Problemi soprintendenza per ristrutturazione F2 non vincolato!


Buona sera a tutti, 
circa 4 mesi fa abbiamo presentato il progetto per una ristrutturazione di un'unità collabente (F2), che prevede la demolizione e ricostruzione parziale.
Trattasi di ex chiesa non vincolata dalla soprintendenza.
Nel progetto abbiamo previsto di non toccare la parte più stabile del fabbricato, da utilizzare come corte, per lasciare una traccia storica.
La soprintendenza ha bocciato il progetto e pretende di ricostruire il fabbricato come all'origine anche se non c'è alcuna traccia di foto, disegni, progetti e quant'altro.
Addirittura minacciano di vincolarlo.
È possibile tutto ciò?
Abbiamo comprato questo "rudere" perché non vincolato con tanto di loro lettera risalente al 2011 se non ricordo male.
Possono pretendere di ricostruire fedelmente il fabbricato, anche se non si è capito su che basi?
A me non sembra tanto regolare.
Alla fine non è vincolato ma si comportano come se lo fosse.
Grazie.
  • lucag1979
    Lucag1979 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 7 Novembre 2018, alle ore 10:14
    E' una cosa un po' complicata a dirsi in un forum, visto che si tratta di una questione che ha già visto l'esaurirsi di un procedimento amministrativo (quello chiuso col rigetto della richiesta da parte della sopraintendenza). Fossi in voi, io andrei da un bravo avvocato amministrativista della vostra zona - che ci occupi specificamente di materia urbanistico-edilizia - per valutare la situazione e quindi se vi siano presupposti per presentare ricorso al TAR.
    rispondi citando
  • ale_jandro
    Ale_jandro Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 7 Novembre 2018, alle ore 15:02 - ultima modifica: Mercoledì 7 Novembre 2018, alle ore 15:04
    Diciamo che la pratica sembra ancora aperta. Ci hanno dato un preavviso di diniego ma sembra che sia stato dato in fretta e furia per sovraccarico di lavoro.

    Il problema è: un fabbricato non vincolato può essere trattato come vincolato? cioè pretendono che recuperiamo tutto. Ma se non è vincolato, come da loro comunicazione, perché mai devo spendere il quadruplo per recuperare un'ammasso di pietre che nel tempo sono state pure rubate da tutti in paese per ristrutturarsi le case?

    Questa era una ex chiesa dismessa 200 anni fa. L'ente ecclesiastico ha voluto monetizzare e se ne è fregata della storicità.

    Quindi può la soprintendenza comportarsi in questo modo? Se devo mettere l'avvocato saranno altri soldi e tempo sprecati. Ha senso? Si può annullare il contratto stipulato circa un anno fa e che se lo riprenda l'ente ecclesiastico? 
    Cioè abbiamo comprato un fabbricato non vincolato e adesso ci fanno problemi come se fosse vincolato? Secondo me non possono. Altrimenti questa è truffa. Fino ad oggi se ne sono sbattuti del rudere e vogliono lasciare traccia storica dopo che per decenni è stato depredato di tutto?
    rispondi citando
  • ale_jandro
    Ale_jandro Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 26 Novembre 2018, alle ore 16:23 - ultima modifica: Lunedì 26 Novembre 2018, alle ore 16:24
    Rieccomi. Allora dopo colloquio con la soprintendente abbiamo capito dove sta il problema.

    La richiesta, fatta diversi anni fa, per sapere se il bene era di interessere culturale, artistico ecc... presenta dei vizi. Nello specifico la richiesta è stata fatta per un rudere/casale rurale e non per una ex chiesa. Quindi il parere della soprintendenza è falsato. Minacciano addirittura di annullare l'atto.

    Nel caso di annullamento dell'atto i soldi che ho speso ad oggi fra fabbricato, notaio, tasse, architetti, geometri, ingegneri, geologo e tempo dedicato e rotture di scatole varie chi me li rimborsa? Mi spetta pure un risarcimento danni?
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img azzurriris
Buonasera a tutti,vi scrivo per avere delucidazioni in merito a questa situazione:io e mio marito saremmo interessati ad acquistare una casa indipendente costruita su un terreno...
azzurriris 13 Dicembre 2014 ore 22:24 4
Img ale_jandro
Ciao a tutti. Sono in procinto di acquistare un rudere in una zona agricola che è in fase di accatastamento e per il quale ho intenzione di ristrutturarlo per farci la mia...
ale_jandro 02 Giugno 2017 ore 15:42 3
Img malvex
Devo realizzare un annesso rustico il cui permesso di costruire è stato presentato in data 17/02/2014 (un anno fa!). Dopo mesi e mesi di attesa e di processione negli...
malvex 14 Febbraio 2015 ore 17:08 2
Notizie che trattano Problemi soprintendenza per ristrutturazione F2 non vincolato! che potrebbero interessarti
Come accatastare le unità collabenti o ruderi

Come accatastare le unità collabenti o ruderi

Catasto - L'Agenzia delle Entrate ha diffuso una nota con cui fornisce indicazioni su come accatastare le unità collabenti, cioè i fabbricati ridotti allo stato di ruderi.
Unità collabenti

Unità collabenti

Catasto - Si definisce unità collabente un fabbricato, o parte di esso, ridotto allo stato di rudere e che per le sue caratteristiche, non è in grado di produrre reddito.
Ristrutturazione di ruderi

Ristrutturazione di ruderi

Normative - L'intervento di riqualificazione del rudere di un vecchio fabbricato puo' essere vantaggioso, ma e' bene considerare anche altri aspetti.

Tecniche di recupero di un rudere

Ristrutturazione - Recuperare un rudere per abitarlo o integrarlo in un nuovo organismo edilizio rappresenta una possibile soluzione per chi vuole godersi storia e natura.

Requisiti immobile per detrazione 65%

Normative - Per accedere alla detrazione sul risparmio energetico è necessario che l'immobile sia esistente, sia iscritto al catasto e sia dotato di impianto riscaldamento.

Agevolazioni fiscali per immobili vincolati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Anche se ci sono state modifiche con l'entrata in vigore del Decreto Semplificazioni, permangono molte agevolazioni fiscali previste per gli immobili vincolati.

Immobili non accatastati

Catasto - Scoperti nel corso del 2009 oltre 570.000 immobili non censiti in Catasto.

Tutela degli immobili storici

Normative - Procedura per la dichiarazione di interesse culturale da parte del Ministero e iter per l'ottenimento del nullaosta da allegare al titolo edilizio in caso di opere edili.

Relitti Urbani

Ristrutturazione - Sotto la denominazione di Relitti Urbani si identificano tutti i fabbricati e le aree residenziali dismesse che si presentano in avanzato stato di degrado.
REGISTRATI COME UTENTE
302.180 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Black & Decker
  • Kone
  • Marazzi
  • Internorm
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.