Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2007-06-11 07:12:52

Impianto solare a tubi sottovuoto


Giakka
login
06 Giugno 2007 ore 14:26 17
Ho appena acquistato una casa (circa 90 mq) e avrei intenzione di installare un impianto solare a tubi sottovuoto. Mi sono fatto fare un preventivo da un fornitore locale che tratta il marchio Thermomax. Un impianto con due collettori da 20 tubi + bollitore da 500 litri + messa in opera = 10.500 euro. Il tutto deve servire sia per l'acqua sanitaria che per il riscaldamento (io ho un impianto di riscaldamento a pavimento).

Mi sono un pò informato e sembra che la Thermomax sia una buona marca e i suoi tubi hanno un'ottima resa.

Vorrei avere dei pareri da parte di qualcuno che sta già utilizzando un impianto simile.

Grazie
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 6 Giugno 2007, alle ore 19:56
    I panelli in questione vanno bene ,il sistema potrebbe essere opinabile in quanto:
    Impianto troppo costoso per la produzione di acqua calda sanitaria
    Impianto piccolo per fare anche da riscaldamento,in quanto in inverno rendera molto meno e le ore di sole sono molto poche di conseguenza ti ci vogliono ventanni per pareggiare i conti ma fra ventanni dovrai rimettere mano all'impianto risultato non recuperi nulla in termini economici

  • giakka
    Giakka Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 7 Giugno 2007, alle ore 07:44
    Ok, ammettiamo che decida di fare solo l'impianto per l'acqua sanitaria. Se Thermomax è troppo costoso solo per ACS quali alternative ho? Potrei installare un impianto a pannelli piani con bollittore annesso, ma ne ho sentito parlare molto male. Poca resa e spreco d'acqua d'estate.

    grazie.

  • paolo31
    Paolo31 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 7 Giugno 2007, alle ore 11:47
    Pradigma sistema aqua per solo acqua sanitaria costo ca 4500 con pannelli e bollitore da 300 lt

    Secondo loro riprendi i soldi in 7 anni, secondo me sono un po' di più...

    Comunque se riesci a sfruttare il 55% conviene, e poi non c'è solo l'aspetto economico, con i pannelli bruci meno gas o gasolio e la caldaia ti dura di più.

    ciao

  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 7 Giugno 2007, alle ore 12:24
    In commercio esistono dei panelli solari a svuotamento totale,con bollitore anesso da montare sul tetto oppure da installare in apposito locale ,il vantaggio è che raggiunta la temperatura del bollitore esso si svuota evitando di andare in ebollizione.
    Fai una ricerca su panelli solari nel web

  • giakka
    Giakka Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 7 Giugno 2007, alle ore 13:09
    Lo svantaggio dei pannelli solari a svuotamento è proprio la perdita d'acqua potabile. Da una parte risparmi energia, dall'altra sprechi acqua. Oltre che essere poco ecologico è anche poco conveniente. Ho dato uno sguardo a Paradigma, cercherò di contattare il venditore di zona, grazie. Comunque ammettiamo per ipotesi che per l'ACS ho trovato il prodotto giusto e sono apposto. Per cercare di risparmiare sul riscaldamento mi rimane come ipotesi una termostufa. Ho visto la Caldea e la Rizzoli. Sembrano buoni prodotti con una resa alta. Tenete presente che posso avere la legna gratis (w il bosco del mio suocero!). Che ne dite? Può essere una valida alternativa al solare?

    Grazie.

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 7 Giugno 2007, alle ore 14:31
    Forse c'è un equivoco lo svuotamento si riferisce al fatto che viene svuotato il pannello solare posto all'esterno, non il serbatoio, alcuni esempi: http://www.rotex.de/italienisch/framese ... talienisch
    http://www.eco-domus.it/impianti_solari_svuotamento.php
    La termostufa non è una valida alternativa al solare, ma potrebbe rappresentare la tua fonte primaria, mentre il solare, che è una fonte incerta, potrebbe costituire un'integrazione.
    Dalla tua esposizione sembra che possiedi un classico impianto di riscaldamento a termosifoni con caldaia a gas.

  • giakka
    Giakka Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 7 Giugno 2007, alle ore 15:27
    L'impianto è a pavimento e la caldaia è a GPL. Ho un bombole sotterrato nel giardino. Visti i costi proibitivi del GPL, non vorrei fare come i miei vicini che lo scorso inverno hanno speso la modica cifra di 2000 euro per riscaldare la casa. Quindi devo integrare l'impianto con del solare, con una termostufa o entrambi. Il problema è sapere se ne vale la pena. Io credo di sì, ma per quello che sono riusciuto a capire, il solare non aiuta molto per il riscaldamento (durante l'inverno la resa è molto bassa); invece la termostufa ha una resa maggiore (almeno credo).

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 7 Giugno 2007, alle ore 17:50
    Se hai un impianto a pavimento puoi pensare di integrare con una termostufa, se poi hai la legna gratis non pensarci due volte.
    E' chiaro che devi mettere un serbatoio di accumulo, se già non lo possiedi, in cui la caldaia a gas versa in alto e preleva in basso e due serpentine di scambio termico, una in alto ed una in basso.
    Quella in alto la colleghi alla termostufa, quella in basso la lasci pronta per i pannelli solari, lo schema potrebbe essere questo:
    http://web.tiscali.it/risparmio_energet ... aldaia.gif
    come vedi puoi anche ottenere ACS grazie al serbatoio a stratificazione.
    I pannelli solari sarebbero utili perché d'estate e nelle mezze stagioni produci ACS senza necessità di accendere la termostufa.
    I pannelli solari li dovresti posizionare per avere il massimo del rendimento nelle mezze stagioni.

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 8 Giugno 2007, alle ore 07:17
    Caro Dotting ti chiedo una informazione, io ho per l'appunto un impianto con termostufa abbinata da un boiler da 200 litri. Ora vorrei installare i pannelli solari ma mi dicono che il boiler per 5 mq di pannelli solari piani è insufficente e serve un altro boiler da 160 litri da mettere in parallelo al mio attuale. Ma come avviene questo collegamento? cosa vuol dire in parallelo? grazie


    Se hai un impianto a pavimento puoi pensare di integrare con una termostufa, se poi hai la legna gratis non pensarci due volte.
    E' chiaro che devi mettere un serbatoio di accumulo, se già non lo possiedi, in cui la caldaia a gas versa in alto e preleva in basso e due serpentine di scambio termico, una in alto ed una in basso.
    Quella in alto la colleghi alla termostufa, quella in basso la lasci pronta per i pannelli solari, lo schema potrebbe essere questo:
    http://web.tiscali.it/risparmio_energet ... aldaia.gif
    come vedi puoi anche ottenere ACS grazie al serbatoio a stratificazione.
    I pannelli solari sarebbero utili perché d'estate e nelle mezze stagioni produci ACS senza necessità di accendere la termostufa.
    I pannelli solari li dovresti posizionare per avere il massimo del rendimento nelle mezze stagioni.

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 8 Giugno 2007, alle ore 07:56
    Con la termostufa ed il boiler cosa alimenti: termosifoni, pannelli radianti, anche ACS.
    Il boiler è servito anche da altre fonti: caldaia?, dispone di serpentine o la termostufa versa direttamente nel serbatoio?

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 8 Giugno 2007, alle ore 08:18
    Con la termostufa scaldo la casa e scaldo un boiler da 200 litri a doppio serpentono per avere acqua sanitaria calda. La termostufa è collegata al serpentono + alto.
    Ora quelli che mi mettono i pannelli solari piani 5mq vogliono abbinarmi un boiler da 160 lt mono serpentino e metterlo in parallelo al mio da 200 litri. A quanto ho capito i pannelli scaldano il boiler da 160 litri e poi un piccolo ricircolo tra il boiler da 160 e quello da 200 consentirà di avere acqua calda alla stessa temp. in entrambi. Mi chiedo se sia un buon sistema e mi chiedo se non sia il caso di collegare ai pannelli anche il serpentino basso del boiler da 200 litri invece che solo il serpentino del boiler da 160lt...spero di essere stato chiaro


    Con la termostufa ed il boiler cosa alimenti: termosifoni, pannelli radianti, anche ACS.
    Il boiler è servito anche da altre fonti: caldaia?, dispone di serpentine o la termostufa versa direttamente nel serbatoio?

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 8 Giugno 2007, alle ore 11:27
    Sinceramente non mi sembra una bella pensata l'impianto in parallelo.
    Non hai però risposto alla domanda più importante: termosifoni o pannelli radianti.
    Cambia decisamente la temperatura di mandata minimo 60°C nel primo caso 35°c nel secondo.
    Ipotizziamo termosifoni:
    Inverno accendi la termostufa e devi aspettare che si riscaldino 200 litri d'acqua prima che parta il circolatore, se metti il secondo serbatoio in parallelo devi aspettare che si riscaldino 200+160 litri d'acqua.
    Se il serbatoio è a 60°C perché hai i termosifoni, le giornate di sole in cui i pannelli raggiungeranno temperature superiori ai 60°C, ribadisco superiori, saranno decisamente poche.
    Nelle mezze stagioni la termostufa è spenta, i pannelli devono riscaldare 160+200 litri perché il circuito ACS lo hai nel boiler da 200 litri, nelle mezze stagioni non raggiungerai quasi mai una temperatura decente per l'ACS e dovrai integrare con una sorgente di calore: termostufa, gas, elettrico.
    In estate i pannelli solari dovrebbero riuscire a portarti in temperatura tutti i 360 litri di ACS, che poi in estate cosa te ne fai di 360 litri di ACS questo è da vedere.
    Soluzione più semplice:
    fai collegare i pannelli solari termici alla serpentina inferiore del boiler, li fai orientare per il massimo delle prestazioni in regime invernale, 60° di inclinazione Sud sparato tubi heat-pipe, naturalmente centralina elettronica che attiva il circolatore dei pannelli tarata a 65°C.
    Io metterei un pannello con una trentina di tubi.

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 8 Giugno 2007, alle ore 12:33
    Esatto ho impianto a termosifoni.
    Non ho capito bene il messaggio
    Unica puntualizzazione , i due boiler servono solo per produzione di acqua sanitaria e non aiutano al riscaldamento. Per il riscaldamento ho la termostufa che non ha bisogno di boiler in quanto è una Klover con serbatoio acqua incorporato. Il boiler da 200 lt l'avevo messo solo in quanto volevo sfruttare la termostufa per avere acnhe acqua calda sanitaria.

    Sinceramente non mi sembra una bella pensata l'impianto in parallelo.
    Non hai però risposto alla domanda più importante: termosifoni o pannelli radianti.
    Cambia decisamente la temperatura di mandata minimo 60°C nel primo caso 35°c nel secondo.
    Ipotizziamo termosifoni:
    Inverno accendi la termostufa e devi aspettare che si riscaldino 200 litri d'acqua prima che parta il circolatore, se metti il secondo serbatoio in parallelo devi aspettare che si riscaldino 200+160 litri d'acqua.
    Se il serbatoio è a 60°C perché hai i termosifoni, le giornate di sole in cui i pannelli raggiungeranno temperature superiori ai 60°C, ribadisco superiori, saranno decisamente poche.
    Nelle mezze stagioni la termostufa è spenta, i pannelli devono riscaldare 160+200 litri perché il circuito ACS lo hai nel boiler da 200 litri, nelle mezze stagioni non raggiungerai quasi mai una temperatura decente per l'ACS e dovrai integrare con una sorgente di calore: termostufa, gas, elettrico.
    In estate i pannelli solari dovrebbero riuscire a portarti in temperatura tutti i 360 litri di ACS, che poi in estate cosa te ne fai di 360 litri di ACS questo è da vedere.
    Soluzione più semplice:
    fai collegare i pannelli solari termici alla serpentina inferiore del boiler, li fai orientare per il massimo delle prestazioni in regime invernale, 60° di inclinazione Sud sparato tubi heat-pipe, naturalmente centralina elettronica che attiva il circolatore dei pannelli tarata a 65°C.
    Io metterei un pannello con una trentina di tubi.

  • giakka
    Giakka Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 8 Giugno 2007, alle ore 12:53
    Mi sto convincendo sempre più ad installare una bella termostufa. Però ho ancora qualche dubbio.

    1) Riesco a fare entrare la termostufa negli incentivi che il governo ha varato con la finanziaria? (il famoso 55%)

    2) che potenza ho bisogno per poter riscaldare un appartamento di circa 90 mq? le termostufe che ho avuto modo di vedere navigando qua e là si aggirano intorno ai 30 Kwh...

    3) il commerciale mi ha detto che come spesa dovrei stare intorno ai 5000 euro (termostufa + boiler 500 litri + messa in opera).

    Grazie

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 8 Giugno 2007, alle ore 14:13
    Xplinio
    a maggior ragione ti confermo: soluzione più semplice.
    x giakka
    schema già postato
    1.- no solo 36%, o meglio anche 55% con il 344, ma lascia perdere;
    2.- prendi una piccola, ricorda che la potenza comunque è funzione della legna che metti;
    3.- 500 litri sono eccessivi, max 2-300 plinio per esempio con un impianti a termosifoni si affida solo al serbatoio incorporato nella termostufa che solitamente si aggira sui 100 litri.

  • giakka
    Giakka Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 8 Giugno 2007, alle ore 14:26
    Grazie per i chiarimenti....

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 11 Giugno 2007, alle ore 07:12
    Sei stato molto gentile. Grazie

    xplinio
    a maggior ragione ti confermo: soluzione più semplice.
    x giakka
    schema già postato
    1.- no solo 36%, o meglio anche 55% con il 344, ma lascia perdere;
    2.- prendi una piccola, ricorda che la potenza comunque è funzione della legna che metti;
    3.- 500 litri sono eccessivi, max 2-300 plinio per esempio con un impianti a termosifoni si affida solo al serbatoio incorporato nella termostufa che solitamente si aggira sui 100 litri.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img vale75
Buongiorno chiedo consigli sulla disposizione living...siamo in fase di ristrutturazione zona primo piano l'idea è di creare open space cucina soggiorno,mantenendo una...
vale75 01 Dicembre 2021 ore 18:28 18
Img davidepriori
Buonasera, ho appena finito di trasformare un solaio in una mansarda. Tutto ok se non che in questi giorni con l'arrivo del freddo si sta formando la condensa in basso a una sola...
davidepriori 01 Dicembre 2021 ore 10:13 4
Img ester fasciana
Buonasera,chiedo un parere circa la posa degli infissi. Poichè sto eseguendo lavori 110 Ecobonus per la presenza di diverse teste e intenzioni che non sto qui a raccontarvi...
ester fasciana 01 Dicembre 2021 ore 09:19 2
Img marinajo
Salvela ditta che sta facendo l'isolamento termico della mia unifamiliare mi propone pannelli isolanti EPS (non estruso) spessore 10 cm.Mi pare di capire che questo materiale sia...
marinajo 01 Dicembre 2021 ore 09:15 1
Img liceka5861
Ciao a tutti,Per quanto riguarda l'arredo esistono delle aziende che oltre ad un preventivo gratuito fanno anche un disegno 3D della soluzione proposta? Mi consigliate qualche...
liceka5861 30 Novembre 2021 ore 20:23 2
REGISTRATI COME UTENTE
333.959 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//