Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Come misurare lo stato delle batterie che abbiamo in casa


Andreajb
login
05 Giugno 2008 ore 17:05 4
Gentili utenti,
vorrei porvi un quesito.
In casa utilizziamo tutti quanti una grande quantità di pile silo, ministilo etc.
Sarà capitato a tutti la situazione in cui non si conosce se stiamo buttando delle pile effettivamente scariche. Oppure in commercio vi sono una grande varietà di marche e molte volte ho notato che alcune funzionano meglio di altre.

Vorrei sapere come posso misurare lo stato delle pile. Attualmente dispogo di un multimetro digitale, che mi è stato imprestato, ma non so utilizzarlo.
Qualcuno sa darmi qualche consiglio. Un mio amico vede se le pile sono cariche servendosi di una torcia elettrica. A seconda dell'intensità di luce vede se sono cariche. Mi interesserebbe una metodica un po più "scientifica".
graziea.
  • stefan
    Stefan Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 5 Giugno 2008, all or 19:02
    Come argomento direi che siamo totalmente OT...
    Con un multimetro, magari digitale, non misuri la carica di una batteria. Questo perché la sua impedenza interna è molto alta, circa 10 MOhm (20-40 KOhm a lancetta), quindi anche se la batteria non è in grado di fornire una corrente (ampere) sufficiente, la tensione in V può essere anche quella nominale, ma appena colleghi un carico vedrai che si abbassa bruscamente.
    Il metodo empirico del tuo amico è giusto, infatti misura la tensione (visivamente con l'intensità della luce) contestualmente al collegamento di un carico (lampadina).
    Quindi il metodo giusto è quello di misurare la tensione con il multimetro, ma sotto carico (ovviamente adeguato, non eccessivo).
    rispondi citando
  • andreajb
    Andreajb Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 5 Giugno 2008, all or 22:08
    Ciao, grazie per la risposta.
    Pensi che sia effetivamene un argomento fuori tema? Mah? Non saprei. Non c'è attività svolta in casa che non si servi di corrente eletrica. Se provassi a calcolare quanto incide la spesa elettrica(solo pile e accumulatori vari sparsi per casa) vedrei che rappresenta una percentuale non piccola nel computo delle spese per la mantenzione della casa.
    Non l'ho credi? Forse è qualcosa che non lo avvertiamo, visto che ci basta inserire la spina nella presa per avere carico telefono, trapano, aspirapolvere, cellulare etc.
    Comunque riitornando all'argomento, se non ho capito male dovrei misurare il volt della pila quando questa è inserita nell'apparecchio!
    Pensavo però di poter misurare gli ampere visto che in commercio le ricaricabili vengono vendute rimarcando questo valore cone discriminante da pila a pila.
    Come scrivevo prima non sono per niente pratico di elettricità.
    Comunque ti ringrazio.
    rispondi citando
  • emanet
    Emanet Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 6 Giugno 2008, all or 06:46
    Prenditi delle pile ricaricabili
    rispondi citando
  • stefan
    Stefan Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 6 Giugno 2008, all or 16:55
    La capacità di una batteria si misura in amper/ora. 1200 milliamper/ora, significa che collegando un carico da 1.2 A, la batteria fornirà la tensione nominale per un'ora (in teoria).

    Se hai un pacco batterie da 24 Volt 1200mA/H e un carico resistivo da 20 Ohm, la corrente che scorre è 1,2 A (24 V diviso 20 Ohm), quindi il tuo pacco batterie pr un ora fornirà 24 V....

    io tutte queste batterie non le uso, cellulare, tlc TV e poco altro
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img kilgoretrout
Buongiorno, mi accingo a ristrutturare un appartamento anni 60, non abitato da circa 10 anni. Questo appartamento aveva un riscaldamento centralizzato con un'altra unità,...
kilgoretrout 31 Ottobre 2020 ore 23:05 3
Img lucachinellato
Buonasera, mi sono affidato ad un professionista per usufruire del recupero economico tramite ristrutturazione.I lavori sono inerenti il rifacimento del marciapiede perimetrale...
lucachinellato 31 Ottobre 2020 ore 19:09 2
Img ruri
Buonasera, abito nel comune di Roma in una villetta quadrifamiliare con un muro che affaccia sulla strada pubblica e un altro affaccio su una stradina privata dove attualmente non...
ruri 31 Ottobre 2020 ore 18:28 3
Img ultegra85
Buongiorno a tutti, abito da molti anni in un appartamento di mia proprietà all'interno di una casa dove sopra e sotto di me vivono persone e dove c'è un altro...
ultegra85 31 Ottobre 2020 ore 18:24 2
Img gennaritos
Salve a tutti. Da circa 1 anno mi sono trasferito in una palazzina anni 80 al secondo piano.Non ho nessun problema con i vicini. Sono persone per bene e abbastanza silenziose.Da...
gennaritos 31 Ottobre 2020 ore 18:16 5
REGISTRATI COME UTENTE
318.643 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//