Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Infiltrazioni muro perimetrale


Bugy
login
19 Febbraio 2010 ore 13:07 23
Buongiorno, dopo le copiose piogge di questi giorni nel muro perimetrale della mia casa si può notare dall' interno della casa che è risalita dell' umidità e il muro risulta bagnato fino ad un' altezza di 30 cm.
All' esterno del muro è presente il giardino che arriva a ridosso della casa. 1 mt tutto attorno alla casa hanno posato su terra delle bettonelle per fare un po' di marciapiede.
Secondo voi il problema è riconducibile alla terra chè è a ridosso del muro?
Potrei risolvere l' inconveniente effettuando uno scavo tutto attorno e posizionarvi dei ciotoli in modo da drenare l' acqua e poi fare quel marciapiede preparandolo però con una gettata?
Vi ringrazio anticipatamente!
  • toplevel
    Toplevel Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 24 Febbraio 2010, alle ore 19:18
    Tutto è possibile.
    da quel che descrivi sembra umidità capillare; a questa potrebbe associarsi anche umidità da infiltrazioni laterali.
    potresti postare delle foto interne/esterne per meglio poterti consigliare?
    lavorando sui problemi di umidità ti assicuro che l'invasione umida può essere originata da una concomitanza inimmaginabile di fattori collaboranti tra loro.
    rispondi citando
  • bugy
    Bugy Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 25 Febbraio 2010, alle ore 07:47
    Grazie per la risposta, oggi faccio le foto e domani le posto così magari ci si capisce qualcosa!
    comunque intanto grazie ancora!
    rispondi citando
  • bugy
    Bugy Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 26 Febbraio 2010, alle ore 11:30
    Ecco le foto del fattaccio...
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 26 Febbraio 2010, alle ore 11:35
    Esternamente avrebbero dovuto fare, fin dagli inizi, un'impermeabilizzazione risvoltante fin sotto la zoccolatura esterna. Se non ci fosse e se tu metti solo dei ciotoli drenanti non risolvi il problema della capillarità.
    rispondi citando
  • bugy
    Bugy Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 26 Febbraio 2010, alle ore 12:25
    Grazie per la risposta,.
    Lunedì posto anche le foto del fuori visto ho intenzione di fare un tasto in profondità per vedere la situazione a ridosso del muro su come sono stati fatti i lavori.
    Se io scavassi tutto attorno alla casa e mettessi guaina isolante fin sotto allo spigolo dello zoccolo e aggiungessi ghiaia drenante risolverei?
    Il tratto da scavare è di circa 12 mt, è un lavoraccio ma piuttosto di trovarmi queste sorprese preferisco sanare!
    come faccio a cpire facendo questa ispezione se il alvoro è stato fatto bene? cosa dovrei trovare?
    grazie ancora!
    rispondi citando
  • toplevel
    Toplevel Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 26 Febbraio 2010, alle ore 13:48
    Se crei una trincea non risolvi proprio niente, se non smazzarti di lavoro.
    considera che puoi scavare le trincee larghe o profonde che desideri ma la problematica risalita capillare non la risolvi affatto per la semplice ragione che la muratura attinge l'umidità dal suo punto di appoggio, cioè il terreno su cui posa.
    perchè non usare degli intonaci prosciuganti?
    fai prima, spendi meno, risolvi definitivamente e non rischi un'ernia
    un consiglio spassionato da chi dei problemi umidi ne ha fatto una professione.
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 26 Febbraio 2010, alle ore 14:08
    Se scavi per il gusto di scavare é un conto, ma se dopo che hai scavato impermeabilizzi la parete...beh...é un altro!
    L'intonaco prosciugante lo metti all'interno, ovviamente, con tutto quel che ne conviene in casa.
    Io preferirei prevenire che curare.
    rispondi citando
  • eagledare
    Eagledare Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 26 Febbraio 2010, alle ore 19:00
    Pero' un conto è che il muro assorbe acqua da piu punti cn rischi pure di infiotrazioni e un'altra cosa è che il muro attinge acqua dall'estremità inferiore..
    poi dopo metterei anche l'intonaco prosciugante per eventuali quantità di acqua da smaltire
    rispondi citando
  • marchigiano
    Marchigiano Ricerca discussioni per utente
    Sabato 27 Febbraio 2010, alle ore 10:31
    Approfitto per chiedere un chiarimento sulle vostre sibilline risposte visto che pur non avendo il problema di risalita di bugy, devo fare un intervento simile a scopo preventivo. QUindi non rubo il thread

    Supponendo di applicare una guaina impermeabile esterna al muro di fondazione per una profondità di 1 mt. , ovviamente in aderenza al muro stesso scavando una trincea come vuol fare bugy, si può ipotizzare che la risalita nella fondazione dal punto d'appoggio a cui si riferisce TopLevel sia trascurabile o comunque non in grado di arrivare in superficie?

    Cioè, l'impermeabilizzazione esterna di 1 mt. di fondazione è opera di prevenzione sufficiente? Nel mio caso specifico prolungherei di 1 mt. anche il cappotto isolante e sopra di esso applicherei la guaina imp., seguendo così anche le raccomandazioni del MTC di CasaClima.

    In tutto questo eviterei del tutto di fare un "marciapiede" intorno alla casa ma non sono sicuro se è il caso comunque di metterci qualcosa (ghiaia o foglio orizz. in PVC semi-interrato) per evitare schizzi o altri problemi. Qualche collega di IngForum mi ha confermato che il marciapiedi non serve a niente contro l'umidità ma solo contro lo sporco sui muri. Ogni consiglio ben accetto e grazie.
    rispondi citando
  • bugy
    Bugy Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 1 Marzo 2010, alle ore 07:52
    Grazie per le risposte,
    che cos' è l' intonaco prosciugante da mettere all' interno?
    facendo "solo" questo risolverei? dovevo fare un tasto all' esterno per vedere la situazione ma sabato sono dovuto a correre ad aiutare un amico che gli si era praticamente spenta la casa dopo un corto e ieri pioveva...
    rispondi citando
  • toplevel
    Toplevel Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 1 Marzo 2010, alle ore 08:37
    è un intoonaco che dovrebbe tendere a prosciugare l'intero spessore di muratura evitandoti macchie, muffe e scrostamenti vari.
    dipende da quello che scegli ovviamente, in quanto vi sono in giro degli intonaci che sembrano prosciuganti mentre in realtà sono impermeabilizzanti per cui ti sposta la problematica su altra zona della muratura.
    di solito l'intonaco prosciugante viene abbinato ad una impermeabilizzazione esterna il cui scopo è di tenere lontana l'acqua dalla struttura, mantendenola asciutta e quindi più coibente.
    rispondi citando
  • bugy
    Bugy Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 1 Marzo 2010, alle ore 10:30
    Quindi sarebbe da utilizzare al posto della malta fina o dell malta grossa?
    si dovrebbe rimuovere la malta esistente e dare questa tipologia?
    grazie!
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 1 Marzo 2010, alle ore 17:10
    A bugy consiglierei innanzitutto di verificare la presenza o meno di una guaina impermeabilizzante, facendo un piccolo scavo nella zona maggiormente interessata dall'infiltrazione. Sarebbe anche interessante sapere come é fatto il muro di fondazione: cemento armato, pietra, mattoni pieni...? e se il muro perimetrale é unico o costuituito da doppio tavolato con interposta camera d'aria.
    Rispondendo invece al Marchigiano, proprio la costituzione del setto influisce sulla risalita dell'umidità.
    E' noto che un mattone reagisca differentemente dalla pietra, assorbendo per capillarità molta più acqua.
    Un setto in cemento armato profondo circa un metro alla sua quota d'imposta, con la classica forma di "T" rovesciata, magari addittivato, impermeabilizzato esternamente fino al suo piede e a contatto col vespaio aerato dal lato interno, é sufficientemente sicuro.
    A tale impermeabilizzazione (che deve terminare sotto il primo corso dei mattoni perimetrali) va poi saldata un'altra striscia che va fin sotto la zoccolatura.
    In questo caso, sotto questo punto di vista, va da sé che il marciapiede é un protettivo contro gli schizzi: se non ci fosse l'impermeabilizzazione suddetta, é sì vero che l'acqua non entrerebbe nel terreno a ridosso della casa, ma entrerebbe cmq in contatto con essa filtrando nel terreno stesso.
    La ghiaia messa a ridosso delle fondazioni serve a drenare il terreno, a far sì -cioé- che l'acqua non ristagni a ridosso dei muri ma filtri tra i ciottoli e si disperda nel terreno a quote inferiori.
    rispondi citando
  • marchigiano
    Marchigiano Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 1 Marzo 2010, alle ore 22:55
    Grazie dell'utile conferma Arkitria. Mi sembra quindi, come anche nel caso di bugy, che la presenza di una guaina impermeabilizzante che avvolga la fondazione, sia l'elemento fondamentale per contrastare la risalita, fatto salvo ovviamente che la situazione migliora o peggiora a seconda del materiale della fondazione e della presenza o meno di un vespaio.

    Mi resta da capire se il prolungamento del cappotto isolante sulla fondazione è meglio farlo con un materiale specifico diverso dal polistirene per paura di assorbimento acqua ma non voglio intasare il thread di bugy, magari chiedo a parte.
    rispondi citando
  • bugy
    Bugy Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Marzo 2010, alle ore 08:35
    Ho fatto una foto dell' esterno, vediamo se nei prossimi giorni riesco a fare il tasto e verificare cosa c' è sotto e riportare delle foto!
    rispondi citando
  • marchigiano
    Marchigiano Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Marzo 2010, alle ore 08:55
    Perchè non posti una foto della macchia di umido sul muro bugy? La macchia è solo sulla parete interna o anche su quella esterna?
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Marzo 2010, alle ore 09:07
    A Marchigiano dico che il polistirene é impermeabile, a bugy invece che vedendo la foto, sembra di vedere un'ombra sulla fascia di zoccolatura. Se fosse così, la zoccolatura stessa non é applicata (e perciò sporgente rispetto al filo della facciata) ma "incassata" e cioé come se l'intonaco non fosse stato messo fino alla quota marciapiede per evidenti motivi. A questo punto anche il percolamento dell'acqua dalla facciata POTREBBE essersi infiltrata nel dislivello esistente...il condizionale é quanto mai d'obbligo.
    Infine il marciapiede in masselli autobloccanti, se non posato su un massetto cementizio, é filtrante e cioé permette il passaggio dell'acqua piovana. Il tombino messo " a cavallo" del marciapiede e qualche ciuffo d'erba fanno pensare che non ci sia.
    ...attendiamo lo scavo! ciao
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Marzo 2010, alle ore 09:08
    Per Marchigiano: le foto interne con le macchie bugy le ha già inviate...
    rispondi citando
  • marchigiano
    Marchigiano Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Marzo 2010, alle ore 12:16
    Sì Arki, appunto dicevo la macchia sul muro esterno che comehai detto anche tu non si capisce bene nemmeno se c'è perchè presa da lontano.
    Grazie per la nota sull'impermeabilità ma mi sembrava di aver letto che l'isolante perde rapidamente tutta la sua capacità di isolamento già con il solo 5% di umidità assorbita e che difatti si consiglia di non montare cappotti con tempo piovoso o molto umido. Non mi è chiaro se questo vale anche per l'XPS.
    rispondi citando
  • bugy
    Bugy Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Marzo 2010, alle ore 12:44
    Allora il zoccolo è più interno di circa i cm rispetto al muro perimetrale, i blocchetti rossi sono posati su sabbia e, dall' ultimo tasto effettuato alla leggera, sotto c' è direttamente la terra che appoggia al muro.
    Ora che mi ci fai pensare l' altezza in cui il muro perimetrale rientra è quasi concomitante con le macchie di umidità all' interno, infatti come vi dicevo all' inizio, la macchia al massimo della sua espansione (piogge torrenziali a vicenza il 18 e 19 febbraio) arrivava ad un' altezza di 15 - 18 cm e lo zoccolo è alto circa 12 cm...
    Potrebbe essere come dici tu? da quel giorno ad oggi niente più macchie nuove e quelle presenti si sono asciugate lasciandomi ovviamente il muro nelle condizioni che avete visto dalle foto!
    Ha piovuto ancora ma con vento diverso e batteva dalla zona dietro dei garage.
    La foto fa vedere l' altezza dello zoccolo che corre attorno a tutta la casa ed entrando da questa porta, sulla dx c' è una delle pareti incriminate!
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Marzo 2010, alle ore 13:09
    Mmhh...troppi indizi fanno una prova!
    A questo punto io credo che abbiano posato i mattoni perimetrali sul filo esterno del cordolo in cemento che delimita il solaio e che abbiano intonacato solo fino al filo del mattone (=salto di 1 cm), lasciando lo spessore del solaio "in vista" anziché proteggerlo con una zoccolatura.
    L'unione di questi fatti (percolamento della pioggia sulle pareti con ritorno verso il cordolo+mancanza di zoccolatura+masselli del marciapiede posati su sabbia assorbente+mancanza di guaina) può far sì che siano a loro attribuibili i difetti lamentati.
    Ribadisco la necessità di una verifica più approfondita che appuri la presenza o meno della guaina e fin dove é eventualmente posata (se ci fosse, la buona norma direbbe fin sotto quel dislivello tra zoccolo e parete).
    Alla prossima...ciao

    PS x Marchigiano: guardando delle schede tecniche, le caratteristiche di assorbimento in acqua per lungo periodo dicono <0,7%... però onestamente entriamo in un mondo di dettagli che dovrei approfondire...ciao
    rispondi citando
  • bugy
    Bugy Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Marzo 2010, alle ore 15:00
    Nel frattempo ti ringrazio! sei stato illuminante!
    rispondi citando
  • arkitria
    Arkitria Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Marzo 2010, alle ore 19:44
    ...grazie spero di esserti stato effettivamente utile! ciao
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
REGISTRATI COME UTENTE
305.801 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Weber
  • Faidatebook
  • Kone
  • Saint-Gobain ISOVER
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI