Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Ok e adesso?


Ppietribiasi
login
20 Gennaio 2007 ore 13:59 17
Ciao a tutti.
Ieri ho firmato per l'acquisto di una casa... si tratta di una casa affiancata del 1948, quindi covrò farci diversi lavoretti, tra cui idraulico ed elettrico.

Adesso, la mia domanda era: come mi devo muovere? Ovviamente vorrei poter spendere meno soldi possibile (come tutti immagino), però non mi è ben chiaro cosa si deve fare e cosa si può fare a meno di fare.

Per il momento sto facendomi fare dei preventivi da idraulici ed elettricisti: posso arrangiarmi con loro o è meglio farsi seguire passo per passo da un geometra? E soprattutto, è obbligatorio?
Tenendo presente che sono in una zona tranquillissima, vicinato che non ha mai dato problemi (addirittura i miei vicini si sono fatti da soli lavorazioni esterne pesanti senza dichiarare nulla).

consigli? grazie mille a tutti!
  • davix
    Davix Ricerca discussioni per utente
    Sabato 20 Gennaio 2007, all or 14:21
    Come sei messo a grinta ?
    Se sei un ragazzo voglioso e sveglio diciamo che puoi risparmiare dei soldi .
    istruisci l'elettricista su cosa vuoi aproposito di impianto luce ,fatti tracciare sui muri con un gesso le varie tracce da fare ,poi mazzetta e scalpello e giù di olio di gomito ,lo stesso fai con l'idraulico ,poi ti occupi della coperture dei tubi ,prima ti fai fare il preventivo da tuttiedue poi proponi la cosa ,ti garantisco che loro lo apprezzeranno e tu risparmi qualcosa.
    Ciao
    rispondi citando
  • ppietribiasi
    Ppietribiasi Ricerca discussioni per utente
    Sabato 20 Gennaio 2007, all or 18:18
    Come sei messo a grinta ?
    Se sei un ragazzo voglioso e sveglio diciamo che puoi risparmiare dei soldi .
    Ciao

    difatti la mia domanda sorgeva proprio dal fatto che io vorrei farmi quanti più lavori possibile, proprio a cominciare dallo scavare per fare spazio al riscaldamento a pavimento e quanto più possibile come tu mi hai indicato.

    Il dubbio mio è: è nel mio interesse (o è obbligatorio) rivolgermi da un geometra per fare un progetto globable, o è come ho l'impressione io che spenderei più soldi e basta? Mi sembra che sia necessario rivolgersi ad un geometra per delegare esclusivamente il compito di seguire passo passo l'avanzamento della casa... o sbaglio?

    Procedo a fare miniprogetti dopo essermi fatto una pianta di come voglio sia fatta io la casa? Io mi sono già fatto misurazioni e pianta della casa fatta a regola d'arte, adesso voglio farmi un minimo di progettino per poter decidere prese di corrente etc.

    Per quanto riguarda incentivi da parte del governo, quale sostituzione degli impianti di riscaldamento o riduzione di dispersioni di calore, devo avere una DIA aperta, oppure l'idraulico (rilasciandomi le fatture) è sufficiente?
    E per il discorso IVA del materiale, mi pareva di capire che se ho una DIA aperta pagherei IVa al 10 invece che al 20...

    sono confuso!
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Sabato 20 Gennaio 2007, all or 21:17
    L'iva agevolata, spetta solo a determinate classi di intervento di recupero edilizio, che vengono classificate con le lettere a), b), c), d), e), dove le lettere a) e b), non hanno diritto all'iva agevolata, mentre le altre lettere si, ma l'iva agevolata del 10% si applica solo ai cosidetti beni significativi...

    Sarebbe il caso, che effettui un consulto, con un geometra, tanto per capire a ciò che andrai incontro, perché secondo me, ti stai inguaiando non poco...
    rispondi citando
  • ppietribiasi
    Ppietribiasi Ricerca discussioni per utente
    Sabato 20 Gennaio 2007, all or 23:21
    Sarebbe il caso, che effettui un consulto, con un geometra, tanto per capire a ciò che andrai incontro, perché secondo me, ti stai inguaiando non poco...

    caspita, cosa mi vuoi dire?
    la casa è già abitabile così com'è, essendo vecchia devo fare dei lavori per renderla più "ottimizzata"...non è che si tratti di scoperchiare la casa e farla nuova eh!
    rispondi citando
  • davix
    Davix Ricerca discussioni per utente
    Sabato 20 Gennaio 2007, all or 23:24
    Si e sempre maglio fare seguire il piano lavori ad un geometra ,che ti svolge anche le pratiche ,gli paghi la responsabilità ,per le cose che vuoi fare tu ,riesce ad accompagnarti e ad istruirti
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Sabato 20 Gennaio 2007, all or 23:32
    Chiedi solo qualche informazione, così capisci come devi muoverti, tanto non ti fanno pagare solo per un incontro a titolo informativo, stai sul vago, se vedi che non puoi fare a meno del geometra, vedi poi come comportarti...
    rispondi citando
  • davix
    Davix Ricerca discussioni per utente
    Domenica 21 Gennaio 2007, all or 11:25
    Come ti dicevo ci sono molti lavoretti che puoi fare tu ,seguendo le direttive degli artigiani che ti poseranno gli impianti ,se ti limiti ai lavori di manovalanza non hai problemi ,devi solo fare il lavoro più duro e meno tecnico ,torno a ribadire che i professionisti che faranno i tuoi impianti faranno lo sconto con un sorriso , tu fai il mediano e prendi i calci loro vanno in goal ,sono tutte cosine che puoi fare ,il geometra ti serve se fai lavori di una certa entità ,per le cose da costruire all'interno ,ti bastano i consigli ,degli artigiani
    rispondi citando
  • ppietribiasi
    Ppietribiasi Ricerca discussioni per utente
    Domenica 21 Gennaio 2007, all or 18:35
    Come ti dicevo ci sono molti lavoretti che puoi fare tu ,seguendo le direttive degli artigiani che ti poseranno gli impianti ,se ti limiti ai lavori di manovalanza non hai problemi ,devi solo fare il lavoro più duro e meno tecnico ,torno a ribadire che i professionisti che faranno i tuoi impianti faranno lo sconto con un sorriso , tu fai il mediano e prendi i calci loro vanno in goal ,sono tutte cosine che puoi fare ,il geometra ti serve se fai lavori di una certa entità ,per le cose da costruire all'interno ,ti bastano i consigli ,degli artigiani

    grazie mille delle risposte, mi siete d'aiuto tutti quanti. Effettivamente tutti i lavori li dovrò fare all'interno, dovrò spostare una parete per fare spazio al secondo bagno secondo consiglio idraulico, per il resto non ci sono rivoluzioni da fare.
    L'unica cosa che mi interessa, è il discorso incentivi statali per lavori che hanno come scopo il risparmio energetico, quali possono essere infissi in doppio vetro o appunto, un riscaldamento a pavimento.
    Posso presentare al commercialista la fattura dell'idraulico, oppure per fare un riscaldamento a pavimento è necessario dichiarare in comune un inizio lavori?
    Perché vorrei evitare di dover ri-farmi dare l'abitabilità: sono convinto che su una casa vecchia già abitabile, mi troverebbero poi tante altre rognette (visto che le trovano anche su edifici nuovi) e poi sarebbe una via crucis.

    grazie,
    Paolo
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Domenica 21 Gennaio 2007, all or 18:41
    Date le entita dei lavori da fare meglio presentare una DIA,non hai bisogno di licenze in quanto all'esterno non modifichi niente,prensenti la dia fai il piano di sicurezzza cantiere ti assicuri che tutti quelli che entrano in casa tua siano regolari con tanto di certificati di contributi pagati ecc ecc,buon lavoro,ricordati che il primo responsabile è il proprietario di casa
    rispondi citando
  • ppietribiasi
    Ppietribiasi Ricerca discussioni per utente
    Domenica 21 Gennaio 2007, all or 18:46
    Date le entita dei lavori da fare meglio presentare una DIA,non hai bisogno di licenze in quanto all'esterno non modifichi niente,prensenti la dia fai il piano di sicurezzza cantiere ti assicuri che tutti quelli che entrano in casa tua siano regolari con tanto di certificati di contributi pagati ecc ecc,buon lavoro,ricordati che il primo responsabile è il proprietario di casa

    Ma dopo aver presentato una DIA, devo comunque farmi ridare l'abitabilità?
    rispondi citando
  • claudik
    Claudik Ricerca discussioni per utente
    Domenica 21 Gennaio 2007, all or 21:04
    Ma no....

    la casa è già abitabile....

    la ristrutturi.... e basta. la dia controlla cosa fai.... e le certificazioni degli impiantisti che tutto sia a norma...

    mica tiri su da zero....

    se hai un soffitto a meno di 2,7 metri e rifai la stanza non è che dopo puoi avere 3 metri....
    rispondi citando
  • puppi
    Puppi Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 22 Gennaio 2007, all or 11:59
    Ciao Paolo
    per consolarti ti racconto la mia esperienza: dovevo ristrutturare casa e ho preso un geometra che però alla fine aveva mille impegni e non riusciva mai a seguire nulla e non contattava mai idraulico e muratore etc .. Alla fine meno male che c'era mio padre che seguiva i lavori altrimenti se fosse stato per il geometra saremmo ancora fermi adesso.. L'importante secondo me è trovare dei professionisti (idraulico, muratore ed elettricista) che siano persone in grado di darti dei consigli con del buon senso in modo che tu ti possa affidare a loro (in genere se ne giri un po' o ti fai consigliare da amici e parenti troverai chi fa per te)..a volte è meglio spendere un po' di più per chi ti fa il lavoro ma lo fa come si deve e che sa darti i consigli giusti piuttosto che pagare un geometra fantasma .. (sempre che tu non debba fare dei lavori che richiedono progetti particolari..)
    In bocca al lupo!
    Anna
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 22 Gennaio 2007, all or 14:38
    Dici bene Puppi,

    ma trovare artigiani bravi, è veramente molto difficile, quindi oltre che affidarsi ad un bravo progettista, è bene anche se si è incompetenti, andare in cantiere il più possibile, se si vuole risparmiare dei soldini...

    Per i cantieri che partono da zero (non parliamo di un cantiere come nel caso di ppietribias), la mia esperienza personale, indica che bisogna sempre affiancare al progettista la figura del geometra di cantiere...

    All'apparenza si pensa di spendere molto di più, ma chi non ne fa uso, in quasi tutti i casi, sfora disastrosamente propio per cause dovute ad errori ed incomprensioni, tra il progettista e la manovalanza...

    Vi posso assicurare, che alla fine del cantiere, il risparmio è notevole, si ci arriva molto più rilassati (sono moltissimi i nostri clienti che vanno in depressione dopo aver finito la loro casa), e la cosa poi non di poco conto, è che il cantiere rispetta perfettamente il rispetto progettuale, senza toppe varie, ed aggiustamenti in estremis, che spersonalizzano, la costruzione finale...
    rispondi citando
  • mariro
    Mariro Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 22 Gennaio 2007, all or 16:23
    Ma trovare artigiani bravi, è veramente molto difficile
    ...sono personalmente molto d'accordo...
    ma....

    Vi posso assicurare, che alla fine del cantiere, il risparmio è notevole, si ci arriva molto più rilassati (sono moltissimi i nostri clienti che vanno in depressione dopo aver finito la loro casa), e la cosa poi non di poco conto, è che il cantiere rispetta perfettamente il rispetto progettuale, senza toppe varie, ed aggiustamenti in estremis, che spersonalizzano, la costruzione finale...
    ....qui io sarei molto d'accordo....
    anche per il geom o l'ing o l'arch vale lo stesso discorso che per gli artigiani....questi professionisti non hanno tutti certo la preparazione e il tempo se non veramente e profutamente ben pagati (intendo BENE BENE) di stare dietro cosi bene ai ns lavori.....non credo funzioni sempre cosi, anzi, nella mia "piccola" esperienza ho visto cantieri, a parità di problematiche, con fior di tecnici e con fior di casini e cantieri con solo un anziano capomastro (non sempre presente) filare lisci come l'olio....sempre secdondo la mia personale visione, non me la sentirei di dare "assicurazioni" in merito alla presenza o meno di un professionista, di un bravo e onesto artigiano sì....
    ciao
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 22 Gennaio 2007, all or 16:55
    Io sono nella condizione di impresario edile, piccolo impresario lui e tre persone che ci lavorano assieme, che dice al geometra cosa fare, ha addirittura spiegato all'ing. dei cementi armati come risolvere un problema di una colonna che io non volevo dove geometra e ingegniere l'avevano prevista, praticamente io pago i due tecnici solo per le carte che presentano in comune e per la loro responsabilità nei vari calcoli che fanno, che certamente hanno la loro importanza non lo metto in dubbio,
    sono stato fortunato a trovare un eccellente artigiano e sfortunato a trovare un geometra così così, mi chiedo però se per sfiga totale trovavo anche un impresario così così come viene la mia casa?
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 22 Gennaio 2007, all or 17:48
    Per esperienza personale, i cantieri, difficilmente riescono bene, per un motivo o per l'altro succede sempre qualcosa...

    E' fuori discussione che ognuno deve fare la sua parte, propietà compresa...

    Inutile pagare tecnici su tecnici, se poi non sono all'altezza, questo è palese

    La mia esperienza dice chè, se ho sempre come appoggio un bravo geometra di cantiere, dico bravo, anche con un progettista mediocre, il cantiere procede bene...

    Ho dei clienti che (vista la mia esperienza personale), già all'inizio dei lavori, gli era stato accennato di optare per una gestione di questo tipo, e non hanno voluto ascoltare, a metà cantiere, alla presenza di molte magagne gravi, gli era stata ripresentata questo tipo di gestione, ma l'hanno rifiutata dicendo che oramai era tardi, la decisione andava presa da subito...

    Bene, ora sono in causa con tutti e tutto, casa del 1600, che i propietari hanno molto itelligentemente recuperato, ma che le maestranze, ritenute inizialmente all'altezza, poi dimostratesi fallimentari, hanno creato danni per svariate centinaia di migliaia di euro...

    Certo, con un bravo geometra di cantiere, avrebbero pezzato ovunque tutte le magagne, soprattutto all'incapacità dei più...

    Poi, se nel cantiere ci sono persone che fanno il loro dovere, sarebbe meglio, vengono poi dopo tutto pagati per questo...

    Dovete capire, che se nel cantiere lavora un ottimo progettista, per quanto bravo, non riuscirà mai nel portare a termine il propio progetto senza gabole, perché per evitare tutto questo, si richiede un presenza perenne in loco, che il semplice progettista non può assolutamente garantire...

    Ci sono, dei rari casi, dove progettista e maestranze, formano un corpo unico ed affiatato, dove il progettista, sà di godere della massima fiducia, ma questi casi sono sempre molto rari...

    La presenza di un ottimo geometra di cantiere, porta a termine un cantiere, più velocemente, e più conformemente, ai canoni progettuali del progettista di turno, nonché ad un enorme risparmio di risorse economiche e di tranquillità generale...

    Esperienza personale...
    rispondi citando
  • nicola76
    Nicola76 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 23 Gennaio 2007, all or 09:39
    Ma no....

    la casa è già abitabile....

    la ristrutturi.... e basta. la dia controlla cosa fai.... e le certificazioni degli impiantisti che tutto sia a norma...

    mica tiri su da zero....

    se hai un soffitto a meno di 2,7 metri e rifai la stanza non è che dopo puoi avere 3 metri....

    Attenzione, nn facciamo confusione.
    in E.Romagna c'è la legge regionale n 31 del 2002 che è chiara:

    prima di tutto devi capire se i tuoi interventi ricadono nel campo di una manutenzione straordinaria o una ristrutturazione.
    per la legge c'è una gran bella differenza!! la ristrutturazione edilizia prevede dopo 15 gg dalla fine lavori la domanda per il certificato di conformità edilizia ed agibilità.
    Il tuo caso, spostamento di qualche parete e risistemazione impianti mi pare ricada nella manutenzione straordinaria per la quale nn va inoltrata la richiesta di abitabilità ma semplice DIA e successiva fine lavori.
    per chiarezza per man straord si intendono quelle opere o modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturalidi edifici, nonché per la realizzazione e l'integrazione dei servizi sanitari e tecnoligici, sempre che nn alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e nn comportino modifiche delle destinazioni d'uso.
    Quindi consulta un tecnico, che ti sarà d'aiuto per le pratiche e il rispetto delle leggi, come ti hanno detto altri, spesso per lavori di piccola entità nn c'è miglior direzione lavori che quella del proprietario!!!
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img massimilianorusso
Salve, sto valutando di sostituire i miei infissi in legno abbastanza anzianotti e dirottare sul PVC (triplo vetro). Mi hanno proposto, ad un prezzo accettabile, un profilo...
massimilianorusso 27 Ottobre 2020 ore 22:27 3
Img mandan
Buongiorno, 10 anni fa ho acquistato casa e ristrutturato il terrazzo sostituendo il pavimento esistente con chianche di corigliano nuove. Ovviamente sotto è stato posato...
mandan 27 Ottobre 2020 ore 18:54 3
Img biosdi
Buongiorno a tutti. Devo ristrutturare una casa appena acquistata. È un attico con terrazza a 360 gradi. Due lati della terrazza sono i più "interessanti": uno...
biosdi 27 Ottobre 2020 ore 15:47 2
Img bociao
Salve, ho trovato questa mattina questo oggetto sul tetto della mia casa e oggi pomeriggio non c'era più.Suppongo sia stato messo con un drone, visto che le chiavi della...
bociao 27 Ottobre 2020 ore 15:18 1
Img taniaroca
Per dividere meglio casa, per la creazione di due stanzette per bambini, stavamo valutando di spostare e quindi creare un nuovo ambiente cucina nella cameretta 1 ho bisogno del...
taniaroca 27 Ottobre 2020 ore 12:44 3
REGISTRATI COME UTENTE
318.451 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//