Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2011-12-03 14:59:39

Iva agevolata al 10 %


Lupo_alberto
login
02 Novembre 2011 ore 21:16 5
Piastrelle : iva agevolata al 10% si o no ?

Da quanto leggo sotto pare di si :

http://www.altalex.com/index.php?idstr=24&idnot=5501

Ho girato 3 rivenditori di ceramiche ma mi hanno negato l'agevolazione
Qual'è la vostra esperienza ?
  • kerpe69
    Kerpe69 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Novembre 2011, alle ore 22:44
    Nell'elenco dell'agenzia delle entrate di settembre 2011 (l'ultimo aggiornato che io sappia) tra gli altri è elencato:

    "le spese per l?acquisto dei materiali"

    per cui direi di si.
    Certo potresti essere chiamato a dimostrare che tale acquisto era diretto ad una ristrutturazione e non (faccio per dire) rivendita o per tenertele in cantina "che un domani mi possono servire...."
    Diciamo che la cosa ideale sarebbe legarle ad un'attività di posa con relativa fatturazione dei lavori

  • bagarospo
    Bagarospo Ricerca discussioni per utente
    Sabato 5 Novembre 2011, alle ore 17:08
    Le piastrelle no al 21%,al 10% sono sanitari,rubinetteria,(soffione incluso)piatto doccia,box doccia,vasca,termoarredo,termosifone.
    Questa è la mia esperienza personale di questi giorni.

  • chiodiluca@liberoit
    Chiodiluca@liberoit Ricerca discussioni per utenteCHIODI GEOMETRA LUCA
    Martedì 8 Novembre 2011, alle ore 07:50
    Tutti i beni finiti devono essere con IVA al 10%, mentre tutto il resto al 21%. Per beni finiti si intendono i sanitari, i radiatori, piatto doccia, vasca, caldaia, ecc.
    Non solo il materiale dei pavimenti, non solo il materiale dell'impianto elettrico, ecc.

    Geometra di Rovigo

  • garly
    Garly Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 2 Dicembre 2011, alle ore 09:56
    Mi sono impegnata con un compromesso di vendita all'acquisto di un appartamento ak moneto in costruzione ( non è stato ancora fatto il rogito)- i sanitari e il rivestimento del secondo bagno sono interamente e a mio carico, il fornitore dei sanitari dice che, a meno che la fornitura e posa non sia fatturata all'impresa costruttrice, deve applicare l'iva al 21%. Non è possibile godere dell'aliquota agevolata in nessun caso nemmeno con una mia dichiarazione in cui dichiaro che tali materiali verranno installati nella mia prima casa?
    Grazie

  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Sabato 3 Dicembre 2011, alle ore 14:59
    Il fornitore dei sanitari dice che, a meno che la fornitura e posa non sia fatturata all'impresa costruttrice, deve applicare l'iva al 21%. Non è possibile godere dell'aliquota agevolata in nessun caso nemmeno con una mia dichiarazione in cui dichiaro che tali materiali verranno installati nella mia prima casa?Grazie

    Infatti è lo stesso dubbio che mi attanaglia e mi spiego meglio.

    La legge finanziaria del 2000 dice che può essere applicata l'iva a regime agevolato per tutte quelle opere intese come prestazione di lavoro (manodopera) e fornitura dei beni stessi.
    Però detti beni materiali devono essere messi in aliquota al 10% solo se la medesima fattura viene emessa al prestatore di lavoro.

    Cioè se alla rivendita "rossi" scelto wc, bidet e lavabo e voglio pagargli di tasca mia mi verrà emessa una fattura al 21% in quanto io rappresento il committente, viceversa, se la fattura va intestata all'idraulico "bianchi" la rivendita emette fattura intestata all'idraulcio "bianchi" (magari anche con un po' di sconto) al 10% come aliquota.

    Poi il prestatore di manodopera "Sig.Bianchi" emetterà a te committente una fattura tutta al 10%, sia manodopera che tutti i beni, non è necessario che in fattura ci sia distinzione delle due voci fatto salvo i beni significativi come possa essere caldaia, sanitari per il bagno appunto.

    Però non ho letto le tre ultime finanziarie, le ultime due prendono il nome di legge di stabilità e cercavo conferme. Grazie.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img fabioanaclerio
Buonasera mi sono ritrovato ahimè in una situazione un po' ingarbugliata: In data 12/11/2020 l'ingegnere mi comunica che ha presentato la CILA al Comune e mi da il via...
fabioanaclerio 20 Aprile 2021 ore 17:32 19
Img veronicapr
Buonasera, pongo un quesito a cui non sono riuscita a trovare risposta sul sito dell'Agenzia delle Entrate: il termine dei 90gg dalla fine lavori è tassativo per i...
veronicapr 20 Aprile 2021 ore 15:26 10
Img cigliano
Salve a tutti.mi presento. mi chiamo Maria e da poco ho comprato casa. avrei bisogno di un vostro aiuto data la mia totale inesperienza.Inoltre, dovrei mettere sanitari, lavandino...
cigliano 16 Aprile 2021 ore 11:33 29
Img cigliano
Salve a tutti,mi chiamo Maria e da poco ho comprato casa pertanto avrei bisogno di un vostro aiuto data la mia totale inesperienza.Di seguito la foto della planimetria con...
cigliano 16 Aprile 2021 ore 10:49 58
Img lucav22
Salve a tutti, ho gia postato una particolare situazione nella sezione ''Tutela Consumatori'' riguardo una vicenda legata a dei lavori di ristrutturazioni con una impresa edile...
lucav22 15 Aprile 2021 ore 17:30 14
REGISTRATI COME UTENTE
328.363 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//