Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Se il vecchio proprietario non ha pagato le spese?


Jenny70
login
21 Ottobre 2008 ore 10:00 3
Ho acquistato a fine dicembre 2007 un appartamento in condominio.
I proprietari di cia scuna unità abitativa ricevono direttamente dalle società fornitrici le fatture relative ai consumi di gas metano e energia elettrica.
Per quanto riguarda i consumi dell?acqua invece, il condominio riceve un?unica fattura che viene poi ripartita tra i proprietari delle unità abitative sulla base degli effettivi consumi che vengono registrati da contatori individuali collegati a quello generale utilizzato per i conteggi dalla società fornitrice.
In occasione della recente assemblea dei condomini, l?amministratore ha comunicato di aver ricevuto una fattura di conguaglio per i consumi dell?acqua degli anni 2006 e 2007 (parliamo di quasi 4.000,00 Euro).
L?amministratore mi ha comunicato di aver contattato il precedente proprietario del mio appartamento - perché i consumi per il periodo della fattura di conguaglio sono i suoi ? ma che questo si rifiuta di provvedere al pagamento della sua quota, adducendo che le spese per i consumi, come le imposte eventualmente non versate, ?seguono? l?abitazione e non il proprietario, quindi adesso, visto che io ho comprato da lui l?appartamento, mi devo fare carico dei suoi sospesi (tralascio i complimenti al tipo, che mi era sembrato onesto!).
Ho esposto i miei dubbi all?amministratore ma questi mi ha risposto che secondo lui, purtroppo, il precedente proprietario ha ragione.
Chiedo per cortesia, se secondo voi mi devo accollare la quota di questa fattura di conguaglio o se posso rifiutarmi di pagarla.
Nel secondo caso spetta all?amministratore provvedere al recupero, eventualmente tramite un legale (quindi a spese di tutto il condominio)?
E nel caso il vecchio proprietario abbia lasciato altri debiti, come mi devo comportare?
Per esempio per l?ICI o per le somme dovute per la revisione della caldaia (visto che non ha voluto consegnarmi le copie dei rapporti periodici dell?idraulico).
Ringrazio anticipatamente chi vorrà darmi chiarimenti.
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 17:54
    Anticipo, per una volta, l'amico Condominiale: l'art. 63 della Disposizioni d'attuazione del Codice Civile prevede la solidarietà tra vecchio e nuovo proprietario, per l'anno in corso e quello precedente.
    rispondi citando
  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Ottobre 2008, alle ore 19:14
    Approfondendo la risposta dell'amico Nabor bisogna rilevare che le spese per il consumo dell'acqua non sono "condominiali", ma attengono all'uso ed al consumo privato del bene in oggetto, tant'è vero che la ripartizione non viene fatta a millesimi, bensì in base al reale consumo di ogni unità immobiliare.

    Alla luce di quanto sopra, la richiesta in oggetto "deve" essere fatta direttamente al vecchio proprietario per i periodi cui si riferiscono le fatture contestate dall'amministratore.

    Che la ripartizione delle spese per il consumo dell'acqua privata vengano inserite per comodità dall'amministratore nel bilancio annuale del condominio, ciò non toglie che questa specififa spesa sia direttamente imputabile a colui che l'ha direttamente prodotta.

    Se vuoi opporti al pagamento e ritieni di poter sopportare le problematiche di un eventuale decreto ingiuntivo da parte dell'incompetente amministratore, hai tutte la quasi sicurezza di uscirne indenne.

    Se non vuoi metterti in contrasto con l'amministratore che "ignora" questa materia, puoi anticipare la relativa spesa per poi far emettere tu stesso decreto ingiuntivo nei confronti del vecchio proprietario.

    Eccoti i riferimenti necessari per far valere i tuoi diritti:

    http://www.condomini.altervista.org/DebitiVecchi.htm

    La competenza dovrebbe essere del Giudice di Pace:

    http://www.condomini.altervista.org/GiudicePace.htm

    Qui informazioni sul decreto ingiuntivo:

    http://www.condomini.altervista.org/Dec ... untivo.htm

    Ho molti altri riferimenti giurisprudenziali in archivio, sottoponi il tutto all'amministratore, nel caso non ottenessi riscontro vedremo di fornirti ulteriore supporto.
    rispondi citando
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 22 Ottobre 2008, alle ore 14:00
    Diciamo che opporsi ad un decreto ingiuntivo di 'matrice' condominiale è sempre sconsigliabile: meglio pensare sin d'ora alla rivalsa nei confronti del dante causa.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
REGISTRATI COME UTENTE
311.985 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE