Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Stabilizzare ringhiera con ancorante chimico


India_retriever
login
20 Novembre 2019 ore 12:39 6
Buongiorno a tutti!
Sono una nuova iscritta e avrei tanto bisogno di un vostro prezioso aiuto :)
Nel mio appartamento c’è una ringhiera a protezione della scala che termina immettendosi nel muro.
Non so cosa abbiano fatto alcuni affittuari (forse ci si sono appesi come delle scimmie, misteri) ma l'anno scorso l'ho ritrovata come da foto: tutto il muro intorno scrostato e la ringhiera che si muoveva (non molto, solo di alcuni millimetri, ma sufficienti a far staccare tutto il cemento e l'intonaco intorno).
Già ai tempi avevo fatto saltare il vecchio cemento, “riempito” con uno nuovo (non mi ricordo la tipologia, ma era in polvere e mi era stato garantito che fosse un tipo molto duro - tempo di asciugatura circa 24 ore, forse era cemento a presa rapida), stuccare, rasare e rimbiancare: è durato qualche mese ma ora sono di nuovo da capo: la ringhiera oscilla e le crepe sono tornate.
Mi sapete suggerire come potrei fare, possibilmente senza dover fare interventi super invasivi tipo smurare tutta la ringhiera?
Pensavo di provare con un ancorante chimico da stendere però come fosse cemento “normale”, cioè col frattazzo, dite che è fattibile o faccio un pasticcio.. Scusatemi per gli errori terminologici che ho certamente fatto, spero però che possiate capire lo stesso e aiutarmi!
Grazie in anticipo!
  • jovis
    Jovis Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 21 Novembre 2019, alle ore 11:16 - ultima modifica: Giovedì 21 Novembre 2019, all or 11:19
    Ciao,

    forse invece del cemento potresti provare a usare un collante chimico per stabilizzare la staffa della ringhiera nel muro.
    Puoi chiedere in un ferramenta ben attrezzato per farti consigliare il prodotto più adatto, io ad esempio pensavo a questo tiposto il link: https://www.pattex.it/fai-da-te/adesivi/millechiodi/millechiodi_esternieinterni.htmlNon so poi se potrebbe essere il più indicato, ma fare un tentativo chissà magari ne parli quando vai in ferramenta.:-))

  • roccoroccorocco
    Roccoroccorocco Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 21 Novembre 2019, alle ore 12:15
    Buongiorno, condivido quello detto da Jovis ma visto che anche io ci sono passato per una ringhiera esterna, dire che il tutto dura se la ringhiera viene usata in mdo "normale" ma se bambini o adulti incuranti ci si aggrappano, l'intervento potrebbe non essere definitivo. Io l'ho risolto togliendo l'intonaco o muratura distaccata (nel tuo caso mi auguro ci sia il cemento del solaio ma da foto non capisco bene) e successivamente ho praticato un foro di 20cm circa di profondità diametro 1cm o anche leggermente superiore, nel cemento può bastare anche la metà, pefettamente accanto al ferro della ringhiera che entra nel muro, ho riempito il foro con del chimico bicomponente da ancoraggio (lo trovi ai materiali edili,costo circa 15/20€ ) e messo all'interno una barra filetta tagliata precedentemete a misura che ti torni accanto al montente della scala, quella dell'ultima figura per intenderci. Successivamente ho saldato la barra alla ringhiera e poi riempito il tutto con sabbia e cemento e finito con intonaco di finitura. Riconosco che per una non esperta la cosa possa essere un po complicata ma il problema per cui ti ritrovi con questo problema e proprio perche i perni di ancoraggio non son stati fissati a chimico ma murati e magari sono un po corti.Puoi provare anche a togliere il tutto, affondare ancora nella muratura e poi provare a riempire con il chimico bicomponente ma se non si ancora bene la scala dentro la muratura le oscillazioni sono tante e quindi le relative oscillazioni.

  • india_retriever
    India_retriever Ricerca discussioni per utente Roccoroccorocco
    Giovedì 21 Novembre 2019, alle ore 12:29
    Buongiorno, condivido quello detto da Jovis ma visto che anche io ci sono passato per una ringhiera esterna, dire che il tutto dura se la ringhiera viene usata in mdo "normale" ma se bambini o adulti incuranti ci si aggrappano, l'intervento potrebbe non essere definitivo. Io l'ho risolto togliendo l'intonaco o muratura distaccata (nel tuo caso mi auguro ci sia il cemento del solaio ma da foto non capisco bene) e successivamente ho praticato un foro di 20cm circa di profondità diametro 1cm o anche leggermente superiore, nel cemento può bastare anche la metà, pefettamente accanto al ferro della ringhiera che entra nel muro, ho riempito il foro con del chimico bicomponente da ancoraggio (lo trovi ai materiali edili,costo circa 15/20€ ) e messo all'interno una barra filetta tagliata precedentemete a misura che ti torni accanto al montente della scala, quella dell'ultima figura per intenderci. Successivamente ho saldato la barra alla ringhiera e poi riempito il tutto con sabbia e cemento e finito con intonaco di finitura. Riconosco che per una non esperta la cosa possa essere un po complicata ma il problema per cui ti ritrovi con questo problema e proprio perche i perni di ancoraggio non son stati fissati a chimico ma murati e magari sono un po corti.Puoi provare anche a togliere il tutto, affondare ancora nella muratura e poi provare a riempire con il chimico bicomponente ma se non si ancora bene la scala dentro la muratura le oscillazioni sono tante e quindi le relative oscillazioni.
    Grazie, siete gentilissimi!
    La soluzione che proponi è certamente la migliore e più definitiva ma implica anche un bel po' di lavoro... Credo che il ferro che entra nel muro fosse stato inizialmente affogato ad una profondità adeguata perché ha retto senza problemi per una decina d'anni, fino all'arrivo degli "ospiti scimmie" che non so cosa abbiano fatto ma senz'altro vi si sono appesi con una certa energia :)
    Da quel momento niente è stato più come prima e anche un utilizzo normale (è un corrimano, quindi per forza è soggetto a discrete sollecitazioni) fa oscillare la ringhiera: poco, ma abbastanza per generare le crepe tutto intorno. Per tentare una strada meno invasiva, vorrei quindi provare a togliere il cemento che viene via intorno al ferro (saranno circa 2 cm di profondità, ad occhio e croce) e riempirlo con un materiale molto più duro che impedisca anche minime oscillazioni. Mi consigliate più il chimico bicomponente o l'adesivo millechiodi che suggerisce Jovis? Poi dovrei intonacarlo e tinteggiarlo.

  • roccoroccorocco
    Roccoroccorocco Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 21 Novembre 2019, alle ore 17:35
    Non conosco il prodotto della henkel millechiodi ma, parere personale, sembrerebbe essere per un uso non in spessore ma sostitutivo dei chiodi (neanche tasselli). Per quanto riguarda il bicomponente chimico di cui vi sono svariate marche e tipi, lo ho adoperato per svariati usi soprattutto nel lavoro e praticamente in alcuni casi risulta essere ancora più prestante del cemento 425. Il mio consiglio spassionato, se non si vuole stare ad ammattire con la saldatrice è quello comunque di fare un foro col trapano almeno di 5/6 centimetri la dove si ancora la staffa attuale della ringhiera, magari ripulendo bene e scassando qualche centimetro in più e fissare con bicomponente chimico la barra filettata che andra a toccare il piede della staffa o sarà poco distante. Far saldare la barra nel muro e poi procedere a riempire il foro senza andare oltre il filo della muratura. Questo perché una volta secco il bicomponente aderisshe perfettamente alla barra filettata (solo filettata no liscia) che a sua volta si ancorerà alla ringhiera.Attenzione a maneggiare il bicomponente è estremamente macchiante e se riempito troppo il foro, per riportarlo al pari sarà quasi impossibile. Buon lavoro!

  • india_retriever
    India_retriever Ricerca discussioni per utente Roccoroccorocco
    Sabato 23 Novembre 2019, alle ore 09:42
    Non conosco il prodotto della henkel millechiodi ma, parere personale, sembrerebbe essere per un uso non in spessore ma sostitutivo dei chiodi (neanche tasselli). Per quanto riguarda il bicomponente chimico di cui vi sono svariate marche e tipi, lo ho adoperato per svariati usi soprattutto nel lavoro e praticamente in alcuni casi risulta essere ancora più prestante del cemento 425. Il mio consiglio spassionato, se non si vuole stare ad ammattire con la saldatrice è quello comunque di fare un foro col trapano almeno di 5/6 centimetri la dove si ancora la staffa attuale della ringhiera, magari ripulendo bene e scassando qualche centimetro in più e fissare con bicomponente chimico la barra filettata che andra a toccare il piede della staffa o sarà poco distante. Far saldare la barra nel muro e poi procedere a riempire il foro senza andare oltre il filo della muratura. Questo perché una volta secco il bicomponente aderisshe perfettamente alla barra filettata (solo filettata no liscia) che a sua volta si ancorerà alla ringhiera.Attenzione a maneggiare il bicomponente è estremamente macchiante e se riempito troppo il foro, per riportarlo al pari sarà quasi impossibile. Buon lavoro!
    Grazie mille!!

  • previatoantonio
    Previatoantonio Ricerca discussioni per utente
    Domenica 24 Novembre 2019, alle ore 18:59
    Salve,

    investendo in un bravo fabbro, si potrebbe fare un carter in acciaio, inox o verniciato come la ringhiera. Montato angolare da terra a soffitto.

    Si risolve il problema e si aggiunge una funzione pratica come un appenderia d'ingresso.


Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img maurobxl
Buongiorno a tutti. Per organizzare la mia cantina, vorrei acquistare degli scaffali alti, metallici cromati, che resistano alla ruggine.Un amico mi ha avvertito del fatto che gli...
maurobxl 21 Novembre 2020 ore 11:26 6
Img onofrio.
Buongiorno a tutti, come scritto nell'oggetto, ho fissato a soffitto un telo per proiezione motorizzato lungo 270 cm e dal peso di circa 12/15 kg. Alle due estremità del...
onofrio. 04 Settembre 2020 ore 12:24 3
Img .francesco
Ciao a tutti, nelle prossime settimane dovrei ridipingere la ringhiera esterna che delimita la mia proprietà solo che ho alcuni riccioli/risvolti in alto e basso che sono...
.francesco 09 Luglio 2020 ore 15:52 2
Img mi5tral
Buongiorno a tutti, devo appendere una poltrona sospesa al soffitto della sala, come da foto. Facendo i 4 fori con il trapano mi sono accorto che il soffitto è in mattoni...
mi5tral 27 Maggio 2020 ore 08:10 4
Img francescode riz
Buongiorno, mi sono trasferito da poco in un piccolo appartamento e vorrei fare alcuni lavori per renderlo più accogliente. Uno di questi prevede la riverniciatura della...
francescode riz 20 Aprile 2020 ore 08:03 13
Notizie che trattano Stabilizzare ringhiera con ancorante chimico che potrebbero interessarti


Degrado e manutenzione dei parapetti e delle ringhiere

Pulizia e manutenzione - I parapetti e le ringhiere costituiscono l'elemento di protezione contro la caduta dall'alto in balconi, terrazze e altri spazi aggettanti di un edificio.

Ancoraggio sicuro delle persiane

Infissi - Il rispetto della normativa per ancorare le persiane in sicurezza.

Tavolino da ringhiera in balcone

Sistemazione esterna - Una soluzione funzionale, ma allo stesso tempo salva spazio per dotare anche il balcone più piccolo di un utile piano d'appoggio è la scelta del tavolino da ringhiera.

Anomalie costruttive e conseguenti danni

Ristrutturazione - Alcuni dei danni visibili, specie per fabbricati di vecchia costruzione, sono conseguenti a procedure operative adoperate nel corso di esecuzione dei lavori.

Scala fotovoltaica

Impianti - Integra nel parapetto un sistema di moduli fotovoltaici e combina le esigenze progettuali legate alla sicurezza con quelle inerenti il risparmio energetico.

Funi metalliche per arredamenti in stile minimal

Soluzioni progettuali - Come impiegare sottili funi e cavetti metallici, per creare oggetti di arredamento e strutture di protezione resistenti ed essenziali in ogni contesto abitativo

Edificio anni sessanta: nuova vita alla scala

Scale - Ristrutturare una scala degli anni sessanta con materiali economici e senza snaturare la struttura esistente della stessa, utilizzando un linguaggio leggero e moderno.

Come usare collanti ed ancoranti

Fai da te - Criteri di scelta per effettuare incollaggi ed ancoraggi.

Accessori da balcone: vasi e altro

Fioriere e vasi - Vasi, utensili e barbecue, per spazi minimi e terrazzini, dove la parola d'ordine è...sfruttamento degli spazi.
REGISTRATI COME UTENTE
320.429 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//