Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2011-09-03 18:44:24

Canga bathroom


Cangaceiro
login
13 Luglio 2010 ore 08:32 9
Ecco le foto poi segue il testo con caratteristiche e richieste.


Per cortesia inseriamo immagini consone al layout della pagina.
Larghezza max 400 pixel.

lo staff



PROBLEMI PROGETTAZIONE DEL BAGNO

a)Il riscaldamento al momento è fornito da un radiatore in ghisa a 4 colonne con 5 elementi, interasse 80 cm, attacco 3/8'' in ferro, nipples da 1'' e 1/2.
Necessito di sostituirlo con uno scaldasalviette, però non vorrei creare curve per magari spostare gli attacchi.

b)Il solaio è costituito da longarine ad interasse di 1 metro in ferro e da mattoni disposti per il lato di 12.5 cm, per cui si ha un'altezza sul colmo della volta di 4/6 cm e 7/8 cm ai lati in prossimità della longarina.

c)Il bagno attuale è ubicato al primo piano, realizzato negli anni 60, denota una superficie calpestabile di poco più di 6 mq,ed è l'unico bagno di una villetta del 1900 che ha 300 mq dislocati su due piani fuori terra.


CARATTERISTICHE DESIDERATE DEL NUOVO BAGNO

1. Illuminazione al led: costa di più ma consuma pochissimo ed è l'illuminazione del futuro.

2. No a lavatrice.

3. Punto di partenza: finestra ad una anta marchio Sud Tirol Fenster, con ferramenta cromosatinata color titanio. Essenza douglas colorazione nd 875.

4. Nell'antibagno e nel rispostiglio accanto è riportato il pavimento dell'epoca, 1900, con mattoni 14.5x29 cm, colorazione rossa tendente molto al bruno, porosa alla vista, detti pori sono diventati quasi neri con il passare del tempo....e dello sporco. Mi piacerebbe riprendere questo colore, questo tema, questo spunto.

5. Altezza di 3.50 metri come tutte e 3 le camere matrimoniali presenti al piano con in più la camera singola, tutte a servizio di questo bagno.

6. Tante camere ma solo 3 persone che vivono nella villetta.

7. Mi piace molto uno specchio grande sopra al lavabo, quello attualmente posato è di antonio Lupi ed è un 90x100 cm. Minimo queste dimensioni.
  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 15 Luglio 2010, alle ore 18:01
    Http://img20.imageshack.us/img20/8533/1bagnoattuale2.jpg


    http://img155.imageshack.us/img155/4093/2bagnoquadroinsieme2.jpg

    http://img408.imageshack.us/img408/5508/3bagnolongarine2.jpg

  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 15 Luglio 2010, alle ore 18:30
    Spostiamo il topic nella sezione di Progettazione, più adatta all'argomento trattato.

  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Sabato 17 Luglio 2010, alle ore 11:43
    Spostiamo il topic nella sezione di Progettazione, più adatta all'argomento trattato.


    ok!

  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 12 Agosto 2010, alle ore 18:38
    Up

  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 13 Agosto 2010, alle ore 19:23
    Nel frattempo abbiamo cambiato idea ponendo al posto di una vasca un piatto doccia della misura 80 x 120.

    Magari vi posto una mia idea nei prossimi giorni.

  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Agosto 2011, alle ore 14:07
    Salve,
    riassumo qui lo stato attuale e lo stato futuro del bagno a mezzo di elaborati grafici redatti dallo scrivente. Ovviamente la mia è una proposta progettuale che può anche essere del tutto stravolta per avere un risultato migliore in termini estetici e funzionali senza caricare troppo sul costo finale tra materiali e manodopera.

    Passo ad allegare gli elaborati grafici:
    http://img830.imageshack.us/img830/1028/1bagnostatoattuale.jpg
    http://img706.imageshack.us/img706/1479/2bagnostatofuturosquadr.jpg
    http://img405.imageshack.us/img405/2861/3bagnostatofuturopavime.jpg
    http://img9.imageshack.us/img9/9083/4bagnostatofuturosanita.jpg


    PROBLEMI PROGETTAZIONE DEL BAGNO
    A) Il riscaldamento al momento è fornito da un calorifero in ghisa a 4 colonne con 5 elementi, interasse 80 cm, attacco 3/8'' in ferro, nipples da 1'' e 1/2. Tale calorifero verrà messo a servizio di una camera singola.
    Un ingegnere meccanico ha stimato il dimensionamento di uno scaldasalviette in 500x1500 mm. Ideale sarebbe mantenere, per quanto possibile, la solita linea verticale degli attacchi, onde evitare curve che con il passare del tempo possano dare problemi di circolazione con l?accumulo di impurità dell?acqua. La mandata ed il ritorno dell?acqua di riscaldamento è del sistema a ?pioggia? degli anni ?60.
    B) Il solaio è costituito da longarine ad interasse di 1 metro in ferro e da mattoni disposti per il lato di 12.5 cm, per cui si ha uno spessore del solaio sul colmo della volta di 4/6 cm e 7/8 cm ai lati in prossimità della longarina. Il posatore dovrà stendere detti spessori come minimo di: 2 cm per il massetto, 3 mm per la colla cementizia, probabile Adesilex P9 della Mapei e 0,7 cm per la piastrella; per un totale di 3 cm. Vedi tavola n°1.
    C) Il bagno attuale è ubicato al primo piano, orientamento nord-est, realizzato nel ?66, denota una superficie calpestabile di poco più di 6 mq, ed è l'unico bagno di una villetta del 1900 che ha 300 mq dislocati su due piani fuori terra a servizio di 3 persone. Detto bagno fu ricavato all?epoca all?interno di un grande vano per cui, a seguito di un rilievo effettuato con metro e con squadro in acciaio per verificarne l?ortogonalità degli angoli, si è provveduto alla misura di lati e diagonali. Facendo riferimento alla tavola n°1 ho dedotto la sua nascita costruttiva, dedotto appunto ma della quale non posso esserne certo. Nel ?66 sul muro portante esterno si è tirato un divisorio a squadro, successivamente si è chiuso detto divisorio realizzando il lato corto dove vi è la porta ma, in maniera inspiegabile, senza rispettare i 90 gradi. In tal modo lo stato preesistente ha un solo angolo retto e quattro lati ciascuno di differente misura lineare.
    D) Il mantenimento della porta attuale che verrà solo spostata per fare spazio alla larghezza del piatto doccia, per cui l?apertura sarà sempre destrorsa. Vedi tavola n°2.


    PUNTI FERMI DEL NUOVO BAGNO
    1. No a lavatrice.
    2. Finestra ad una anta marchio Sud Tirol Fenster, con ferramenta cromosatinata color titanio. Essenza douglas colorazione nd 875. Apertura sinistrorsa. Vedi tavola n°2. Già posata in opera.
    3. Furono acquistati 10 anni fà i seguenti sanitari da una svendita tutti marchio Ideal Standard: lavabo modello Tesi con sifone Ghidini, wc e bidet modello Aero. Nella tavola n°4 sono rappresentate le loro reali misure lineari. Saranno messi in opera.
    4. Altezza di 3.50 metri come in tutti vani della villetta, non voglio controsoffittare ma preferisco avere quest?altezza anche se di un vano accessorio.
    5. Verrà mantenuto lo specchio preesistente marchio Antonio Lupi ed è un 90x100 cm.
    6. Non voglio la vasca.
    7. Rubinetteria lavabo+bidet marchio Ideal Standard modello Ceraplan


    CARATTERISTICHE DESIDERATE DEL NUOVO BAGNO
    1A. Illuminazione: Led fino ad 1 anno fa la valutavo troppo costosa ma non mi sono più aggiornato né sui prezzi né in merito su eventuali progressi tecnologici. Ho pensato a due fonti luce, una centrale nel baricentro del bagno, tipo con un lampadario a sospeso, mentre la seconda sopra al lavandino in questo caso ero attirato dal modello Riga ma non ricordo il marchio che lo produce. L?importante è che la fonte di luce sia dall?alto verso il basso. Luci che al momento della loro accensione devono emanare subito la loro maggior intensità.

    2A. Nell'antibagno e nel rispostiglio accanto è riportato il pavimento dell'epoca, 1900, con mattoni 14.5x29 cm, colorazione rossa tendente al bruno, disposta a lisca di pesce, porosa alla vista, detti pori sono diventati quasi neri con il passare del tempo....e dello sporco. Mi piacerebbe riprendere questo colore, questo tema, questo spunto.
    3A. Il piatto doccia mi piace in acciaio smaltato della Kaldewei non ricordo il modello ma le sue dimensioni in pianta sono 80x120 cm.
    4A. Cristallo trasparente temperato spessore 6/8 mm con apertura sul lato lungo scorrevole perché l?apertura ad anta sgocciola in terra anche se ha il raccoglitore in basso. Molto essenziale, minimalista, così facilita la sua pulizia. Marchi visionati: Calibe e Cesana. Un più economico è il marchio ?Puma? (se ricordo bene il nome) ma non so su quest?ultimo della sua qualità intrinseca.
    5A. Pavimento: 20x20 cm marchio Appiani modello floor colore ciliegio, 10x10 cm marchio Appiani modello Anthologhia colore tagete, 7,5x15 cm marchio Appiani modello Anthologhia colore tagete tagliato a 10 cm e posato solo lungo il muro portante (quello di 341,3 cm). La scelta del tagete come colorazione però non mi soddisfa perché è dalle foto sul sito un marrone mentre cercavo una colorazione vicina al pavimentato dell?antibagno del 1904 per cui più un rosso tendente al bruno. Ho scelto Appiani per il suo buon rapporto qualità/prezzo.
    6A. Rivestimento 10x40 cm marchio Appiani modello Lingotto colore snow o ghost. Fino a quanto farlo alto? Al momento nella tavola n°4 non ho previsto il rivestimento lungo il muro portante esterno. Stavo valutando se mettere dei pannelli di spessore 2 cm di poliestere e di intonacare con intonaco termoisolante isolteco ma dovrei poi ritrovare il disegno del rivestimento in particolare sul pavimento.
    7A. Il rivestimento all?interno della cabina doccia voleva essere un Bisazza ma forse creo confusione con il marchio Appiani che ha manufatti in ceramica semilucida però essendo un ambiente delimitato e chiuso a sé ci potrebbe stare. Ho detto no al Bisazza come rivestimento complessivo per i suoi costi maggiori.
    8A. Il soffione ho pensato ad un 20x40 cm (troppo grande) inox lucido, posto ad una altezza tra i 2,20 ml ed i 2,40 ml, anticalcare marchio Cristina.

    9A. Il miscelatore a muro e il doccino ho pensato al marchio della Gessi della serie rettangolo. Da notare che il doccino ha il tubo in gomma trasparente e non il classico filo elicoidale che con il tempo si rompe sfagliandosi.
    10A. Scopino normale, lo scopino elettrico non ha soddisfatto la maggior parte delle utenze.
    11A. Placca W.C. marchio Geberit cromo satinata.
    12A. Cassetta W.C. sarà inserita dentro al muro portante nella profondità di 8 cm, da scegliere marchio e modello.
    13A. Sedile ribaltabile all?interno del vano doccia, da definire materiale, marchio e modello.
    14A. Non gradisco scaldasalviette cromati perché sono meno efficienti in maniera significativa rispetto a quelli bianchi o colorati. Della Zehnder mi piacciono i modelli, ambo in acciaio, Artea ma sopratutto Subway. Ma mi accontenterò di un più economico FER della industrie FER colore bianco RAL 9010 modello Giove.
    15A. cosa mettere come ?posa oggetti? all?interno della cabina doccia?
    16A. per tutti gli altri accessori rimando alla tavola n°4 anche in particolare il mobilio è da definire. Ho supposto come vedete davanti al lavabo un armadio di quelli diciamo vuoto/pieno di 40x80 sempre che li facciano di detta misura.
    17A. Questo è il punto più critico e che meno mi piace. Per motivi economici non voglio rifare il tramezzo della porta ma non ho saputo fare meglio di posare all?ingresso del mosaico 2,5x2,5 cm marchio Appiani modello Anthologia colore Camelia. Anche perché il colore Camelia sarà di una diversa tonalità rispetto al rosso del ciliegio nel modello 20x20 cm floor.
    18A. Prese 220V n°2. Una vicina allo specchio e l?altra vicino alla porta.
    Sicuramente mi sarò dimenticato qualcosa.


    DESCRIZIONE SINTETICA DELLA LINEA PROGETTUALE SEGUITA
    Si applica l?intonaco termoisolante Isolteco sul muro portante interno e sul lato corto della porta per ritrovare in pianta un rettangolo preciso senza mangiare troppa superficie. Posa del piatto doccia direi obbligata come in tavola n°4. Per far ospitare le mattonelle principali 20x20 ho dovuto optare per una seconda linea di mattonelle di 10x10 fatta eccezione lungo il muro portante interno dove dovrò fare tagliare il formato da 7,5x15 cm per portarlo a 7,5x10 cm. In tal modo avendo multipli di 10 cm posso posare come rivestimento il lingotto che è 10x40 cm. Il tutto per avere continuità tra le fughe del pavimento e delle pareti. Lavabo e sanitari sono centrati all?interno dei propri rettangoli descritti dai formati 20x20 cm.

    Grazie a tutti.

  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Agosto 2011, alle ore 21:25
    Cioè fai capire bene a tutti ,fai un nuovo bagno,vuoi mettere rubinetteria della Gessi piatto doccia Kaldewei specchio Antonio Lupo illuminazione a led e ti preoccupi di due tubi per il riscaldamento???????????????? segare tutto il vecchio fare tubi nuovi se piu fra qualche anno sono sporchi li lavi ma questo vuol dire che la caldaia sara gia intasata da un po.........................................
    Consiglio: metti un radiatore sotto finestra ,uno scaldasalviette vicino alla doccia almeno allunghi il braccio e ti metti l'accappatoio caldo senza bagnare tutto il pavimento,metti uno specchio normale e pareggi i costi

  • cangaceiro
    Cangaceiro Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 1 Settembre 2011, alle ore 15:45
    Cioè fai capire bene a tutti ,fai un nuovo bagno,vuoi mettere rubinetteria della Gessi
    come pensavo c'è qualcosa che mi sono dimenticato di specificare. La rubinetteria, intesa per lavabo + bidet, è già stata acquistata insieme ai sanitari 10 anni fà, per cui anch'essa è del marchio ideal standard modello ceraplan.
    Della Gessi soltanto il soffione.



    piatto doccia Kaldewei
    Be questo è un manufatto sul quale non si può risparmiare, garantito 30 anni dalla casa madre, ci vuole un qualcosa di serio come l'acciaio smaltato 3,5 mm. Forse il meglio al mondo. No a ceramica e plastica che mi scordo adesso il nome.


    specchio Antonio Lupo
    Avevo detto che è l'unico elemento del bagno vecchio che verrà mantenuto.
    5. Verrà mantenuto lo specchio preesistente marchio Antonio Lupi ed è un 90x100 cm.


    illuminazione a led e ti preoccupi di due tubi per il riscaldamento???????????????? segare tutto il vecchio fare tubi nuovi se piu fra qualche anno sono sporchi li lavi ma questo vuol dire che la caldaia sara gia intasata da un po.........................................
    A parte il fatto che il circuito adesso è chiuso. Non ricordo però se l'acqua che vi è in servizio sia depurata o meno.
    Caldaia a condensazione Junkers posata fine 2009.
    Pulizia della tubazione preesistente in ferro nel periodo estivo a mezzo di circolatore e prodotto apposito per 40 gg.
    Per la cronaca i 15 radiatori, in ghisa a 4 colonne molti dai 10 ai 15 elementi, furono portati fuori in giardino (eravamo 4 persone per spostarli) lavati internamente a mezzo di riduttore claber e verniciati ex novo.

    Parliamo di un ambiente di 300 mq con vani alti 3.50 ml. Ho un impianto a pioggia del 1966 che non potevo modificare (a parte eliminare la cassetta in soffitta) avrei dovuto fare dei lavori immensi. Ma anche se potevo non l'avrei fatto. Con la centralina climatica e aumentando le superfici radianti ho abbassato del 25% i consumi ed aumentato del doppio il comfort.

    Ma tornando al quote ultimo prima di tutto non c'è niente da tagliare perché essendo a calata o a pioggia il punto di arrivo è quello, mi chiedo che senso abbia spostare il calorifero o scaldasalviette che dir si voglia, stonacare il muro per aumentare tubazioni di mandata+ritorno, con aumento della superficie dispersiva dei tubi in rame, non ne vedo i benefici.


    Consiglio: metti un radiatore sotto finestra
    ma così quando sono seduto sul w.c. ho la vampata di calore.

    ,uno scaldasalviette vicino alla doccia almeno allunghi il braccio e ti metti l'accappatoio caldo senza bagnare tutto il pavimento
    Non capisco il senso di avere due superfici radianti in bagno. Il calorifero preesistente assicura 20 gradi d'inverno per cui basta trovare uno scaldasalviette che emana la stessa potenza termica, magari maggioriamolo di un 20-25% per gli asciugamani sopra e perché stratifica prima.


    Saluti e ti ringrazio per rispondemri sempre anche se come hai visto non sono per i punti da te citati molto in condivisione. un abbraccio.

    ps: se con caldaia ed impianto "ristrutturati" ne ho avuto i benefici di cui sopra e grazie al forum e agli utenti come te che mi hanno insegnato e spero che continueranno a farlo.

    Grazie sincero a radiante, forum casa e tutti gli altri.

  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Sabato 3 Settembre 2011, alle ore 18:44
    Sappiamo tutto di casa tua ,ogni volta che sposti un comodino lo comunichi ,quello che volevo dire è non risparmiare su un tratto di tubazione e siccome stai facendo un bagno al top ci sta bene un radiatore sotto finestra tecnicamente perfetto e uno scaldasalviette tecnicamente comodo per scaldare accappatoio in inverno per rasentare la perfezione deve essere vicino alla doccia (allungarsi fino al radiatore sotto finestra è scomodo)
    P.S. piatto doccia in gomma ,bellissimo ..................antiscivolo lo tagli sul posto dandogli le misure che vuoi ,puoi anche lasciare la parete fuori squadra poi ti sagomi il piatto doccia e il gioco è fatto,a filo pavimento ovviamente

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img 4ng3lus
Buongiorno, ho da poco acquistato un'immobile di circa 120 metri quadrati calpestabili, totalmente da ristrutturare e purtroppo al momento fornito di un solo bagno e di un secondo...
4ng3lus 19 Luglio 2022 ore 13:00 3
Img c.s.
Buongiorno,sono arrivata a due possibili progetti per i bagni del mio appartamento da ristrutturare.Attualmente c'è un solo bagno con ingresso da corridoio e finestra...
c.s. 31 Maggio 2021 ore 12:20 5
Img eraclepz
Ciao a tutti, vorrei confrontarmi con voi per sistemare al meglio quello che dovrebbe essere il bagno di "rappresentanza" di casa, quindi il bagno che useranno eventuali ospiti.
eraclepz 31 Marzo 2020 ore 12:32 4
Img fab36
Salve a tutti, sono in fase di ristrutturazione casa e vorrei un consiglio sulla disposizione del bagno. Vi allego la piantina con le misure e una con la disposizione a cui ho...
fab36 29 Febbraio 2020 ore 18:54 8
Img asiapaola
Buongiorno, a breve dobbiamo ristrutturare il bagno della casa che abbiamo acquistato ma sono dubbiosa sulla sistemazione dei sanitari. L'unico sanitario che non spostiamo è...
asiapaola 16 Maggio 2017 ore 15:36 4
Notizie che trattano Canga bathroom che potrebbero interessarti


Distanze minime tra i sanitari in bagno

Zona bagno - Alcuni consigli sulle distanze minime da utilizzare tra i componenti sanitari al fine di garantire un corretto uso degli stessi.

Lavabo in bianco e nero

Bagno - Dal 10 al 14 Marzo prossimi si svolgerà a Francoforte Ish 2009, la fiera leader mondiale dei settori bagno, ingegneria edilizia energetica e climatica,

Sicurezza nel locale bagno

Bagno - Alcune indicazioni per non incorrere in pericoli in bagno: i fruitori devono essere protetti da avvenimenti spiacevoli attraverso una corretta progettazione.

Lavabo per bagno padronale e di servizio

Sanitari - A seconda delle destinazioni i lavabi saranno di diverso tenore: più eleganti quelli del bagno padronale, più semplici quelli del bagno di servizio.

Spazi a misura di persona

Leggi e Normative Tecniche - La normativa italiana è abbastanza attenta a far sì che gli spazi, sia pubblici che privati, siano fruibili da tutti, e quindi anche dalle persone disabili.

Frazionare un appartamento in due unità abitative

Soluzioni progettuali - Non avendo più necessità di un appartamento grande, i proprietari decidono di frazionarlo in due unità abitative distinte.

Nicchie in un bagno

Bagno - Una parete con lavabo centrale è affiancata da due rientranze attrezzate con vasca e lavatrice, ideali per sfruttare lo spazio in modo intelligente e funzionale.

Idee e soluzioni per un arredo bagno moderno e funzionale

Mobili bagno - Come arredare il bagno attraverso un'attenta e precisa progettazione, al fine di ottenere un ambiente unico e personalizzato che unisce funzionalità e design.

Complementi e accessori per il bagno

Mobili bagno - Spesso sono i dettagli a fare la differenza nella determinazione dello stile di un ambiente: i complementi per il bagno lasciano spazio alla creatività e al design.
REGISTRATI COME UTENTE
339.528 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//