Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2017-12-27 01:01:29

Trattamento di vecchie lamiere in ferro zincato


Salve a tutti,
ho un amico che si sta cimentando nella manutenzione e riparazione fai da te di vecchie capanne di lamiera ondulata fatta in ferro zincato (40-50 anni).
Premetto che i colorifici della città dove abita quest'amico sono a dir poco scandalosi, ossia incompetenti e disonesti.
Tanto per dirne una, tempo fa quest'amico si è recato presso un presunto colorificio dove ha acquistato un determinato tipo di smalto sintetico.
Il negoziante si è affrettato a dire che quello smalto poteva essere sovraverniciato SOLO con lo stesso prodotto di cui, guarda caso, era abbondantemente fornito.
Così, quest'amico, tornato a casa, si mette in contatto direttamente con la ditta produttrice che smentisce categoricamente quanto affermato dal negoziante, fornendo un elenco di tipologie di vernici compatibili con quello smalto.
Fate un po' voi... altri colorifici sono invece più incompetenti che disonesti: spesso non sanno neanche quello che vendono e le caratteristiche peculiari di ogni vernice!!!

Ad ogni modo, veniamo al dunque.
L'opzione della verniciatura è sembrata quella più veloce ed economica.
Perlopiù le lamiere hanno accumulato ruggine soprattutto sul lato esposto alle intemperie, anche se, in una capanna, quelle verticali hanno ruggine da entrambi i lati.
La prima questione su cui vorrei soffermarmi è proprio il trattamento della ruggine.
Praticamente tutti i colorifici hanno riferito a quest'amico che dopo aver passato la spazzola metallica, un paio di mani di antiruggine sintetica al fosfato di zinco sarebbe sufficiente per un buon contrasto della ruggine.
A proposito, è stato usato un trapano con una spazzola a tazza.
C'è qualche utensile con supporto più indicato per togliere TUTTA la ruggine da una lamiera ondulata?

Come si sa, la spazzola metallica fa un ottimo lavoro sulla superficie della lamiera, ma non fino in profondità: nei pori non riesce ad andare, lì la ruggine rimane e sembra che fatichi ad andarsene via anche passando direttamente il diluente sintetico con uno straccio.
Questo fatto è stato spiegato ai vari colorifici ma tutti non hanno dato peso alla ruggine che rimane nei pori, affermando che, come dicevo, sarebbe sufficiente coprire la lamiera con un buon (e aggiungerei costoso) antiruggine sintetico al fosfato di zinco.
Uno di questi colorifici sostiene che il diluente sintetico andrebbe a togliere la ruggine nei pori e quindi a completare il lavoro svolto in larga parte dalla spazzola metallica.
Nel caso specifico sembra che così non è stato a meno di comprare decine di litri di diluente ed applicarlo con uno straccio sulla lamiera per ore ed ore ed ore.
Magari l'acqua forzata di un'idropulitrice sarebbe in grado di togliere ogni traccia di ruggine che residua nei pori presenti su tutte le lamiere arrugginite.
C'è una tecnica specifica per togliere ogni traccia di ruggine dai pori?

Io pensavo invece più semplicemente ad un blocca-ruggine, tipo il FIDOIL della FIDEA, il quale si stende un paio di volte sulla superficie da trattare senza necessità di diluenti ed è sovraverniciabile con smalti sintetici ed oleosintetici (quindi al limite anche antiruggine sintetici per rafforzarne la protezione).
Ho saputo che non se ne parla male.
A me tempo fa lo consigliò più di una ferramenta in cui mi venne spiegato che un convertitore di ruggine o comunque altri prodotti studiati apposta per bloccare la ruggine sarebbero necessari per arrestare in modo più efficace la ruggine stessa.
Allora vi domando, perché i colorifici sentiti da quest'amico non hanno consigliato di usare prodotti simili una volta spazzolata la lamiera?
Forse perché l'antiruggine al fosfato di zinco svolge un lavoro migliore?
O magari perché è bene non consigliare al cliente il modo più efficace per contrastare la ruggine, in modo tale che questa si ripresenterà prima e quindi il tutto dovrà essere riverniciato prima (ed il cliente tornerà prima a comprare la vernice...)?

Tra l'altro ho letto anche che il FIDOIL è un protettivo dei metalli nuovi contro la naturale ossidazione.
Ma non so se sulle lamiere che sono ancora in buono stato (dove cioè è presente la zincatura e la ruggine ha fatto la sua comparsa solo alle estremità dei lati corti) è possibile applicare tale prodotto senza necessità di una sorta di aggrappante o primer:
solitamente si dice che la lamiera zincata non è una superficie facilmente sovraverniciabile ma forse questo è vero solo quando la zincatura ha qualche settimana o mese di vita, è così anche dopo 40-50 anni?

Ad ogni modo, soltanto una parte di lamiere si presenta in buono stato, come ho accennato poc'anzi.
Le altre si possono raggruppare sotto 2 categorie: quelle che presentano ruggine a macchie ma, più o meno, in modo abbastanza diffuso e quelle che invece sono totalmente arrugginite (da uno o entrambi i lati).
Consigliereste l'applicazione di blocca-ruggine come quello che ho menzionato?
Se sì, per tutte le categorie di lamiere cui ho appena fatto cenno?
Oppure sarebbe preferibile un classico antiruggine al fosfato di zinco?
Diverse lamiere tra quelle completamente arrugginite sono state già trattate con un paio di mani di antiruggine sintetica al fosfato di zinco. Un blocca-ruggine come il FIDOIL sopra l'antiruggine sintetica può aver senso a quel punto eventualmente come strato intermedio tra il fondo antiruggine e lo smalto di finitura?

Perdonatemi se vi pongo tutte queste domande ma quest'amico è preoccupato particolarmente per la durata del trattamento, quindi desidera realizzare un lavoro che duri il più possibile nel tempo.
In quest'ottica ci chiedevamo, facendo un passettino avanti, quale smalto di finitura potesse essere il più indicato per essere steso specialmente nei punti più “rognosi” da raggiungere, ossia le lamiere superiori che fanno da tetto (sia al di sotto, sia soprattutto al di sopra, essendo esposto alle intemperie).
Lì è da preferire un trattamento che duri più a lungo possibile, quindi con prodotti di qualità più elevata, che resistono maggiormente agli agenti atmosferici (sole, piogge, grandine, neve). Diversamente, ai lati di queste capanne (quindi le lamiere poste in senso verticale) si possono anche applicare prodotti più economici (stile catramina, per intenderci), poiché sarà molto più facile e veloce in futuro ritornare a verniciare.

Vi elenco una serie di prodotti di finitura (con i relativi link) che avrei individuato da internet e che potrei reperire a buon prezzo.
Alcune di queste vernici provengono dal mondo della nautica, un ambiente piuttosto aggressivo per i materiali e quindi maggiormente bisognoso di vernici resistenti alle intemperie.
Ma nella scelta finale questo punto non deve essere assolutamente pregiudizievole: l'importante è la qualità intrinseca del prodotto, non l'azienda che lo produce o il semplice fatto che sia usato in ambiente marino, montano, etc.


SIGMADUR ONE (PPG) -http://www.ppgpmc.com/Products/7533/SIGMADUR-ONE.aspx

FISHERMAR (ATTIVA MARINE – BOERO) -http://www.attivamarine.com/content.php?id=2&sub=-1&idTipo=all&idProd=32

NEOARD (ARD RACCANELLO) -http://www.ard-raccanello.it/it/node/262

ARDEOL (ARD RACCANELLO) -http://www.ard-raccanello.it/it/node/263

ARDSILK (ARD RACCANELLO) -http://www.ard-raccanello.it/it/node/264

SALVAFERRO (ARD RACCANELLO) -http://www.ard-raccanello.it/it/node/265

COVEZINC (COVEMA) -http://www.covemavernici.com/index.php/it/prodotti/professionali/edilizia-industria/15-pro-sint-edilizia-fondi-e-smalti/164-82034-convertitore-covezinc-satinato

NOBILFER (COVEMA) -https://www.covemavernici.com/index.php/it/prodotti/professionali/edilizia-industria/16-fondi-e-smalti-a-solvente/138-46041-nobilfer-ferro-micaceo-grana-grossa-e-fine

LUXTRA HS (COVEMA) -https://www.covemavernici.com/index.php/it/prodotti/professionali/edilizia-industria/16-fondi-e-smalti-a-solvente/217-41597-luxtra-hs-brillante-uretanico


Potreste indicarmi il miglior prodotto o una piccola classifica tra questi prodotti, considerando la tipologia di vernice (alchidica, alchidica uretanizzata, poliuretanica, etc.) e la resistenza agli agenti atmosferici?
Un ultimo dubbio... qualcuno mi diceva di tagliare la testa al toro e di mettere le molto più economiche guaine bituminose al posto delle più costose vernici.
Non male come dritta ma io sapevo che tali guaine si stendono su lamiere e altre superfici piane, non ondulate come quelle di quest'amico.
Mi sbaglio?
Spero di non avervi annoiato troppo.
Grazie in anticipo per tutti i suggerimenti!
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Martedì 26 Dicembre 2017, alle ore 18:57 - ultima modifica: Martedì 26 Dicembre 2017, all or 18:59
    Ciao, io so x sentito dire che alcune aziende sono specializzate per applicare la guaina che dici tu,  anche su strutture e portoni ondulati.:-))

  • f9006
    F9006 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 27 Dicembre 2017, alle ore 01:01
    In effetti debbo informarmi sull'applicabilità della guaina bituminosa sopra lamiere ondulate e sulle modalità per una corretta applicazione.
    Immagino che far aderire la guaina su di una superficie con continui cambiamenti di pendenza è tutt'altro che facile....
    A proposito di guaine, oggi si è anche parlato della possibilità di stendere una guaina liquida, un prodotto ad acqua, facile da applicare (sicuramente più facile della guaina bituminosa dato che si applica anche con un banale pennello), del quale vorrei accertare la durata nel tempo rispetto ai vari tipi di vernice.
    Vero è che vari produttori suggeriscono di applicare un paio di chili di tali guaine per ogni metro quadro, motivo per cui ne avrei bisogno parecchio. Sicuramente tale soluzione sarebbe più costosa ma se garantisse una maggiore protezione e durata rispetto alle semplici vernici, credo che ci si potrebbe fare un pensierino....

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img mauog
Buongiorno,ho un portico di circa 45 mq finito solo con massetto senza pavimentazione.Vorrei limitare la polvere durante l'uso primaverile/estivo del portico in attesa di avere la...
mauog 18 Marzo 2021 ore 12:11 3
Img fireball
Buonasera a tutti, un consiglio. Ho un locale in muratura in campagna che funge da box ricovero bancali di pellet per stufa. Il tetto è in lamiera. Nonostante alcune...
fireball 29 Gennaio 2021 ore 19:31 1
Img paolo_coppi
Salve, ho acquistato una lamiera coibentata coppo per migliorare l'isolamento del mio tetto. Leggendo online, ho notato che esistono due possibilità, tetto caldo (ovvero...
paolo_coppi 08 Gennaio 2021 ore 19:07 4
Img zackem
Salve, una persona che conosco mi ha parlato di questa tecnica: surriscaldare il metallo per almeno 10 minuti, in 10 minuti il metallo diventa rosso incandescente.Nel caso di un...
zackem 29 Dicembre 2020 ore 12:09 1
Img p_marco
Buonasera, Starei pensando di rinnovare casa (con molto fai da te e poca spesa). Attualmente il battiscopa è in gres di un colore salmone che non mi fa impazzire: è...
p_marco 10 Dicembre 2020 ore 10:44 3
Notizie che trattano Trattamento di vecchie lamiere in ferro zincato che potrebbero interessarti


Dove utilizzare l'acciaio zincato in edilizia

Materiali edili - La zincatura è un trattamento protettivo dell'acciaio contro la corrosione. Può essere eseguita su elementi complessi, come travi in acciaio, o sui laminati.

Vernici uniche

Ristrutturazione - Un prodotto sicuro a base d'acqua per vetro e legno.

Arredare con la lamiera forata

Architettura - La lamiera forata trova spazio nel mondo dell'architettura come elemento decorativo e di separazione. Le sue forme e i colori arredano con un tocco originale.

Usi della lamiera stirata

Materiali edili - La lamiera stirata trova molteplici applicazioni in edilizia e nell'arredamento: vediamo insieme la lavorazione, le caratteristiche e l'utilizzo che se ne può fare.

Lamiera creativa

Soluzioni progettuali - Dalle sole applicazioni industriali, la lamiera raggiunge il mondo del design e dell'architettura, diventando un materiale di pregio, versatile e molto scenografico.

Costi trattamenti per pavimenti esistenti

Pavimenti e rivestimenti - Quanto costa e quali sono le ditte a cui rivolgersi per ripristinare la bellezza e prevenire il degrado di pavimenti in marmo, in cotto, in legno o di mosaici?

Innovative grate di sicurezza a scorrimento verticale con controllo wifi

Infissi Esterni - Le grate di sicurezza a scomparsa, a scorrimento verticale, sono inferriate per finestre del tipo antintrusione, elettromeccaniche, innovative, belle da vedere.

Sistemi Aria, Canali Microforati

Impianti di climatizzazione - I canali microforati spesso sono realizzati con materiali tessili o metallici, basati sul principio di induzione, sono utilizzati in ambito civile e industriale.

Casette da giardino: un ripostiglio funzionale per attrezzi da lavoro

Sistemazione esterna - La casetta da giardino è uno apazio chiuso e riparato dove poter accatastare legna, pellet, attrezzi per il giardinaggio, biciclette, giochi e arredi da esterni
REGISTRATI COME UTENTE
329.145 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//