Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Costruire casa da sè


Robart
login
08 Settembre 2004 ore 18:00 61
Salute a tutti...
nutro da un pò di tempo a questa parte un'idea un pò pazza...quella di voler costuire la mia casa. Fino a qui niente di strano, se non ché io vorrei farlo con le mie mani e secondo le mie idee! Naturalmente non sono del ramo (ingegnere, geometra o muratore!!), ma laureato in legge e dipendente statale.
Sono proprietario di un appezzamento di terreno molto carino...su questo vorrei costruire una casa in cui abitare (aspetto di non poco conto!!) e lavorare (con mani,schiena e sudore, naturalmente a servizio e guidato da chi è competente) per dare vita e forma alle mie idee e per lasciare su questa terra un chiaro segno del mio passaggio, che in qualche modo mi rappresenti anche quando non ci sarò più (nel 2120 circa...).
Insomma è frustrante pensare di dover vivere in una casa in cui alla fine si sceglie solo il divano e il bagno...
Cerco qualsiasi scambio di opinioni (dal feng shui alla bionergetica) e indicazioni utili per perseguire questo sogno (siti internet, letture, convegni, fiere), che possano instradarmi per iniziare a conoscere la base delle costruzioni e dell'architettura e magari incontrare e discutere on qualche altro pazzo come me. Naturalmente non cerco conoscenze strettamente tecniche (altrimenti mi iscriverei a ingegneria), ma consigli e idee.
Innanzitutto voglio costruire in pietra e non mattoni.
Quali sono i pregi e i difetti di una tale scelta?
Grazie a tutti
  • beppe64
    Beppe64 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 10 Settembre 2004, alle ore 07:58
    Lascia perdere! con tutte le norme che ci sono secondo me è da pazzi avventurarsi in una cosa del genere; io sono del parere: ad ognuno il suo mestiere. Se calcoli il tempo che perderesti per costruire casa e rubato al tuo lavoro, non so neanche se economicamente ti conviene. Cerca invece ti cercarti un tecnico di fiducia (vai a vedere i lavori fatti) e poi affiancalo nelle scelte progettuali.
    Auguri in ogni caso
    rispondi citando
  • beppe64
    Beppe64 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 10 Settembre 2004, alle ore 08:00
    Lascia perdere! con tutte le norme che ci sono secondo me è da pazzi avventurarsi in una cosa del genere; io sono del parere: ad ognuno il suo mestiere. Se calcoli il tempo che perderesti per costruire casa e rubato al tuo lavoro, non so neanche se economicamente ti conviene. Cerca invece ti cercarti un tecnico di fiducia (vai a vedere i lavori fatti) e poi affiancalo nelle scelte progettuali.
    Auguri in ogni caso
    rispondi citando
  • robart
    Robart Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 10 Settembre 2004, alle ore 16:44
    Caro Beppe,
    come avevo scritto in premessa è una cosa un pò pazza...del resto se non fai cose pazze ogni tanto come fai a rimanere sano?!
    In realtà il tempo ed i soldi sono variabili con cui dover fare necessariamente i conti, ma non sono queste che dovranno decidere per me, sono sempre io che decido e che ho già deciso così.
    Poi io voglio avere le idee chiare e partorire un progetto che mi rappresenti. Altro discorso è far fare il lavoro a chi è del mestiere: non ho dubbi!
    Grazie e crepi il lupo...
    rispondi citando
  • beppe64
    Beppe64 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 10 Settembre 2004, alle ore 17:55
    Informati bene per quanto riguarda la sicurezza nei cantieri se è possibile che il proprietario possa realizzare da sè l'abitazione. (penso di sì, ma non puoi farti aiutare da nessun altro...penso.. non mi è mai capitato un caso del genere).
    Penso che un grosso imbocca al lupo ti serva.
    rispondi citando
  • bubuzzo
    Bubuzzo Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 13 Ottobre 2004, alle ore 14:14
    Robart io ti dico, mio modesto parere, che la casa fatta con le proprie mani ha un alto valore, almeno proprio. Io ho fatto qualcosa di simile e ti giuro casa mia, fino a quando non ci sarò più, NON LA VENDERO' MAI
    Complimenti e datt' da fà!
    rispondi citando
  • mario robecchi
    Mario robecchi Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 1 Novembre 2004, alle ore 17:11
    Ottima idea Robart! Non farti scoraggiare da chi è già scoraggiato!

    Per avere 120 progetti gratis di semplici case, visita il sito http://www.topsiderhomeplans.com/

    Lì trovi delle valide idee, come la pianta centrale con la "zona acqua" (bagni e cucina) raggruppata. Guarda come si possono valorizzare 60 metri quadri se disposti a ottagono...

    Ricordati di NON mettere i bagni vicino a soggiorni e camere da letto: prevedi delle insonorizzazioni, o delle nicchie-armadio, altrimenti chi è è in soggiorno o nella camera da letto viene disturbato dal rumore dell'acqua.

    Per conoscere il feng-shui ci sono un sacco di validi libri: uno secondo me semplice è "Il manuale di feng-shui" scritto da Chuen, pubblicato da Corbaccio. Per un'interpretazione più evoluta degli spazi leggi anche "Casa tra cielo e terra" di Jean-Charles Fabre, pubblicato da Amrita.

    Ci sono molte soluzioni da adottare per risparmiare e non inquinare: ad es., una semplice palizzata a 25 dai muri perimetrali (dove non hai le finestre, è chiaro) ti ripara dal vento freddo invernale e dalla calura estiva. Crea una palizzata che lasci filtrare l'aria. Non conosco siti che lo spiegano ma qs dritta ti aiuta a orientarti.

    Buona progettazione!

    Mario
    rispondi citando
  • jchnusa
    Jchnusa Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 4 Novembre 2004, alle ore 13:12
    Caro robart procedi pure se uno ha le (capacita) e l'inventiva è giusto che ci provi però se posso darti un consiglio, la cosa più importante che devi fare è quella di affidarti ad un tecnico (geometra o ingegnere) che ti curi tutte le pratiche con le varie autorizzazioni comunali ecc ecc credimi la parte più difficile è la burocrazia, certo se i lavori li vuoi fare tu un bel po te ne devi capire altrimenti rischi che tutto ti crolli addosso per renderti conto di quello che può succedere dai un occhiata a tutte le notizie che trattano di disgrazie sui cantieri edili eventualmente contatta qualche buon sindacalista che vedrai ti chiarirà le idee, sai io sono titolare di un impresa edile che è presente sul mercato da ben 21 anni quando sei sul mercato da tanti anni ne vedi di tutti i colori e purtroppo vedi anche cose tragiche non tanto solo dai privati ma anche sopratutto presso e le imprese, come ben saprai la legislazione italiana da la possibilità a chiunque di iscriversi alla camera di commercio avere la partita I.V.A. (che oggi è gratuita) e quindi avere un impresa a tutti gli effetti in pratica senza nessuna conoscenza in materia e senza grossi problemi puoi anche costruire un palazzo ( e poi ci lamentiamo degli incidenti sul lavoro) ,scusa se mi sono dilungato ma non l?ho fatto per scoraggiarti anzi solo per darti alcune informazioni su quello che è il mondo dell? edilizia come già detto prima trovati un buon tecnico poi eventualmente un artigiano che faccia al posto tuo i lavori che altrimenti non saresti in grado di fare te non per incapacità ma solo perché avresti bisogno di attrezzi e materiali di consumo quali legname elettroutensili e chi più ne ha più???. comunque spero di essere stato chiaro ,non mollare perché poi alla fine non è così difficile sapessi quanti cani sono titolari di impresa comunque in bocca al lupo ciao


    ps ti serve mica un preventivo? Ha ha hahaahhahah scherzo ciao
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Sabato 15 Gennaio 2005, alle ore 20:52
    Ciao ho letto che anche te volevi costruirti casa da solo...
    volevo chiederti di dove sei e che notizie sei riuscito a rimediare
    perche anche io stavo pensandoci su, anche se parto svantagiato
    perchè non ho ancora il terreno sul quale costruire...
    io abito a roma ed ho 23 anni, faccio il falegname e sono
    un libero sognatore.
    ti sarei grato se mi rispondessi intanto ti mando i miei saluti
    Giovanni
    rispondi citando
  • giacuratolo
    Giacuratolo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 17 Gennaio 2005, alle ore 10:24
    Io ho un piccolo quesito per Robart: se una persona qualunque per esempio un muratore, viene da te che sei avvocato (per ipotesi, non so se eserciti quello per cui hai studiato) e ti dice che vorrebbe difendersi da solo in una causa o altro, cosa dici? e tutti gli altri che hanno partecipato a questo argomento o leggono il forum cosa pensano?
    rispondi citando
  • sisterrita
    Sisterrita Ricerca discussioni per utente
    Martedì 8 Febbraio 2005, alle ore 18:39
    Ciao, premetto che non sono un tecnico (lavoro nell'informatica..) ma solo sono una "figlia" di un uomo d'altri tempi che si è costruito la casa in campagna praticamente da se e forse posso darti qualche consiglio, anche se l'impresa non è facile.. Intanto complimenti per l'intenzione molto nobile e sicuramente alternativa! Ti elenchero' vari punti..:
    1) informati bene se puoi costruire sul terreno, perchè se è un terreno agricolo non puoi costruire nulla. Se si informati se esistono vincoli del tipo non puoi costruire a non meno di 30 metri dalla strada principale, o se non puoi alzare il tetto per piu' di tot metri e cose simili.
    2) comincia a pensare che non risparmi assolutamente costruendo da te, anzi, la manodopera e i materiali sono rincarati moltissimo, ma avrai sicuramente un'altra soddisfazione.
    3) prevedi prima di tutto dove e come allacciarti alla rete fognaria, io ne ho una privata ma fra poco dovremo allacciarci a quella della strada (comunale) e consentire il passaggio delle tubazioni (nonchè nel futuro,degli operai per la manutenzione) nel vialetto; prevedi gli attacchi per il gas metano, anche se non è previsto ora prima o poi arriverà anche li; prevedi un pozzo per conto tuo, anche se conti di avere l'acqua diretta, non si sa mai;
    4) devi considerare che una casa costruita da se ha delle spese particolari, ad esempio io pago la tassa sul cancello... si, il cancello per entrare nel vialettino, anche se il cancello è sul mio terreno, mi sembra che ammonti a circa 180 euro l'anno ma non mi vorrei sbagliare. Un'altra spesa particolare può essere la grondaia, la manutenzione dell'impianto di riscaldamento, il muretto divisorio confinante col vicino, insomma, tante piccole cose che vanno chiarite bene, prima di subito perchè se no non se ne esce piu'. Non voglio scoraggiarti, ma i problemi sono tantissimi e vanno affrontati uno per uno per evitare esborsi in denaro piuttosto pesanti.
    5) informati bene sul tipo di terreno, ad esempio, ci sono falde acquifere? Controlla se nelle vicinanze ci sono dei canneti, è un buon sistema per capire se scavando ti ritrovi un acquitrino; è un terreno particolarmente sassoso? Ad un mio amico è capitata in fase di scavo delle fondamenta una roccia di un paio di metri e per spaccarla ha speso quasi 15 milioni di lire per chiamare una specie di ruspa pneumatica.
    6) prevedi un progetto antisismico, fatto da un ingegnere edile specializzato in antisismica, anche se costa un po' di piu', è meglio farlo prima piuttosto che rimetterci le mani dopo.
    7) se hai intenzione di mettere un caminetto mettilo possibilmente su qualche parete interna, il calore non si disperde, e posizionalo magari in un angolo e non in mezzo ad una parete perchè è molto piu' difficile arredare il tutto. Prevedi anche un posto per la legna da usare durante l'arco della giornata e un posto per una scorta abbondante per i giorni di pioggia, altrimenti passi le giornate a fare su e giu' con la legna bagnata che fa pure fumo...
    prevedi un piano unico se hai spazio o perlomeno un bagno anche se molto piccolo in ogni piano, è molto piu' comodo. Un'eventuale scala per i piani superiori andrebbe posizionata in qualche angolo morto; prevedi anche un ripostiglio, non è importante quanto sia grande una casa, serve SEMPRE.
    9) prevedi se possibile un doppio ingresso (tipo i pub del nord) , ripara da freddo, pioggia, correnti eccetera, è un bel risparmio energetico e una piccola sicurezza in piu'.
    10) all'interno prevedi l'aria condizionata, l'antenna per la tv, varie prese telefoniche, l'impianto per l'aspirapolvere incorporato (è un bocchettone situato nel muro dove agganci solo il tubo per aspirare la polvere o battere i tappeti), se usi i computer prevedi anche un cavo in piu' nell'impianto elettrico/telefonico per la rete lan, sembra una cretinata ma l'hanno fatto due miei amici informatici in un appartamentino di pochi metri quadri e t'assicuro che è comodissimo! sempreche' ti interessi l'informatica...!
    11) prendi in considerazione l'impianto elettrico/riscaldamento a pannelli solari;
    12) i tubi dei riscaldamenti falli passare al centro delle stanze, io li ho cosi', risparmi un casino e casa è sempre calda. I termosifoni mettili sulle pareti interne, magari dietro le porte, mai in mezzo ad una parete o sotto le finestre, oppure metti i termoconvettori in alto.
    13) gia' che ci sei.. un locale bagno/lavanderia/asciugatoio/stireria non sarebbe male, magari se hai due bagni ne tieni uno come sala da bagno e basta e l'altro che raccoglie tutto il resto, è molto funzionale e bastano pochi mq. se lo progetti per bene, magaro con un balconcino per stendere i panni, cosi che un altro balcone lo usi solo per prendere il sole con gli amici!.
    Per ora mi fermo qui, scusa se ho esagerato, ma se dovessi ricostruire casa da me è cosi' che la rifarei, fino a che non ci si passa non ci si rende conto di quante cose utili si possono fare in fase di progetto, spendendo poi molto meno che a farle dopo.
    in bocca al lupo.
    rispondi citando
  • joe75
    Joe75 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 21 Marzo 2005, alle ore 20:28


    Ciao a tutti!!!
    Visto che ho qualcosa in comune con l'autore del msg (...laurea in legge,il lavoro, e il fatto di voler costruire casa, dopo aver lavorato sui cantieri di mio padre....) mi è sembrato interessante dare un piccolo contributo:

    Il fatto di costruirti casa per conto tuo non è poi una cosa così assurda....anche se:

    1) per costruire i muri perimetrali della tua casa con la pietra ci vuole molta dimestichezza nel "tagliarla" inoltre è un operazione di gran lunga più costosa rispetto al mattone/blocchi in cls/o forato e ti posso garantire che non è affatto un operazione che la si può apprendere con qualche mese......(l'utilizzo della pietra in italia non ha per questi e altri motivi trovato un largo utilizzo.....diversamente in Spagna: ho scattato delle bellissime foto di case realizzate con l'uso della pietra....utilizzano manodopera marocchina perchè estremamente abile nel lavorare la pietra....se vuoi posso inviarti le foto così giudichi tu (sono un po pesanti 3 mil. di pix....), inoltre in quella realtà la pietra non costa molto.....

    forse una soluzione CONCRETA.... sarebbe quella di farti realizzare la struttura (pilastri+travi+solai) in cemento armato da una "squadra di carpentieri", sotto la guida di un ingegnere: di modo che nel giro di.....(di quanti metri è il progetto?)....poi tu potresti affiancare dei muratori per realizzare le tamponature.....infine e questa è un operazione che potresti fare veramente da solo:il rivestimento esterno della casa puoi murare delle placche di pietra irregolari (per questo è molto semplice murarle...dello spessore da 2-3 cm...costo 15- 25 E. m/quadrato......inoltre la superficie esterna dei muri non deve necessariamente essere rivestita completamente: anzi risultati estetici migliori si ottengono nel rivestire soltanto la parte bassa del muro...quella che poggia sul terreno vedi isolamento dall'umidità di risalità che proviene dal terreno, e poi proseguire con intonaco (scegliendo la tonalità da abbinare al colore della pietra), rivestire gli angoli della casa....la canna fumaria del camino....

    ciò ti consente i seguenti vantaggi:

    - Rapidità e SICUREZZA strutturale nel realizzare il grezzo in c.a: in breve tempo puoi entrare nella tua futura casa.....puoi renderti conto di come utilizzare gli spazi, i lavori, i soldi....

    - la coibentazione termica che si ottiene da questo tipo di costruzione è ottima...

    spero queste indicazioni seppur generiche (per affrontare un discorso un pò + dettagliato è oppotuno conoscere la grandezza della casa, il luogo in cui verrà costruita, il tempo che intendi realizzarla, il tempo che pensi di poter dedicare con il tuo sudore.... ....e le persone/amici/tecnici che ti aiuteranno..infine il budget che intendi spendere....) ti siano utili....

    P.S. una volta affrontati questi problemi preliminari-fondamentali si può pensare alla proget. del giardino, piscina, verande,laghetti ecc: spazi aperti.....sono diplomato in perito Agrario con specializazione in Tecnico di Parchi e giardini (comune di roma) qualche consiglio?....Buona navigazione a tutti!!!!
    rispondi citando
  • king sun
    King sun Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 24 Marzo 2005, alle ore 09:23
    Non chiamare un architetto o un ingeniere; il progetto della tua casa disegnalo tu,

    certo, il disegno (non il progetto) della casa è meglio che uno se lo faccia da solo, così la fa come gli piace...ma un tecnico che faccia il progetto strutturale vogliamo chiamarlo o no????
    ciao
    KS
    rispondi citando
  • king sun
    King sun Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 24 Marzo 2005, alle ore 09:26
    Per conoscere il feng-shui ci sono un sacco di validi libri:

    sicuramente ci sono un sacco di libri, ma non bisogna dare a queste "dottrine" più ascolto di quanto se ne dia all'oroscopo...
    ciao
    KS
    rispondi citando
  • maurjzjo
    Maurjzjo Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 25 Marzo 2005, alle ore 12:20
    Un saluto a tutti.
    Anch'io ho lo stesso sogno e medesime intenzioni dell'autore di questo topic ovvero costruire la casa con le mie mani studiando soluzioni per minimizzare il piu' possibile i costi ....e le soluzioni esistono ! Specie se si studia il problema tutti insieme come in questo topic.

    Spero che la trattazione in questo topic continui il piu' a lungo possibile per raccogliere, tutti insieme , tutte quelle informazioni tali da esaurire la materia e la nostra curiosita'.

    Per farvi capire che potrebbero esistere soluzioni radicali mai utilizzate , incomincio SCHERZOSAMENTE a dire che , ad esempio , uno le fondazioni potrebbe anche realizzarsele usando esplosivo risparmiando i costi sull'escavazione. Lo so, e' ridicolo, ma questa barzelletta' l'ho detta solo per far capire che potrebbero esistere soluzioni NON CONVENZIONALI , da esplorare , che potrebbero aiutare ad economizzare fortemente in vari campi di realizzazione della casa.

    Maury
    rispondi citando
  • lapokira
    Lapokira Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Giugno 2005, alle ore 13:46
    Ciao,

    vorrei farti capire una cosa senza che tu la prenda come uno scoraggiamento ma solo come un punto di partenza per capire dove puoi arrivare.

    Hai mai provato a creare un muretto e a portarlo a malta o ad esempio a fare traccie e a chiederle in un secondo momento ?

    Io si e ti assicuro che è più facile fare un impianto elettrico completo che quei tipi di lavori. Questo perchè certi lavori per farli hanno bisogno di pratica altri solo di nozioni teoriche.

    Quindi io ti consiglio come ti ha scritto qualcuno prima non mi ricordo il nome di affidarti a qualcuno che svolga le pratiche ( cosa non facile - forse non sai ma in alcuni comuni se va un privato fanno di tutto per renderti le cose difficile se va uno del mestiere è un'altra cosa ), poi a una anche piccola azienda che ti realizzi la struttura portante, tetto pilastri e fondamenta. Poi se vuoi trova un operaio in gamba e insieme realizza i muri divisori i tamponamenti gli impianti ecc.
    Sono daccordo sempre con quella persona che ti ha consigliato di costruire non in pietra ma solo con un rivestimento esterno che può essere fatto come diceva lui sia da pietre di spessore 2 3 cm oppure con pietre tagliate regolari 220euro a mq ( pensaci sò che sono molto belle ma.....)
    Ultima cosa gli impianto luce e riscldamento non sono abbligatori per la legge ma se li realizzi vanno certificati quindi o trovi un tecnico che si prende la resposabilità e te li certifica anche se realizzati da te ( vuole ovviamente il pizzo ) oppure ti fai fare la certificazione solo su una piccola parte e poi realizzi tu il resto.

    Chiedimi pure altro sono contento di poter dare informazione per quelle che sono le mie conoscenza

    Ciao
    Diego
    rispondi citando
  • elenae
    Elenae Ricerca discussioni per utente
    Martedì 21 Giugno 2005, alle ore 14:37
    Sono assolutamente d'accordo con Giacuratolo: ad ognuno il suo mestiere!
    Se per fare l'avvocato bisogna studiare diversi per diventare un bravo avvocato bisogna esercitare per anni.
    La stessa cosa vale per qualunque mestiere e non ci si può improvvisare.
    rispondi citando
  • erin
    Erin Ricerca discussioni per utente
    Sabato 25 Giugno 2005, alle ore 10:42
    Anche io ho avuto questo sogno e l'ho realizzato!
    Il progetto l'ho fatto io, anche se, quando ormai avevo terminato il lavoro, ho chiesto il parere di un architetto: qualche correzione, minima, e ho incominciato a sviluppare l'idea.
    E' una casa molto grande (quasi 230 mq) ma ne è valsa la pena.
    Ti consiglio di scegliere i materiali, e realizzare il tuo progetto, cioè, fai quello che ti pare, ma poi chiedi una revisionata a un esperto: forse la casa perderà un pò di "tuo", ma potrebbe guadagnare in molti settori (illuminazione, isolamento...).
    Comunque, hai un'ottima idea... buona fortuna!
    rispondi citando
  • maurjzjo
    Maurjzjo Ricerca discussioni per utente
    Sabato 25 Giugno 2005, alle ore 11:15
    Ciao Erin,

    Anche io ho avuto questo sogno e l'ho realizzato!
    Il progetto l'ho fatto io,



    Quando hai presentato il tuo progetto al comune ti hanno imposto la firma del progetto da parte di un geometra oppure hanno accettato la tua firma con presa di responsabilita' da parte tua ?

    Il mio intento e' di procedere in totale indipendenza senza dover dipendere da alcuno e costruire la mia casa un po' alla volta realizzando da me i progetti , conducendo le pratiche comunali e poi pensando lentamente e con calma alla realizzazione fisica della casa.

    Maury
    rispondi citando
  • lauradvl
    Lauradvl Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 27 Giugno 2005, alle ore 11:00
    Innanzitutto complimenti per la bella pensata...!
    Ti parlo da tecnico(geometra) e di gente che non s'interessa minimamente della propria casa (nemmeno di scegliere il divano!) ne ho vista parecchia! bè, la risposta che ti danno è:sei tu il tecnico! si, ma io gli rispondo che non ci devo vivere io!!!!!
    Quindi, apprezzo i buoni propositi, ma ti dico subito che realizzarla interamente è impossibile, a partire dal progetto, che NECESSITA della firma di un tecnico abilitato(geom, arc, ing..) e poi, scusami, ma come fai a conoscere le 1000 leggi e regolementi comunali che ti IMPONGONO di rispettare delle norme nelle dimensioni,posizioni e tipo di materiali/strutture per realizzare un edicifio?sarai anche laureato, ma di strutture credo tu ne sappia poco! Per cui, prima cosa, disegna pure la tua casa, ma trova un bravo tecnico che ti segua, ti aiuti col comune e diriga i lavori! Poi è necessario il progetto strutturale,e quello degli impianti, sempre a firma di tecnici abilitati(cioè iscritti ai relativi albi professionali). Per quanto riguarda la realizzazione ogni metodo è buono...se lo è per te! ... e se credi di farcela, non è uno scherzo! ascolta anche gli altri, che consigliano di affiancarti ad un tecnico per ogni settore, che ti insegni almeno le basi (quanto tempo potresti perdere per una sciocchezza se non conosci i trucchi del mestiere!)... Personalmente farei fare il grosso del lavoro ad un'impresa, sempre seguendola personalmente, e le rifiniture potresti farle da solo..magari con un muratore in pensione no?!
    Ti auguro buon lavoro e se hai bisogno di qualche consiglio chiedi pure!
    rispondi citando
  • it000849
    It000849 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 25 Luglio 2005, alle ore 13:52
    ...Think out of the box!
    Complimenti vivissimi a te e a maurjzjo (che ti ha espresso un concetto che condivido appieno!), e un "...meditate..." a tutti quelli che ti stanno scoraggiando.
    Il mondo lo costruisce chi pensa in modo "non convenzionale", non chi si conforma alle regole. Tu hai deciso di costruire il mondo cominciando dalla tua casa, ed io ti dico: "sei grande! Vai avanti caparbiamente e quando qualcuno tenta di scoraggiarti, girati dall'altra parte!". Un solo consiglio (una semplice riconferma di quello che ti ha già detto maurjzjo): cerca sempre di pensare "al di là degli schemi". Esempio:
    Per fare i muri non esistono solo i mattoni. Oggi ci sono materiali eccezionali, facili da lavorare (anche per un avvocato) e con caratteristiche superiori a quelle dei mattoni (a proposito di pensare "fuori degli schemi": pensa a quante risate si sarebbe fatto cinquanta anni fa un "tecnico qualificato", a cui qualcuno avesse proposto di utilizzare, anzichè i mattoni, materiali che oggi sono considerati "il non plus ultra"!).

    Io sono ingegnere, ma ti posso dire con assoluta certezza che per fare le case (al di la' delle imposizioni di legge, che comunque bisogna rispettare!), non ci vogliono gli ingegneri: ci vogliono determinazione, idee e coraggio.

    Continua con in testa un obiettivo preciso: LASCIARE LA TUA IMPRONTA SULLA TERRA!
    Fammi sapere come procede...
    rispondi citando
  • lauradvl
    Lauradvl Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 25 Luglio 2005, alle ore 14:18
    Bè... più che "lasciare la tua impronta sulla terra" penserei ad altro... del tipo "vivo nella MIA casa, costruita col mio impegno"... sennò sai che delusione se un domani qull'impronta venisse cancellata da chissà chi dalla terra????? non credo sia questa la giusta filosofia di vita, la terra non ha bisogno nè di impronte del nostro passaggio nè di cose perenni... ha già le sue!
    rispondi citando
  • it000849
    It000849 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 25 Luglio 2005, alle ore 14:42
    ...Ovviamente quando parlavo di "impronta" non intendevo riferirmi all'oggetto, ma alle idee e all'approccio!
    rispondi citando
  • lauradvl
    Lauradvl Ricerca discussioni per utente
    Martedì 26 Luglio 2005, alle ore 08:26
    Infatti ho apprezzato anche io l'idea... ma l'approccio non è sempre così facile come si pensa no? non mi riferisco alle idee, se uno è convinto di fare una cosa usa tutti i mezzi che ha per riuscirci no? quindi potrebbe benissimo farcela! Mi riferisco alla burocrazia, alle norme tecniche,ai metodi... è inutile sbattere la faccia contro un muro... meglio sapere a cosa si va incontro, tutto qua! Per questo gli ho consigliato di affiancarsi a qualcuno che ne sa almeno un pochino più di lui!
    rispondi citando
  • dario70
    Dario70 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 26 Luglio 2005, alle ore 10:29
    Ciao Robart,
    che dirti?? Complimenti per il tuo coraggio (ne hai da vendere) e per la tua determinazione. Se continuerai così sicuramente ce la farai a superare e a risolvere i mille problemi che incontrerai...
    Vorrei darti solo un consiglio, se posso: per quanto tu possa esser bravo, il parere e il consiglio di persone più competenti, non può fare mai male... anzi, tra burocrazia, norme, divieti, regole, una spalla ti sarà di aiuto!

    Quindi, tanti auguri e tienici aggiornati..

    LORY
    rispondi citando
  • it000849
    It000849 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 26 Luglio 2005, alle ore 13:36
    L'affiancamento di un vero esperto che faccia un po' da "direttore lavori" credo proprio sia irrinunciabile, ma sono convinto che robart questo lo aveva comunque messo in conto.
    ...A proposito: ho visto un servizio su Geo&Geo nel quale un po' di gente si era costituita in cooperativa per farsi la casa, ma non nel senso "classico" della cooperativa. Questi se la costruivano con le proprie mani, andandoci a lavorare il Sabato e la Domenica (e non erano certo esperti del settore). Anche qui, pero', c'era un architetto che faceva da "direttore dei lavori". Una bella organizzazione: ognuno si occupava di un determinato settore (chi faceva gli impianti elettrici, chi le murature e via dicendo), e le case cosi' costruite non erano pre-assegnate ai diversi proprietari (si sarebbe fatto un sorteggio solo a fine lavori), in modo da evitare che uno potesse dedicare piu' attenzione alla propria casa che a quella degli altri. I sistemi utilizzati erano di quelli "moderni", in modo da rendere piu' facile il lavoro e quindi piu' accessibile ai "profani". ..Proprio una bella idea!
    rispondi citando
  • gigi0
    Gigi0 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 26 Luglio 2005, alle ore 17:27
    Perché si, perché no?

    Amo il fai-da-te e tento di fare proprio tutto; qualche volta mi chiedo perché perda tanto tempo per realizzare o riparare un oggetto magari del valore di pochi centesimi; ebbene, la risposta è insita nella domanda: per la soddisfazione di essere riuscito a realizzare quel qualcosa!

    Fino al secolo scorso, il contadino, durante l'inverno si trasformava spesso in capomastro-muratore e, con i materiali di cui disponeva, accumulati e portati in loco poco a poco col carro e con la poca tecnica e poca conoscenza posseduta, riusciva a realizzare la camera per il figlio da sposare, o la stalla per le nuove vacche, o qualsivoglia altra costruzione occorrente.

    Allora i muri potevano essere storti e fuori piombo, allora gli impianti sostanzialmente non esistevano, allora attraverso le fessure delle porte, spesso formate da assi grezze inchiodate, passavano veramente i gatti, allora grosse travi di castagno o quercia formavano la struttura portante dei solai, spesso le architravi, allora...

    Sarebbero riproponibili oggi?

    Forse.

    Veniamo all'aspetto pratico: dimentichiamo la burocrazia, per la quale è indispensabile l'intervento di un tecnico abilitato per la progettazione, direzione lavori, calcoli strutturali, la sicurezza dei cantieri,ecc. così come indispensabili sono anche gli impiantisti per le certificazioni di rito ed eventuali altre figure, secondo il tipo di opere da eseguire, ecc. ecc.

    Supponiamo di superare tutti gli inconvenienti legati alla nomina dell'impresa esecutrice-responsabile dei lavori, a tutte le denunce ed incombenze poste a carico della stessa impresa, alle prove di rottura dei provini di calcestruzzo e di ferro, alle eventuali indagini geologiche o geognostiche ed una miriade di altri problemucci di carattere tecnico, fiscale e di altri tipi.

    PRONTI PER INIZIARE I LAVORI:

    Il programma dei lavori dovrebbe interessare qualche lustro.

    Il preventivo di spesa dovrebbe subire una serie infinita di aggiornamenti.

    L'acquisto di attrezzature e materiali d'uso sarebbe indispensabile.

    L'aiuto di qualche altra persona, preferibilmente esperta, sarebbe assolutamente necessario per l'esecuzione di particolari lavori.

    La protezione dei materiali e delle opere già eseguite richiederebbe particolare cura, visti i probabili lunghi tempi di esposizione alle intemperie.

    Molti errori e molti sprechi dovranno essere considerati inevitabili.

    ecc. ecc. ecc.

    L'affiancamento costante da parte di persone del mestiere ci ricondurrebbe a fare i loro garzoni-manovali e non i protagonisti.

    I costi di tali personaggi non avrebbero probabilmente nulla da invidiare ai costi di un'impresa.

    La fatica sarebbe tale da renderci doloranti per parecchi giorni dopo il nostro intervento.

    Il sacrificio imposto alla nostra vita familiare ed alle nostre relazioni sociali diventerebbe forse insopportabile.

    ecc. ecc. ecc.

    Aggiungiamo almeno altrettanti componenti scoraggianti, delusioni, scoramenti, piccoli infortuni, calli sulle mani e ...

    ... ma vogliamo considerare almeno l'aspetto positivo nel poter dire:

    QUESTO L'HO FATTO IO!

    Ai posteri l'ardua sentenza.

    Un sincero, caro augurio.

    Gigi.


    P.S.: al topic "informazione blocchi cassero tipo Isotex" di lorepanna,in questo forum. ho indicato il link nel quale è possibile visionare il filmatino dianzi citato, di Geo&Geo ed altri interessanti filmati.

    Io sono esperto del settore e la mia casa è sempre stata il mio cantiere sperimentale permanente, di cui ho eseguito personalmente, con i miei due figli, almeno metà dei lavori: è comunque molto dura e, malgrado le grandi soddisfazioni e le inevitabili imperfezioni (peraltro molto limitate) non ci sono affezionato in modo particolare e la venderei domattina per trasferirmi alle Bahamas.
    rispondi citando
  • g_gianluca
    G_gianluca Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 10 Agosto 2005, alle ore 13:53
    Salve a tutti... mmmmm mi sembra che questo argomento sia stato iniziato tanto ma tanto tempo fa!!! non so se c'e' ancora qualcuno che legga questa news, ma lascio comunque la mia opinione! Beh direi che io sono in procinto di acquistare un terreno con su una struttura in cemento armato gia' bella che fatta.... certo la casa e' quasi del tutto da finire... l'importnate secondo me e' avere gia' le fondamenta... avere gia' il piu' bello che realizzato... attualmente alla mia futura abitazione manca praticamente tutto.... quindi appena avro' fatto il passaggio di proprieta' iniziero' dalle mura interne... perche' uno strato di muro e' gia' presente... penso che posizionero' un'intercapedine ripiena di.... o sughero altrimenti un materiale un po' meno costoso e poi tutto il resto.......... e via così fino alla fine.... Sino ad ora quasi tutti mi hanno dato del matto... ma a me tutto cio' mi eccita... mentalmente si capisce!!! il solo pensiero che tra un po' tutto quello sara' mio e solo io potro' decidere come gestire il tutto!!! BELLO BELLOOOOOOOO.... Si lo so, ci vorra' molto lavoro, ma a me piacciono le sfide... Come dicevo, secondo me e' avere delle fondamenta solide e la costruzione di cui parlo e' stata fatta antisismica! indi... ho gia' fatto il disegno di come vorrei che la casa fosse suddivisa... bene... Per quello che riguarda le mie competenze, io sono un ingegnere ... elettronico... Per quello che invece riguarda i lavori... pensavo di fare il piu' possibile da solo... con l'aiuto di un mio amico idraulico e quando necessario al massimo farmi aiutare da un muratore... Per tutto quello che riguarda il capire come fare, conoscenza sui materiali, bisogna leggere e chiedere in giro! Un saluto a tutti voi. CIAO!!!
    rispondi citando
  • it000849
    It000849 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 24 Agosto 2005, alle ore 13:16
    Bravo Gianluca! Credo che lo spirito sia quello giusto. Io sono in procinto di fare una ristrutturazione. Cerchero' di pubblicare i miei progressi.
    rispondi citando
  • andreazzo
    Andreazzo Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 26 Settembre 2005, alle ore 11:21
    Ciao a tutti sono andrea da trieste

    sono uno studente che lavora nell'ambito della pubblicità. Faccio il mokeuppista. In pratica sono quello che costruisce modellini, cibi finiti, e allestisce tutti i set per spot o telefilm. sto raccolgiendo delle testimonianze sugli appassionati per scrivere un libro sul fai da te, sul perchè di questa nostra pasione e sullo stile di vita e interessi (cinema, riviste, etc...)

    sarei grato se anche voi mi dareste una mano per questo mio progettino!

    andreatorcoli@yahoo.it

    Grazie a tutti!
    rispondi citando
  • candonga
    Candonga Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 1 Dicembre 2005, alle ore 10:14
    Ciao e complimenti per le tue iniziative. Hai mai pensato al sistema dell'Autocostruzione Associata che si sta diffondendo con successo in Italia? Lo conosci? Forse può interessarti il sito www.autocostruzione.it
    saluti Andrea
    rispondi citando
  • fulvioschiano
    Fulvioschiano Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 5 Dicembre 2005, alle ore 07:02
    Puoi farcela. Io ho fatto costruire dall'impresa solo le solette e il tetto, poi tutti a casa. Sono entrato dentro dopo un anno e mezzo pagando solo mezza giornata di idraulico per collegare ilcollettore della caldaia a muro poi ho fatto TUTTO da solo. dalla progettazione, dai rilievi del terreno con una canna dell'acqua, dal progetto, con tutte le sezioni ecc. , ai perimetrali esterni e interni, tramezze, impianto elettrico e idrauilico, piastrelle, bagno pittura interna ed esterna, impermabilizzazione terrazza, giardino muri in pietra esterni . Ah! non ho fatto l'intonaco perchè mi cadeva la malta per terra quando tentavo di sbatterla nel muro. Il mio mestiere. Ero un impiegato. Unici miei aiuti, tanta curiosità, entravo nei cantieri a curiosare e vedere come facevano i muratori, un libro: Mastro muratore, tanta tenacia, buona volontà e mezza giornata al giorno.
    P.S. Non è un monolocale ma una villetta su due piani di 180 mq.
    In bocca al lupo.
    rispondi citando
  • fulvioschiano
    Fulvioschiano Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 5 Dicembre 2005, alle ore 07:07
    Ciao a tutti sono andrea da trieste

    sono uno studente che lavora nell'ambito della pubblicità. Faccio il mokeuppista. In pratica sono quello che costruisce modellini, cibi finiti, e allestisce tutti i set per spot o telefilm. sto raccolgiendo delle testimonianze sugli appassionati per scrivere un libro sul fai da te, sul perchè di questa nostra pasione e sullo stile di vita e interessi (cinema, riviste, etc...)

    sarei grato se anche voi mi dareste una mano per questo mio progettino!

    andreatorcoli@yahoo.it

    Grazie a tutti
    Vedi Risposta di Fulvio Schiano
    rispondi citando
  • ilysub
    Ilysub Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 7 Dicembre 2005, alle ore 10:56
    Salve a tutti, sono nuova di quì! io e mio marito stiamo per acquistare una casa in campagna di 200mq su due piani, da ristrutturare. I lavori strutturali: fondamenta, tetto, cappotto lo vorremmo affidare ad una impresa, mentre l'interno farlo da soli. La volontà c'è, i soldi no, ed è x ciò che vorremmo lavorarci senza impresa, solo con la supervisione di un tecnico. Bisogna rifare tutti gli impianti, forse fare qualche muro interno, bagni..... Conosciamo anche degli impiantisti disposti a firmare.
    Qualcuno sa dirmi a quanto ammonteranno le spese? Ovviamente mantenendo un profilo medio (finiture, piastrelle, sanitari..nella norma).
    Spero nella risposta di qualche buon'anima.
    Grazie mille
    rispondi citando
  • ilysub
    Ilysub Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 7 Dicembre 2005, alle ore 10:57
    Salve a tutti, sono nuova di quì! io e mio marito stiamo per acquistare una casa in campagna di 200mq su due piani, da ristrutturare. I lavori strutturali: fondamenta, tetto, cappotto lo vorremmo affidare ad una impresa, mentre l'interno farlo da soli. La volontà c'è, i soldi no, ed è x ciò che vorremmo lavorarci senza impresa, solo con la supervisione di un tecnico. Bisogna rifare tutti gli impianti, forse fare qualche muro interno, bagni..... Conosciamo anche degli impiantisti disposti a firmare.
    Qualcuno sa dirmi a quanto ammonteranno le spese? Ovviamente mantenendo un profilo medio (finiture, piastrelle, sanitari..nella norma).
    Spero nella risposta di qualche buon'anima.
    Grazie mille
    rispondi citando
  • andray
    Andray Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 14 Dicembre 2005, alle ore 15:09
    Riguardo l'autoproduzione di una casa può essere utile questo sito:
    www.autocostruzione.net
    rispondi citando
  • giovannidaudine
    Giovannidaudine Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 22 Dicembre 2005, alle ore 09:29
    Io invece ho trovato questo sito, www.bioville.it e sinceramente mi sto divertendo molto a verificare un progetto adatto alle mie esigenze. Pare che siano una associazione che ti forniscono gratuitamente il progetto da te composto. Provate, io ne ho scaricati almeno una decina e sinceramente ora so come voglio la mia casa.

    Giovanni



    riguardo l'autoproduzione di una casa può essere utile questo sito:
    www.autocostruzione.net
    rispondi citando
  • carloromano
    Carloromano Ricerca discussioni per utente
    Sabato 21 Gennaio 2006, alle ore 10:08
    BUONGIORNO.
    mi chiamo carlo e rispondo a robart sul costruirsi una casa da sè.
    ho trovato l'articolo su eMule !!! e mi sono iscritto quì proprio per risponderti.
    ho costruito con le mie mani ,al 90%, una casa di circa 500 mq, con fattezze di splendida villa, alle porte di roma.la mia competenza di base è l'elettronica ma la mia curiosità e volontà mi hanno permesso di ottenere l'obiettivo.ti dico che la spinta emotiva che mi ha messo nella direzione giusta è proprio come quella tua.quindi non sprecherò una parola a convincerti del contrario.soltanto,se ti dico le difficoltà è solo per dirti cosa dovrai affrontare e non per farti cambiare idea.prima di tutto si deve guardare chi si ha al fianco.se hai una moglie che la pensa diversamente,tutto parte al doppio delle difficoltà.non c'è nulla di peggio che avere vicino chi ti scoraggia continuamente.poi..saluta gli amici;tutti buoni a chiacchere ma che poi si dileguano dopo una prima simbolica presenza.se non c'è tornaconto non non c'è volontà.
    andiamo al tecnico.
    per farsi una casa da soli,sensazione stupenda e non trasferibile a nessuno,è necessario partire attrezzati.nella conoscenza preventiva approssimata,nel saper cogliere le sfumature in corso d'opera,nel conoscere i materiali e nel personbalizzare le opere senza rifare le cose due volte.tutto quello che dici "poi lo faccio",lo paghi a caro prezzo.
    sai qual'è stata la mia preparazione di base?
    poca e scarsa.sono andato ad aiutare i miei cognati a farsi la casa (abusiva) il sabato e la domenica.e lì,il muratore aveva prooprio poca voglia di parlare;c'era solo da "spingere" contro il tempo.eh sì! perchè tra l'altro,se fai un progetto,devi prima dare molti soldi allo stato ed al comune,oltre che al geometra,per pagare la bucalossi e l'approvazione del progetto.e non conta che ti fai il progetto da solo.il disegno e la sua registrazione passa per la stesura del tecnico.perciò...tutto sommato "abusivo è bello" ho sempre detto;per poi pagare a tempo debito gli oneri di legge,ma almeno i primi soldi sono per la casa!ti dico che gli oneri per una casa da 100 mq saranno sull'ordine dei 25000 euro.
    auguri!!! ricordo ancora quando andai,insiema a 5000 manifestanti,a fare casino a piazza del pantheon a roma contro la sanatoria edilizia;quella del 1983...
    mann...torniamo al fare.
    è stupendo alzarsi la mattina presto,respirare l'aria fresca e frizzante,mettersi in moto con tanta voglia e mettere su pietra su pietra;ogni tanto girarsi indietro e vedere che quella cosa l'hai fatta tu.pensare sempre....sempre concentrato a quel che si fà,e stare attenti a non farsi male.una sbucciata della pelle delle mani complicherebbe tutto.perchè le mani toccano la calce...e sempre nell'acqua.ma che bello fare.stupenda sensazione.ed allora passi sopra pure ai sorrisetti degli altri che provano a compatirti.ed acquisti una forza interiore enorme.tutto ti va bene.mangi di gusto.digerisci anche il ferro.dormi quel poco che ti basta.non vedi l'ora che troni il mattino per ricominciare.non vedi l'ora che arrivi il sabato.insomma...sei sempre sulla corda.e ti accorgi che stai annoiando gli altri,perchè i tuoi discorsi vanno sempre sulla casa.poi un bel dì vedi che nsuno frega niente.ti stanno ad ascoltare solo per educazione.allora diventi accorto.lavori e zitto.ti fai un tuo mondo dove solo tu entri.e capisci in quel momento che tu devi assolutamente vincere la partita iniziata.devi dimostrare a te stesso che l'idea è stata buona.e come? devi finire 'sta benedetta casa.che nel frattempo s'èallargata sempre di più.sì.i materiali,se fai da solo.costano non molto.è tutto lì il conquibus.se paghi i materiali e fai tutto da solo,allora vai avanti.se paghi materiali e manodopera allora ti ci fai vecchio.e cos' ti sccorgi che il tempo passa e tutte le tue risorse sono concentrate lì.e cresci dentro con una forza smisurata.è stata un'avventura stupenda per me!attualmente sto facendo il giardino roccioso,sto curando dei particolari esterni.e prego di non davvero finire mai.qualcosa debbo fare.per fortuna che la mia curiosità mi permette molte risorse.mi piace l'archeo,mi piace fare camminate ( sono iscritto al club alpino),e non dimentico il buonumore.
    mann...il lato tecnico mi sfugge sempre!
    la casa in pietra? ma la casa in pietra non è antisismica! dovrai fare un misto tra cemento e pietra.
    senti...sull'argomento c'è troppa ciccia al fuoco.vedo che stai a latina.scrivimi.e sei interessato ti invito un giorno e ti spiego de visu.
    tantissimi saluti da carlo.ciao a te ed a quanti mi leggeranno.
    la mia mail è: carloposta@hotmail.it
    rispondi citando
  • jj
    Jj Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 25 Gennaio 2006, alle ore 11:24
    Ciao Carlo,
    mio padre aveva 27 anni e due figlie quando iniziò a costruirsi casa da solo, lui non era un chiacchierone ma adesso che ho letto il tuo post mi sono ricordata dei suoi occhi, dicevano lo stesso quando la guardava (una bella villa a tre piani), accidenti che soddisfazione
    Fortunatamente ho ereditato la stessa tenacia, sono cresciuta con calce e blocchetti in mano, sono anche stata presa in giro perchè le ragazze dovrebbero cucinare, invece io ho imparato tante cose da mio padre e oggi la mia grande passione sono i lavori di manutenzione e ristrutturazione, casa mia è sempre stato un cantiere aperto e diventa sempre più bella, posso assicurare che non ho mai provato soddisfazione più grande che vedere finita una mia opera anche se piccola non importa perchè l'ho fatta io ed ogni volta che la guardo l' unica cosa che penso è: "mamma mia come sono brava" .
    Non so se tu hai dei figli, ma io ho considerato mio padre come un grande uomo, a dimostrazione che volere è potere, per questo la mia casa è la cosa a cui sono più affezionata, guai a chi me la tocca
    In bocca al lupo a tutti
    rispondi citando
  • joe75
    Joe75 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 26 Gennaio 2006, alle ore 16:58
    MESI FA HO LASCIATO IL MIO PRIMO POST SU QUESTO ARGOMENTO....DA ALLORA SONO RIUSCITO A :

    1) TROVARE UN ARCHITETTO SERIO CHE CON MENO DI 3000 EURO MI HA PREPARATO IL PROGETTO E I DOCUMENTI RICHIESTI DAL COMUNE DI ROMA ( MI HA ANCHE INFORMATO SUBITO SU TUTTI I COSTI DA SOSTENERE: PROGETTO + DOCUMENTI VARI, DIREZIONE TECNICA DEL CANTIERE, RELAZIONE DELL'INGEGNERE SUL CEMENTO ARMATO)

    2) APERTO LA PRATICA AL COMUNE (PAGATO 140 EURO PER 600 MC ABITABILI)

    ORA ASPETTO LA LICENZA!!!!

    NEL FRATTEMPO HO CONTATTATO DECINE E DECINE DI AZIENDE PER LA FORNITURA DI MATERIALI ALL'INGROSSO...

    CONTATTATO DITTE (PERCHè COME GIà DETTO IL CEMENTO ARMATO OBBLIGATORIAMENTE DEVE FARLO UNA DITTA, INOLTRE CON 2 MASSIMO 3 MESI MI CONSEGNANO UN OPERA DA 600 MQ CALPESTABILI: 200 SEMINTERRATO+ 200 PIANO TERRA+200 TERRAZZI E BALCONI )

    SE C'è QUALCUNO DI ROMA O PROVINCIA CHE INTENDE COSTRUIRE CASA IN ECONOMIA MI CONTATTI POICHè POSSIAMO SCAMBIARCI RICERCHE E PARERI INOLTRE :

    A) PIù MATERIALI SI ACQUISTANO ALL'INGROSSO MIGLIORE SARà IL PREZZO.

    B) PIù SI HA LAVORI DA OFFRIRE PER I PROFESSIONISTI: MIGLIORI SARANNO LE CONDIZIONI E I PREZZI CHE SI OTTERRANNO.

    PER IL MOMENTO HO STRUTTURATO LE SEGUENTI FASI DI RICERCA E LAVORO:

    1) PULIZIA TERRENO: ESEGUITA!!

    2) REALIZZAZIONE PROG + RICHIESTA LICENZA EDILIZIA: ESEGUITO!!

    3) PAGAMENTO ONERI CONCESSORI: IN ATTESA (PRESUM. MAX 6-2006)

    4) RILASCIO LICENZA: IN ATTESA (PRESUM. MAX 6-2006)

    5) SCAVO (IN STUDIO 2 OPZIONI:

    5A) ACQUISTARE UN ESCAVATORE 5000-6000 E. E FARSI LO SCAVO DELLE FONDAMENTA DA SE OLTRE AD UTILIZZARLO PER SCAVO FONDAM. MURO DI CINTA, REALIZZAZIONE SCAVI IMPIANTI, SISTEMAZIONE GIARDINO

    HO RICEVUTO RICHIESTE DA PARTE DI UN ALTRO PROPIETRAIO PER LAVORI DI STERRO SUL SUO TERRENO.

    INFINE RIVENDERE LA MACCHINA (DOPO 4-5 ANNI) RECUPERANDO ANCHE IL 40-50 %

    5B) AFFIDARE LO SCAVO AD UN PROFESSIONISTA SPESA 6000

    6) CEMENTO ARMATO: AL VAGLIO QUASI UNA DECINA DI PREVENTIVI

    7) TAMPONATURE: REALIZZATE DA ME IN STUDIO I MATERIALI/I COSTI/LE AZIENDE FORNITRICI + IN STUDIO COSTI E QUALITà DEI MATERIALI ISOLANTI DA APPLICARE PER RIDURRE I CONSUMI ENERGETICI.

    PORTE, FINESTRE, LEGNO IN GENERE: FORNITURA DALLA POLONIA GIà EFFETTUATA DA UN MIO AMICO (COSTI BASSISSIMI, PRODOTTI OTTIMI COMPRESO TRASPORTO E MONTAGGIO, DA ULTIMARE SOLO L'IMPREGNANTE E IL TRATTAMENTO DEL LEGNO)

    9) TRAMEZZATURE INTERNE, IMPIANTI E RIVESTIMENTI: DA STUDIARE.

    10) IMPIANTO DI RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO: DA STUDIARE E RICERCARE PREZZI E PRODOTTI.

    11) SISTEMAZIONE GIARDINO: DA STUDIARE.

    12) REALIZ. POZZO ARTESIANO: RICHIESTA AUTORIZZAZIONE ESEGUITA!! ORA STò CERCANDO ALMENO DAI 5-10 PREVENTIVI.

    SE C'è QUALCUNO CHE COME ME DEVE COSTRUIRE A ROMA O IN PROVINCIA PUò SCRIVERMI direttamente.

    SAREBBE INTERESSANTE FAR NASCERE UN FORUM O ADDIRITTURA UN SITO DOVE INSERIRE INFORMAZIONI CHIARE (INTENDO DIRE CON PREZZI , QUALITA' DEI PRODOTTI, CONTATTI AZIENDE PRODOTTI) PERCHè PER QUANTO MI RIGUARDA C'è TROPPA CONFUSIONE SU QUESTI FORUM....OLTRE CHE TROPPE CHIACCHIERE INUTILI!!!
    rispondi citando
  • jj
    Jj Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 27 Gennaio 2006, alle ore 08:22
    Scusa ma se ho capito bene il cemento armato è prefabricato?
    rispondi citando
  • joe75
    Joe75 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 27 Gennaio 2006, alle ore 16:41
    Risposta per jj: ???prefabbricato cosa ? il cemento armato?!!!!


    Cemento armato: E' il nome del CALCESTRUZZO (una miscela di inerti+cemento+acqua) che viene versato nelle fondamenta o nelle travi o nei pilastri in cui precedentemente sono stati disposti i c.d. tondini (barre di ACCIAIO del diametro variabile a seconda della resistenza che si intende ottenere gereralmente 8-10-12-14-16 mm).

    Quando per strada si vedono circolare delle grosse betoniere ebbene queste trasportano il calcestruzzo in cantiere per essere "gettato".
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 27 Gennaio 2006, alle ore 18:01
    Joe da tutte queste chiacchiere inutili mi sembra tu abbia trovato giovamento,forse tanto inutili non sono ,dai non è carino far passare tutti per inutili
    rispondi citando
  • jj
    Jj Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 30 Gennaio 2006, alle ore 09:30
    Risposta per jj: ???prefabbricato cosa ? il cemento armato?!!!!


    Cemento armato: E' il nome del CALCESTRUZZO (una miscela di inerti+cemento+acqua) che viene versato nelle fondamenta o nelle travi o nei pilastri in cui precedentemente sono stati disposti i c.d. tondini (barre di ACCIAIO del diametro variabile a seconda della resistenza che si intende ottenere gereralmente 8-10-12-14-16 mm).

    Quando per strada si vedono circolare delle grosse betoniere ebbene queste trasportano il calcestruzzo in cantiere per essere "gettato".

    Ora si che lo so cosè il cemento armato.......!!!!!!!
    e pensare che fino ad oggi pensavo fosse una "guardia del corpo", accidenti che shock...
    Comunque a parte un pò di ironia che smorza un pò di presunzione, esiste il cemento armato prefabricato ma costa di più e da problemi ai nodi, viene usato in diversi casi ma non nel tuo, mea culpa perchè dalle tue righe avevo interpretato questo tipo di soluzione.
    A questo punto ti auguro buon preseguimento e in bocca al lupo.
    rispondi citando
  • marco rampon
    Marco rampon Ricerca discussioni per utente
    Martedì 22 Agosto 2006, alle ore 10:55
    Letto il vostro post è sono rimasto molto colpito dal vostro coraggio, purtroppo io non ho le capacità per poter costruire una casa dal nulla, ma ho pensato di farmi costruire lo scheletro completo, ovvero 3 piani (seminterrato, piano terra e primo piano con il tetto)e farmi rifinire solo il piano terra lasciando grezzi gli altri 2 portandoli poi a compimento in un secondo tempo, volendo fare il seminterrato di 100m2 circa il piano terra di 90m2 ed il primo piano di 70m2 avete + o - un'idea di quanto mi possa costare? tralasciando il terreno che fortunatamente già possiedo. Grazie a tutti coloro che interverranno.
    rispondi citando
  • andreaa
    Andreaa Ricerca discussioni per utente
    Domenica 9 Dicembre 2007, alle ore 16:26
    Ciao sono un ragazzo di treviso e sono interessato all'argomento se vuoi contattarmi per email ti spego meglio anche se non riguarda sicuramente la zona di roma
    rispondi citando
  • andreaa
    Andreaa Ricerca discussioni per utente
    Domenica 9 Dicembre 2007, alle ore 16:27
    Link rimosso dalla redazione
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 19 Dicembre 2007, alle ore 00:04
    Ragazzi siamo entrati in Europa da un bel po' di tempo, non vi siete accorti di quanto sia tutto cambiato?

    Forse 15 anni fa, in un modo o nell'altro si poteva impiegare il fai da te, ma con tutte le normative ora vigenti se solo ci si cimenta su questa strada, al primo controllo dell'ispettorato del lavoro sei rovinato per sempre, per non parlare di tutto quello che viene dopo a livello di normativa da rispettare durante la fase di costruzione...

    Esistono figure ben precise con compiti specifici, per ogni settore riguardante la costruzione edile, che non possono più essere scavalcate.

    Lasciate perdere, non è più possibile fare tutto ciò, ed inviterei tutti a non dare consigli fai da te di questo genere, vi ricordo che per esempio è severamente vietato fare anche un semplice cambio di olio alla propia macchina, nonostante il lubrificante si possa trovare in tutti i supermercati!!!

    MI HAI VOTATO???
    rispondi citando
  • marco.
    Marco. Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Dicembre 2007, alle ore 13:52
    Perchè scoraggiare chi ha buona volontà e tanto tempo libero, certo con le nuove norme sulla sismica è diventato più difficile ma ad eccezione delle strutture in c.a. (che si possono ridurre alle sole fondazioni) e degli impianti elettrico, gas e riscaldamento che si dovranno affidare ad imprese o artigiani per il resto tutto è fattibile dal privato con buona manualità, io conosco persone che ci hanno lavorato magari per dieci anni ma hanno realizzato il loro sogno, in alcuni casi ottenendo risultati migliori di tanti professionisti

    l'ispettorato del lavoro e la asl se ti fai i lavori per tuo conto non hanno competenze, se anche trovano ponteggi fuori norma non sanzionano, l'importante è che il cantiere sia recintato per il resto se un privato si costruisce la sua casa sul suo terreno non c'è nessuna norma che lo obbliga a rispettare le norme di sicurezza su se stesso (vedi 494 e succ.)

    quale norma vieta di farsi il cambio olio alla macchina? l'importante è portare l'olio esausto all'isola ecologica
    rispondi citando
  • tennison
    Tennison Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Dicembre 2007, alle ore 14:11
    L'ispettorato del lavoro e la asl se ti fai i lavori per tuo conto non hanno competenze, se anche trovano ponteggi fuori norma non sanzionano, l'importante è che il cantiere sia recintato per il resto se un privato si costruisce la sua casa sul suo terreno non c'è nessuna norma che lo obbliga a rispettare le norme di sicurezza su se stesso (vedi 494 e succ.)

    siamo messi male... le normative di sicurezza non vanno rispettate per evitare sanzioni, ma per evitare infortuni. il cantiere edile è quello che ha la maggiore probabilità di infortuni e se uno poi si fa male (anche molto male purtroppo) le sanzioni sono proprio relative.

    inoltre, siccome è difficile che uno si faccia i lavori tutti da solo, il faidate è sicuramente un incentivo al lavoro nero.

    per quanto riguarda la costruzione della casa anche in dieci anni, lo considero un'offesa al pubblico decoro, i lavori vanno iniziati e finiti nel più breve tempo possibile.
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Dicembre 2007, alle ore 14:29
    Il nostro è uno scoraggiare chi ha intenzioni deleterie, pensando di costruirsi la casa da zero (e sono tanti), poi se uno vuole imbiancare o pavimentare con il fai da te nessuno dice loro di non farlo, ma è il rpincipio di base che oggi come oggi, se non incominci con il metterti nelle mani di un progettista non puoi fare nulla, mentre la maggior parte delle persone che praticano il fai da te (e non mi riferisco al semplice imbiancare la propia casa), spesso non si preoccupano di adempiere alle normative vigenti, non solo non denunciando nulla, ma spesso facendo modifiche di carattere strutturale e impiantistico.

    Devi altresì comprendere che c'è tanta gente che legge ma non lascia messaggi e lasciare messaggi di incoraggiamento di carattere generale nel intraprendere certe iniziative, non è certo cosa positiva...

    E' solo un'opinione personale ovviamente, la mia...
    rispondi citando
  • marco.
    Marco. Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Dicembre 2007, alle ore 14:49
    Siamo messi male... le normative di sicurezza non vanno rispettate per evitare sanzioni, ma per evitare infortuni. il cantiere edile è quello che ha la maggiore probabilità di infortuni e se uno poi si fa male (anche molto male purtroppo) le sanzioni sono proprio relative.

    inoltre, siccome è difficile che uno si faccia i lavori tutti da solo, il faidate è sicuramente un incentivo al lavoro nero.

    per quanto riguarda la costruzione della casa anche in dieci anni, lo considero un'offesa al pubblico decoro, i lavori vanno iniziati e finiti nel più breve tempo possibile.

    è chiaro che non sto istigando al suicidio, io di mestiere opero anche in sicurezza, era solo una precisazione sul fatto che sul privato e solo sul privato asl ed ispettorato non hanno titoli, se poi c'è un'operaio in nero è chiaro che non è più così, per me è una guerra tutti i giorni con la sicurezza sui cantieri, sulla regolarità delle maestranze ecc.

    per il decoro non posso darti torto, i permessi di costruire infatti hanno durata tre anni, anche se poi se ci accodi varianti ecc. arrivi anche a 10....
    rispondi citando
  • marco.
    Marco. Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Dicembre 2007, alle ore 14:52
    Il nostro è uno scoraggiare chi ha intenzioni deleterie, pensando di costruirsi la casa da zero (e sono tanti), poi se uno vuole imbiancare o pavimentare con il fai da te nessuno dice loro di non farlo, ma è il rpincipio di base che oggi come oggi, se non incominci con il metterti nelle mani di un progettista non puoi fare nulla, mentre la maggior parte delle persone che praticano il fai da te (e non mi riferisco al semplice imbiancare la propia casa), spesso non si preoccupano di adempiere alle normative vigenti, non solo non denunciando nulla, ma spesso facendo modifiche di carattere strutturale e impiantistico.

    Devi altresì comprendere che c'è tanta gente che legge ma non lascia messaggi e lasciare messaggi di incoraggiamento di carattere generale nel intraprendere certe iniziative, non è certo cosa positiva...

    E' solo un'opinione personale ovviamente, la mia...

    capito il senso e condivido in pieno
    rispondi citando
  • cobranto
    Cobranto Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Dicembre 2007, alle ore 15:37
    Stiamo entrando in un campo senza ritorno, tra filosofia morale e distributiva, eticità, legislazione e sicurezza. Io mi occupo di urbanistica e non me ne vergogno sono un grande estimatore delle aggregazioni a sviluppo spontaneo e dei centri a sviluppo autonomo o semiautonomi (difficilmente riproponibili ai giorni nostri). Guardate le nostre periferie, (nate nel segno delle leggi e regolamenti), tutte palesemente uguali... in contrasto con l'assortimento estetico dei centri storici o di porzioni di territorio più vicini a noi dove esisteva solamente una bozza d'indirizzo d'intervento... I regolamenti sono sempre fatti da uomini e in molti casi non sono neanche tecnici.....
    Non sono qui per incoraggiarti nell'impresa che è da "pazzoidi", ma per dirti che sono con te e moralmente incito la tua idea...
    Sono stato sempre contro i divieti e le imposizioni e non vedo che c'è di male se uno vuole costruirsi casa da solo, anche se va contro la legge.... non state mica facendo male a nessuno. Se si è persone grandi con la capacità di intendere e volere (forse questa impresa non la si fa) io sono con voi....
    in bocca al lupo....
    spero che ci farete vedere le immagini della vostra costruzione
    cobranto
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Dicembre 2007, alle ore 16:02
    Il nostro è uno scoraggiare chi ha intenzioni deleterie, pensando di costruirsi la casa da zero (e sono tanti), poi se uno vuole imbiancare o pavimentare con il fai da te nessuno dice loro di non farlo, ma è il rpincipio di base che oggi come oggi, se non incominci con il metterti nelle mani di un progettista non puoi fare nulla, mentre la maggior parte delle persone che praticano il fai da te (e non mi riferisco al semplice imbiancare la propia casa), spesso non si preoccupano di adempiere alle normative vigenti, non solo non denunciando nulla, ma spesso facendo modifiche di carattere strutturale e impiantistico.

    Devi altresì comprendere che c'è tanta gente che legge ma non lascia messaggi e lasciare messaggi di incoraggiamento di carattere generale nel intraprendere certe iniziative, non è certo cosa positiva...

    E' solo un'opinione personale ovviamente, la mia...

    capito il senso e condivido in pieno

    Sono felice del tuo apprezzamento...
    rispondi citando
  • tennison
    Tennison Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Dicembre 2007, alle ore 16:07
    Sono stato sempre contro i divieti e le imposizioni e non vedo che c'è di male se uno vuole costruirsi casa da solo, anche se va contro la legge.... non state mica facendo male a nessuno

    le leggi ingiuste o sbagliate vanno modificate con sistemi democratici. cè il referendum, la manifestazione di piazza, tutto quello che ci vuoi aggiungere. ma andare contro la legge è mancanza di rispetto per se stessi e per gli altri.

    purtroppo i divieti e le imposizioni ci sono e ci saranno, dura lex sed lex, al limite uno può fare lo sciopero della fame ma non è permesso farsi le leggi proprie.
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Dicembre 2007, alle ore 16:20
    Stiamo entrando in un campo senza ritorno, tra filosofia morale e distributiva, eticità, legislazione e sicurezza. Io mi occupo di urbanistica e non me ne vergogno sono un grande estimatore delle aggregazioni a sviluppo spontaneo e dei centri a sviluppo autonomo o semiautonomi (difficilmente riproponibili ai giorni nostri). Guardate le nostre periferie, (nate nel segno delle leggi e regolamenti), tutte palesemente uguali... in contrasto con l'assortimento estetico dei centri storici o di porzioni di territorio più vicini a noi dove esisteva solamente una bozza d'indirizzo d'intervento... I regolamenti sono sempre fatti da uomini e in molti casi non sono neanche tecnici.....
    Non sono qui per incoraggiarti nell'impresa che è da "pazzoidi", ma per dirti che sono con te e moralmente incito la tua idea...
    Sono stato sempre contro i divieti e le imposizioni e non vedo che c'è di male se uno vuole costruirsi casa da solo, anche se va contro la legge.... non state mica facendo male a nessuno. Se si è persone grandi con la capacità di intendere e volere (forse questa impresa non la si fa) io sono con voi....
    in bocca al lupo....
    spero che ci farete vedere le immagini della vostra costruzione
    cobranto

    Ciao COBRANTO,

    personalmente non posso condividere ciò che dichiari, anche se sinceramente capisco l'esigenza (poi alla fine, siamo in tanti ad essere sulla stessa barca), ma il fattore etico purtroppo non conta nulla, mentre è il fattore legislativo che non deve e non può essere scavalcato, la legge va rispettata da tutti...

    Se poi invece vuoi parlare delle porcherie approvate dai nostri uffici tecnici è un altro paio di maniche, colpevoli in primis, gli ordini dei progettisti, che dovrebbero insegnare, nel rispettare i principi dell'etica progettuale, della bellezza estetica del costruito nonchè della loro funzionalità ed integrazione nel contesto paesaggistico...
    rispondi citando
  • cobranto
    Cobranto Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Dicembre 2007, alle ore 17:07
    Il mio consenso all'idea è puramente teorico come ho tenuto a sottolineare, dando del "pazzoide" a chi vuole cimentarsi nell'avventura. Il nostro amico ha già constatato l'impossibilità della prova, ma è lodevole (cosa che io non farei mai.... risottolineo), il fatto di arrangiarsi con le proprie forze e soprattutto a suo piacimento dove può arrivare (anche sbattendosi un sacco e inventando meccanismi macchiavellici), sempre nei limiti della legge....
    Comunque rimango nella mia idea... le esagerazioni sono un male sia da una parte che dall'altra....
    cobranto
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 21 Dicembre 2007, alle ore 11:09
    Il mio consenso all'idea è puramente teorico come ho tenuto a sottolineare, dando del "pazzoide" a chi vuole cimentarsi nell'avventura. Il nostro amico ha già constatato l'impossibilità della prova, ma è lodevole (cosa che io non farei mai.... risottolineo), il fatto di arrangiarsi con le proprie forze e soprattutto a suo piacimento dove può arrivare (anche sbattendosi un sacco e inventando meccanismi macchiavellici), sempre nei limiti della legge....
    Comunque rimango nella mia idea... le esagerazioni sono un male sia da una parte che dall'altra....
    cobranto

    Infatti condivido l'esigenza e quello che tu chiami senso teorico, credo di avere compreso il vero senso del discorso, che si affianca perfettamente alla fine al mio...

    Forse più che altro, ti sei spiegato male nell'esposizione del concetto che hai in testa...
    rispondi citando
  • annalisapasquarella
    Annalisapasquarella Ricerca discussioni per utente
    Sabato 15 Aprile 2017, alle ore 10:06
    Io sono positiva.
    Vuoi costruire la tua casa?
    Prendi un periodo di aspettativa dal tuo lavoro.scegli la dittaxed un ingegnere e fai da manovale.
    Questa ? l unico modo di riuscire a metter mano nella tua costruzione e seguire i lavori e crescere la tua casa imparando.
    Il mestiere da muratore si impara sul campo e non sui libri.
    Auguri.
    E dura all inizio perch? ti manca anche l esercizio fisico e la flessibilit? del tuo organismo a sopportare sole caldo freddo vento e fatica .
    Auguri!
    Volete e potere!!!Io sono positiva.
    Vuoi costruire la tua casa?
    Prendi un periodo di aspettativa dal tuo lavoro.scegli la dittaxed un ingegnere e fai da manovale.
    Questa è l unico modo di riuscire a metter mano nella tua costruzione e seguire i lavori e crescere la tua casa imparando.
    Il mestiere da muratore si impara sul campo e non sui libri.
    Auguri.
    E dura all inizio perché ti manca anche l esercizio fisico e la flessibilità del tuo organismo a sopportare sole caldo freddo vento e fatica .
    Auguri!
    Volete e potere!!!
    rispondi citando
  • previatoantonio
    Previatoantonio Ricerca discussioni per utente Annalisapasquarella
    Martedì 18 Aprile 2017, alle ore 09:00 - ultima modifica: Martedì 18 Aprile 2017, alle ore 18:43
    Io sono positiva.
    Vuoi costruire la tua casa?
    Prendi un periodo di aspettativa dal tuo lavoro.scegli la dittaxed un ingegnere e fai da manovale.
    Questa ? l unico modo di riuscire a metter mano nella tua costruzione e seguire i lavori e crescere la tua casa imparando.
    Il mestiere da muratore si impara sul campo e non sui libri.
    Auguri.
    E dura all inizio perch? ti manca anche l esercizio fisico e la flessibilit? del tuo organismo a sopportare sole caldo freddo vento e fatica .
    Auguri!
    Volete e potere!!!Io sono positiva.
    Vuoi costruire la tua casa?
    Prendi un periodo di aspettativa dal tuo lavoro.scegli la dittaxed un ingegnere e fai da manovale.
    Questa è l unico modo di riuscire a metter mano nella tua costruzione e seguire i lavori e crescere la tua casa imparando.
    Il mestiere da muratore si impara sul campo e non sui libri.
    Auguri.
    E dura all inizio perché ti manca anche l esercizio fisico e la flessibilità del tuo organismo a sopportare sole caldo freddo vento e fatica .
    Auguri!
    Volete e potere!!!
    Salve! penso che di questi tempi sia un'impresa ardua, Le servirà sicuramente una persona che la possa affiancare per consigliarla nelle decisioni e scelte delicate di materiali, colori, percorsi, studio adeguato degli spazi, preparazione di documentazione, per i permessi e bonus fiscali in corso, a tal proposito le consiglio il servizio esclusivo del nostro portale.lavorincasa.it/consulenza-legale-fiscale-e-condominiale-sulla-casa
    dimenticavo di ricordarle una lettura redazionale sull'argomento:.lavorincasa.it/prima-casa-definizione-requisiti-e-residenza- dove potrà trarre spunti importantissimi.

    Tornando a quanto penso io della casa è diventata importantissima non solo come sfera privata, non solo nelle pagine dei giornali telematici, blog, vedi la grande esplosione nel web di siti specializzati, superando secondo me anche lo sport, la moda.

    Ecco il motivo per cui siti e giornali telematici come il nostro, sono in grado di fornire aiuto dal fai da te, all'azienda specializzata nella produzione di articoli per la casa, materiali da costruzione, all'artigiano più vicino o sottocasa.
    Saluti
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img sanio
Ciao,leggendo su questo forum ho letto un argomento un po' simile alla mia idea pazza.Costruire una casa, ma senza bisogno della ditta costruttrice.Ho il terreno edificabile e un...
sanio 17 Settembre 2014 ore 10:10 5
Img davidrossiv
Salve, da una notizia pubblicata su Il Messaggero:USA: mamma di quattro figli costruisce la casa da sola guardando i tutorial su YouTubeChe ne pensate? Qui sarebbe possibile?...
davidrossiv 31 Gennaio 2017 ore 23:09 1
Img papparcito
Buongiorno,vorrei sapere come fare e se si puo' fare di autocostruirsi la propria casa, ovviamente non in toto, ma facendo fare scavi, fondamenta a una ditta specializzata, poi...
papparcito 29 Novembre 2014 ore 17:47 3
Img gepdiana
Buongiorno a tutti del forum.Mi sono appena iscritto per avere delle opinioni/chiarimenti da chi di voi mi possa aiutare.Sono in procinto di acquistare un immobile da restaurare.I...
gepdiana 02 Giugno 2018 ore 11:37 11
Img paoloan
Salve,abito nel comune di Camerano nella provincia di Ancona.Vorrei sapere quanto costa al mq costruire, in economia, una csa unifamiliare su due piani 160 mq totali- 80...
paoloan 13 Ottobre 2014 ore 15:56 2
Notizie che trattano Costruire casa da sè che potrebbero interessarti


Lo specchio e il Feng Shui

Complementi d'arredo - Per il Feng Shui lo specchio è in grado di riflettere l'energia e per questo ne disciplina il corretto posizionamento.

Progettare una cucina: le regole dell'armonia Feng Shui

Cucine moderne - Una cucina Feng Shui ricerca benessere ed equilibrio con la natura attraverso distribuzione degli arredi e scelta di colori secondo il principio dei 5 elementi.

Camera da letto: come arredarla secondo le regole del feng shui

Letti e materassi - Il Feng Shui, grazie ai suoi principi facili da applicare, consente di arredare la camera da letto ottenendo il massimo beneficio dal punto di vista psico fisico.

Arredare una camera da letto secondo le regole del feng shui

Armadi e cabine armadio - Il Feng shui è un'antica arte cinese con regole per star meglio con se stessi e con l'ambiente che ci circonda. Anche i complementi arredo hanno flussi energetici

Salone del Mobile di Parma 2011

Arredamento - La tua casa nasce qui: questo e' il tema del nono salone del mobile di Parma, che si svolgera' dal 29 gennaio al 6 febbraio 2011, e sara' incentrato sul benessere e sull'ecologia.

Autocostruzione e bioedilizia a Senigallia

Progettazione - Inaugurato in agosto, in provincia di Ancona, il primo cantiere residenziale ecosostenibile e di autocostruzione, che coinvolge persone di varie etnie.

Progettare la casa secondo il feng shui

Soluzioni progettuali - Il Feng Shui è un'antica arte orientale per realizzare costruzioni armoniche o correggere quelle che non lo sono. Quali sono le sue regole? Scopriamole insieme.

Eco-alberghi

Progettazione - Quando l'albergo non e' piu' semplicemente un luogo di sosta per una vacanza o un viaggio di lavoro, ma rappresenta concretamente tutta la filosofia alla base del moderno pensiero ecologista, allora e' un ECO-ALBERGO.

Consigli per una casa ordinata

Pulizia casa - Ordinare ogni stanza di casa una volta per tutte e ottenere un risultato duraturo è ora possibile, grazie a metodi basati su disciplina e caccia al superfluo.
REGISTRATI COME UTENTE
309.087 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE