Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Conteggio giorni extra per varianti


Buonasera a tutti,
rappresento un'impresa edile e ci troviamo di fronte ad un paradosso a cui troviamo difficile risposta.
28 Luglio 2014 iniziamo una ristrutturazione di una palestra.
Data prevista per la consegna 15 Settembre 2014.
In pratica 48 gioni di lavoro.
Capitolato controfirmato e progetti esecutivi ben chiari.
Durante il corso d'opera ci vengono richiesti circa 50.000 euro di lavorazioni non previste nel capitolato.
Accettiamo comunque di svolgerle avvisando i committenti che potremmo aver bisogno di giornate aggiuntive.
Abbiamo lavorato anche 16 ore al giorno, domeniche e festivi.
Alla fine consegnamo i locali con (a mio avviso) solo 6 giorni di ritardo.
La committenza interrompe i pagamenti previsti dalla consegna dei locali in poi.
3 settimane dopo ci arriva la convocazione presso il Tribunale per richiesta di risarcimento danni.
Ora, senza entrare nello specifico del contratto, non riesco a trovare una regolamentazione a riguardo dei giorni di ritardo che è lecito considerare necessari al completamento delle opere.
Provo a spiegarmi meglio con un esempio:
Il Sig. Rossi mi chiede di fargli la cucina ed un bagno.
Noi rispondiamo 10.000 euro e 10 giorni di lavoro.
Lui accetta ed i lavori iniziano.
Poi, durante il corso d'opera mi chiede di fargli anche il salone e la camera da letto. Altri 5.000 euro.
Io ( ragionando per  logica) considero l'impresa capace di sviluppare lavori per 1.000 euro al giorni.
Va da sè che per altri 5.000 euro di lavori imprevisti si possa tener serenamente conto di al tri 5 gg di lavoro.
Ora, bisogna ammettere che abbiamo ricevuto gli acconti previsti fino al momento di cui parlavo prima.
Abbiamo provato a far ragionare il committente, ha provato anche il Dir. Lavori (il loro Architetto), ma nulla da fare.
Sono voluti andare in causa e tra pochi giorni avremo l'incontro con il CTU.
Possibile che non esista una regolamentazione in merito?
Grazie per l'aiuto.
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 8 Aprile 2015, alle ore 08:56
    Strano. In tutti i contratti di appalto che mi è capitato di esaminare (e di scrivere in prima persona) sono ovviamente previste penali per l'impresa esecutrice nei casi seguenti:
    - lentezza dell'impresa;
    - lavori mal eseguiti che - a detta del direttore dei lavori - debbano essere rifatti.
    Inoltre (nel caso di un appartamento o di interventi di manutenzione a un condominio) la penale normalmente varia tra 50 e 100 euro al giorno: 50000 euro di varianti in corso d'opera mi sembranoda ero tanti.

    In tutti i contratti che ho visto, la ditta non era invece tenuta a pagare penali nel caso di ritardi indipendenti dalla sua volontà, e cioè:
    - cattivo tempo tale da impedire di lavorare (pioggia forte, vento forte, neve, temporali, grandine);
    - varianti in corso d'opera esplicitamente richieste dai committenti.

    Ritengo che la causa si risolverà a vostro favore con anche il risarcimento per "lite temeraria": ritengo inoltre che il committente abbia sbagliato a non tentare prima una mediazione "amichevole" (ma forse è solo un modo per avere uno sconto "con le cattive").
    rispondi citando
  • murartis
    Murartis Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 8 Aprile 2015, alle ore 10:44 - ultima modifica: Mercoledì 8 Aprile 2015, alle ore 10:45
    Si tratta di un locale di 1000 mq circa. Dove sono state rifatte tutte le linee idriche, spostamenti murari, suddivisioni tra i vari locali, scale, soffitti insonorizzati, e di tutto di più. In effetti un gran lavoro, e mmolto sorprendentemente siamo riusciti a finirlo in tempi brevi.
    Le varianti cosi onerose, sono fondamentalmente da ascrivere all'appetito del committente, che vedendo la velocità con la quale si eseguivano le varie opere mano a mano ci ha commissionato numerose migliorie.
    Una in particolare, il soffitto insonorizzato, è stata particolarmente costosa e lunga come messa in opera.
    A tal proposito, altra argomentazione citata contro di noi, è stata prorpio la cattiva insonorizzazione di detto controsoffitto. Preciso che è stato utilizzato cartongesso in EPDM (lastre di gesso e piombo), che a detta del fornitore e scheda tecnica garantisce un abbattimento acustico notevole.
    Questo soffitto (circa 150 mq) però è stato forato per alloggiare numerosi fari, altoparlanti, anemostati, cassette aria condizionata, scatole di derivazione elettriche. Preciso che elettrico ed aria condizionata NON sono opere che ci competevano. In effetti la musica dei corsi di danza è molto alta, e negli appartamenti ai piani superiori l'impatto acustico è rilevante.
    Io mi ritengo estraneo alla questione poichè ho eseguito solo il soffitto, le forometrie sono state decise da altri.
    In merito alla legislazione, noto con dispiacere, ceh non sembra esistere nulla in merito ai giorni lavorativi necessari a completare opere impreviste.
    Sono convinto anch'io che avremo vittoria facile, tutt'altra cosa sarà ottenere realmente il saldo (e gli interessi, e le spese legali).....:(
    rispondi citando
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 8 Aprile 2015, alle ore 11:07
    Mi dispiace dirlo, ma il committente mi sembra in malafede e tentadi non pagare il dovuto con motivi pretestuosi.
    Quello che posso consigliarvi di fare è di cercare una mediazione, anche rimettendoci qualcosa in termini economici: sarà comunque sempre meno di quanto dovrete spendere per ANNI in avvocati, perizie, controperizie, tempo perso.

    Mi dispiace davvero tanto per la vostra situazione: la prossima volta, regolate scrupolosamente questi aspetti nel contratto di appalto, è l'unico consiglio che - da architetto - mi sento di darvi.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img elaran
Abbiamo dato mandato ad un agenzia per la vendita di una vecchia casa dopo mesi infruttuosi abbiamo deciso di dare in affitto alcuni locali dell'edificio per minimizzare i costi...
elaran 06 Giugno 2018 ore 22:38 5
Img luigiemilio1
Salve, volevo sapere: se il costruttore dell'immobile non ha rispettato il capitolato che gli è stato imposto dall'ufficio dei Beni Ambientali, il compratore può...
luigiemilio1 10 Agosto 2017 ore 22:41 1
Img mario1979
Buongiorno a tutti,mi rivolgo in questo forum per avere alcuni suggerimenti opinioni per l'acquisto di un appartamento di nuova costruzione.Nel novembre del 2013 ho comprato su...
mario1979 03 Ottobre 2016 ore 11:38 4
Img andreacasoni
Buongiorno a tutti.Abbiamo appena acquistato casa e abbiamo già rogitato a fine giugno.Da accordi scritti al rogito, la consegna delle chiavi doveva essere lo scorso 13...
andreacasoni 01 Settembre 2014 ore 12:33 1
Img sisar78
Buonasera,ripropongo l'argomento a partire dalla mia attuale esperienza e vista la vetustà di post analoghi.Ad aprile ho dato mandato in esclusiva ad AI per vendere il mio...
sisar78 13 Ottobre 2014 ore 15:50 1
Notizie che trattano Conteggio giorni extra per varianti che potrebbero interessarti
Come comportarsi con l'impresa in ritardo con i lavori di ristrutturazione

Come comportarsi con l'impresa in ritardo con i lavori di ristrutturazione

Leggi e Normative Tecniche - L'impresa appaltatrice deve eseguire le opere nei termini convenuti, altrimenti rischia l'applicazione di una penale, se prevista, e una richiesta di risarcimento
Capitolato d'appalto: quando va utilizzato

Capitolato d'appalto: quando va utilizzato

Leggi e Normative Tecniche - Il capitolato d'appalto è un documento che regola i rapporti tra l'appaltante e l'appaltatore, obbligatorio negli appalti pubblici, opzionale nei lavori privati
Disegni, computo e capitolato di progetto

Disegni, computo e capitolato di progetto

Progettazione - I documenti fondamentali che permettono di realizzare una buona ristrutturazione. Progettare per ottenere il massimo rapporto qualità/prezzo evitando contenziosi.

Contratto d'appalto per lavori edili privati

Leggi e Normative Tecniche - Stipulato tra impresa e privato, regola gli aspetti economici legati all'appalto e tutela le parti riguardo all'insorgere di situazioni di difficile soluzione.

Appalto, consegna e accettazione dell'opera

Normative - La consegna e l'accettazione dell'opera appaltata, sia pur potendo avvenire contestualmente, sono fenomeni giuridicamente distinti con differenti conseguenze.

Capitolato per opere private

Normative - Insieme al disegno progettuale, esistono altri documenti importanti per l'esatta conoscenza delle caratteristiche dell'immobile.

Appalto in condominio e responsabilità contrattuale

Condominio - Poteri dell'amministratore in relazione e la responsabilità contrattuale derivante dal contratto di appalto in condominio

Casa in costruzione e lavori extra capitolato

Leggi e Normative Tecniche - Casa in costruzione: modificare e migliorare il capitolato di costruzione è possibile, ma stando attenti alle condizioni che regolano i lavori extra capitolato.

Valutare gli infissi nell'acquisto di un immobile

Infissi - Ci sono molti elementi da considerare nell'acquisto di un immobile: gli infissi sono sicuramente tra i piu' importanti.
REGISTRATI COME UTENTE
305.777 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie