Celenit sul tetto


Salve a tutti,
volevo chiedervi cosa ne pensate del pacchetto TETTO BIOLOGICO della Celenit.
Io vorrei utilizzarlo sulla copertura in legno in fase di montaggio, nello specifico il pacchetto e composto da un pannello CELENIT N da 20 mm poi un CELENIT FL 150 da 60 mm poi CELENIT N da30 mm e uno stratto di TYVEK® ENERCORTM COPERTURE, il tutto da completare con il sistema ventilato dell'AERCOPPO.
Oppure mi conviene uttilizzare il telo vapore + polistirene da 80 mm +TYVEK® ENERCORTM COPERTURE + sistema ventilato.
Grazie
SALVATORE
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 27 Aprile 2007, alle ore 06:40
    Per Cagliari un pò eccessivo.
    Cosa hai nel sottotetto, sarà abitabile o è la classica soffitta.
    Cosa metti sopra tegole o altro, ricorda che a Cagliari il problema non è isolare per l'inverno, ma trovare una soluzione ottimale per l'estate.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 27 Aprile 2007, alle ore 11:58
    Avevo dimenticato,si sarà abbitabile ci sono le camere da letto,poi sopra metterò le tegole tipo sardo con il sistema ventilato del www.AERCOPPO.it
    Cosa mi potresti consigliare in alternativa
    Grazie
    rispondi citando
  • torpedine
    Torpedine Ricerca discussioni per utente
    Sabato 28 Aprile 2007, alle ore 15:54
    Metterò le tegole tipo sardo con il sistema ventilato del www.AERCOPPO.it

    Anche io sono interessato a ventilare il tetto e la soluzione aercoppo mi sembra semplice. Purtroppo ho le tegole marsigliesi che non avrebbero bisogno di esser sostituite: ci sono prodotti simili anche per le tegole marsigliesi?

    Grazie.
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Sabato 28 Aprile 2007, alle ore 17:54
    Sotto il TYVEK devi mettere l'OSB al posto del Celenit N perchè l'N non sopporterebbe a compressione i piedi degli appoggi dell'Aercoppo.
    Il pacchetto ha comunque una massa molto bassa e tenuto conto che le tegole hanno poca malta ho paura che risentirai dell'effetto baracca.
    Cosa intendi per copertura in legno?
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Sabato 28 Aprile 2007, alle ore 20:45
    Mi spiego meglio il tetto sarà in legno composto da travi 12x22 piu tavolato da 25mm.Poi aiutatemi voi non so cosa metterci sopra per non spendere molto ,ora ho visto anche i pannelli dell'edilmoderna sistema ventilato in eps accopiato con osb,puo essere una soluzione valida?
    Anzi chiedo a dotting,Tu cosa metteresti come isolante lo faresti ventilato o no ,l'abbitazione si trova in prov. Cagliari,tenendo conto che non voglio rinunciare alle tegole sarde?La soluzione aercoppo la trovi valida?
    Chiedo scusa per le troppe domande ma ho in testa una gran confusione,i pacchetti offerti dai vari installatori non mi convincono anche perche chiedono delle cifre esorbitanti.
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Sabato 28 Aprile 2007, alle ore 22:54
    La soluzione ottimale l'hai trovata da te.
    Sopra il tavolato pannello ventilato di Flussio, con EPS 150 perchè lo devi caricare con le tegole, se puoi vedi di aumentare lo spessore il minimo che forniscono è 50 mm, vedi se riesci a mettere un 80 mm.
    Oppure se puoi spendere qualche cosina in più metti sopra il tavolato un celenit N da 30 mm. per dare un pò di inerzia termica al pacchetto e lasci il pannello ventilato OSB da 50 mm.
    Sopra l'OSB lo Tyvek.
    Devi ventilare nel modo più assoluto in zona C in Sardegna.
    La soluzione Aercoppo non va bene con le tegole sarde, sono troppo fragili.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Domenica 29 Aprile 2007, alle ore 09:24
    Grazie ,dotting ho appena visionato i pannelli li fanno anche con spessore 60 mm,come camera ventilazione devo prendere quella da 60 giusto.
    Se utilizzo il pannello eps da 60 mm il celenit N puo andare bene anche con spessore da 20 o 25 mm,dovrò utilizzare il telo barriera vapore tra il tavolato e il celenit N,o è sufficiente il solo pannello ,sopra l'OSB il Tyvek non la classica tela catrammata che utilizzano tutti.(io odio la tela catrammata ho sempre pensato che l'effetto per la casa sia quello di una busta in testa,tratterebbe l' umidità o sbaglio)
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Domenica 29 Aprile 2007, alle ore 14:03
    Ti confermo esattamente quello che ti ho già detto, Celenit N da 30 se puoi spendere una cosina in più.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Domenica 29 Aprile 2007, alle ore 18:33
    Grazie per il consiglio dotting,metterò anche il celenit da 30 mm,chiedo scusa se son ripettitivo ma allora non utilizzo nessuna barriera vapore tra tavolato e celenit dove andrò a poggiare i pannelli di flussio e il TYVEC lo metto solo sopra l'osb.
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Domenica 29 Aprile 2007, alle ore 19:19
    Il Tyvek lo devi mettere sopra il Celenit N da 30 mm e sotto lo strato EPSventilato+OSb, con la parte in alluminio rivolta verso l'EPS.
    In effetti avevo sbagliato dimenticando che la ventilazione non è sotto i coppi, ma è sull'EPS, quindi il Tyvek che riflette il calore grazie allo strato di alluminio lo deve disperdere trovando nello strato immediatamente superiore la ventilazione.
    Ricordati comunque che qualunque sistema isolante possa adottare in un sottotetto, devi installare un sistema di espulsione dell'aria calda che dalla tromba delle scale sale verso il sottotetto.
    La soluzione più semplice è quella di aprire un foro in alto sulla parete e di installare un estrattore d'aria con motore a 12 V. in cc alimentato da un pannellino fotovoltaico.
    Devi individuare nella casa un punto relativamente fresco, dove praticare un foro per immettere aria in comunicazione diretta con il localedove hai praticato il foro in alto.
    In questo modo il sistema è completamente automatico e in estate si mette in funzione solo quando c'è sole, d'inverno stacchi i fili.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Domenica 29 Aprile 2007, alle ore 20:13
    Grazie per l'ennesimo consiglio sull'estrazione dell'aria calda,non ci avevo pensato . Altro quesito visto il prezzo del TYVEC con stratto superiore in alluminio posso sostituirlo con il piu accesibile TYVEK® UNIVERSAL PRIMO CON TAPE ,o non è altretanto valido?HO dovrei anche cambiare posizione del TYVEC in questo caso?
    Se non ho capito male allora dovrò cementare le tegole direttamente sull'osb senza alcuna guaina.
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Aprile 2007, alle ore 16:55
    Quel tipo di Tyvek ha l'alluminio e il suo rendimento è ottimale per quel motivo, non mi sembra che quello che hai indicato abbia alluminio.
    sotto le tegole puoi mettere un più economico tessuto non tessuto con strato impermeabile, se proprio qualche tegola dovesse avere problemi.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Aprile 2007, alle ore 17:10
    OK seguirò i tuoi consigli,ti ringrazio per la pazienza
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Martedì 1 Maggio 2007, alle ore 09:28
    X dotting ,mi hanno proposto anche il pacchetto ventilato sardategole,volevo sapere cosa ne pensi,e da preferire la soluzione flussio o sardategole? La pendenza del tetto come minimo quanto dovrebbe essere per avere un buon ventilato(20/25 % potrebbe andar bene)?
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Martedì 1 Maggio 2007, alle ore 09:58
    In generale queste soluzioni si applicano sopra solai tradizionali in laterocemento ed il loro costo è un pò elevato per la specificità della sagoma del polistirene utilizzato, che queste ditte si fanno arrivare da fuori.
    Non vanno bene con le tegole sarde, meno che mai con quelle antiche di recupero.
    Ti consiglio di farti un giro in Fiera, di soluzioni simili le trovi anche in provincia di Cagliari.
    25% è poco, devi arrivare a trenta, forse intendevi 20°.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Martedì 1 Maggio 2007, alle ore 10:09
    La pendenza in progetto è del 25%,forse per rispettare altezze e volumetrie imposte dal comune ,vedro di farla aumentare almeno al 30% se si può.
    LA ventilazzione con il 25% e da sconsigliare o posso farla ?
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Martedì 1 Maggio 2007, alle ore 10:18
    Con il 25% devi necessariamente impermeabilizzare e non è che la ventilazione sia ottimale.
    Io la farei forzata con un sistema simile a quello che ti ho descritto per le pareti, con un estrattore pilotato da un pannello solare.
    Ma occorre inserirlo bene nel colmo del tetto.
    Queste ditte hanno spesso un pannello speciale a comignolo.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Martedì 1 Maggio 2007, alle ore 11:15
    Grazie dotting vedro di spingere il progettista per aumentare la pendenza, se non dovesse fare cosa dovrei utilizzare per impermeabilizzare e dove posizionare l'impermeabilizzazione
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Martedì 1 Maggio 2007, alle ore 11:41
    Come ti avevo detto:
    sotto le tegole puoi mettere un più economico tessuto non tessuto con strato impermeabile, se proprio qualche tegola dovesse avere problemi.
    Il principio e il motivo è lo stesso.
    rispondi citando
  • torpedine
    Torpedine Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 14:41
    Ho visto adesso che fino al 30aprile c'era un'offerta della celenit per operatori . Era moolto interessante, andando sul sito è ancora presente. Mi sto mangiando le mani perchè per quel poco che ho visto per ora sia come materiali che come listini mi sembrava molto valida.
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 15:16
    Fai telefonare da una ditta che conosci, fino a ieri 3 maggio davano ancora lo sconto per il materiale disponibile in fabbrica.
    rispondi citando
  • torpedine
    Torpedine Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 15:22
    Ho telefonato prima di mandare il messaggio, mio fratello ha una ditta che opera nel settore edile, ma mi hanno detto che l'offerta è chiusa. Ritento subito.

    Appena ritentato: niente da fare.

    Inoltro comunque un ordine via web, chissà che il commerciale che ho trovato non si sia alzato con il piede sbagliato oggi....
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 16:49
    Io ho provatto ad ordinarli con un amico che opera nel settore,ma il prezzo lievita tantissimo uno perche lui deve aggiungerci una percentuale di guadagno anche se minima per giustificare la compra vendita,ma il salasso maggiore arriva dal fattore trasporto per la sardegna incide per circa 20 euro al metro quadro a causa del volume dei pacchi.Pazienza mi piaccevano tanto, ma la soluzione al cuale dotting mi ha datto consigli mi soddisfa
    rispondi citando
  • torpedine
    Torpedine Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 17:10
    Il salasso maggiore arriva dal fattore trasporto per la sardegna incide per circa 20 euro al metro quadro a causa del volume dei pacchi.

    Accipicchia...
    Io ho chiesto invece un preventivo per i pannelli sughero dalla sardegna al continente... e mi è stato offerto il trasporto a 8 euro a metro cubo. Mi sembra un'ottima offerta.. anche il materiale non è male come prezzo.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 18:08
    Il viaggio mi costava cosi tanto perche non veniva fornito dalla ditta ma avrei dovuto cercare degli autotrasportatori a carico mio. il sughero da quale ditta ti sei rivolto?
    rispondi citando
  • torpedine
    Torpedine Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 18:30
    Mi sono rivolto al sugherificio Ganau, in Gallura, più noto come Subersarda.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 20:28
    Grazie torpedine,volevo chiederti se devi utilizzare i pannelli in sughero per il tetto,quale spessore utilizerai e se sarà ventilato
    rispondi citando
  • torpedine
    Torpedine Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Maggio 2007, alle ore 20:48
    Tutto dipende dall'ordine alla Celenit: se me lo passano con lo sconto utilizzerò 10cm di pannello in fibra di legno sulle pareti esterne, mentre sul tetto un sandwicht di 2cm di celenit N, 10cm di fibra di legno, altri 3 di celenit N, poi una guaina e l'orditura in legno per ventilare il tetto.

    Se non dovesse andare in porto l'ordine con lo sconto prenderò in considerazione il sughero anche per il tetto, con le dovute cautele per non farmelo sbriciolare dalle formiche in cerca di una sistemazione confortevole.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Sabato 5 Maggio 2007, alle ore 13:11
    Hai gia fatto preventivo per il sughero,che prezzi ti hanno fatto
    rispondi citando
  • torpedine
    Torpedine Ricerca discussioni per utente
    Sabato 5 Maggio 2007, alle ore 13:24
    Trasportato 192 euro a metro cubo, ordinando 40-50 metricubi.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Sabato 5 Maggio 2007, alle ore 13:39
    Grazie,chiedero un preventivo ,dovrebbero farmelo piu basso visto che si trovano anche loro in Sardegna.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 7 Maggio 2007, alle ore 16:57
    X dotting volevo chiederti una nuova opinione .
    Ho chiesto un preventivo per i pannelli ventilato in eps alla ellesse il prezzo mi è sembrato buono lo spessore isolante è da 70mm la camera di ventilazione da 60 mm osb da 11mm. Come metodo di posa mi hanno detto di utilizzare tra il tavolato del tetto e il pannello ventilato una guaina ardesiata con lamina interna in alluminio biadesiva della polyglass in modo che si attachi al tavolatto ed al pannello senza chiodi o colla,mentre sopra l'osb una guaina adesiva ardesiata della polyglass modello elastoflex sa p gran per poi cementarci sopra le tegole tipo sardo.
    E una soluzione valida e correta come metodologia di posa.
    Ti ringrazio anticiatamente
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 7 Maggio 2007, alle ore 17:11
    Mi sembra una soluzione ottima.
    Sotto l'EPS io un poco di colla la metterei, non mi affiderei soltanto alla colla presente nella guaina biadesiva.
    Ripeto fra guaina biadesiva e pannello in EPS, fatti dare un consiglio da loro per il tipo di colla che non deve avere solventi altrimenti squaglia l'EPS.
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 7 Maggio 2007, alle ore 17:37
    Grazie dotting,avevo dimenticato la guaina biadesiva è la POLYVAP SA sempre della POLYGLASS .
    .E la guaina sopra l'osb POLYSTICK TU PLUS o la gia citata ELASTOFLEX SA P GRAN quale preferire?
    Per la colla chiederò ulteriori consigli.
    Volevo chiederti visto che dovro mettere la guaina biadesiva sopra il tavolato non mi darà problemi di condensa sul tavolatto nella parte interna del tetto visto che la guaina è una barriera vapore, non si dannegierà il tavolatto?O si risolve con l'addozione del aspiratore da mettere per il ricircolo come da tuo consiglio
    rispondi citando
  • torpedine
    Torpedine Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 7 Maggio 2007, alle ore 18:21

    Ho chiesto un preventivo per i pannelli ventilato in eps alla ellesse

    Io stavo pensando a una soluzione simile in sughero, ma mi è stato sconsigliato dal sugherificio a cui mi sono rivolto (e che non commercializza tal prodotto) perché il sughero pur essendo inattaccabile dal punto di vista alimentare dagli insetti è soggetto all'azione delle formiche che lo scavano e disgregano per costruire la tana. Quindi consigliavano di usare il sughero solo protetto da guaine e massetti di completamento.
    La spiegazione mi è parsa buona. E' vero?
    E l'Eps non è parimenti soggetto alla stessa problematica?

    il prezzo mi è sembrato buono


    Ovvero? che prezzo?
    Grazie!
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 7 Maggio 2007, alle ore 18:43
    Per quanto riguarda problemi di formiche ed insetti vari devo amettere che non ho chiesto.
    Come prezzo per il pannello circa 20?+iva al mq con grafitte.
    La guaina biadesiva meno di 5? mq tenendo conto che posso metterle Io andro a risparmiare la manodopera del muratore almeno in parte .le altre guaine molto meno
    rispondi citando
  • torpedine
    Torpedine Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 7 Maggio 2007, alle ore 18:56
    Andro a risparmiare la manodopera del muratore almeno in parte

    Bene, se riesci a fare un po' di lavoro da solo il totale si abbassa: la manodopera incide molto!
    rispondi citando
  • stereo
    Stereo Ricerca discussioni per utente
    Martedì 8 Maggio 2007, alle ore 19:56
    Che confusione,oggi ho sentito le aziende produtrici dei pannelli ventilati e tutte mi han detto di non mettere la guaina biadesiva tra tavolatto e pannello ma bensi un telo traspirante altri adiritura il solo pannello incolato sul tavolatto ,la guina mi han detto di metterla sopra l'osb almeno qui son quasi tutti concordi.Che fare, a chi credere?
    rispondi citando
  • torpedine
    Torpedine Ricerca discussioni per utente
    Martedì 8 Maggio 2007, alle ore 21:21
    Che fare, a chi credere?

    A rigor di logica il consiglio mi sembra giusto: un tessuto non tessuto, non totalmente impermeabile (un freno vapore) sul tavolato, così l'umidità passa fino ai canali di ventilazione e li viene smaltita. La guaina barriera impermeabile sopra l'osb, nel caso il manto di copertura avesse qualche punto di scarsa tenuta, per evitare che la pioggia penetri sotto.
    rispondi citando
  • torpedine
    Torpedine Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 9 Maggio 2007, alle ore 11:02
    La Celenit mi ha accettato l'ordine con il prezzo in promozione.
    Adesso in pratica mi ritrovo con un ordine di materiali isolanti e guaine per tetto e pareti che dalla Celenit passerà alla ditta di mio fratello, infine mio fratello dovrà vendere a mio padre.
    Ora mi vengono due dubbi, che probabilmente inserirò in un nuovo post:
    1) IVA: le ristrutturazioni beneficiano dell'iva al 10%? in questo caso specifico mio fratello deve pagare l'iva al 20% e poi vendere il materiale all'utente finale che paga l'iva al 10%? e per la differenza va in credito d'iva?
    2) Finanziaria: ma l'emendamento per far rientrare l'isolamento delle strutture opache orizzontali nelle opere detraibili al 55%? Niente di nuovo?
    Allora dovrei far fare due fatture distinte da mio fratello a mio padre, una per il tetto e una per le pareti?
    E le norme per la certificazione energetica??? Non dovevano esser promulgate entro il 30 aprile?
    Saluti.
    P.s.: ancora un dubbio. Ma sarà sano per la struttura mettere 150kg a mq di pacchetto Celenit per isolare il tetto? 150kg per 140mq fa un bel po' di tonnellate...

    Grazie ancora!
    Ciao.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img asher
Salve a tutti.Volevo sottoporvi un quesito:Sto per realizzare il rivestimento a cappotto della mia abitazione, il pittore mi ha consigliato un prodotto che secondo lui è di...
asher 22 Marzo 2008 ore 21:58 1
Img carletto81
Un saluto a tuttinell'ottica di dover ristrutturare la casa l'unica soluzione che mi hanno proposto è isolare i muri all'interno perchè fuori la casa ha delle parti...
carletto81 21 Marzo 2011 ore 15:57 7
Img antonella29
Salve a tutti!Dovrei coibentare la mia abitazione di circa 200 mq disposta su due piani 140 + 60 ca. Per non togliere spazio alle stanze con un'intercapedine interna che ne...
antonella29 05 Aprile 2005 ore 16:02 97
Img liamizia
Buongiorno,la mia casa ha il tetto in coppi antichi posati sopra dei tavelloni, mi piacerebbe sotituire i coppi con i pannelli grecati coibentati.Si possono montare sui...
liamizia 08 Maggio 2015 ore 20:19 1
Img anonymous
Salve a tutti, mi sto accingendo anche io a costruirmi la casetta e già all'inizio sorge il primo dubbio.Che materiale usare per la costruzione?Noi diamo molta importanza...
anonymous 10 Maggio 2008 ore 23:28 3
Notizie che trattano Celenit sul tetto che potrebbero interessarti
Pannelli isolanti e traspiranti per il tetto

Pannelli isolanti e traspiranti per il tetto

Tetti e coperture - Isolare il tetto è importante, ma renderlo anche traspirabile migliora sicuramente le prestazioni dei materiali utilizzati e assicura un'aria pulita e salubre.
L'attico

L'attico

Progettazione - Questa tipologia edilizia, pur essendo un appartamento in citta', presenta molte analogie con la villetta unifamiliare.
Isolamento termico del tetto

Isolamento termico del tetto

Isolamento termico - Sarebbe sufficiente coibentare adeguatamente i tetti delle nostre abitazioni per evitare dispersioni termiche e ridurre drasticamente i consumi energetici.

Pannelli fotovoltaici come isolanti

Impianti - I moduli fotovoltaici installati sul tetto delle abitazioni non solo producono energia pulita ma fungono anche da ottimo isolamento termico.

Lana Vetro e Materiali Isolanti

Progettazione - Ancora oggi, molto utilizzata nell'ambito degli impianti civili la lana vetro è caratterizzata da fibre regolari e si ottiene attraverso la filatura del vetro.

Risparmio energetico e comfort climatico

Ristrutturazione - La ricerca nel settore delle tecnologie per l'edilizia è rivolta in massima parte allo studio di sistemi che consentano il maggior risparmio energetico

Teli tecnici per isolamento

Progettazione - Come impiegare correttamente i teli tecnici senza danneggiare la parte isolante.

Lana di legno, cos'è e come si utilizza

Materiali edili - La lana di legno mineralizzata è un materiale che per le sue ottime proprietà di isolamento e per il suo essere green, oggi viene utilizzato molto in edilizia.

Finestre da tetto in legno

Infissi Esterni - I serramenti esterni rappresentano un punto delicato nell'involucro di un edificio, perché ne costituiscono un punto di discontinuità indispensabile...
REGISTRATI COME UTENTE
302.448 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Internorm
  • Hormann
  • Marazzi
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.