l'acqua fino al massimo della pompa:
    http://www.matic.it/html/index_it.php?x=schprod&id=16

    4) Posa in opera nelle due aiuole prospicienti l'abitazione, ciascuna di forma rettangolare e avente ciscuna una superficie di 10 mq, di irrigatori statici 1802 di produzione Del Taglia, aventi una testina di sollevamento pari a 10 cm ad eccezione di 2 che sono il modello 1800 aventi quest'ultimi una testina di sollevamento di 5 cm ma sono stati scelti perché in quel punto necessitava un irrigatore più piccolo nella sua altezza.

    5) Elettrovalvola e computerino ITC-2 sempre della Deltaglia.

    Il serbatoio, elettropompa, pressostato+manometro, computerino, elettrovalvola, trasformatore il tutto messo in opera nel box auto distante 10 metri la villetta per cui non si hanno problemi di rumore.





    Il sopra descritto è stato come detto tutto montato ed ecco i risultati ed i relativi inconvenienti:al momento ho eseguito test manuali ancora senza avvalermi dell'elettrovalvola, una volta aperta la saracinesca la pompa si accende e spinge l'acqua fino ad arrivare a una pressione di 5,5 bar, valore da me letto al manometro, quindi l'impianto esterno costituito dalle utenze delle 2 cannelle, fontana ed irrigazione giardino sono a una pressione di 5,5 bar.
    Gli irrigatori operano ottimamente ed irrigano tutta la superficie quindi per il giardino ok.

    Dubbi e domande:
    1) 5,5 bar è una pressione eccessiva per l'impianto di irrigazione oppure va bene? sottolineo che tutta la tubazione è nuova.
    2) era meglio dotarsi di un presscontrol che regolasse la pressione massima di esercizio?
    3) ho avvertito forti rumori da dentro la cisterna, anche a coperchio in alto completamente aperto, il galleggiante fa su e giù come fosse al mare e questo movimento ondulato crea questo rumore, infatti spingengolo con la mano più in basso tale rumore cessa, ma come posso fare per eliminare questo fastidioso rumore, è abbastanza forte e si genera sia quando l'impianto è in esercizio e a volte anche quando è spento, è come detto piuttosto forte tanto che lo percepisco anche a finestra aperta del primo piano.
    4) alla base del tubo sull'uscita verticale della pompa, quello che spinge l'acqua messa in pressione e che viene inviata nel circuito, c'è una leggere perdita di acqua, come posso toglierla? stringere il tutto come capirete adesso che è tutto fatto non è semplice.

    Ho scritto molto scusate ma almeno spero di essere stato chiaro.


    Grazie a tutti ancipatamente.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
REGISTRATI COME UTENTE
311.058 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE