Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2018-04-29 10:49:11

Contratto locazione - 43893


Maurizio35
login
28 Aprile 2018 ore 10:02 3
Buongiorno a tutti.
Nello scorso mese di settembre ho stipulato, in quanto locatore, contratto a canone concordato(3+2), con tre conduttori.
Nello scorso mese di gennaio ricevo lettera di disdetta.
Decorrenza termine fine contratto 31.7 p.v. -
Ciò premesso, recentemente, due dei conduttori manifestano interesse a restare ipotizzando l'ingresso, al posto di chi ha confermato l'intenzione di lasciare l'appartamento, di un nuovo soggetto.
Prendendo atto del fatto che si è acquisita formale lettera di disdetta, chiedo secondo le due seguenti ipotesi:
1)Nel caso in cui restino solo i due originari conduttori è necessario rifare il contratto?
In caso contrario come regolarsi con l'Agenzia delle entrate?
2) Nel caso in cui ai due originari conduttori se ne aggiunga un altro, in sostituzione di chi lascia, è necessario fare un nuovo contratto oppure si deve agire con il subentro?
Ringrazio tutti per il riscontro che vorrà essere fornito.


  • manuelamargilio
    Manuelamargilio Ricerca discussioni per utente
    Domenica 29 Aprile 2018, alle ore 10:02
    Iniziamo col dire che un inquilino può dare disdetta per gravi motivi rispettando i termini di preavviso solitamente 6 mesi durante i quali tutto può succedere. È possibile che i conduttori che hanno inviato disdetta decidano (anche in due) di voler proseguire il rapporto di locazione. In questo caso dovranno comunicare la revoca della disdetta, possibilmente tramite lettera raccomandata che ufficializzi la decisione. Per la prosecuzione del rapporto sarà comunque necessario il suo consenso. Lei per ipotesi potrebbe già aver avviato delle trattative con altro inquilino. Si tratta dunque di un nuovo accordo regolato anche da altre condizioni.
    Nel caso arrivi un nuovo conduttore è necessario, previo suo consenso , il subentro del nuovo inquilino nel contratto che è proseguito a seguito della revoca della disdetta.
    Ciò premesso sottolineo l'importanza di far revocare la disdetta inviata.
    Saluti

  • maurizio35
    Maurizio35 Ricerca discussioni per utente
    Domenica 29 Aprile 2018, alle ore 10:32
    Grazie per il riscontro.
    In base alle informazioni fornite ipotizzo questo percorso.
    A) Nel caso in cui due conduttori su tre intendano proseguire dovranno comunicare, a mezzo RAR, la disponibilità a continuare a fruire dell'unità immobiliare. In questo caso dovrà essere stipulato nuovo contratto con segnalazione all'Agenzia delle entrate della conclusione del primo contratto e l'attivazione del nuovo
    B) Nel caso in cui due conduttori intendano associarsi ad uno nuovo - in sostituzione del cessante - dovrebbero comunicare, a mezzo RAR, la disponibilità a continuare a fruire dell'unità immobiliare segnalando il terzo nominativo con le referenze del caso per quest'ultimo. Qualora il locatario accedesse a questa soluzione non ci sarebbe bisogno di redigere un nuovo contratto ma si dovrebbe agire in via di subentro con segnalazione del fatto all'Agenzia delle Entrate.
    Ho inteso bene?


  • manuelamargilio
    Manuelamargilio Ricerca discussioni per utente
    Domenica 29 Aprile 2018, alle ore 10:49
    Per quanto concerne il primo punto a mio avviso una volta pervenuta la revoca della disdetta da parte dei due conduttori rimanenti si avrebbe il rinnovo del medesimo contratto. Si dovranno adempiere gli obblighi relativi alla proroga del contratto presso Agenzia delle Entrate.
    Saluti

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 23 Luglio 2020 ore 16:37 6
Img maurizio35
Caso: Posso stipulare entro il 20 giugno un contratto di locazione "canone concordato" con decorrenza 1 agosto p.v.? Evidentemente procederò alla registrazione entro 30...
maurizio35 08 Giugno 2018 ore 16:12 1
Img maurizio35
Nel caso di contratto di locazione a canone concordato, relativo ad immobile ubicato in comune nel quale, a seguito della pubblicazione del DM 2017, NON è stato rinnovato...
maurizio35 29 Aprile 2018 ore 10:42 1
Img andreabrighi
Buona sera a tutti, vorrei sapere chi può darmi informazioni legislative sulle raccomandate per disdire il contratto di locazione. grazie...
andreabrighi 15 Maggio 2017 ore 16:02 1
Img ceskuz
Mi sto accingendo a prendere in affitto un negozio come conduttore, ho chiesto al locatore di poter fare un contratto di 10+10 anni anziché il classico 6+6.Purtroppo una...
ceskuz 29 Febbraio 2016 ore 22:00 2
Notizie che trattano Contratto locazione - 43893 che potrebbero interessarti


Risoluzione del contratto di locazione: obbligatoria la registrazione

Leggi e Normative Tecniche - La risoluzione del contratto di locazione deve essere registrata. Lo afferma la CTP di Milano che condanna un contribuente per aver tardivamente versato l'imposta

Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Affittare casa - In caso di contratto di locazione a canone concordato non assistito, per le agevolazioni fiscali è necessaria l'attestazione delle organizzazioni di categoria.

Affitto: il locatore può cedere il contratto senza consenso dell'inquilino

Affittare casa - Per la cessione del contratto di locazione da parte del padrone di casa non è richiesto il consenso del conduttore. Lo dice la Cassazione con una recente sentenza

Agevolazioni fiscali per i proprietari che affittano

Affittare casa - Il reddito della locazione, viene tassato in maniera differente a seconda del tipo di contratto e anche per i proprietari vi sono delle agevolazioni fiscali.

Successione nel contratto di locazione

Affittare casa - Il contratto di locazione, come quasi tutti i contratti, vincola solamente le parti che lo sottoscrivono, ma la legge prevede delle eccezioni a questo principio.

Gravi motivi del conduttore per il recesso dal contratto di locazione

Affittare casa - Il recesso del conduttore per gravi motivi per essere esercitabile senza poter essere contestato deve fondarsi su motivi reali e deve essere comunicato nei modi di legge.

Affitto: non sono dovuti i lavori di tinteggiatura a fine locazione

Affittare casa - Quando si lascia la casa in affitto l'inquilino non è obbligato a tinteggiare le pareti. Lo dice la Corte di cassazione con la recente sentenza n. 29329 del 2019

Locazione: contratto nullo in caso di mancata registrazione

Affittare casa - In caso di mancata registrazione di un contratto di locazione di immobile a uso abitativo, si prevede la nullità dello stesso contratto come ha precisato la Cassazione.

Sfratto per finita locazione

Affittare casa - Al termine del contratto di locazione il proprietario ha due possibilit: intimare al conduttore di lasciare l'appartamento o sfrattarlo se non l'ha fatto in tempo.
REGISTRATI COME UTENTE
325.686 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//