Macchia umidità soffitto bagno vicino piano inferiore


Ciao a tutti,
A maggio del 2012 il mio vicino del piano inferiore mi ha mostrato una macchia di umidità formatasi sul soffitto del suo bagno, la macchia, a mio avviso, può essere stata causata dai precedenti proprietari oppure dai lavori di ristrutturazione che ho fatto fare prima di andare ad abitare nell'appartamento.
A distanza di tre anni il mio vicino mi informa verbalmente che a breve farà imbiancare il bagno e che per questo lavoro gli hanno chiesto 250 euro.
Ho bisogno di sapere come devo comportarmi, devo informare l'amministratore?
Posso pretendere di visionare dei preventivi, devo farmi fare la fattura oppure avere dal mio vicino una ricevuta per i soldi che gli sto dando?
Grazie
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 19 Agosto 2015, alle ore 10:15
    Le consiglierei caldamente di chiedere al suo vicino la fattura o la ricevuta dell'avvenuto pagamento per il lavoro dell'imbianchino, e di farsi rilasciare una ricevuta per il denaro corrispondente che lei verserà al suo vicino.
    rispondi citando
  • ste1971
    Ste1971 Ricerca discussioni per utente Arch-ily
    Mercoledì 19 Agosto 2015, alle ore 18:50
    Le consiglierei caldamente di chiedere al suo vicino la fattura o la ricevuta dell'avvenuto pagamento per il lavoro dell'imbianchino, e di farsi rilasciare una ricevuta per il denaro corrispondente che lei verserà al suo vicino.
    Grazie per la risposta , la cifra mi sembra comunque alta , possibile che uno può sparare cifre senza neache documentarle con un preventivo?
    rispondi citando
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Agosto 2015, alle ore 10:48
    Beh, tenga presente che comunque l'esecuzione di piccoli lavori, come è appunto il caso dei ritocchi di macchie di tinteggiatura o sporco, in proporzione costano di più rispetto all'imbiancatura di un'intera stanza o appartamento, perchè comunque l'artigiano deve sostenere dei costi fissi, come la benzina per gli spostamenti, l'acquisto di materiale che poi rimarrà magari inutilizzato (pensi ad esempio all'acquisto di un bidone di una particolare tinteggiatura per l'esecuzione di piccoli ritocchi), eccetera.
    Perciò il prezzo mi sembra congruo, soprattutto se Iva compresa.
    rispondi citando
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Agosto 2015, alle ore 10:49
    Anzi, le dirò di più: nei computi metrici, quando si ristruttura un appartamento e servono lavorazioni in piccole quantità - come ad esempio la ripresa di pavimenti con sostituzione di poche piastrelle, o l'esecuzione di "rappezzi dell'intonaco" - è addirittura prevista una voce del tipo "sovrapprezzo per l'esecuzione dei lavori per piccole quantità".
    Infatti si tratta di un problema di economia di scala...
    rispondi citando
  • ste1971
    Ste1971 Ricerca discussioni per utente Arch-ily
    Giovedì 20 Agosto 2015, alle ore 14:19
    Anzi, le dirò di più: nei computi metrici, quando si ristruttura un appartamento e servono lavorazioni in piccole quantità - come ad esempio la ripresa di pavimenti con sostituzione di poche piastrelle, o l'esecuzione di "rappezzi dell'intonaco" - è addirittura prevista una voce del tipo "sovrapprezzo per l'esecuzione dei lavori per piccole quantità".
    Infatti si tratta di un problema di economia di scala...
    Non sapevo di questa cosa , grazie per 'informazione.

    Da quello che so ,la mia inquilina ha aspettatto ben tre anni proprio per fare il lavoro di imbiancatura in tutto l'appartamento , non credo quindi che quello che dice sia applicabile a questo caso.

    Mi resta comunque il dubbio che non ci sia una normativa che eviti queste situazioni , cioè io ti causo un danno , è giusto che ti risarcisca, ma l'ammontare del danno lo dovrebbe decidere una figura terza imparziale , non uno che spara cifre senza neanche documentarle con dei preventivi.

    Esiste una normativa oppure siamo nel Far West?

    Grazie
    rispondi citando
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Agosto 2015, alle ore 17:02
    In teoria la normativa esiste, ma mi chiedo: ha senso spendere almeno 300 euro di onorario per una perizia (questo è quanto chiedo personalmente per una perizia semplice, che tuttavia richiede un paio di giorni di lavoro, se fatta seriamente) per quantificare un danno che a dir tanto è - appunto - di 250 euro?
    E in caso non si trovi un accordo, ha senso farsi causa per una cifra così modesta?
    A mio parere decisamente no.
    Però il comportamento della sua vicina mi sembra molto scorretto: un conto è infatti chiamare un artigiano e farsi rimborsare quanto speso per riparare il danno con ricevuta alla mano, un altro tenersi la macchia per BEN tre anni, e successivamente "passare alla cassa" per avere il contributo all'imbiancatura.
    Infatti all'atto pratico all'imbianchino non cambia nulla passare sopra alla macchia, a meno che l'intonaco sia così rovinato da richiedere un rifacimento localizzato.
    Le consiglio perciò di chiedere alla vicina un documento - relazione di un tecnico o quant'altro - che giustifichi una spesa di 250 euro per quella macchia. In alternativa si rifiuti di pagare, cercando un accordo bonario: non penso che la sua vicina le farà causa con simili presupposti.
    In bocca al lupo, e mi tenga aggiornata.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum Lavorincasa
Img romolo61
Salve a tutti e auguri di un buon 2015.Espongo il mio problema nella speranza che qualcuno mi dia buoni consigli:in seguito all'acquisto, nel 2003, di un appartamento al piano...
romolo61 02 Gennaio 2015 ore 12:32 1
Img tecnicografico
Salve, vorrei proporvi un quesito.Dove abito in un condominio di otto unità, tempo fà dal balcone di un proprietario del secondo piano si è staccato un pezzo...
tecnicografico 08 Gennaio 2015 ore 19:50 1
Img francalcagni
Salve, a causa di lavori male eseguiti sul tetto del mio condominio, si sono verificate copiose infiltrazioni d'acqua in tutto il mio appartamento.L'impresa che ha eseguito i...
francalcagni 27 Febbraio 2014 ore 10:12 1
Img falegna
Domani l'amministratore manderà il perito per il risarcimento danni di un allagamento che ha provocato danni al tetto della cucina e veranda. Com'è la prassi? In...
falegna 08 Febbraio 2017 ore 21:49 1
Img lucapix
Salve, abito in una villetta a schiera con amministratore di condominio, sotto il giardino di tutte le ville a schiera c'è il corsello dei box, ho un'infiltrazione che...
lucapix 17 Aprile 2017 ore 18:00 1
REGISTRATI COME UTENTE
299.457 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Kone
  • Claber
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.