Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Ripartizione spese per lastrico solare


Effemme
login
05 Ottobre 2010 ore 16:18 4
In un condominio esistono alcuni box auto interrati, sono coperti da un solaio calpestabile che viene utilizzato per accedere agli alloggi del piano rialzato ed ai corpi scala che conducono ai piani superiori, esistono inoltre alcuni piccoli terrazzini ad uso esclusivo (recinzioni del suddetto lastrico con vasi di fiori di due metri per sei circa in corrispondenza di alcune porte-finestra). Recentemente è stato restaurato perché filtrava la pioggia nei garage. Al fine della ripartizione della spesa i proprietari dei singoli terrazzini esclusivi dovrebbero pagare un terzo della spesa per la propria superficie, articolo 1126 del codice civile. Tutti i condomini che transitano sulla parte di lastrico restaurata dovrebbero pagare un terzo per il proprio coefficiente millesimale (esistono i millesimi per i singoli corpi). I proprietari dei box che sono coperti dal suddetto lastrico, ovvero dei box che insistono su tale corpo di fabbrica (ove è stata rifatta la guaina impermeabilizzante e poi rimessa la piastrella tura) dovrebbero pagare i due terzi della spesa secondo una ripartizione per la quale non esistano tabelle millesimali (sono 4 o 5 i box sui quali insiste il lastrico, mentre le tabelle millesimali riguardano l?intero insieme o i due corpi di fabbrica principali).

Quanto espongo potrebbe essere il criterio per ripartire le spese secondo il mio avviso. L?amministratore farebbe invece addirittura pagare il 100 per 100 della superficie dei terrazzini ad uso privato ai proprietari delle unità abitative interessate, mentre nulla si dice a proposito dei pochi proprietari dei box che non coincidono con i condomini che partecipano al lastrico.

È la prima volta che mi dedico ai problemi di condominio e desidero pertanto sapere quanto di esatto c?è nel mio ragionamento rispetto alla proposta dell?amministratore che non rispetterebbe, se vedo giusto, il codice civile.

Grazie a tutti per le cortesi indicazioni.
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 6 Ottobre 2010, alle ore 21:12
    Buonasera, condivido le Sue argomentazioni, e ritengo che l'amministratore sia in torto.
    rispondi citando
  • aleandra
    Aleandra Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 27 Ottobre 2010, alle ore 13:19
    Buongiorno, tale discussione mi sembra la più pertinente al mio PROBLEMISSIMO!

    Date le informazioni e le normative che qui vi riporto:

    -----
    Corte di Cassazione Civile: Sentenza 4/6/2001 n° 7472 Spese per la riparazione del lastrico solare
    -Il criterio legale di ripartizione delle spese per la riparazione del lastrico solare, nella misura
    di un terzo a carico del condominio che ne ha l'uso esclusivo e di due terzi a carico degli altri,
    vale solo per le riparazioni riguardanti i manufatti posti sulla sommità delle costruzioni.
    Ne consegue che questo metodo non è applicabile in caso di giardino pensile sovrastante
    un'autorimessa, i cui locali siano stati danneggiati dal infiltrazioni d'acqua, in quanto il
    giardino non costituisce una semplice copertura ma è dotato di una propria autonomia
    strutturale e funzionale che ne obbliga il proprietario a sopportare l'intera spesa.

    Il condominio deve provvedere alle riparazioni e al risarcimento dei danni derivanti dall?infiltrazione di acqua piovana o di irrigazione nei boxes, la cui copertura è rappresentata dal fondo del giardino, di cui il condominio è detentore e custode. Trib. civ. Milano, sez. VIII, 9 marzo 1989
    La copertura a lastrico, sovrastata da terra e da manto erboso, che assolva anche alla funzione di sostenere un'area verde condominiale, rientra nelle parti necessariamente comuni. Trib. civ. Parma, 18 dicembre 1995----------

    La nostra problematica è: noi abbiamo un giardino, di nostra proprietà al piano semiinterrato del condominio. Sotto, ovvero sottostante il giardino non c'è NULLA, è terrapieno. Invece sotto al terrazzo, dal quale con uno scalino si va nel giardino circostante, ci sono le cantine. In una di tali cantine c'è una perdita di acqua quando piove, tale perdita arriva dal muro verticale, dunque NON dal terrazzo, ma dal giardino stesso. L'amministratore in assemblea ha deciso che i danni debbano essere INTERAMENTE pagati da noi, poichè proprietari del giardino.

    Leggendo appunto ciò che ho riportato sopra, ho appreso che se si tratta di giardini pensili, SOVRASTANTI i box o le cantine, allora la ripartizione danni di 1/3 a noi e 2/3 ai restanti condomini NON è APPLICABILE. Vale quindi anche per questo caso? Nonostante il nostro giardino non sovrasti ma affianchi le cantine? Noi abbiamo pensato che il problema sia nella mancanza di adeguata guaina catramata nei muri perimetrali condominiali, costruiti 20 anni fa, e quindi vorremmo chairire la cosa con un perito. Se invece si evince che il danno alla guaina è stato provocato dal vecchio albero di fichi che c'era con la precedente proprietaria, e che noi abbiamo subito TOLTO un anno e più fa appena comprato casa, allora tocca davvero pagare NOI. Possiamo in qualche modo rivalerci sulla vecchia proprietaria?

    Mi scuso se son stata lunga, ma dovevo spiegare tutto. E vorrei delle risposte, grazie mille, speriamo di risolverla bene!

    Alessandra
    rispondi citando
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 27 Ottobre 2010, alle ore 18:04
    Buongiorno Alessandra, mi sembra che sia arrivata da sola alle corrette conclusioni, un'indagine peritale è essenziale.
    rispondi citando
  • deluxpalermo
    Deluxpalermo Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Novembre 2010, alle ore 09:57
    Salve, vivo in una palazzina di 2 piani, io sto al piano terra, il condomino del primo piano ha spostenuto delle spese per ristrutturazione lastrico solare che giustamente viene diviso tra i condomini, ho chiesto al condomine che ha sostenuto le spese di farmi avere tutta la documentazione che mi serve per la detrazione irperf del 36% come stabilito dalla finanziara 2010, ma il condomino dell ultimo piano mi ha detto che nn ha comunicato nulla , nn ha mandato comunicazione all agenzia dell ' entrare ecc... siccome la mia quota è di euro 2100 è il 36% sono soldini, che faccio??? come mi devo comportare??? attendo vostre notizie.aggiungo che so come avverra la detrazione dell iperf sul 730
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
REGISTRATI COME UTENTE
309.087 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE