Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2009-02-25 12:20:10

Dichiarazione ica agevolata del comune o autocertificazione?


Tosodj
login
24 Febbraio 2009 ore 19:42 7
Ciao a tutti
chiedo scusa perché la domanda sarà trita e ritrita ma non ho trovato risposte ad un dubbio che oggi mi è sorto...
mi spiego.

Ho presentato un'autocertificazione per iva agevolata del 10% al mio idraulico per interventi di ristrutturazione sulla mia casa di proprietà (prima casa).
Il fornitore dell'idraulico gli ha comunicato che il documento non va bene e serve una dichiarazione del comune di residenza.
Chi ha ragione? il fornitore o la mia autocertificazione?

grazie
saluti
  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 24 Febbraio 2009, alle ore 20:31
    Premesso che il venditore non è "obbligato" ad applicare l'Iva agevolata per materiali finiti ad un privato ......
    Premesso che l'Agenzia delle entrate ha sempre ribadito (è l'ho riportato ormai migliaia di volte nel forum) che:

    1) Qualora il costo di determinati beni, definiti come "significativi" superi l'ammontare delle altre prestazioni (manodopera), l'Iva è al 20% su tale parte eccedente. Beni significativi sono: ascensori e montacarichi, infissi esterni e interni, caldaie, videocitofoni, apparecchiature di condizionamento e di riciclo dell'aria, sanitari e rubinetteria da bagno, impianti di sicurezza, ecc.

    Capirai che non è sempre così "scontato" obbligare ad applicare l'Iva agevolata.

    La richiesta di dichiarazione del comune è un mezzo come un altro per accertare che il "privato" ha inviato almeno una Dia per lavori di ristrutturazione edlizia per i quali può essere applicata l'iva al 10%.

    Come al solito qui trovi la tabella dell'Agenzia con i lavori ammessi alla detrazione e la corrispondente Iva da applicare:

    http://www.condomini.altervista.org/Det ... azione.htm

  • tosodj
    Tosodj Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 25 Febbraio 2009, alle ore 07:19
    Ciao condominiale,
    quindi potrei anche rifare la autocertificazione indicando il numero di DIA allegando anche copia della Dia...a quel punto tutti dovrebbero essere tranquilli giusto?

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 25 Febbraio 2009, alle ore 07:28
    Presumo che indicando la documentazione richiesta, non possano esseci ostacoli al godimento dell'Iva agevolata (vermo restando i vincoli dei "beni finiti" come illustrato sopra).

  • tosodj
    Tosodj Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 25 Febbraio 2009, alle ore 07:34
    Capito...tieni conto che l'idraulico deve rifare l'impianto di riscaldamento a pavimento, bagni ,caldaia a condensazione.
    Quindi se non ho capito male la caldaia, sanitari vanno con iva al 20% mentre il resto al 10%...

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 25 Febbraio 2009, alle ore 08:29
    Rileggi la nota che ti ho indicato sopra:

    1) Qualora il costo di determinati beni, definiti come "significativi" superi l'ammontare delle altre prestazioni (manodopera), l'Iva è al 20% su tale parte eccedente. Beni significativi sono: ascensori e montacarichi, infissi esterni e interni, caldaie, videocitofoni, apparecchiature di condizionamento e di riciclo dell'aria, sanitari e rubinetteria da bagno, impianti di sicurezza, ecc.

  • tosodj
    Tosodj Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 25 Febbraio 2009, alle ore 09:50
    Ma il superamento delle altre prestazioni (manodopera) è riferito al singolo intervento oppure al completo intervento di ristrutturazione?
    Io credo al singolo intervento...
    Cmq se in fattura ho per ipotesi:
    manodopera installazione impianto 5000 euro
    caldaia 8000 euro

    avrò iva del 20% su 8000-5000 = 3000
    o
    avrò iva del 20% su 8000 ?

    grazie
    ciao

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 25 Febbraio 2009, alle ore 12:20
    Logicamente avrai l'Iva al 20% solo sulla differenza tra il prezzo del materiale e quello della manodopera, come correttamente indicato dalla norma.
    Sarai tu a chiedere l'applicazione in fattura dell'Iva corretta spettante.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img fr75
Buongiorno a tutti.Sono proprietario di un appartamento in cui vive un inquilino in affitto, all'interno di un condominio in un comune dove vige la raccolta differenziata porta a...
fr75 04 Luglio 2022 ore 16:24 2
Img birbone
Salve vorrei installare un climatizzatore con pompa di calore per risparmio energetico. Allo stesso tempo ho necessità di cambiare la cameretta a mia figlia. Ho letto che...
birbone 04 Luglio 2022 ore 13:51 2
Img saulgoooodman
Buongiorno,Chiedo consiglio a voi in quanto ho acquistato un appartamento che è stato ristrutturato circa 10 anni fa.Ho necessità di rifare a nuovo il bagno per...
saulgoooodman 04 Luglio 2022 ore 12:50 3
Img maujack
Salve,dobbiamo rifare il tetto di una parte di condominio.Questo tetto serve a copertura totale di una unità, che si trova al primo e unico piano.Al pianterreno c'è...
maujack 04 Luglio 2022 ore 12:34 2
Img signorbini
Facendo un buco esplorativo in una parete interna non portante, ho fatto questa foto, il mattone è vuoto e circa 20 di larghezza e 40 di lunghezza ma non capisco come possa...
signorbini 04 Luglio 2022 ore 12:18 3
REGISTRATI COME UTENTE
338.946 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//