Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2011-10-17 11:24:12

Contestazione al direttore dei lavori


Smelchio
login
12 Ottobre 2011 ore 16:50 13
Buongiorno, sono nuovo nel Forum.
Avrei bisogno, se possibile, di sapere sulle contestazioni al Direttore dei Lavori.
Mi spiego meglio. Sono Progettista e Direttore Lavori di una straordinaria manutenzione mediante tinteggiatura esterna di una palazzina condominiale. I condomini, dopo 3 mesi dal Fine Lavori, mi hanno fatto pervenire una lettera tramite l'amministratore in cui vogliono contestare alcuni lavori dell'impresa che io non avrei loro segnalato.
Mi è stato accennato (perché ancora non ho l'elenco dei vizi che vorrebbero contestare) che ci sarebbero alcuni lavori non contenuti nel Computo Metrico (da loro firmato) che non potevo non vedere (?) A me risulta strano. Mi posso essere sbagliato e mi possono essere sfuggite alcune cose.
Mi domando se e come devo rispondere di questi eventuali interventi di cui non mi sono accorto ma che non risultano nel Computo Metrico da loro firmato. Sono responsabile solo di quello scritto nel Computo Metrico o anche di altro?

Grazie
  • toplevel
    Toplevel Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 13 Ottobre 2011, alle ore 07:43
    A sensazione credo che ci sia qualche condomino che cerca il pelo nell'uovo per creare un contenzioso.
    se ne accorgono dopo 3 mesi? significa che finora sono stati in ferie o cosa?
    in generale la Dl deve rispettare quanto previsto nel computo metrico; i lavori extra debbono necessariamente essere preventivamente concordati ed approvati dall'assemblea, pena la possibilità di non essere pagati.
    purtroppo è così, gli eventuali "aggiustamenti" in corso d'opera devono essere scritti e approvati PRIMA dell'applicazione degli stessi, diversamente difficile farsi pagare.
    inutile dire che il condominio cercherà di non pagare l'intera opera fin qui svolta attaccandosi a "cavilli".
    facci sapere il prosieguo o le esatte contestazioni fuori computo.
    come DL e fiduciario del committente deve curare la corretta esecuzione di quanto concordato in assemblea, non oltre.

  • consulente
    Consulente Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 13 Ottobre 2011, alle ore 08:14
    Il fatto che abbiano firmato il computo non esula da certe responsabilità soggettive.
    Con l'affidamento dell'incarico, si dà mandato ad un professionista di progettare e dirigere dei lavori che, come fine, hanno il raggiungimento di un determinato scopo.
    In questo caso i lavori riguardavano il ripristino di un facciata mediante un intervento e di cui la fattibilità (parziale o totale), doveva essere valutata dal progettista (se visibile) e dal D.L. per cause manifestate a seguito dei lavori.
    In ordine al primo punto, vi sarebbe molto da dire in quanto, se in teoria è necessario eseguire un dettagliato stato di fatto, nella pratica il tutto deve essere commisurato al tipo di intervento richiesto.
    Ad esempio, se devo tinteggiare una parete, devo valutare la stabilità del fondo ma non eseguire uno studio stratigrafico dell'intonaco.
    Diverso il discorso se, in sede di lavori, il frontalino (o porzione di parete) posto a 20 ml di altezza (all'apparenza in ottimo stato e senza nessuna crepa o distacco parziale dell'intonaco) risulta con il fondo scollato e quindi suscettibile a crollo.
    In questo caso la D.L. deve provvedere al ripristino del fondo informando la Committenza o l'Amministratore di Condominio.
    Attenzione, questo passaggio è importante in quanto lo stato del fondo non è una condizione estranea alla corretta esecuzione delle opere ma rientra in maniera intrinseca nella stabilità e funzionalità estetica della parete.
    In seguito, spetta al Committente di reperire i fondi necessari.
    In questi ambiti si colloca anche il caso in cui l'importo dei lavori sia maggiore rispetto a quello preventivato.
    Ora nel suo caso occorre vedere quali siano le motivazioni e comunque le suggerisco di esporre il tutto ad un Legale.

  • smelchio
    Smelchio Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 13 Ottobre 2011, alle ore 08:22
    Grazie per le risposte che considero molto utili.

    Tutto il lavoro extra è stato conteggiato, fatto approvare dai condomini e poi eseguito.
    Quello che vorrebbero contestare all'impresa (tirando in ballo anche il sottoscritto) è la qualità di alcuni lavori fatti. Devono versare all'impresa le ultime due rate e le hanno bloccate per questo.
    E' una situazione strana in cui non mi sono mai trovato, per questo sono in difficoltà.

    Tutti i lavori conteggiati nel computo metrico sono stati eseguiti. In cantiere, durante i lavori, i condomini andavano dall'impresa a dire che volevano facesse altri lavori perché anche se non conteggiati era evidente che dovevano essere fatti. L'impresa ha spesso accontentato i condomini pur di proseguire nei lavori ... quando andavo in cantiere mi trovavo con i lavori già realizzati ...

    I rapporti si sono un pò incrinati per queste insistenze dei condomini .... non sò se questo muro contro muro tra impresa e condomini ha portato a questa situazione ...

    A giorni dobbiamo incontrarci in cantiere (l'amministratore, i condomini, l'impresa e il sottoscritto D.L.) per vedere i vizi contestati ....

  • consulente
    Consulente Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 13 Ottobre 2011, alle ore 08:44
    Se i lavori extra erano già stati concordati, la situazione allora si pone su un piano diverso.
    Innanzitutto si può contestare solo quello che rientra nel mandato e non quello del ripristino di opere non condominiali.
    A questo punto se Lei ritiene che i lavori siano stati eseguiti a perfetta regola d'arte, deve essere il Condominio a contestare questi lavori avvalendosi non del tuttologo di turno ma di una perizia tecnica.
    In questo modo il problema si sposta in un ambito professionale dove si potrà dialogare su basi tecniche e non su semplici supposizioni.
    L'unico appunto riguarda l'esecuzione dei lavori fatti a sua insaputa.
    In quel caso doveva prendere provvedimenti nei confronti dell'impresa, informando l'Amministratore, e far rientrare il tutto all'interno della sua prestazione professionale.

  • smelchio
    Smelchio Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 13 Ottobre 2011, alle ore 09:17
    Grazie tante per la risposta.

    Mi consiglia di consultare un legale? Per meglio capire la situazione?

    Mi interessa sempre che il lavoro sia svolto nel miglior modo possibile e ci metto l'anima per farlo. Quando succedono cose simili mi trovo spiazzato e vado a ritroso con la mente a capire dove posso aver sbagliato ... a volte mi si annoda il cervello a forza di pensare ...

    Tra l'altro uno dei condomini è un mio vecchio amico. E' lui che mi ha chiamato per fare i lavori e mi ha presentato ai condomini ... che hanno accettato di affidarmi l'incarico firmando tutti la lettera d'incarico ...

  • consulente
    Consulente Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 13 Ottobre 2011, alle ore 09:51
    Mi fa piacere che ha accolto positivamente i miei suggerimenti.
    Il ricorso al Legale penso che sia una conseguenza (attualmente) puramente precauzionale.
    Importante e fondamentale è invece il confronto con l'altra parte.
    Io al suo posto, in sede di sopralluogo, pretenderei anche la presenza di un tecnico (di fiducia di chi contesta) teso ad avvalorare queste tesi.
    Solo mantenendo un profilo altamente professionale e gestendo la faccenda con estrema calma fornendo risposte non estemporanee ma piuttosto ragionate, magari con la consulenza legale, avrà più frecce al suo arco.
    Mi faccia sapere anche con messaggio MP l'esito della questione.

    Saluti

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 13 Ottobre 2011, alle ore 11:07
    Buongiorno. Mi complimento per il quesito e le risposte, senz'altro entrambi istruttivi.

  • toplevel
    Toplevel Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 13 Ottobre 2011, alle ore 11:31
    C'è poco da aggiungere vero nabor?

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 14 Ottobre 2011, alle ore 18:04
    Aggiungerei solo la classica raccomandazione, ossia di rivolgersi ad uno specialista.

  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 14 Ottobre 2011, alle ore 23:21
    Ogni scusa è buona per contestare i lavori,l'unica pecca che hai fatto è la direzione lavori non perfetta,non ti sei accorto delle modifiche questo vuol dire che non eri presente a dirigere i lavori ,se devi andare a ritroso con la mente per capire indica che non hai scritto giornalmente tutto quello che accadeva,diversamente è scritto si fa presto a capire,sicuramente hai lavorato in buona fede ma non interessa ai condomini ,cercano solo di non pagarti

  • smelchio
    Smelchio Ricerca discussioni per utente
    Domenica 16 Ottobre 2011, alle ore 18:59
    In realtà sono stato in cantiere tutti i giorni e ho un giornale di cantiere in cui ho scritto tutti i giorni. Inoltre ho le fotografie dei lavori di ogni giorno lavorativo. Ho scattato circa 500 fotografie delle giornate lavorative, in alta definizione....

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Domenica 16 Ottobre 2011, alle ore 20:33
    Io mi preoccuperei relativamente, comunque, in quanto l'onere della prova, circa i lavori extracapitolato, grava sull'appaltatore.

  • steno2
    Steno2 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 17 Ottobre 2011, alle ore 11:24
    Beh, se il problema è solo della qualità di alcuni lavori, il problema è di chi li ha fatti, senza dimenticare che oro ed ottone si somigliano ma hanno valore diverso.
    Secondo il mio modestissimo parere, l'errore è stato quello della ditta, che ha fatto lavori senza prima attendere "il giro di carte", tra te ed i condomini.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img misssmara
Buongiorno,mi chiamo Mara, sto valutando l'acquisto di una casa in un contesto di corte.La mappa catastale indica la parte di cortile antistante la casa in questione come AREA DI...
misssmara 13 Maggio 2021 ore 11:20 2
Img robi77
Nel mio terreno di proprietà (guaio) si è verificata una frana, a 5-40 mt dalla casa di residenza. - Sapete se posso fruire di detrazioni o sconto in fattura per...
robi77 13 Maggio 2021 ore 02:22 2
Img raffaella pacini
Buonasera,avrei bisogno di info riguardo all'installazione di un nuovo impianto di riscaldamento in una casa nel centro storico, per ora ho soltanto una stufa a legna e un...
raffaella pacini 12 Maggio 2021 ore 23:57 2
Img grazianomercante
Buongiorno, vorrei sostituire la mia caldaia con una pompa di calore, probabilmente ibrida, utilizzando le agevolazioni proposte dal decreto "Superbonus 110%". Vorrei sapere se il...
grazianomercante 12 Maggio 2021 ore 19:02 8
Img aldo56a
Buongiorno,cortesemente, vorrei chiedere se, per usufruire del bonus ristrutturazioni 50% per il rifacimento di una facciata sia necessario rispettare determinati requisiti...
aldo56a 12 Maggio 2021 ore 18:40 2
REGISTRATI COME UTENTE
329.139 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//