menu-mob
Vai alla HomePage
Ricerca
Ricerca nella sezione specificata
2017-03-05 11:34:06

Acquario e tenuta solaio


Pargolo
login
27 Maggio 2008 ore 18:45 8
Buonasera a tutti, avrei bisogno di una consulenza. Sto progettando di inserire un acquario delle dimensioni di 160x60x60 con il relativo supporto ma ho qualche dubbio sulla tenuta del solaio. Il palazzo è di costruzione del 1976 probabilmente costruito con le norme antisismiche del tempo.
Sto al primo piano rialzato di un condominio (sotto ho i garages) e l'acquario andrebbe a spigolo tra il muro perimetrale (alla destra ho il giardino) e un muro che divide due palazzi con il locale caldaia nel mezzo.
Non sono risucito a fotografare la zona sottostante ma il solaio sotto è fatto a questa maniera:
https://media.lavorincasa.it/oldforum/2008/92956_20555.jpg

Il peso totale da distribuire su 160x60 dovrebbe arrivare massimo a 800 kili (150 acquario+520 acqua+ 90 mobile ed allestimenti). Ovviamente aggiungendo allestimenti cala il peso in kili dell'acqua quindi probabilmente sarà intorno a 750 kili netti.

Secondo voi potrei creare qualche problema?
  • archibagno.it
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 28 Maggio 2008, alle ore 00:01
    Mi pare che solitamente si parla di una tenuta di 200-250 kg al mq, mi pare...

    Quindi mi sembra eccessivo il peso da sopportare...

    Aspettiamo nel frattempo qualche indicazione più precisa...

  • the manager
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 28 Maggio 2008, alle ore 10:57
    Confermo.

  • pargolo
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 28 Maggio 2008, alle ore 17:35
    Sapevo ufficialmente anche io 250 kg/mq ma diversi ingegnieri mi hanno confermato che quella soglia è calcolata per sicurezza (quindi bassa rispetto all'effettiva portata) ed è concepita per un peso al centro della stanza con la soletta in pessime condizioni. Hanno aggiunto che in condizioni ottimali la soletta regge fino a 400 kg/mq (se appena costruita anche di più) e se ci avviciniamo ad un muro portante (o perimetrale che dovrebbe essere anch'esso portante) la soglia è anche più alta.

    Sapete dirmi nulla a riguardo?

  • archibagno.it
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 28 Maggio 2008, alle ore 17:37
    Per me rischi molto...

    Dovresti chiedere ad un ingegnere...

  • info@edilart.net
    0
    Ricerca discussioni per utenteEdilart Srl
    Mercoledì 28 Maggio 2008, alle ore 22:33
    Ho trovato questo.

    I solai delle abitazioni moderne sono calcolati per reggere un sovraccarico cosiddetto "accidentale" (cioè quello dovuto a carichi di utilizzo portati dopo la costruzione, per cui esclusi i pesi propri del solaio, del massetto, del pavimento, ecc.) pari a 200 kg/mq, ma UNIFORMEMENTE DISTRIBUITI IN TUTTA LA SUPERFICIE; questo equivale a ricoprire con 20 cm di acqua tutto il pavimento, e per una stanza ad es. di 5*5m corrisponde a 5000 kg; questo ovviamente non ha lo stesso effetto che mettere 200 kg totali sul mq centrale del pavimento! ma neanche a metterne 5000! bensì è una via di mezzo.
    A questo punto serve una piccola premessa:
    I solai in laterocemento utilizzati nelle abitazioni moderne sono generalmente costituiti da travetti larghi 12 cm e disposti paralleli ad un interasse di 50 cm, con interposte delle pignatte in laterizio (dei "mattoni") con funzione solo di riempimento, il tutto collegato ad una soletta continua in c.a. che ha la funzione di collegare tutti i travetti in modo da evitare che se ce n'è uno più caricato degli altri si infletta più degli adiacenti; in pratica in questo modo ogni travetto collabora con gli adiacenti, per cui se ne ho uno caricato sopra il limite e i due adiacenti scarichi, non ho un crollo dello stesso, ma il carico si ripartisce.
    Detto qs, risulta che ogni travetto è calcolato per 100 kg di carico per metro di lunghezza (in quanto i 200 kg su ogni m di larghezza vanno su due travetti), ma qs valore è relativo a tutti i travetti caricati allo stesso modo ma grazie alla soletta di ripartizione se il carico è concentrato solo su alcuni travetti la resistenza è maggiore.
    Inoltre, su ogni travetto il carico non è esteso a tutta la lunghezza, ma concentrato verso la mezzeria.
    Se consideriamo un carico concentrato in un punto a metà travetto, si ottiene che il carico concentrato equivalente ai 100 Kg/m distribuiti previsti dalla normativa è pari a 200 kg (225 kg se distribuiti su un'area larga 50 cm come un acquario).
    Considerando pertanto l'ipotesi più sfavorevole di un acquario messo in mezzeria e con lato più lungo disposto perpendicolare ai travetti, e ipotizzando una vasca media 150*50, abbiamo che il carico interessa tre travetti adiacenti, il cui carico max è perciò 225*3 kg, ma considerando che collaborino a pieno almeno i due travetti adiacenti, diventa 225*5=1125 kg. Questo è il carico max sopportabile da un solaio in laterocemento per un acquario messo a metà stanza, nell'ipotesi che il solaio non sia sovradimensionato per cui il carico di normativa sia esattamente pari alla resistenza effettiva (cosa che non è assolutamente detta, il solaio potrebbe avere una portata effettiva anche doppia!, dipende, ma in mancanza di dati precisi, ho ricavato i valori garantiti). Tenete conto che comunque questo è il carico di sicurezza, cioè il carico di rottura effettivo è almeno il 50% in più. Se la vasca inveceè messa sul bordo del solaio, cioè lungo una parete portante, il discorso è tutto diverso e il carico max è almeno pari a 1000 kg a travetto, per cui 3000 kg per acquari da 150 cm. Tenete presente però che spesso si mette una vasca lungo una parete non portante, magari disposta in mezzeria del solaio, per cui in questo caso vale il discorso di cui sopra per le vasche messe in mezzeria, ma in cui nei 1125 kg va compreso anche il peso della parete! Questo è perciò l'unica situazione potenzialmente pericolosa. Comunque i progetti statici dei solai dovrebbero essere stati depositati presso l'ufficio del genio civile di competenza, per cui è possibile recuperarli e da quelli ricavare valori più precisi sulle portate effettive. Se il solaio è realizzato con travature in legno, il discorso invece è tutto diverso

  • pargolo
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 29 Maggio 2008, alle ore 07:11
    Grazie mille, la risposta è stata veramente esaustiva e spiega tecnicamente quello che avevo letto nelal ricerca di informazioni. Per travatura in legno intendi la tipologia di travatura che ho messo in fotografia oppure quella interna al solaio?

  • info@edilart.net
    0
    Ricerca discussioni per utenteEdilart Srl
    Sabato 31 Maggio 2008, alle ore 09:42
    Per solai in legno si intende qualunque tipologia, sia a travetti esterni che interni a camere a canne in quei casi penso vada calcolata la tenuta in base alla tipologia del solaio, il tuo non sembra essere un solaio in legno.

  • aldima
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Domenica 5 Marzo 2017, alle ore 11:34
    Buongiorno, sono un un "amante" per il fai da te. Vi leggo da tempo e da tempo siete spunto per tante idee e di aiuto per risovere dubbi realizzativi.
    Fino ad ora non ho mai avuto la necessità di scirvere ma il mio nuovo progetto mi sta ponendo un dubbio che forse il presente interessantissimopost, anche se datato, mi può aiutare a superare.
    Quanto postato mi è chiaro tranne che nel seguente punto e in particolare nel passaggio che . C'è qualcuno che possa spiegarmelo meglio?

    "Inoltre, su ogni travetto il carico non è esteso a tutta la lunghezza, ma concentrato verso la mezzeria.
    Se consideriamo un carico concentrato in un punto a metà travetto, si ottiene che il carico concentrato equivalente ai 100 Kg/m distribuiti previsti dalla normativa è pari a 200 kg (225 kg se distribuiti su un'area larga 50 cm come un acquario)."

    Grazie


Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img trasz
Buon pomeriggio a tutti.In allegato una picolla pianta della situazione che vorrei il vostro aiuto per esaminare.Il cerchio verde è una cantinetta vino, sostanzialemnte un...
trasz 20 Luglio 2024 ore 15:28 3
Img silvercm
Buongiorno,da poco mi sono trasferito in una casa in affitto.Il mio problema è che l'avvolgibile della portafinestra non chiude completamente le fessure, per cui la mattina...
silvercm 20 Luglio 2024 ore 13:11 1
Img sbronf7
Ciao, ho comprato una casa indipendente da privato, il quale aveva acquistato nel 2006 dal costruttore. Certificazione energetica appena rifatta. Dopo 6 mesi, durante una...
sbronf7 19 Luglio 2024 ore 13:53 6
Img massimiliano damato
Buongiorno.Vorrei creare gli ambienti salone cucina e ingresso funzionali e carini.Visto che la cuina viene spesso utiizzata da mia moglie.Considerando che ho questi ambienti...
massimiliano damato 19 Luglio 2024 ore 13:45 14
Img mibe
Buongiorno a tutti,ho il seguente quesito: se si devono cambiare gli infissi e le tapparelle dell'appartamento è meglio optare per i pulsanti classici a muro oppure...
mibe 19 Luglio 2024 ore 13:13 10
347.090 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI