Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Ruolo ultimo strato intonaco


Nicolatenente2
login
26 Marzo 2020 ore 00:31 3
Salve,
faccio una domanda che può sembrare banale:
vorrei sapere quale è il ruolo dell'ultimo strato di intonaco interno (2-3mm) adi fini del benessere termico e igroscopico, ovvero serve più che altro per estetica o ha anche una importanza nel benessere?
La domanda la faccio in seguito a troppi strati di pitture/aggrappante che probabilmente hanno "soffocato" il muro.
Si sta male, non si prova stasi termica, è una strana sensazione come di avere caldo e freddo insieme.
Dico una fesseria o puo' dipendere da questo?
Grazie
  • bubuzzo
    Bubuzzo Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 26 Marzo 2020, alle ore 12:36
    Salve Nicola,
    seguo spesso i suoi post riguardanti problematiche di salubrità dovuti a intonaci, tonachine e pitture varie, e quindi questo significa che per Lei deve essere un problema grande, che forse Le pesa anche sulla sua stessa salute.
    Vorrei darle un consiglio molto banale:
    quando non è in casa sua, ad esempio a casa di parenti o in hotel, insomma ambiente diverso, Lei avverte sempre lo stesso disagio, o trova beneficio?
    Ha provato a misurare temperatura e umidità aria in casa sua?
    Le persone che vivono con Lei, avvertono le stesse sue sensazioni?
    Sembra di capire dai vari post che Lei sia un tipo molto attento alle nuove soluzioni di coibentazione/rivestimento pareti.
    Posso anche sbagliare, ma tra una parete traspirante (esempio argilla) e una parete isolata (esempio pannello di poliuretano estruso) io preferisco il secondo accoppiato con ventilazione meccanica controllata.
    Mi dica se ho sbagliato strada.
    Saluti

  • nicolatenente2
    Nicolatenente2 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 8 Aprile 2020, alle ore 02:58 - ultima modifica: Mercoledì 8 Aprile 2020, all or 03:01
    Buongiorno sig Bubuzzo e grazie per le sue attenzioni.

    le domande che pone sono intelligenti. Le rispondo. Sto male SOLO a casa. E' sufficiente andare in qualsiasi altro posto (garage compreso) per stare bene. Infinite prove lo confermano,
    Per il confronto con altre persone non posso darle i dati, vivo solo. Vengono qualche ora ma non fa testo.

    Tutto è nato da una cattiva scelta della casa, che ha evidenti problemi. Ero sotto stress prolungato per motivi personali ed ho valutato male.

    Il problema primario è il freddo. ponti termici. Poroton da 30cm anni 80. Nessun isolamento nè termico ne acustico. Ho fatto fare una termografia.

    Nel tentativo di risolvere il freddo ho introdotto un secondo problema, stavolta di salubrità. Ho messo vari tipi di finiture interne, cambiato caldaia e termosifoni , applicato parquet prefinito dove ceramica (piano terra).
    Essendo asmatico si sono risvegliati vecchi problemi e sono entrato in un incubo, se non si respira perde la calma chiunque. Questo secondo problema (salubrità) è evidentemente da attribuire ad uno o più degli interventi fatti. Caldaia, termi, pitture, parquet. Io propendo per le pitture/finiture.


    Ad oggi ho provato varie cose, ma mal consigliato dagli applicatori locali. Bravi tecnicamente ma pessimi nella scelta dei materiali.
    Mi sono imbattuto in veri e propri cialtroni; per dire dopo avere messo l'argilla hanno consigliato un vetrificante acrilico perchè sgranava. Ho capito dopo che bastava applicarla meglio col frattazzo inumidito. Col fissativo sono ritoranto a stare male per i VOC.


    Ora sto valutando un lavoro in grande stile ma fatto con metodo da professionisti.
    Non ho risolto nè il freddo ( o melgio discomfort termico) nè la salubrità dell'aria .

    --- nota sul discomfort termico ------------
    Ho una sensasione stranissima : è come avere caldo e freddo insieme. Non c'è benessere.

    in queste circostanze la T dell'aria è di 20-21 gradi , quella dei muri (infrarosso) varia da 18.5 esterni ai 21 interni. Il Delta T tra soffitto e pavimento non supera 1 grado.
    Anche aumentando la T della caldaia (condensazone) cambia poco..
    umidità relativa del 40-45 %.

    sto molto meglio in garage a 18 gradi che a casa con 20-22.
    A mio modesto parere la causa potrebbe essere la rimozione di quel minimo di intonaco finale in seguito ai lavori, che dava un minimo di inerzia termica.
    in garage c'è una normalissima idropittura su muro con vecchio intonaco.


    --- note su inquinamento aria -----
    in merito al secondo problema di cattiva qualtià aria sto svolgendo inadigni accurate per evidenziare la fonte di VOC. Anche se caldaia controllata varie volte voglio cercare se vi sono anche microperdite monossido.
    comunque il discomfort c'è anche a caldaia spenta


    spero sinceramente che possa darmi qualche idea


    abito vicino a Padova. Se ha qualcuno di serio da suggerire la ringrazio.


    grazie davvero

  • nicolatenente2
    Nicolatenente2 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 11 Giugno 2020, alle ore 21:46
    Per ora sono il alto mare

    nessuno si è fatto avanti e continuo a soffrire

    forse mi sbalgierà ma c'è una sensazione di soffocamento, secondo me è risolvibile con una buona rasatura di intonaco previa rimozione di 3 mm .
    probabilmente si sta male perchè :
    1) non c'è spssore sufficiente per inerzia termica.
    2) mi hanno rifilato materiale che sigilla il muro, spacciandolo per calce

    primitivamente non avevo questo probblema. C'era un materiale si rasatura banalissimo e poii idropittura.


    C'è una strana ma chiara sensazione opprimente. E' come avere troppo caldo o troppo freddo. I muri non assorbono il calore e lo riflettono.


    accettasi volontari

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img frankpetri
Buongiorno a tutti. Il mese scorso ho comprato un piccolo appartamento. È costituito da due piani (in un antico fabbricato probabilmente del 1600). Il tutto ristrutturato...
frankpetri 10 Novembre 2020 ore 12:43 3
Img bartoli
Ho una parte di muro esterno dove l'intonaco sta staccandosi a causa dell'umidità di risalita.Vorrei fare qualche domanda riguardo al trattamento con iniezione di resine...
bartoli 07 Novembre 2020 ore 18:44 20
Img toked 21
Buongiorno, sono in procinto di acquistare vecchia casa in sasso con muri da 70cm. Sarei interessato a isolare termicamente esternamente le pareti ma non ho molto spazio. Quindi...
toked 21 29 Ottobre 2020 ore 18:01 1
Img lorenzo.it
Ciao a tutti,Ho acquistato un immobile e ho notato che in un punto in alto all'angolo sono presenti queste strane onde (simili alle increspature della sabbia del mare per...
lorenzo.it 22 Giugno 2020 ore 17:32 4
Img nicolatenente2
Cerco ditta che sia in grado di: - raschiare pitture e 3 mm di velo intonaco- rifare fondo - idropittura senza vocoppure- raschiare come sopra- stendere intonachino di argillaZona...
nicolatenente2 12 Giugno 2020 ore 18:24 7
Notizie che trattano Ruolo ultimo strato intonaco che potrebbero interessarti


Rinzaffo

Facciate e pareti - La finitura di una parete è costituita da più strati di intonaco. Il primo tra questi è anche il più grossolano e si chiama rinzaffo, noto anche come abbozzo.

Tompagnature: difetti di esecuzione

Facciate e pareti - Alcuni consigli utili sulla giusta posa in opera delle chiusure perimetrali.

Intonaci in argilla termoregolatori

Facciate e pareti - Sano, traspirante e naturale, l'intonaco in argilla e' alla base delle costruzioni e delle ristrutturazioni che abbracciano la politica della bioedilizia.

L'intonaco di cocciopesto

Materiali edili - Tra i rivestimenti naturali più utilizzati per risolvere il problema dell'umidità nelle pareti c'è l'intonaco di cocciopesto, un'antica tecnica tuttora valida.

Sistemi di deumidificazione e risanamento

Risanamento umidità - Intonaci risananti per il miglioramento del comfort abitativo

Intonaco premiscelato

Materiali edili - Gli intonaci premiscelati sono prodotti in azienda e portati in cantiere in cantiere gia' pronti per essere applicati sulle murature.

Rasatura

Restauro edile - La rasatura è l'ultimo strato d'intonaco che rifinisce una parete prima di tinteggiarla o apporvi la carta da parati. Com'è fatto e come si realizza correttamente?

Caratteristiche e impiego del termointonaco

Risanamento umidità - Intonaci naturali e termoisolanti rifiniscono al meglio le pareti indoor e outdoor di un edificio, permettendo la regolazione interna di temperatura e umidità.

Degrado dei prospetti e facciate

Facciate e pareti - Il processo di deterioramento delle facciate degli edifici, incide principalmente sull'estetica dell'immobile ed obbliga ad immediati interventi manutentivi.
REGISTRATI COME UTENTE
320.264 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//