Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Contratto di appalto - 19175


Apprendistastregone
login
19 Marzo 2008 ore 10:01 12
Buonasera a tutti.
Sto per appaltare il lavoro ad una ditta. Mi ha sottoposto un contratto. Potete darmi un parere?
in alternativa avete una bozza diversa da sottopormi?
Non vedo indicazioni relative ad assicurazioni in caso di danni a terzi da parte loro!

Vi ringrazio anticipatamente e spero mi sappiate supportare come in un altro 3d.


CONTRATTO D?APPALTO
TRA
che in seguito saranno denominati Committente,
ed il sig. , Amministratore Unico dell?impresa con sede in , Via, che in seguito sarà denominato Impresa Appaltatrice

Art. 1 ? Oggetto dell?appalto
Il Committente, come sopra descritto, affida all?impresa i lavori di ristrutturazione dell?immobile sito a , via , piano (), int. , come descritti per esteso nel preventivo di cui si allega copia firmata dalle parti.

Art. 2 ? Contenuto dell?appalto
L?appalto comprende, ove non sia esplicitamente escluso, ogni opera e fornitura occorrenti per consegnare il lavoro, descritto nel preventivo già citato, compiuto a regola d?arte, con impiego di materiali di prima qualità ed operai specializzati.

Art. 3 ? Modalità d?esecuzione
Restano a carico dell?Impresa Appaltatrice tutte le spese inerenti i materiali, trasporti e mano d?opera; mentre restano a carico del Committente le spese per la fornitura dell?energia elettrica ed acqua necessarie all?esecuzione dei lavori

Art. 4 ? Corrispettivo dell?appalto
Il corrispettivo dell?appalto descritto al citato preventivo è stabilito e accettato in ? .,00, esclusa IVA, che il Committente si obbliga a pagare nelle modalità e nei tempi indicati al successivo art. 6.

Art. 5 ? Tempo di esecuzione dei lavori
I lavori in oggetto verranno iniziati entro il 21 aprile c.a. e saranno eseguiti e completati entro e non oltre il 31 luglio c.a. Nell?individuazione del termine per l?ultimazione dei lavori è fatto salvo quanto stabilito nei seguenti art. 6 e 9.

Art. 6 ? Modalità di pagamento
Il pagamento dell?intero corrispettivo verrà ripartito e pagato secondo le seguenti modalità:
10% alla firma della presente
20% inizio lavori;
20% primo stato avanzamento lavori (circa il 30 maggio)
20% secondo stato avanzamento lavori (circa il 30 giugno)
Saldo pari al 30% a fine lavori e collaudo eseguito e consegna dichiarazioni conformità L. 46/90.
I pagamenti dovranno essere effettuati dal Committente entro e non oltre i 5 giorni dalla maturazione delle rispettive scadenze.

Art. 7 ? Norme e regolamenti in materia di lavoro
L?impresa appaltatrice, durante il corso dei lavori, si obbliga a rispettare e a far rispettare tutte le norme, leggi e regolamenti in vigore in materia di prevenzione ed infortuni sul lavoro.

Art. 8 ? Collaudo
I lavori s?intendono terminati quando siano state ultimate le opere commesse, a prescindere dalla rimozione dei mezzi d?opera impiegati. L?impresa appaltatrice ha l?obbligo di dare tempestivamente comunicazione a riguardo, mentre il Committente ha l?onere di procedere al collaudo entro e non oltre 15 giorni.

Art. 9 ? Eventuali lavori integrativi
Ove il Committente dovesse ordinare in corso d?opera lavori non compresi nel citato preventivo, saranno concordati con l?Impresa i relativi costi di esecuzione ed i giorni di proroga per l?ultimazione dei lavori.

Art. 10 ? Lavori non eseguiti
I lavori non eseguiti per richiesta del Committente, saranno detratti dalla contabilità finale.

Art. 11 ? Foro generale
Per tutte le controversie derivanti dall?esecuzione del presente contratto, viene indicato dalle parti quale Foro competente il Foro di .




Letto, confermato e sottoscritto
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 19 Marzo 2008, all or 14:38
    A parte i danni a terzi, io mi accerterei (o meglio, chiederei espressamente) che l'appaltatore si assicuri per i danni diretti, quelli previsti dagli artt. 1667 e 1669. Poi direi che è il caso di prevedere la consegna del DURC (documento unico di regolarità contributiva) alla firma del contratto. Il D.L. lo nomini tu, vero?
    rispondi citando
  • savenic
    Savenic Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Marzo 2008, all or 18:26
    Buonasera a tutti.
    Sto per appaltare il lavoro ad una ditta. Mi ha sottoposto un contratto. Potete darmi un parere?
    in alternativa avete una bozza diversa da sottopormi?
    Non vedo indicazioni relative ad assicurazioni in caso di danni a terzi da parte loro!

    Letto, confermato e sottoscritto

    Secondo me ci vai troppo leggero con un contratto di appalto di quel tipo. Io ho preferito cautelarmi:

    CONTRATTO DI APPALTO PRIVATO PER OPERE RELATIVE A IMMOBILI CIVILI

    Con la presente scrittura privata, fra i Sigg.:
    - .........................., residente in ....................... in via ....................... C.F. ......................., d?ora in avanti denominato ?il committente?;
    - ......................., in qualità di Amministratore della ditta .......................con domicilio fiscale in ......................., in ......................., P. IVA ......................., d?ora in avanti denominato ?l?appaltatore?;

    PREMESSO CHE:

    I. il committente è proprietario dell?immobile sito in ....................... in via ....................... , censito a foglio .... particella ...., su cui intende edificare una nuova costruzione;
    II. lo stesso ha richiesto ed ottenuto dall?Amministrazione Comunale di ....................... , secondo le procedure previste, il permesso a costruire per l?esecuzione delle opere di cui sopra, con concessione edilizia n. ....................... rilasciata in data ....................... ;
    III. l?appaltatore dichiara di disporre di organizzazione propria di mezzi e di personale idoneo all?esecuzione delle opere in oggetto e di osservare tutte le disposizioni in materia edilizia, urbanistica e di sicurezza sul lavoro a cui è tenuto;
    Tutto ciò premesso

    SI CONVIENE

    quanto segue:
    1) Premesse
    Le premesse costituiscono parte integrale del presente contratto.
    2) Oggetto del contratto
    Il committente affida all?appaltatore, che accetta, l'appalto dei lavori di costruzione del grezzo come dettagliatamente descritti nel disciplinare costruttivo e nei grafici di progetto, per l'importo globale di ? ....................... oltre IVA come per legge.
    3) Obblighi dell?appaltatore
    L?appaltatore si obbliga:
     ad eseguire i lavori a perfetta regola d'arte, in conformità al disciplinare costruttivo ed al grafici progettuali che allegati al presente contratto ne formano parte integrante e nel rispetto ed attuazione delle prescrizioni, suggerimenti e ordini che l?architetto ....................... , nella funzione di Direttore dei Lavori, riterrà di dover impartire nel corso dei lavori;
     ad iniziare i lavori entro 30 giorni dalla stipula del seguente contratto;
     ad ultimare i lavori entro e non oltre 120 giorni naturali e consecutivi a partire dal giorno della consegna;
     a non sospendere i lavori, di propria iniziativa, per nessun motivo, neppure in caso di controversia con il Committente, dovendosi dirimere ogni controversia dopo la ultimazione dei lavori stessi;
     ad assumersi il carico:
     degli oneri di sicurezza inerenti l'appalto in parola, sia per quanto attiene alla sicurezza del lavoro sia per le responsabilità civili e penali per danni ai dipendenti, ai collaboratori, agli addetti al controllo, a terzi estranei ai lavori, a cose, materiali e manufatti presenti sul luogo dei lavori, sollevando il committente da ogni responsabilità derivante da inadempienze e inosservanze in merito o da eventi casuali;
     della sorveglianza del cantiere e della sua guardiania;
     ad allontanare dal cantiere personale o ditte sub appaltatrici che per il loro comportamento creano pregiudizio sullo svolgimento e sulla sicurezza del lavoro ad insindacabile giudizio della Direzione Lavori;
     a versare tutte le somme dovute per contributi assicurativi ed assistenziali in favore dei prestatori d'opera;
     ad osservare gli obblighi relativi alla assunzione dei lavoratori ed ai Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro ed agli accordi provinciali;
     a fornire i propri lavoratori, ed obbligarne l?utilizzo, di tutti i dispositivi di protezione individuali idonei alla loro sicurezza e salute nel cantiere, conformi e certificati secondo la legge vigente (D.Lgs. 626/94).
    4) Oneri a carico del committente
    Il committente si fa carico della disponibilità di acqua e di corrente elettrica. Inoltre ad egli spettano gli oneri per eventuale occupazione di spazio pubblico e il controllo di qualità sia delle per le barre di armatura, sia per il conglomerato cementizio.
    5) Variazioni proposte dall?appaltatore e concordate
    L?appaltatore non può apportare variazioni convenute a quanto previsto dal disciplinare costruttivo e dai grafici di progetto, salvo preventiva autorizzazione scritta richiesta al committente e/o alla Direzione Lavori. In caso le modificazioni siano accettate, l?appaltatore non ha diritto a compenso per le variazioni o per le aggiunte (art. 1659 Codice Civile).
    6) Variazioni ordinate dal committente
    Il committente ha diritto di apportare variazioni a quanto previsto dal disciplinare costruttivo e dai grafici di progetto, attraverso una specifica variante scritta da comunicare con congruo anticipo all?appaltatore e, per quanto di competenza, al coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione, purché il loro ammontare non superi un sesto del prezzo complessivo convenuto.
    L?appaltatore ha diritto al compenso per i maggiori lavori preventivamente concordati con il committente per iscritto, anche se il prezzo dell?opera era stato determinato globalmente. I patti così definiti, che devono comprendere le modalità ed i tempi di esecuzione e i termini di pagamento, vengono intesi come parti integrati del presente contratto a far data dalla loro stipula.
    7) Variazioni necessarie
    Qualora successivamente alla stipula del presente contratto e/o durante l?esecuzione dell?opera, in seguito ad eventi sopravvenuti imprevedibili e non imputabili ad alcuna delle parti, sia necessario apportare variazioni a quanto previsto nel presente contratto e nelle sue eventuali modificazioni e/o integrazioni, le parti concordano le variazioni da introdurre ed il correlativo adeguamento del prezzo. Nel caso di mancato accordo si applicherà il prezziario ufficiale delle opere pubbliche della Regione Puglia (Deliberazione della giunta Regionale 6 febbraio 2006, n. 108), ridotto del 10%.
    Direzione tecnica del cantiere
    E' obbligo dell'Appaltatore nominare una persona, professionalmente qualificata, quale Responsabile dell'organizzazione del cantiere e dell'andamento dei lavori (capo cantiere). A tale persona competeranno tutti gli oneri, incombenze e responsabilità relative alla buona conduzione del cantiere e alla perfetta esecuzione dei lavori, ferma restando la responsabilità dell'appaltatore nei confronti del committente. Tale persona prenderà decisioni e assumerà responsabilità in nome o per conto dell'appaltatore; inoltre esclusivamente ad essa compete sia l'onere dell'osservazione delle norme di prevenzione degli infortuni che dell'adozione di tutti i provvedimenti e le cautele atti a garantire, in ogni circostanza, l'incolumità del personale e dei terzi e ad evitare danni di ogni genere a persone e cose.
    9) Controllo sull?esecuzione dei lavori
    Il committente si riserva il diritto di effettuare controlli sulla regolarità dello svolgimento delle lavorazioni ed il relativo avanzamento ai sensi dell'art. 1662 del Codice Civile, fuori dall?orario di lavoro e comunque in presenza del Responsabile di cantiere.
    10) Materiali
    I materiali da impiegare nei lavori saranno tutti rispondenti alle indicazioni della Direzione Lavori e della migliore qualità.
    11) Subappalto
    L?appaltatore non può dare in subappalto né tutto, né in parte l?esecuzione delle opere in oggetto.
    12) Termini di consegna e clausola penale
    Le opere dovranno essere ultimate entro 120 giorni lavorativi dalla data di inizio dei lavori. Dal computo dei giorni utili saranno esclusi quelli in cui le avversità atmosferiche avranno impedito la regolare esecuzione dei lavori, nonché i periodi di sospensione determinata da causa di forza maggiore. Qualora alla data della scadenza l'avanzamento dei lavori fosse in ritardo per fatti addebitabili all'appaltatore, gli sarà intimata l'accelerazione e l'ultimazione degli stessi entro il termine massimo di dieci giorni. Decorso inutilmente tale temine sarà applicata una penale pecuniaria giornaliera nella misura di ? 100,00 (Euro cento/00) al netto dell?IVA, che il committente dedurrà dal saldo dovuto previa comunicazione scritta all?impresa.
    Il committente ha diritto al risarcimento del danno ulteriore, ai sensi dell?art. 1382, comma 1 del Codice Civile;
    13) Prezzo e termini di pagamento
    Il prezzo pattuito a corpo è di ? ....................... (euro ......................./00), oltre all?IVA. Il committente dovrà documentare l?eventuale diritto all?applicazione di aliquota IVA ridotta. Il prezzo verrà corrisposto all?appaltatore come segue:
    Euro ....................... alla sottoscrizione del presente contratto
    Euro ....................... a 60 giorni lavorativi dalla data di inizio dei lavori;
    Euro ....................... a verifica e accettazione dell?opera.
    14) Invariabilità del prezzo pattuito
    Il prezzo pattuito è fisso ed invariabile per qualsiasi motivo, anche in presenza di variazioni dei costi di noli, materiali e manodopera. Tale invariabilità espressamente concordata in deroga a quanto disposto dall?art. 1664 del Codice Civile, rinunciando l?appaltatore a qualsiasi pretesa di revisione del prezzo.
    15) Risoluzione del contratto
    Il contratto si intende risolto di diritto qualora l'appaltatore si renda inadempiente anche ad una sola delle obbligazioni con esso assunte, fatta salva, comunque, ogni ragione di danni a favore del committente. Nel caso di risoluzione del contratto per fatto o colpa dell'appaltatore, spetterà a questi solo il pagamento dei lavori regolarmente eseguiti con l'applicazione del prezziario ufficiale delle opere pubbliche della Regione Puglia (Deliberazione della giunta Regionale 6 febbraio 2006, n. 108) ridotto del 10%, restando salvo il diritto del Committente al risarcimento di ogni danno o maggiore onere subiti o consequenziali. Nel momento in cui il Committente, a norma dell'art. 1456 Codice Civile, dichiarerà di avvalersi della clausola risolutiva espressa, l'appaltatore sarà tenuto alla immediata riconsegna dei lavori e dei luoghi nello stato in cui si trovano.
    16) Verifica e accettazione dell?opera
    La verifica e l?accettazione dell?opera sarà eseguita solo dopo l'esito positivo del collaudo che inizierà entro 15gg dalla data di ultimazione dei lavori e dovrà essere ultimata entro 15gg dal suo inizio.
    17) Garanzia per difformità e vizi d?opera
    L'appaltatore garantisce tutti i lavori per una durata di dieci anni a partire dalla data del verbale di ultimazione dei lavori. In particolare, l'appaltatore si impegna a ripristinare a propria cura e spese tutti i lavori che nel periodo di garanzia dovessero manifestare gravi difetti (art. 1669 Codice Civile).
    18) Dichiarazione dell?appaltatore
    L'appaltatore dichiara di avere preso esatta visione e conoscenza dei luoghi, di aver esattamente esaminato le condizioni locali in genere, la via di accesso al cantiere, il suolo e gli spazi disponibili, tutte le difficoltà inerenti al lavoro ed alle condizioni particolari in cui esso dovrà essere eseguito, senza turbare l'attività dei confidanti e dei vicini. Pertanto, l'appaltatore dichiara di essersi reso edotto di tutte le condizioni e circostanze che hanno influenza sullo svolgimento del lavoro e sul costo relativo, per cui nella formulazione del prezzo ha tenuto conto di tutte le circostanze di fatto e contingenti sopra accennate, rinunciando quindi ad ogni pretesa o riserva a tale proposito.
    19) Spese contrattuali
    L'imposta di registro, con le eventuali sovrimposte e multe, graverà sulla parte che, con il suo comportamento, avrà reso necessaria la registrazione del presente contratto.
    20) Rinvio alla legislazione vigente
    Per quanto non espressamente previsto dal presente contratto, si applicano le disposizioni normative vigenti.
    21) Risoluzioni delle controversie
    In caso di controversia le parti rinunciano all'azione legale e convengono ricorrere ad un collegio Arbitrale i cui membri saranno nominati uno da ciascuna delle parti ed un altro con funzione di presidente nominato unanimemente dagli arbitri come sopra designati o in caso di disaccordo, su istanza anche di una sola delle parti da un esperto nominato dalla Camera di Commercio di ....................... . Il collegio funzionerà con poteri di amichevole composizione e provvederà anche in merito alle spese e competenze spettanti agli arbitri medesimi.

    Il presente contratto composto di n. 5 fogli, ciascuno scritto su una sola facciata. Ad esso sono allegati e ne formano parte integrante:
    - il disciplinare costruttivo
    - i grafici progettuali

    Dopo attenta lettura le parti dichiarano di accettare le condizioni e i patti sopra descritti e, riconosciuto il contratto conforme alle loro volontà, Io sottoscrivono

    ....................... , lì .......................
    Il committente L?appaltatore
    ??????????.. ??????????..

    22) Approvazione specifica
    Si approvano specificatamente ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 c.c., le parti dichiarano di approvare espressamente le clausole 3 (Obblighi dell?appaltatore), 6 (Variazioni ordinate dal committente), 7 (Variazioni necessarie), 12 (Termini di consegna e clausola penale), 14 (Invariabilità del prezzo pattuito), 15 (Risoluzione del contratto ), 17 (Garanzia per difformità e vizi d?opera), 18 (Dichiarazione dell?appaltatore) e 21 (Risoluzioni delle controversie).

    Il committente L?appaltatore
    ??????????.. ??????????..


    Il contratto è un regolamento e come tale meglio se dettagliato, perché quando poi succedono imprevisti, accade il solito scarica barile.
    Forse mi sbaglio, ma.... a pensare male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca.
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Marzo 2008, all or 19:57
    Credo che in questi casi ci sia bisogno di un professionista (normalmente un geometra)di fiducia che ti aiuta a fare i contratti d'appalto,che nomina il responsabile alla sicurezza che indichi il capocantiere ,se non conosci che ti aiuti a trovare tutte le ditte necessarie idraulico elettricista falegname piastrellista ecc ecc non so cosa devi fare ma in due mesi solari non è che ristrutturi poi molto,ci sono anche parecchie feste nel mezzo oltre a sab e dom che non si considerano lavorativi ,occhio coi tempi se non puoi entrare in casa ci sono le penali ma dormi fuori è giusto che tu faccia l'appalto anzi doveroso ricordati che il primo responsabile del cantiere è il proprietario ,detto questo buonapasqua
    rispondi citando
  • marco.
    Marco. Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Marzo 2008, all or 22:37
    Completo il contratto di Savenic soprattutto a livello di sicurezza sul cantiere, tema molto importante che prevede sanzioni civili e penali anche per il committente

    sarebbe consigliabile nominare subito la DL ed incaricare questa per la stesura del contratto e soprattutto occorre allegare al contratto un capitolato ed un computo metrico, obbligatorio anche nominare il Coordinatore della sicurezza, non risparmiare mai sui tecnici, l'importante è che non siano "amici" dell'impresa
    rispondi citando
  • apprendistastregone
    Apprendistastregone Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 31 Marzo 2008, all or 15:58
    Ciao a tutti e grazie.
    Scusate, ma sono stato furoi italia per lavoro e non ho avuto modo di vedere forum.
    Vorrei fare e chiedere due precisazioni:
    1) non si tratta di una nuova costruzione, ma di una ristrutturazione ( con spostamento di tramezzi ecc)
    2)Il direttore lavori deve essere necessariamente un architetto o una qualunque persona?

    Grazie siete gentilissimi
    rispondi citando
  • marco.
    Marco. Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 31 Marzo 2008, all or 21:40
    2)Il direttore lavori deve essere necessariamente un architetto o una qualunque persona?


    non una qualunque persona.... geometra o architetto o ingegnere regolarmente iscritti al proprio albo
    rispondi citando
  • info@edilart.net
    Info@edilart.net Ricerca discussioni per utenteEdilart Srl
    Lunedì 31 Marzo 2008, all or 22:15
    Scusa la domanda ma se sposti tramezzi avrai fatto una DIA, quindi chi si è occupato delle pratiche ( un tecnico abilitato ) deve pretendere il DURC prima dell'inizio dei lavori e non può fare il fine lavori se non gli viene presentato l'ultimo DURC in regola. Un pò di chiarezza su questo DURC.....nessuno lo chiede all'impresa perché hai preso un tecnico scellerato e tu non ne sai nulla......finisci i lavori e un dipendente dell'impresa fa causa per contributi non versati all'impresa che in cattive acque chiude battenti.......paghi tu e tutti i committenti interessati del periodo....ma te la sei cavata con poche migliaia di euro.....muore o rimane invalido un'operaio durante i lavori l'impresa in cattive acque chiude battenti e tu non hai chiesto il DURC ....sei finito!!! Quindi presi in condsiderazione tutti gli aspetti contrattuali che ti possono evitare grane in caso di discussioni con l'impresa, metti al primo posto la regolarità dei pagamenti della stessa verso i dipendenti inail inps cassa edile dimostrabili attraverso il DURC
    rispondi citando
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Martedì 1 Aprile 2008, all or 09:47
    Ritengo anch'io quanto mai opportuno evidenziare il rilievo della regolarità contributiva, fosse anche ai fini d'una semplice ristrutturazione. Vi segnalo, a chi volesse approfondire il tema, che se ne parlerà sul prossimo numero della Rivista www.greenlex.it
    rispondi citando
  • marco.
    Marco. Ricerca discussioni per utente
    Martedì 1 Aprile 2008, all or 22:28
    Il tecnico che ha redatto la DIA non ha obbligo di richiedere il DURC, l'obbligo lo ha l'ufficio tecnico comunale, c'è una circolare susseguente alla Legge Biagi che lo spiega chiaramente

    Il DURC dimostra che l'impresa ha pagato regolarmente i contributi ai dipendenti (ma non dimostra che ha tutti gli operai in regola), è molto più utile accertarsi che gli operai in cantiere siano in regola guardando sul libro matricole ed anche consigliabile dare un'occhiata al libro infortuni che tra le altre cose è necessario siano presenti in copia in cantiere, se l'opera è di un certo rilievo o se ci sono lavorazioni pericolose sarà necessario incaricare un coordinatore della sicurezza (Dlgs 494/96)
    rispondi citando
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 2 Aprile 2008, all or 10:37
    Aggiungo (perché il tutto si ricollega al tema del DURC) che, qualora nella DIA s'indichi un'impresa esecutrice differente da quella che li eseguirà in seguito, che la fattispecie integra il reato di cui agli articoli 481/483 c.p.c. (il primo per il progettista, il secondo per il committente), ossia 'false dichiarazioni del privato nei confronti della pubblica amministrazione'.
    rispondi citando
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 14 Aprile 2008, all or 10:54
    Come preannunciato, sul numero di aprile di www.greenlex.it si parla di regolarità contributiva negli appalti
    rispondi citando
  • partenone
    Partenone Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Gennaio 2009, all or 09:32
    Ho inserito nel mio contratto d'appalto questo passaggio :
    14) Invariabilità del prezzo pattuito
    Il prezzo pattuito è fisso ed invariabile per qualsiasi motivo, anche in presenza di variazioni dei costi di noli, materiali e manodopera.
    ma la ditta appaltatrice me lo ha contestato come cosa illegale ed eccessivamente penalizzante nei suoi confronti. Tengo a precisare che questa ditta deve farmi le tamponature per mq. 390 intonaco esterno e pitturazione ed ha preteso 130 giorni per completare il tutto escluso gg pioggia ect.
    Ringrazio anticipatamente chi mi darà delucidazioni in merito.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img massimilianorusso
Salve, sto valutando di sostituire i miei infissi in legno abbastanza anzianotti e dirottare sul PVC (triplo vetro). Mi hanno proposto, ad un prezzo accettabile, un profilo...
massimilianorusso 27 Ottobre 2020 ore 22:27 3
Img mandan
Buongiorno, 10 anni fa ho acquistato casa e ristrutturato il terrazzo sostituendo il pavimento esistente con chianche di corigliano nuove. Ovviamente sotto è stato posato...
mandan 27 Ottobre 2020 ore 18:54 3
Img biosdi
Buongiorno a tutti. Devo ristrutturare una casa appena acquistata. È un attico con terrazza a 360 gradi. Due lati della terrazza sono i più "interessanti": uno...
biosdi 27 Ottobre 2020 ore 15:47 2
Img bociao
Salve, ho trovato questa mattina questo oggetto sul tetto della mia casa e oggi pomeriggio non c'era più.Suppongo sia stato messo con un drone, visto che le chiavi della...
bociao 27 Ottobre 2020 ore 15:18 1
Img taniaroca
Per dividere meglio casa, per la creazione di due stanzette per bambini, stavamo valutando di spostare e quindi creare un nuovo ambiente cucina nella cameretta 1 ho bisogno del...
taniaroca 27 Ottobre 2020 ore 12:44 3
REGISTRATI COME UTENTE
318.451 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//