Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2015-04-15 14:30:42

Domanda sull'utilità di più cerniere su una portafinestra


Cirlcirl
login
08 Settembre 2010 ore 10:16 48
Salve a tutti,
volevo porre agli esperti una domanda relativamente all'utilità delle cerniere di una portafinestra.
La mia portafinestra (triplo vetro e doppio gas argon) è alta 1,90 metri e ha solo 2 cerniere per lato.
È in PVC della REHAU. Siccome la portafinestra è parecchio esposta alle intemperie capita (come ieri sera) che in caso di forte vento la finestra tenda a flettersi verso l'interno e questo provoca, sull'anta priva di ferramenta, che si generi un forte sibilo dovuto al vento (l'aria quindi riesce a trovare un varco e a far fischiare la finestra).
Ora: il motivo per cui ho solo 2 cerniere per lato è dovuto al fatto che avevo chiesto al serramentista la ribalta...
ma certo non potevo sapere (lui si invece) che su una finestra così alta due sole cerniere possono provocare questo se la finestra è esposta a vento forte...
Gli ho chiesto di aggiungermi altre 2 cerniere per lato (così da farne 4 - lo standard) ma lui dice che non vuole metterci le mani perché di solito o si ordinano così le finestre oppure non si può (se non a proprio rischio di forare le camere) aggiungere a posteriori.
Inoltre (e qui secondo me sta la castroneria più grande) mi vuole far credere che le cerniere servano solo a sostenere il peso dell'anta, non a prevenire una eventuale deformazione del pvc dovuta a pressioni esterne alla finestra.
Secondo me non è affatto vero! Inoltre tutte le finestre alte le ho sempre viste con 3/4 cerniere per lato.
La portafinestra mi è costata 2000 euro e l'ho montata 4 mesi fa.
Cosa mi consigliate di fare?
Sono in garanzia ma la questione è effettivamente delicata... vado per vie legali o è obbligato in garanzia ad aggiungermi quanto richiesto per avere una chiusura completa della finestra? (io riuncio volentieri alla ribalta in questo caso).
Secondo me è il suo fornitore che dovrebbe rispedirgli delle finestre nuova a sto punto dato che il SW che lui usa per ordinarle gli ha permesso di fare una castroneria simile.
Grazie a tutti quelli che vorranno aiutarmi (in particolare se c'è qualche perito esperto...)
Carlo
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 8 Settembre 2010, alle ore 10:22
    Buongiorno. Premesso che la garanzia sulla posa in opera è dovuta, in forza di Legge (art. 1667 c.c.), ritengo che nel Forum Edilizio si possano riscontrare maggiori possibilità di risposta esaustiva, quindi sposto il quesito.

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 8 Settembre 2010, alle ore 10:30
    La ringrazio!
    Lo so bene che la garanzia è dovuta ma questo serramentista è un osso duro..
    la mia speranza è che ponendo la domanda qui e avendo una risposta completa e precisa, portandogliela come prova si convinca una volta per tutte.

    Sono nelle vostre mani.

    Grazie

    Carlo

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 8 Settembre 2010, alle ore 10:38
    Spero che gli amici di questo Forum, validissimi professionisti tecnici, possano fornire una risposta adeguata.

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Mercoledì 8 Settembre 2010, alle ore 14:39
    Ho dei seri dubbi.....

    Le finestre Rehau come tutti i prodotti similari sono prodotti finiti. Ovvero escono dalla fabbrica già qualitativamente testati e la loro certificazione ne attesta la qualità

    Oltretutto la Rehau è direttamente interessata alla soddisfazione dei loro clienti, tanto più se la finestra è in garanzia.

    Quanto Descritto mi sembra davvero strano perché un simile evento può verificarsi solo se il serramento è stato installato male o è mal regolato

    Quanto detto dal serramentista sulle cerniere corrisponde al vero, esse sostengono solo la parte apribile. la chiusura che deve essere ermetica è assicurata dai nottolini a scorrimento che sono su tutti e 4 i lati del battente.
    1,90 non è una misura eccezionale per una porta finestra, si arriva tranquillamente anche a 2,50 sempre con solo due cerniere.


    Personalmente credo che sia più un problema di regolazione che di altro ma su questo deve intervenire il serramentista come garanzia.

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 8 Settembre 2010, alle ore 20:16
    Grazie all'amico termografo.

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 9 Settembre 2010, alle ore 09:23
    Innanzitutto grazie infinite per l'interessamento.
    Volevo fare una correzione a quanto detto:

    la finestra misura 2,70 metri e ha un sopraluce di 40 cm.
    Per cui le ante sono alte 2,30 metri e larghe (ciascuna) 74 cm.
    La precedente finestra in legno era a 3 ante... ora è a 2, quindi la singola anta è piuttosto larga direi.

    Ad ogni buon conto:
    nell'anta a destra c'è la maniglia e la ferramenta come è norma. Quindi sul lato esterno dell'anta con ferramenta ci sono 2 punti di chiusura e infatti non ci sono problemi di aria.
    Nell'altra anta invece, c'è un solo nottolino (credo che sia quello: è una specie di cilindretto che si incastra in chiusura in una insenatura di metallo attaccata al telaio)... solo 1 per 2 metri di altezza (prima di arrivare alla seconda cerniera).

    E la cosa che mi da da pensare è che se io da fuori spingo questa anta riesco a spingere questo lato e si vede bene che il pvc non poggia più sulla guaina di plastica nera (che dovrebbe garantire la chiusura stagna giusto?)

    Ieri notte c'è stato un violento nubifragio con raffiche di vento forti e dalla finestra provenivano chiaramente spifferi su quel lato e fischi di vento....

    Il serramentista è già venuto 4 volte a provare a sistemarla ma se questi sono i risultati cosa posso fare io? Se mi da un consiglio anche da dare a lui...

    Se questi nottolini sono antieffrazione non dovrebbe essere possibile con una semplice spinta "inarcare" l'anta verso l'interno giusto? Altrimenti che razza di protezione è?
    Forse non si tratta di nottolini in questo caso oppure non funziona bene...

    La ringrazio infinitamente.

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Giovedì 9 Settembre 2010, alle ore 10:21
    La finestra non deve flettere in nessun modo
    è necessario osservare bene tutto il perimetro dell' anta senza maniglia per vedere se effettivamente non presenti altri punti di chiusura


    in tal caso è necessario capire se il prodotto sia conforme alla classe di resistenza dichiarato dal costruttore
    sul sito della Rehau ci sono tutti i serramenti da loro prodotti con relativa classe di resistenza la vento secondo le norme din

    l'applicazione di una cerniera supplementare nell' anta senza vasistass potrebbe irrigidire il telaio e risolvere il problema ma non so se sia applicabile


    E' difficile riuscire a stabilire un difetto del prodotto varrebbe la pena contattare direttamente Rehau per fare più pressione sul serramentista e capire poi come muoversi

    cè da tenere presente che la Rehau avendo il marchio Ral deve garantire la tenuta all' aria e alla pioggia battente dichiarata sul prodotto anche sul prodotto montato e non solo sulla finestra campione di prova
    pertanto per come la vedo io questo è un vizio coperto dal marchio di qualità Ral (che è molto severo) e ciò ne implica la sostituzione

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 9 Settembre 2010, alle ore 10:34
    Grandioso!
    Questa sentenza per me è manna dal cielo!
    Ottimo. Ma come contattare la REHAU in versione italiana? Sa mica consigliarmi un indirizzo, mail, telefono?

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Giovedì 9 Settembre 2010, alle ore 15:03
    Sul sito italiano della Rehau cè solo il modulo ocntatto
    http://www.rehau.it/contact.shtml

    nient' altro

    prova con quello ti dovrebbero dirottare all' area manager della tua zona

  • mik1976
    Mik1976 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 9 Settembre 2010, alle ore 15:23
    Le mie portefinestre sono della Sudtiroler Fenster.
    Alte 2.50m a 3 ante
    Hanno 4 cerniere, tranne quelle con apertura vasistas.
    Peccato che su una si siano dimenticati delle due cerniere centrali, ce ne aveva solo due una in altro ed una in basso e la finestra non faceva una chiusura perfetta, ci passava un dito.
    Me le hanno montate a posteriori, sono in legno internamente ed alluminio esternamente

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 9 Settembre 2010, alle ore 15:56
    Si l'avevo trovato anche io... ho scritto un messaggio.. spero rispondano...

    grazie!

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 9 Settembre 2010, alle ore 19:45
    Bene...visto?

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 10 Settembre 2010, alle ore 10:17
    Salve,
    volevo raccontarle l'intervento di ieri del tecnico.
    Dopo una rapida ammissione di colpa (non sua ma di chi ha effettuato l'installazione) mi ha spiegato questo:
    Il montante spanciava leggermente al centro e infatti la fuga luce sull'esterno prima non era uniforme. Se ne era accorto pure la volta scorsa ma evidentemente sperava di far rientrare il problema con la semplice regolazione delle cerniere...
    L'intervento:
    Con l'uso di un cacciavite e martello mi ha aperto una fessura fra montante (telaio) e muro esterno. In questa fessura ha inserito degli spessorini di metallo che gli ho fornito io (quelli piatti in acciaio per congiungere i mobili). Ha specificato che questa era
    l'unica maniera per ovviare al problema in maniera definitiva dato che alla fine dei conti, come dicevo io, il rostro laterale (quello cilindrico a incastro) non si incastrava bene proprio perché c'era troppa distanza fra telaio e anta! Quindi il fatto che in precedenza
    l'anta, con una semplice spinta da fuori, si flettesse discostandosi dalla guaina nera perimetrale non era normale amministrazione come cercava di farmi credere il padrone... bensì un effettivo difetto di installazione.

    Nelle foto si vede questa crepa interna/esterna alta un metro circa.
    Il tipo vorrebbe metterci del silicone per tamponare...
    ma per un lavoro ben fatto il silicone non mi pare una bella soluzione... tanto più che si vede! Che cosa sarebbe meglio utilizzare? Cemento bianco? Stucco?
    Mi sa dare un consiglio da riferire?

    Grazie

    Carlo

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 10 Settembre 2010, alle ore 11:00

    Peccato che su una si siano dimenticati delle due cerniere centrali, ce ne aveva solo due una in altro ed una in basso e la finestra non faceva una chiusura perfetta, ci passava un dito.


    Beh il tuo caso era ancora peggiore direi!
    Un dito da me non passava per fortuna..

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Martedì 14 Settembre 2010, alle ore 09:30
    La Rehau Italia mi ha chiamato sul cell addirittura!
    E mi ha detto che il negozio da cui ho acquistato non rientra nel loro circuito quindi è un venditore rehau indipendente che con buona probabilità importa dalla Romania.
    Inoltre mi ha detto che per legge il serramentista non può avermi installato sulla portafinestra un vetro float nella parte interna perché per la UNI 7967/ 2007 il vetro deve essere antisfondamento fino al primo metro di altezza.
    Vero?
    Devo fare una precisazione: siccome il mio problema era sull'abbattimento acustico in fase di ordinazione abbiamo deciso di mettere il vetro antisf sulla parte esterna per tutte le finestre compresa la portafinestra.
    Poteva farlo o è illegale?
    Nel senso: avrebbe dovuto metterlo sia sull'interno che sull'esterno corretto? La mia portafinestra ha un'unica vetrata alta 2,30 metri (su due ante naturalmente). Quindi così è pericoloso?
    Cosa posso fare?

    Riporto quello che la ditta mi ha risposto per mail:
    "Presso la tua abitazione abbiamo installato tutte le finestre con un vetro da 40 mm con antisfondamento 441 all'esterno, in mezzo Basso emissivo ed all'interno Basso emissivo e gas Argon nelle camere d'aria, eccezione fa quella del bagno che in mezzo ha il foglio di vetro opaco."

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Martedì 14 Settembre 2010, alle ore 12:09
    Confermo tutto quello che ti ha detto Rehau

    Difficilmente un' azienda che ha il marchio Ral fa queste cavolate

    Per legge è obbligatorio il vetro antisfondamento fino ad un metro da terra

    pertanto la tua configurazione dovrebbe essere 3/3.1 - 16 - 3/3.1 con abbattimento acustico del vetro sui 34/36 db
    se monti un vetro 4/4.1 - 16 - 3/3.1 hai un abbattimento acustico di 40 db

    Se hai un vetro semplice tipo 4-16-4 su una portafinestra questo non è a norma di legge


    Sempre per mia personale opinione quel serramento è sempre più da cambiare

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Martedì 14 Settembre 2010, alle ore 16:21
    La portafinestra (come le altre finestre) sono tutte con triplo vetro e doppio gas argon... e antisfondamento su esterno.
    Quindi a fronte di un 40mm complessivo credo che sia:
    4+12+4+12+441 o roba simile...

    come abbattimento acustico come sono quindi?

    Mentre allora per legge devo comunicare loro che non è a norma una portafinestra con antisf solo esterno e vetratura unica... dovevano metterlo anche all'interno giusto? E non vale il fatto che abbiano chiesto la mia opinione circa il rumore (perché con questo pretesto potrebbero dire che è stata scelta del cliente... di fronte alla legge la scelta non conta corretto?)

    Grazie

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Martedì 14 Settembre 2010, alle ore 17:00
    Devo riprendere in mano la normativa per esserne sicuro te lo so dire domani

    Personalmente ti hanno consigliato malissimo sul triplo vetro che non ti serve assolutamente a nulla
    e ti riduce molto la trasmissione luminosa

    con questa configurazione hai 38/39 db di abbattimento sul vetro
    che è identico ad un 4/4.1 -16- 3/3.1 che però costa molto meno che però ha un 78 % di trasmissione luminosa contro un 70 % o meno
    del triplo vetro.

    in termini di prestazione energetica la finestra con triplo vetro che hai montato ha un valore di U di 0,8 quella a con sono una camera
    ha valore di U 1,1 (almeno questi sono i miei riferimenti) e sinceramente la minima differenza a pro del costo non giustifica il triplo vetro.

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Mercoledì 15 Settembre 2010, alle ore 10:01
    La normativa di riferimento in italia è la UNI 7697

    Questa prevede che le vetrate con il lato inferiore della lastra a meno di 1 metro dal piano di calpestio rappresenta un punto di potenziale pericolo sia per la caduta nel vuoto che per il ferimento a persone in caso di caduta

    in che prevede l'utilizzo di vetri stratificati o di sicurezza (accoppiati con film) sia internamente che esternamente

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 16 Settembre 2010, alle ore 08:57
    La ringrazio sentitamente.
    Mi ha fatto molta chiarezza.
    Sull'uso del triplo vetro devo ammettere che già un altro serramentista (recuperato a caso sulle pagine gialle) mi aveva messo in guardia sul fatto che tre vetri non portavano a significativo miglioramento dell'isolam sonoro. E del resto mi sono scaricato parecchia documentazione al riguardo e l'avevo mostrata al mio serramentista il quale mi ha detto che non poteva essere che 3 v etri schermassero come due.
    Il miglioramento sta nell'accoppiata di vetri con pellicola in mezzo come mi ha detto lei ora.

    Ad ogni modo ormai per le altre finestre è andata. Ma su questo della portafinestra provo a vedere cosa mi rispondono e le posterò qui la loro risposta (tanto scrivo una bella mail).

    La tengo informata!

    Grazie ancora


    ps: ah mi sovviene pure un'altra cosa. Sulla certificazione energetica per l'Enea il serramentista ha voluto dichiarare cmq 1.3 di trasmittanza a fronte di un 0.7 dichiaratomi il fase di contratto. La motivazione è che si è voluto "tenere largo" per evitare problemi... dato che tanto 1.3 è ampiamente dentro per avere la detrazione. Secondo lei lo ha fatto perché nella fattispecie non mi ha montato poi i vetri bassi emissivi come dichiarato o roba simile? Oppure è la norma fare così' in questi casi?

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Giovedì 16 Settembre 2010, alle ore 11:09
    Quello che ha fatto non ha praticamente senso

    tutte le finestre Rehau e similari hanno i certificati dei valori di trasmittanza e tutti i valori sono ben dichiarati e reali

    che senso ha spendere di più se poi ai fini della certificazione dichiarano un dato falso quando è il produttore ha speso fior di quattrini per ottenere quei valori di trasmittanza ??

    Mi sorge seriamente il dubbio che il prodotto che le hanno installato in realtà non corrisponde a quello inizialmente scelto o una totale incompetenza del serramentista

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 16 Settembre 2010, alle ore 12:53
    Ora che faccio?

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Giovedì 16 Settembre 2010, alle ore 15:20
    Gli chiedi la copia del preventivo con i calcoli termici di ogni serramento

    le schede di prodotto del serramento e relativi valori di U,
    la marcatura CE

    inoltre gli dici che deve dichiarare i valori pattuiti da preventivo dato che questi sono certificati dalla fabbrica
    pertanto la responsabilità su quanto dichiarato spetta alla fabbrica non a lui

    Verifica tutte le info che ti da con le etichette poste sul vetro del serramento che dovresti aver conservato al momento della consegna e le etichette che accompagnavano il serramento


    se trovi delle difformità certe è bene capire se ti puoi rivalere sul pagamento o chiedere la sostituzione con il modello preventivato

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 17 Settembre 2010, alle ore 08:27
    Sono sicuro che non c'erano etichette sul vetro del serramento (fin dal momento in cui me le mostrò al deposito le finestre erano già disinmballate messe da una parte tutte assieme). L'unica cosa che c'era era il nastro con scritto REHAU tu tutto il telaio che è stato poi rimosso dopo l'installazione.

    Per tutto il resto provo a chiedere.. anche se so già che romperanno le palle per darmele.

    In che razza di mani mi sono cacciato!

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Venerdì 17 Settembre 2010, alle ore 09:53
    Purtroppo al punto attuale si presenta una situazione di difficile risoluzione.

    esiste uno strumento in dotazione a determinati tecnici che si chiama GlassBuddy ed è in grado di darti determinate info sul vetro ma non il valore di trasmittanza. Un analisi così penso ti possa costare più di 200 ? e non so che risultato puoi ottenere.

    Io farei leva sul serramentista ribadendogli che lui deve dichiarare il valore di U che era stato messo a preventivo
    per il semplice motivo che tu hai pagato per una prestazione da 0,7 e non da 1,3


    domanda .... hai una copia del preventivo da mandarmi ?
    te la guardo senza impegno

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 17 Settembre 2010, alle ore 14:55
    Si certo che ne ho una copia..
    ci avevo pure studiato tanto ai tempi per arrivare ad avere il risultato desiderato.. mannaccia!

    Se mi da la mail gliela mando volentieri!

    ps: ho letto di questa disavventura... viewtopic.php?f=2&t=27301&st=0&sk=t&sd=a&start=5
    e anche da me il venditore ha usato il trucco dell'accendino per mostrari i vetri low..

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Venerdì 17 Settembre 2010, alle ore 18:56
    In quell' occasione mi sono sbagliato perché il trattamento basso emissivo c'era ma era visibile solo con il laser non con l'accendino

    ti ho scritto in pvt

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 20 Settembre 2010, alle ore 08:55
    Le ho inviato tutto via mail. L'ha ricevuto?

    Grazie

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Lunedì 20 Settembre 2010, alle ore 10:08
    Si ho risposto in mail

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 20 Settembre 2010, alle ore 15:48
    Ciao,
    ho appena contattato il negozio e ho fatto presente a voce il problema del doppio antisfondamento.
    Mi hanno risposto che non si può nel mio caso metterlo su entrambi i lati perché si perderebbero le proprietà di trasmittanza termica. E non è possibile metterlo solo dentro perché il basso emissivo non può essere posto all'esterno.
    Ecco perché hanno fatto così.
    Io ho fatto presente che su un forum mi hanno detto il contrario ma loro insistono dicendo che il lavoro è fatto a regola d'arte e che non c'è nulla di "illegale" e che quindi devo stare tranquillo.
    Quindi sono "del gatto"?
    Se mi dici cosa devo inoltrargli esattamente via mail glielo scrivo volentieri.

    Grazie

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Settembre 2010, alle ore 09:56
    Un promemoria per chi leggerà questa discussione:

    quando entrate in un negozio e chiedete un prodotto di marca pretendete tutti i valori di trasmittanza, la certificazione RAL e i valori di isolamento acustico per il serramento che andrete a installare. Non fatevi incantare da brochure generiche che alla fine dei conti potete scaricare anche da soli dal web e che non necessariamente corrispondono al prodotto che poi verrà installato.
    Nel caso della marca REHAU pretendete che il negozio appartenga al circuito ufficiale REHAU ITALIA e verificate che effettivamente il serramentista importi i serramenti dalla Germania e non da altri paesi come Polonia o Romania... non c'è nulla di illegale in questo ma non sono garantiti gli alti standard qualitativi.
    Inoltre: se vi forniscono una portafinestra occhio al vetro anti-infortunistico dentro e fuori per l'altezza del primo metro da terra!

    E prima di firmare che l'installazione è stata effettuata a regola d'arte, magari in fretta e furia a fine giornata, prendetevi un'altra mezza giornata per verificare bene lo stato delle finestre: vetri rigati magari anche poco, righe sui telai o ante (se sono in pvc è facile che accada). Verificate se potete che il gas sia effettivamente presente nelle camere (accendete un accendino davanti al vetro e se vedete la fiamma duplicarsi in colore viola scuro il gas dovrebbe essere presente) e che i vetri siano effettivamente a basso emissivo (dovreste vedere un effetto tipo aloni benzina guardando di traverso il vetro) e che effettivamente dove dovrebbe esserci il vetro anti-infortunistico il toc toc al tatto suoni diverso (più duro) rispetto al vetro normale.


    Infine: Se potete per le portefinestre non fate installare la ribalta che obbliga a usare due sole cerniere... fatene mettetere almeno 3 per lato...


    Spero di essere stato utile ai prossimi acquirenti.

    Ciao a tutti

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Martedì 21 Settembre 2010, alle ore 10:23
    Come vedi dal preventivo che ti ho inoltrato è possibile installare il vetro anti sfondamento di sicurezza

    il valore di trasmittanza del vetro nel mio caso cambia da 0,7 a 0,8 perché i canalini del vetro sono più piccoli, inoltre la lastra con trattamento basso emissivo non cambia, il trattamento basso emissivo riflette i raggi infrarossi che provengono dall' interno esattamente come nel disegno posto nella documentazione pdf che ti ho inviato pertanto quello che sostengono non è corretto.

    L'unica cosa che gli si può inoltrare e fargli presente che la normativa uni già citata prevede il vetro di sicurezza o vetro temprato (6-8 mm ) in tutte le vetrate poste a meno di un metro in altezza dal piano di calpestio.

    ecco quanto riportato dal sito della Saint Gobain Glass produttrice dei vetri che ti hanno montato

    Dove essere usato obbligatoriamente nelle vetrature ad altezza d?uomo e comunque a meno di 1 metro dal piano di calpestio, per porte, porte finestre, balaustre e le grandi superfici vetrate per impedire incidenti (ferite e cadute nel vuoto) a seguito di urti accidentali contro il vetro.

    qui il link http://it.saint-gobain-glass.com/b2c/de ... theme=3335

    eventualmente è possibile chiedere info sulla sicurezza a loro in quanto hanno l'accesso alla normativa

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Settembre 2010, alle ore 13:17
    Ho inoltrato la segnalazione alla Saint-Gobain... vediamo se mi rispondono e soprattuto cosa..

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Settembre 2010, alle ore 14:06
    E' vero che non le ha importate dall Germania! Ho riguardato l'etichetta che avevo fotografato apposta alle finestre e la lingua era Rumeno!
    Non ci avevo fatto caso prima....

    Pensa te!

    E bello che diceva che a parità di prodotto con Finstral avrei speso 1000 euro in più minimo...

    E denigrava altri prezzi di concorrenti sullo stesso prodotto dicendo che di sicuro loro importavano dalla Polonia...

  • trytus
    Trytus Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Settembre 2010, alle ore 17:10
    Io ho montato a casa le medesime finestre e, per fortun, non sto avendo problemi (tocchiamo ferro ).
    Rilfettevo, comunque sul come possa essersi verificata questa deformazione e sulle risposte del tuo installatore. Nel mio caso mi venne spiegato che queste finestre sono pre-composte in fabbrica, quindi eventuali modifiche alle cerniere sarebbero impraticabili.

    Forse potrebbero esserci stati degli errori di montaggio.

    Seguirò con attenzione tutte le risposte per scoprire qualcosa di nuovo.

    ciao

    Per cortesia la preghiamo di eliminare il link che ha in firma, grazie....

    Lo staff

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 22 Settembre 2010, alle ore 10:06
    Verifica verifica...
    diciamo che te ne accorgeresti al primo vento forte..
    io sentivo sibilare dal perimetro della finestra.
    Impossibile non accorgersene!

  • irenedurbano
    Irenedurbano Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Settembre 2010, alle ore 10:56
    Ciao ,sono Irene e mi sono appena iscritta.
    In merito al tuo problema direi che la cosa migliore e' quella di far leva sulla professionalita' del fornitore e di lasciare che sia lui a proporti una soluzione per risolvere il problema. Il concetto e' che hai speso una bella cifra per avere un serramento con delle caratteristiche superiori di insonorizzazione ed isolamento termico e il fatto che si imbarchi lasciando passare freddo e rumore e' un difetto che ti deve risolvere. Il fatto che sia ad anta-ribalta non giustifica il difetto perche' in tal caso doveva dirtelo prima all'ordine e tu avresti potuto scegliere di non farla aprire a ribalta. Penso che il problema sia legato anche al materiale utilizzato perche' se fosse stato legno o alluminio non fletterebbero.
    L'aggiunta di alcune cerniere aumenterebbe anche la sicurezza perche' se si imbarca solo con il vento i ladri riuscirebbero facilmente a trovare dei punti deboli .
    Cerca di trovare una quadra con il fornitore perche' andare per vie legali e' una strada lunga e tortuosa e non ne vale la pena.
    Spero di esserti stata utile e di non essermi ripetuta perche' non ho letto tutte le risposte che ti hanno gia' dato.

    Per cortesia la preghiamo di eliminare il link che ha in firma, grazie....

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 27 Settembre 2010, alle ore 09:14
    Ciao,
    non so se hai letto tutta la discussione. Quel problema dello spiffero alla fine me lo sono fatto risolvere facendo aggiungere due spessorini di metallo nel punto centrale del telaio fra muro e telaio per spingere il centro del telaio contro l'anta dove filtrava l'aria. In questo modo il nottolino o funghetto centrale si incastra bene e tiene l'anta pressata.

    Il problema ora sta nel vetro non antiinfortunistico della porta finestra.. quando per legge dovrebbe averlo installato.
    La finestra ha un vetro alto 2 metri ed è basso emissivo sull'interno. Solo sull'esterno è antiinf...

    E questo per legge non è ammissibile.

    Sto pensando a come farglielo capire perché sembra non sentirci!

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Martedì 28 Settembre 2010, alle ore 09:28
    Ciao,
    volevo chiedervi ancora una cosa:
    in questi giorni sta venendo freddo e notavo che la superficie del vetro di tutte le finestre non è "fresca" come pensavo... diciamo che mi pare parecchio freddina. Con trasmittanza 1.0 quando freddo dovrebbe essere il vetro interno di una finestra triplo vetro?

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Martedì 28 Settembre 2010, alle ore 11:00
    Non lo si può dire a priori ma se hai un triplo vetro la trasmittanza di esso deve essere di 0,7


    Quanti gradi hai sulla superficie interna dipendono da più fattori quali T esterna T interna presenza di caloriferi o impianto a pavimento vicini al serramento

    Diciamo che con - 10°C esterni e 20 ° C interni sul vetro dovresti avere non meno di 17°C

    ma come ti ho detto dipende da più fattori

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Martedì 28 Settembre 2010, alle ore 13:48
    Ok.. quindi non è ancora detto che ci sia un'anomalia... può essere solo una mia sensazione...

    questo mi rassicura.

    Invece volevo chiederti riguardo alla normativa UNI 7697:
    si dice che il vetro antinfortunistico (33.1 o 4 temprato) è obbligatorio su entrambi i lati in tutte le superfici vetrate sino ad 1 metro da terra"


    Il vetro 4mm basso emissivo è da considerarsi temprato o no?

    Perché non l'ho ancora capito.
    E questo è un dato fondamentale per poter richiederne la sostituzione con valide motivazioni al mio serramentista...

    Grazie infinite

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Martedì 28 Settembre 2010, alle ore 16:33
    Se un vetro è antisfondamento o temprato questo è ben specificato

    nel tuo caso da quello che ho capito è un comunissimo vetro da 4 mm, questo a mio avviso anche se è un triplo vetro va contro la normativa uni pertanto è conforme.
    Se il serramentista sostiene che è sicuro è suo onere dimostrare ciò che sostiene

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 29 Settembre 2010, alle ore 15:39
    Già peccato che se comincio a "rompergli" poi l'assistenza me la sogno...

    e guarda un po': ieri sera mentre chiudevo la portafinestra ho sentito un "clock" e ora l'anta con la maniglia non chiude più sul lato destro...

    Non ne posso più! E' un calvario...

    Ne aggiustano una e se ne rompe un'altra.........

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 30 Settembre 2010, alle ore 09:30
    Sai cosa ha avuto il coraggio di dirmi il serramentista quando gli ho chiesto di inviarmi nuovamente il tecnico?
    Che sono già 5 gli interventi che ha dovuto fare a casa mia per quella portafinestra e che questa volta è intenzionato ad addebitarmi la chiamata..

    Ti rendi conto?

    Dice che chi gli assicura che non sia io a fare un uso improprio della portafinestra? Che forzo qualcosa o altro?

    E' completamente impazzito e se mi addebita davvero la chiamata mi rivolgerò all'associazione consumatori a questo punto e poi al mio avvocato.

    Ancora mi chiedo perché proprio a me...

  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Giovedì 30 Settembre 2010, alle ore 16:16
    Non capita solo a te te lo posso assicurare, certo la sfortuna non ti aiuta, ma qui ci sono anche altre carenze già sottolineate

  • cirlcirl
    Cirlcirl Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 1 Ottobre 2010, alle ore 14:20
    Proprio sfortuna nera!

  • dave76
    Dave76 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 10 Aprile 2015, alle ore 00:28 - ultima modifica: Venerdì 10 Aprile 2015, all or 00:31
    Buongiorno a tutti,
    ho sostituito tutti i serramenti durante la scorsa estate con nuovi serramenti del famoso marchio qui più volte citato.
    ho riscontrato tutti i problemi in questo furum descritti quali ante o telai imbarcati con evidenti spifferi laterali, dilatazione eccessiva in estate con impossibilità di chiudere o aprire le portefinestre che hanno spifferi anche sulla soglia a causa di maldestri interventi dell installatore, vetrocamere non conformi alle norme di sicurezza dei vetri e con distanziale a bordo freddo che causa condensa lungo il perimetro della lastra interna di vetro.
    anche come qua descritto da altri il venditore/installatore denigrava i prodotti polacchi o di altri paesi dell est ma comunque ha importato dalla romania.
    secondo voi stiamo tutti parlando di un tale che opera per lo più nel basso piemonte o liguria?
    naturalmente dopo 7 mesi non e' stato capace di risolvere nessuno dei problemi evidenziati.
    come avete risolto con il vostro venditore/installatore?
    Saluti.

  • alex.x
    Alex.x Ricerca discussioni per utente Dave76
    Mercoledì 15 Aprile 2015, alle ore 14:30 - ultima modifica: Mercoledì 15 Aprile 2015, all or 14:32
    buongiorno a tutti,
    ho sostituito tutti i serramenti durante la scorsa estate con nuovi serramenti del famoso marchio qui più volte citato.
    ho riscontrato tutti i problemi in questo furum descritti quali ante o telai imbarcati con evidenti spifferi laterali, dilatazione eccessiva in estate con impossibilità di chiudere o aprire le portefinestre che hanno spifferi anche sulla soglia a causa di maldestri interventi dell installatore, vetrocamere non conformi alle norme di sicurezza dei vetri e con distanziale a bordo freddo che causa condensa lungo il perimetro della lastra interna di vetro.
    anche come qua descritto da altri il venditore/installatore denigrava i prodotti polacchi o di altri paesi dell est ma comunque ha importato dalla romania.
    secondo voi stiamo tutti parlando di un tale che opera per lo più nel basso piemonte o liguria?
    naturalmente dopo 7 mesi non e' stato capace di risolvere nessuno dei problemi evidenziati.
    come avete risolto con il vostro venditore/installatore?
    Saluti.
    Diciamo che è un problema comune che riguarda i serramenti in PVC.

    Avendo una struttura fisica molto debole il PVC tende a deformarsi per vari motivi soprattutto dovuti alla posa in opera.

    Termicamente è il serramento più performante ma è anche quello che nasconde più insidie dovuti ai più disparati motivi.

    La posa in opera, le dimensioni, il peso ecc.

    Guardo anche io la pubblicità, seguo le nuove tendenze sul web e non solo, diciamo che è il momento del PVC, si vede e si sente ovunque.

    Bene non è così nessuno dei 3 materiali (Alluminio, Legno, PVC) è superiore all'altro, semplimente uno dei 3 si adatta meglio a esigenze, dimensioni, zone climatiche, ecc.

    Io lo ho imparato dopo 35 anni che vendo e costruisco serramenti, saluti

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img apache7
Buongiorno, sto per comprare un appartamento che è in fase di ultimazione (F4). Esso è un open space (nella piantina di progetto) di 50 mq+ 10 mq di bagni (uno di 6...
apache7 09 Giugno 2020 ore 20:53 9
Img sirovai
Salve a tutti,prima dell'estate vorrei sostituire gli infissi in casa e mi sto muovendo per farmi fare alcuni preventivi (emergenza permettendo).Sostanzialmente devo sostituire 4...
sirovai 07 Aprile 2020 ore 19:40 2
Img stefo75
Buongiorno a tutti, nel mio salone ho una porta finestra (larghezza 160cm) che si affaccia su un terrazzino esterno: sotto la soglia (spazio di circa 1,5 cm) sembrerebbe mancare...
stefo75 26 Marzo 2020 ore 14:50 3
Img aradis
Scusate, se chiedo una cosa di così poco conto, ma mi serve per il mio corso di architettura. L'insegnante ha richiesto di scoprire l'inventore della finestra a bandiera...
aradis 14 Gennaio 2020 ore 18:10 4
Img nuvolabianca
Buongiorno avrei un quesito da porre: nel calcolo degli aeroilluminanti, nel caso di appartamento in casa di ringhiera, con ingresso su cucina-soggiorno da ballatoio, la porta...
nuvolabianca 22 Agosto 2019 ore 14:48 3
Notizie che trattano Domanda sull'utilità di più cerniere su una portafinestra che potrebbero interessarti


Sostituzione Cerniera a Scodellino

Bricolage legno - La cerniera a scodellino è quella più utilizzata per le ante dei mobili di casa, in pochi minuti è possibile sostituirla e registrarla con un semplice cacciavite.

Cerniere per serrature elettriche

Serrature e maniglie - Per un corretto funzionamento di sistemi di controllo degli accessi da remoto, che prevedono serrature elettriche, servono anche cerniere speciali e moderne.

Scegliere la finestra giusta

Infissi Esterni - Tipologie di finestre e serramenti adatti a mansarde e ambienti confinati in abitazioni con tetti a falde inclinate, per maggiore luce e minor ingombro degli spazi.

Cerniere per porte: come sceglierle

Porte interne - Le cerniere per porte vanno scelte nella tipologia, per funzionalità cui assolvono, per colore e veste estetica, rientrando in una logica di finiture adottata.

Ecosostenibilità ed estetica degli infissi

Infissi Esterni - Gli infissi costituiscono parte fondamentale della casa e oltre a garantire funzionalità e isolamento devono soddisfare requisiti di sostenibilità e estetica.

Consigli per il montaggio delle ante prefinite in legno

Bricolage legno - In che modo realizzare il montaggio fai da te di ante prefinite in legno su un telaio rettangolare o quadrato, da utilizzare per cucine in muratura e non solo.

Sedile WC

Bagno - Un sedile wc può essere acquistato anche comodamente da casa, avendo a disposizione una scelta molto più ampia di quella standard che si può trovare, ad esempio, nei centri fai date.

Manutenzione ferramenta infissi

Bricolage legno - Per preservare la ferramenta degli infissi dal degrado è consigliabile eseguire periodicamente specifiche operazioni di pulizia, lubrificazione e regolazione.

Soluzione di cucina con bancone snack e zona pranzo

Cucine moderne - Cucina con bancone snack e tavolo pranzo: soluzione progettuale che prevede la coesistenza armoniosa di entrambi gli elementi in una libera commistione d'arredo
REGISTRATI COME UTENTE
328.177 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//