• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
2021-01-20 14:39:21

Posso cambiare i termo in termoarredo?


Visto gli immensi costi per mettere su casa, penso di lasciare i termo da capitolato ma mi chiedevo una cosa: posso in un futuro cambiare i termo normali in termoarredo senza fare ulteriori tagli? Inoltre mi sapete dire piu' o meno quanto costano, se consumano come gli altri per riscaldare e se la resa e' medesima? Grazie a tutti|
  • lollolalla
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 20 Aprile 2005, alle ore 16:49
    Dovresti gia' scegliere i termoarredi e quindi mettere un termo normale che abbia gli stessi attacchi idraulici e i ganci di supporto, cosa penso praticamente impossibile. Ti conviene tirare un po' la cinghia e mettere i termoarredo dove sono utili (cucina e bagno), lasciando le altre stanze con i termo di capitolato.
    Noi abbiamo pagato 300 euro di differenza tra i caloriferi di capitolato in ghisa e i termoarredo, comprensivi di fornitura e posa. Occhio che a farlo dopo puo' venire a costare molto di piu', dovendo spostare i vari attacchi.

  • mjkid79
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 21 Aprile 2005, alle ore 06:51
    GRAZIE PER LA RISPOSTA!
    L'idraulico e la madre del mio fidanzato mi hanno consigliato di metterli in sala, ma su foto in internet e su riviste di casa non ne ho visti molti per quel locale! (A meno che l'arredo non sia ultramoderno, ma non sara' certo il mio caso) e quindi non ho la piu pallida idea ne' se stanno bene con tutti i mobili e neppure i modelli piu indicati.

  • lollolalla
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 22 Aprile 2005, alle ore 12:59
    Ce ne sono di vari tipi e di vari colori, ma effettivamente io in sala o nelle camere non lo metterei, perche' serve un arredamento ultramoderno. In cucina non l'ho messo, perché ho il calorifero sotto la finestra, per cui non mi dà alcun fastidio. Nei due bagni ho messo quelli classici bianchi con i tubi orizzontali: sono utilissimi come scaldasalvietta e per asciugare in frettissima gli accappatoi. Quelli con i tubi verticali a onde sono bellissimi, ma sono esclusivamente estetici. Attenta che i termoarredi occupano parecchio spazio, per cui se ti servono mettili, ma se non ti servono a nulla, io eviterei, anche perché il costo non è così irrisorio.

  • mjkid79
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 22 Aprile 2005, alle ore 14:36
    Grazie per il consiglio che moltro probabilmente seguiro'. Nel bagno pero' penso di mettere il termo normale perche' le uniche tre finestre della casa sono quelle dei due bagni con gia' predisposto lo spazio per il termo piu' quella di una camera piccola, il resto sono tutte portefinestre ed e' per questo che non so come nascondere i termo!!!(mi sa che usero' i copritermo a rombi in legno che sono anche molto decorativi: che ne dici?)Speriamo almeno questi "affari"(termo) non siano troppo grandi e visibili

  • lollolalla
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 27 Aprile 2005, alle ore 17:05
    Beh, i termoarredi sono piu' grandi. Sul termo normale puoi metterci sopra un ripiano in marmo o legno, se non li vuoi chiudere. Se li chiudi esteticamente non li vedi proprio, pero' sentirari meno caldo. Io non li chiuderei, ma li lascerei in vista. Non e' sempre necessario nascondere i termo: al massimo puoi farli dipingere del colore delle pareti. L'unica cosa, pensa a come vorrai mettere l'arredamento, e metti i termo dove non ti rompono le scatole, per esempio vicino al tavolo o dietro le porte.
    Io in bagno l'ho messo ugualmente anche se in uno ho la finestra: il termoarredo l'ho fatto mettere sopra il bidet e lo uso per gli asciugamani, mentre sotto la finestra ho fatto tirare diritto il muro e ci mettero' sotto il mobiletto del lavandino, cosi' mi verra' bello grande.

  • mjkid79
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 28 Aprile 2005, alle ore 13:27
    Innanzitutto ti devo di nuovo ringraziare per la tua risposta cosi rapida. Questa mattina ho quindi confermato per i termo normali I termoarredo li ho esclusi Purtroppo anche in bagno non ho potuto metterli perche' sussistono altri problemi "di spazio" Comunque su Casa Facile o Cose di Casa ho visto un'idea davvero carina (... se funziona) ed è un porta asciugamani che con un supporto fatto a tubo che va da terra fino dentro al termo e dovrebbe avere la stessa funzione del scaldasalviette (anche se sicuramente meno efficace) Grazie di nuovo: anche questo problema è risolto ... e la casa va avanti!!!!

  • svitale
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 27 Ottobre 2005, alle ore 14:27
    Si possono mettere in cucina i termoarredo perché io non ho mai visti e se si potete consigliarmi un sito di qualche ditta che li venda?grx

  • mjkid79
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 31 Ottobre 2005, alle ore 07:34
    Purtroppo è un lavoraccio, ma se nessuno ti da un sito puoi sempre andare su Google ed attuare una ricerca per nome digitando nel campo centrale l'argomento della tua ricerca (in questo caso termoarredo ma anche termo o termoconvettore facendo magari al singolare e al plurale la stessa ricerca) troverai un sacco di siti!!!

    In bocca al lupo per le tue ricerche

    saluti

    Cla

  • bubuzzo
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Sabato 12 Novembre 2005, alle ore 23:10
    O ancora potresti usare Cercaincasa per la ricerca, meglio ancora puoi cliccare sul seguente link e ti appare già l'elenco delle aziende che commercializzano scalda salviette:
    http://www.lavorincasa.it/cercaincasa/risultati.php?query=salviette
    Ciao a tutti.

  • tartarugae
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 14 Novembre 2005, alle ore 08:42
    Mi intrometto per darti l'indirizzo internet dei radiatori che hanno messo i miei in casa loro: www.irsap.it

    ciao e buona fortuna!

  • torpedine
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Domenica 3 Giugno 2007, alle ore 15:33
    Mi intrometto per darti l'indirizzo internet dei radiatori che hanno messo i miei in casa loro: www.irsap.it

    ciao e buona fortuna!

    Premetto di non essere un esperto e di non conoscere i prezzi dei radiatori Irsap, ma confrontandoli con quelli brem che mi erano piaciuti e con normali caloriferi in alluminio Kaldo sto desumendo che i termoarredi costano un botto e rendono poco: a parità di interasse i Kaldo mi danno con DeltaT di 50 gradi il 40% in più dei Tesi6 Irsap a 6 colonne e larghi ben più del doppio (21cm), e un rendimento più che doppio dei Brem larghi 11 cm (più dei Kaldo), ma di costo ben più elevato.

    Stanno cadendo uno dopo l'altro quelli che reputavo i punti a favore del termoarredo (a parte la funzione scaldasalvietta con i tubi orizzontali).

    Qualcuno mi smentisce per favore?
    Saluti.
    Simone.

  • archibagno.it
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Domenica 3 Giugno 2007, alle ore 23:02
    Già come ti dicevo, i radiatori d'arredo essendo belli perché di spessore limitato, devono svilupparsi come superficie, quindi se prendi un radiatore classico in ghisa, per avere le stesse calorie di resa, ci vuole un radiatore d'arredo enorme...

    Comunque ritengo che le scelte da farsi nel radiatore d'arredo siano due:

    1) Deve arredare, quindi deve colpire l'occhio, parliamo di radiatori artistici o di gran design...

    2) Deve integrarsi perfettamente con l'ambiente, quindi scomparire e mimetizzarsi con le pareti, in forma e colore...

    Non si può paragonare il prezzo tra prodotti di fasce di livello differenti...

  • torpedine
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Domenica 3 Giugno 2007, alle ore 23:26
    Si, vero, sono daccordo.
    Solo che da un elemento essenziale di un impianto tecnologico mi aspetto innanzitutto che svolga la sua funzione, poi sono disposto a pagare anche salato il valore aggiunto.

    Ora senza fare paragoni fantasiosi tipo comprare una Ferrari che corre meno di una Panda, è il motivo per cui non apprezzo l'impianto audio Bose di mio fratello preferendo il mio impianto audio con elementi vecchi di decenni: trovo nettamente più ricco e dettagliato il suono, una miglior dinamica, più aria tra gli elementi.
    Nessuno mi dice "wow, hai l'impianto bose", ma preferisco così, rinunciando a compattezza e design.

  • archibagno.it
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Giugno 2007, alle ore 00:17
    Non è che una Panda và solo meno della Ferrari, c'è sotto anche un discorso tecnologico e qualitativo che le differenzia, poi ovviamente se devo andare a Roma, mi ci portano entrambe...

  • torpedine
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Giugno 2007, alle ore 00:25
    Ovviamente se devo andare a Roma, mi ci portano entrambe...

    Continuo ad esser d'accordo: in questo esempio devo andare a Roma e ovviamente il viaggio con la panda sarà più economico, mentre se potrò permettermi il viaggio in ferrari spenderò di più per avere lusso design immagine tecnologia e... mi aspetto un motore che mi consenta di raggiungere il limite di velocità, altrimenti ci rimarrei male..

    P.s.: sto conducendo la discussione fuori dal seminato: forse mi sono semplicemente accorto che i termoarredi costano cari.

  • archibagno.it
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Giugno 2007, alle ore 08:33
    Bravo, ora hai capito parte del messaggio...

  • torpedine
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Giugno 2007, alle ore 08:52
    Immagino ti riferisca al post sciptum

  • archibagno.it
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Giugno 2007, alle ore 08:55
    Anche, alla fine si torna sempre al discorso iniziale, cioè di cosa vogliono i clienti...

  • torpedine
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Giugno 2007, alle ore 09:27
    Posso dire a discolpa del cliente che non sempre i tecnici che dirigono i lavori hanno sufficiente padronanza delle proprie azioni, affidando l'impianto all'idraulico che decide materiali e schemi, magari "come ha sempre fatto", senza entrare nell'ottica di una progettazione ad hoc e fornendo a volte soluzioni inadeguate.
    Giuringiurello, vissuto la settimana scorsa, anche se devo dire a tutela di entrambe le categorie che probabilmente mi sono trovato di fronte un caso limite di scarsa onestà e competenza da un lato e inesperienza dall'altro.

    Nel caso dei termoarredi mi sono stati consigliati per sovradimensionare i terminali dell'impianto termico, così da poter abbassare la temperatura dell'acqua e far render meglio una caldaia a condensazione, ma da quello che ho potuto vedere sono inadatti allo scopo.

  • archibagno.it
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Giugno 2007, alle ore 09:33
    Molti idraulici decidono i materiali per il cliente sia per una questione di competenza, sia per una questione di celerità di cantiere, abbiamo clienti che a due mesi dagli impianti idraulici, devono finire di decidere la rubinetteria ed il resto, l'impresa è fuori di testa, lo stesso tutti gli artigiani, il cantiere è fermo... E il cliente poi paga tutto questo fermo cantiere, si lamenterà ma senza ragione alcuna...

  • torpedine
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Giugno 2007, alle ore 18:02


    Mi auguro che molti idraulici conoscano il funzionamento dell'impianto che propongono che abbiano un'idea di rendimenti e dimensionamenti, non del tipo:

    -Noi montiamo di solito questo pannello perché sta molto bene integrato nella copertura: qui mettiamo una ventina di pannelli che vanno a scaldare l'acqua del boiler (intendeva il puffer) e contribuiscono al riscaldamento (75 gradi).
    Replico: - la falda è a 20 gradi, d'inverno non renderebbe un granchè.
    -Eh, mettiamo un pannellino o due in più se non bastano, che sarà mai!
    -Già, e d'estate?
    - Ci sono questi vasi d'espansione se dovesse bollire...
    - Si, e le sembra normale comprare i pannelli per buttar via l'acqua bollente? Casomai andranno inclinati per un utilizzo invernale!!

    Tralascio altre chicche.

  • archibagno.it
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Giugno 2007, alle ore 19:41
    Bhe, questa è un'altra storia...

  • radiante
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Giugno 2007, alle ore 22:44
    Torpedine hai colto nel segno,il cosidetto termoarredo cioè il radiatore in acciaio tubolare a colonna è molto piu costoso di un radiatore in alluminio ,normalissimo che renda meno,un elemento in alluminio è 8cm di larghezza per una profondita di 8cm quello in acciaio tubolare è circa 4,5cm per una profondita di 9cm circa,cio vuol dire che ci vogliono circa l80 % di elementi in piu per avere le stesse dimensioni di radiatore ,anche a stesso costo per elemento spenderai l'80% in piu .
    Per quanto riguada aumentare la superfice radiante per poter lavorare ad una temperatura piu bassa lo confermo,qui si lavora piu sul fino e cioè,aumentiamo i radiatori calcolandoli a 50° in ingresso,montiamo una caldaia a condensazione,montiamo centralina climatica con sonda esterna,a questo punto la caldaia entra in modulazione ,fara i suoi conti fra temperatura interna temperatura esterna temperatura di ritorno dall'impianto e consumera solo lo stretto necessario per mantenere la temperatura ambiente impostata,tutto questo diventa perfetto se la casa è ben isolata e la caldaia sta spenta,quando è spenta non consuma nulla!se hai una casa a mo di colino la caldaia è sempre accesa e consuma!
    Tornando al radiatore a colonnina tipo irsap posso diti che se ti piace il modello compralo,ne montiamo parecchi e tutti sono contenti per l'effetto estetico ed acnhe per il calore dato ,chiaro che il tuo idraulico dovrebbe esporti le varie soluzioni poi a te scegliere.

    20 panelli per fa icche?ci scaldate il terriccio nelle serre?

  • torpedine
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 4 Giugno 2007, alle ore 23:55

    Per quanto riguada aumentare la superfice radiante per poter lavorare ad una temperatura piu bassa lo confermo,qui si lavora piu sul fino e cioè,aumentiamo i radiatori calcolandoli a 50° in ingresso....

    Piccola rettifica: non mi calcolo i radiatori a 50°, ma metto più elementi che posso (uno o due in più, non intendo far lavori di muratura "pesante") e dove posso metto radiatori con interasse elevato metto quelli da 1,80metri -2metri. Poi calcolo a che temperatura la batteria rende la potenza richiesta dal calcolo termotecnico e così ho un'idea abbastanza precisa della temperatura di mandata richiesta.
    Abbastanza precisa perché la richiesta di calorè sarà calcolata sulla temperatura di progetto che non avrò che per poche settimane, perciò potrò impostare una temperatura più bassa ricordando di alzarla quando il clima esterno lo richiederà.. poi vedrò sul campo di quanto sbaglio, ma mi piace avere un'aspettativa dettata da un calcolo anche approssimativo, non mi basta che l'idraulico mi dica "si fa così perché ho sempre fatto così e nessuno si è mai lamentato".

    tutto questo diventa perfetto se la casa è ben isolata

    La casa non è proprio un colabrodo ma quasi, ha la grossissima fortuna di essere in città riparata dal vento, con una casa vicina sul lato nord e un'esposizione fantastica: l'apporto del sole è ottimo in inverno e purtroppo anche in estate. Se tutto va bene il prossimo inverno se lo fa con il cappottino esterno e il tetto isolato e ventilato.

    Tornando al radiatore a colonnina tipo irsap posso diti che se ti piace il modello compralo,ne montiamo parecchi e tutti sono contenti

    Mi fa piacere, ma mi eccito più per una caldaia a legna che per un termoarredo, e gli Irsap non sfuggono alla regola: fanno meno caldo di uno squallido elemento in alluminio. Magari hanno un buon prezzo in relazione alla qualità, questo non lo so ancora.

    20 panelli per fa icche?ci scaldate il
    terriccio nelle serre?

    Mariannagane, non mi far parlare, che finisce che sputo nel piatto dove -forse un giorno- mangerò. Magari ci ho fatto anche la figura del fesso (dubito), ma evidentemente il buon senso e l'iscrizione all'albo sono due cose parecchio separate.


    P.s.: ho fatto un errore... ti ho corretto quando hai scritto temperatura di mandata 50° perché in testa avevo il DeltaT 50°, invece il tuo discorso filava e ho riscritto la stessa cosa. Scusa e grazie. Se riesco a partire con i lavori vengo a chiederti un paio di preventivi...

  • radiante
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 5 Giugno 2007, alle ore 12:15
    Cosa montare dipende da te dal tuo lato estetico dal portafoglio e dall'ambizione ,puoi tranquillamente esagerare con gli elementi sbizzarrirti nelle forme sempre con un occhio al tecnico per la migliore posizione,consiglio sempre di montarli sotto finestra,sotto la controsoglia fare un invito curvo dove l'aria scivola migliorando la resa tanto per dire un dettaglio,anche se avrai dei radiatori piu grandi del normale quando la casa è calda si spengono tornando alle rese facciamo un confronto fra quello a colonna in acciaio e quello in alluminio di dimensioni all'incirca uguali
    10 Elementi alluminio h tot 890 L 800 P 80 delta T 60° 1970 kcal/h
    18 Elementi acciaio 3 C h tot 885 L 825 P 101 T delta T 60° 2275 kcal/h

    in questo caso il radiatore in acciaio batte quello in alluminio per la resa

  • torpedine
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Martedì 5 Giugno 2007, alle ore 12:39
    10 Elementi alluminio h tot 890 L 800 P 80 delta T 60° 1970 kcal/h
    18 Elementi acciaio 3 C h tot 885 L 825 P 101 T delta T 60° 2275 kcal/h

    in questo caso il radiatore in acciaio batte quello in alluminio per la resa

    A parte il DeltaT un po' altino, diciamo che la resa potrebbe esser la stessa (la batteria in acciao è profonda il 25% in più).

    Mi sembrano rese comunque buone per entrambi. Che modelli sono?

  • carlojil
    0
    Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 20 Gennaio 2021, alle ore 14:39
    Ciao a tutti,il mio "scaldasalviette" del bagno si scalda (non è rovente)ma non scalda l'ambiente. non so cosa fare è l'unico apparato dell'appartamento a dare questo tipo di problema.i due attacchi x l'acqua sono uno sopra l'altro distanti pochi centimetri; credo possa essere questo uno dei motivi che causano il problema.Pensavo di sostituirlo con uno più grande (e due attacchi dell'acqua lontani tra loro ) e contestualmente fa fare una sorta di tubo esterno in modo da non spaccarele piastrelle.Secondo voi è fattibile ?eventuali idee e suggerimenti ?Grazie

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img trial4life
Ciao a tutti,più di una settimana fa è stato applicato un tassello al muro con dell'ancorante chimico (G&B MA Multi Anchor). Il tassello serve a fissare una...
trial4life 26 Ottobre 2023 ore 18:20 1
Img bedocasa
Salve,mi trovo nella situazione di dover sostituire una caldaia a condensazione in una soluzione abitativa di circa 200 mq disposta su tre piani due dei quali (reparto giorno e...
bedocasa 14 Aprile 2021 ore 09:52 3
Img elesalento
Salve, ho un termosifone che vorrei spostare più in alto, sempre sulla stessa parete, perché nella posizione in cui è ora aderisce al divano (che non posso...
elesalento 25 Maggio 2020 ore 10:56 1
Img 185842
Ciao, volevo un aiuto per capire quale sia il problema sul termoarredo che mi hanno installato in bagno. Il problema è che non si riscalda e l'idraulico che me lo ha...
185842 23 Novembre 2018 ore 11:53 3
Img marcomilano1
Ciao, ho lo scalda salviette del bagno freddo da giorni. Vi do tutti i dettagli. Abito in un condomino al settimo piano di otto, con riscaldamento centralizzato. Ho due caloriferi...
marcomilano1 21 Ottobre 2017 ore 15:04 1
Notizie che trattano Posso cambiare i termo in termoarredo? che potrebbero interessarti


Termoarredo elettrico: tutti i vantaggi di uno scaldasalviette

Impianti di riscaldamento - Con uno scaldasalviette è possibile avere asciugamani e accappatoi riscaldati in poco tempo. Sul mercato esistono anche quelli portatili, adatti ai parrucchieri.

Il design di tendenza di scaldasalviette e radiatori

Impianti di riscaldamento - Le differenze sostanziali fra termoarredo, scaldasalviette e radiatori non riguardano solo il design ma la qualità di riscaldamento che offrono in un ambiente.

Calore con stile

Impianti - Termoarredo: i corpi scaldanti si fanno colorati, con forme originali ed esclusive.

Riscaldamento di design

Impianti - Oggi il tradizionale termosifone si evolve in oggetto di design e si trasforma in termoarredo, dalle piu' svariate forme scuoltoree e tonalita' cromatiche.

Termoarredo bagno: tanti modelli originali tra cui scegliere

Mobili bagno - Un dispositivo che è in grado di abbinare funzionalità e design ed è perfetto per essere inserito in ambienti dagli spazi ridotti, come bagni, è il termoarredo

Scaldasalviette da bagno: modelli per tutti i gusti

Impianti di riscaldamento - Un piacevole tepore in bagno e la possibilità di avere asciugamani e accappatoio sempre asciutti e caldi pronti all'indosso grazie ai radiatori scaldasalviette.

Quale termoarredo conviene acquistare tra elettrico e idraulico?

Impianti di riscaldamento - Il termoarredo unisce la funzione scaldante a quella estetica e può essere collegato alla corrente elettrica oppure all'impianto idraulico di riscaldamento.

Riscaldare il locale bagno

Wellness - Nel settore del riscaldamento vengono proposte sempre più spesso nuove invenzioni per rendere gli ambienti più confortevoli e ciò avviene in particolare...

Riscaldamento in bagno con i radiatori monoblocco

Impianti di riscaldamento - Il riscaldamento in bagno assolve una funzione particolarmente importante in particolare, quando si esce dalla doccia o dalla vasca.
346.823 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI