Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2007-01-31 16:51:09

Ho acquistato un rustico


Beppesettantotto
login
30 Gennaio 2007 ore 08:45 24
Ciao a tutti mi presento sono Beppe,nuovo nuovo del forum.Impiegato con una grossa passione per la casa.E' un po' che vi sto seguendo con molto interesse e non posso non farvi i complimenti per la gestione di questo forum.

Ho acquistato un rustico,una porzione di cascina dove c'è un piano terra,un primo piano e un fienile.Ho gia interpellato un'impresa che mi farà una parte di lavori,vale a dire il tetto,le 2 solette e il cappotto o intercapedine interno con intonaco esterno.La mia idea sarebbe quella di ristrutturare per il momento solo il piano di mezzo,lasciando cosi com'è il piano terra,che al momento è una cantina enorme,e preparare il fienile che tra l'altro ha una buona altezza quasi 5 mt,per poter fare delle camere in futuro,man mano che avrò dei soldi da poter investire.Le metrature sono circa 60 mq per livello.quello che al momento mi turba sono le spese del progetto di ristrutturazione e gli oneri che dovrò pagare al comune.Qualcuno sa dirmi o darmi una vaga idea su queste primissime spese?

grazie a tutti intanto.
Beppe.
  • ferdy68
    Ferdy68 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 30 Gennaio 2007, alle ore 10:02
    Ciao Beppe,
    per il progetto (compreso sizurezza e direzione lavori) dovresti aggirarti tra i 10 e i 15 mila euro.
    Per gli oneri di urbanizzazione devi sentire il tuo comune (il mio comune vuole 45 euro al metro cubo; e nel caso di prima casa la metà).
    Una domanda, più o meno quanto vogliono di un rustico dalle tue parti?
    Te lo chiedo perché da noi in Trentino sono volati alle stelle.
    ciao

  • beppesettantotto
    Beppesettantotto Ricerca discussioni per utente
    Martedì 30 Gennaio 2007, alle ore 11:23
    Ciao Ferdi,ti confermo innanzitutto che è prima casa.il rustico che ho acquistato l'ho pagato 125000 euro,cosi suddiviso:
    piano terra che dedicherò al garage e cantina 60 mq totali per un' altezza di 3,80 mt,primo piano che sarà la zona giorno con un piccolo bagno sempre 60 mq ed infine un fienile sopra che verrà adibito alle camere.E' abbatanza vicino alla città e qualcuno dice che potevo pagarlo qualcosa meno.a me piace molto e mi ritengo soddisfatto dell'acquisto.mi preoccupano molto le spese che non avevo calcolato tra cui geometra e oneri.il geometra se mi dici che costa tra i 10 e 15 mila euro è una bella botta ma riesco ancora ad affrontare la spesa,gli oneri mi viene da pensare che sono 60 mq x 3 mt che è l'altezza dientano 180 metri cubi per piano,quindi x 2... e poi c'è il recupero del sottotetto che ha un' altezza al punto più alto non indifferente,quasi 5 mt dall'ultima soletta.temo gli oneri!!! per quello che riguarda la ristrutturazione invece ho parlato con un' impresa la quale mi dice che si può fare il minimo indispensabile perché il progetto di ristrutturazione venga approvato,facendo solo una camera nel fienile e col tempo tutto il resto,e tralasciando anche tutta la parte di sotto cioè cantina e garage...anche quella si farà in tempi migliori.Chiedo,gli oneri vanno pagati comunque su tutta la dimpensione della proprietà o solo sulla parte che si intende rendere abitabile?

    grazie a tutti.Beppe.

  • ferdy68
    Ferdy68 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 30 Gennaio 2007, alle ore 11:41
    Gli oneri vanno pagati sulla parte che rendi "abitabile" e che poi andrà accatastata come "abitazione". Quindi se lasci al "rustico" alcune parti non paghi; però devi sentire un geometra perché questi locali lasciati al rustico dovranno essere accatastati in qualche modo e poi c'è sempre il problema dell'approvazione del progetto, cioè bisogna vedere cosa dice la commissione edilizia.
    Ti consiglio di affidarti ad un buon geometra o architetto in modo da studiare una soluzione ottimale.

    ciao

  • beppesettantotto
    Beppesettantotto Ricerca discussioni per utente
    Martedì 30 Gennaio 2007, alle ore 12:00
    Dunque se ho capito bene solo sulla parte abitabile,vale a dire quella parte che come altezza media raggiunga i 2,80 mt,e solo sulla parte che vorrò utilizzarre come vero e proprio interno della casa,si pagheranno gli oneri.questa è gia una cosa buona da sapere!allora devo mettermi nelle mani di un buon geometra e lasciare che sia lui a trovare la miglior soluzione per me.Un'ultima cosa mi dicevi che a Trento ci vogliono 45 euro al metro cubo e la metà se è prima casa,dove potrei trovare una tabella per sapere quanto costano gli oneri per la ristrutturazione nel comune di Brescia?

    Ti ringrazio intanto per il prezioso aiuto ferdy mi hai risolto una parte dei miei pensieri,oggi affronterò il notaio per iniziare la pratica del rogito e vedremo quanto sarà la prima spesa,poi tutto il resto.

  • ferdy68
    Ferdy68 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 30 Gennaio 2007, alle ore 14:07
    Devi andare a chiedere all'ufficio tecnico del comune dove è situato l'immobile (in quanto ogni comune applica gli oneri che vuole).
    Puoi anche telefonare se non hai tempo ad andarci di persona (chiedi a quanto ammontano gli oneri di urbanizzazione).
    ciao

  • zimos
    Zimos Ricerca discussioni per utente
    Martedì 30 Gennaio 2007, alle ore 16:39
    Una domanda: il rustico ha i requisiti per essere considerato prima casa?
    Non c'è bisogno che sia accatastato come abitazione ed abbia, di conseguenza, l'abitabilità? Ma prima del restauro come si fa ad avere l'abitabilità?
    Chiedo questo perché sono in una situazione simile.

  • beppesettantotto
    Beppesettantotto Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 07:42
    Ciao zimos.Ma guarda a dire il vero non saprei proprio dirti se ha questi requisiti,presumo di si visto che anche in banca non mi hanno chiesto di che tipo di rustico si tratta,e poi c'è da dire che il mio rustico al momento potrebbe essere abitato,certo con non poche scomodita tipo il bagno nel cortile,ma è comunque fornito di metano,acqua ed energia elettrica,insomma potrei entrarci cosi più o meno!!L'abitabilità è solo una certificazione aggiuntiva presumo(spero mi correggiate se sbaglio)e se questa non c'è la casa ha valore inferiore,ma anche senza abitabilità è comunque abitabile.

    comunque se hai novità fammi sapere,mi hai messo la pulce nell'orecchio!
    Beppe.

  • ferdy68
    Ferdy68 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 07:45
    Ciao Beppe,
    ma guarda che se il tuo rustico è già accatastato come abitazione allora gli oneri di urbanizzazione li paghi SOLO per la parte di un eventuale ampliamento e/o traformazione del fienile/stalla in abitazione.
    ciao

  • beppesettantotto
    Beppesettantotto Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 07:47
    Per zimos posto il link e confermo quanto detto prima,le agevolazioni prima casa valgono anche sui rustici.

    ""- le agevolazioni si applicano anche ai fabbricati in costruzione, allo stato rustico o in corso di ristrutturazione;""

    http://www.aduc.it/dyn/sosonline/scheda ... heda=40709

  • beppesettantotto
    Beppesettantotto Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 07:55
    Ciao ferdy,hai perfettamente ragione,me lo ha confermato anche il geometra ieri sera che per tutto quello che c'è gia di esistente non ci sono oneri da pagare,dice che dovrò pagare solo la parte alta del fienile in quanto dovrebbe risultare come trasformazione da sottotetto ad abitazione.Scopro inoltre che anche i lavori eseguiti come... mi pare abbia detto ristrutturazione primaria e secondaria,insomma su una si pagano gli oneri e sull'altra no.Qui viene il bello.Potrebbe darsi che rifacendo un tetto e lasciando su una trave risulta come riparazione quindi senza oneri mentre demolendolo tutto ci sono gli oneri.Comunque come dicevi tu queste cose le segue il geometra e credo solo lui sappia come muoversi.

    Ti ringrazio intanto,mi sollevo sempre più da un peso!!

    Beppe.

  • mariro
    Mariro Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 08:40
    Prima casa...
    si, basta che entro un tot (18 mesi se non erro) tu ci prenda la residenza, allora si che le agevolazioni valgono per tutti i tipi di abitazione....
    per il recupero degli interessi del mutuo (se mutuo prima casa) allora ci devi abitare entro un anno (2 se lo stai ristrutturando ma il recupero parte dal momento in cui ci risiedi)
    occhio che molte banche il mutuo acquisto prima casa non lo danno se la casa non ha l'abitabilità (vedi UCB e INGDIRECT)
    ciao

  • beppesettantotto
    Beppesettantotto Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 09:20
    Ciao mariro.proprio vero,infatti ho contattato ingdirect e dice che per un rustico danno solo l'80% del costo di acquisto dello stesso,dopodichè per la ristrutturazione viene erogato il denato man mano che i lavori vengono svolti.Ogni mese esce un perito a controllare che i lavori procedano quindi prima bisogna anticipare poi restituiscono quando vedono che la casa prende forma.Per la residenza non è un problema perché sono gia nel comune dove c'è il rustico,quindi idem il recupero degli inteessi di mutuo.Ma ti chiedo una cosa...sai mica come si calcola quello che si può detrarre degli interessi? in pratica su una cifra facile da calcolare tipo 500 o 1000 euro come si stabilisce quanto mi torna in tasca?

    Beppe.

  • zimos
    Zimos Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 09:41
    Grazie beppesettantotto.
    Meno male perché nel mio caso, invece, si tratta proprio di una stalla con fienile che dovrei trasformare in abitazione. Attualmente il tutto è accatastato come edificio rurale (al momento non ho sott'occhio la categoria catastale).
    sai mica come si calcola quello che si può detrarre degli interessi? in pratica su una cifra facile da calcolare tipo 500 o 1000 euro come si stabilisce quanto mi torna in tasca?

    Dipende dalla quota interessi, che non è sempre costante. Le prime rate del mutuo potranno contenere all'incirca il 60% di interesse ed il restante 40% di quota capitale per poi invertire questo rapporto col passare del tempo, ma dipende dalla banca erogatrice.
    Addirittura ora sono usciti questi mutui in cui per i primi 5 anni paghi solamente la quota interessi. Il che è un bene per le deduzioni, ma è un male perché se vuoi anticipare l'estinzione del mutuo, dopo 5 anni ti ritrovi con l'intero capitale ancora da restituire.
    Attenzione poi a non confondere detrazioni con deduzioni. La quota interesse la porti in deduzione, ossia la scali dal tuo reddito e, di conseguenza, paghi meno tasse. Quindi non conoscendo il tuo reddito è impossibile capire quanto ti ritorna in tasca.
    Su quest'ultimo punto non so se è cambiato qualcosa con la nuova finanziaria. Prego qualcuno che ne sa più di me di intervenire se ho scritto stupidaggini.

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 09:42
    Sai mica come si calcola quello che si può detrarre degli interessi? in pratica su una cifra facile da calcolare tipo 500 o 1000 euro come si stabilisce quanto mi torna in tasca?

    Ti rimborsano (in sede di dichiarazione dei redditi) il 19% degli interessi passivi sulla rata del mutuo prima casa.
    Ovviamente prima devi sapere di quanto sarà la rata e della rata stessa la parte di "capitale" e la parte di "interessi". Sulla quota di interessi calcoli il 19%.

  • mariro
    Mariro Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 10:29
    A me la woolwich per l'acquisto del rustico (senza sapere se o no abitabile) mi ha erogato l'80% del valore dell'immobile, ma ho dovuto ipotecarne un altro a garanzia.....eh già, le banche una ne pensano e nel frattempo vedono come meglio rovinarti....ma si, d'altronde ti prestano i soldi, senza i quali vivremmo con le pezze al c...sedere... e altro che casa.....
    in ogno caso ricapitoliamo:
    le deduzioni non si scalano dalle imposte (IRPEF)?
    mentre le detrazioni le togli dal reddito e su quel che avanza ci paghi le tasse?
    non ricordo bene
    cmq il famoso 19% degli interessi passivi pagati in un anno li portano in deduzione sull'irpef versata (come le spese mediche etc) e ti vengono rimborsati in busta paga (se lav. dipendente)
    il calcolo su quanto versato te lo invia la banca verso inizio anno
    tornando a bomba sull'argomento spese di progetto a me il geom per il progetto di ristrutturazione totale dell'edificio (in vero "restauro conservativo") compreso ampliamento (in totale 120 mq ca. su due piani) + pratiche per l'arpa sullo scarico (imhoff) + direzione lavori (no piano sicurezza perché non nelle condizioni, verifica che tu lo sia, il geom ha fatto firmare una sorta di manleva all'impresa) + presentazione pratica alla regione perché in zona a vincolo paesaggistico....insomma ci ha preso 2500,00 euro +IVA + 1500,00 euro all'ing. per il C.A. e la legge 10....l'unica cosa, essendo mil marito geom, il progetto l'ha praticamente fatto lui...
    sono troppo onesti i miei due professionisti....o....
    ciao

  • beppesettantotto
    Beppesettantotto Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 10:41
    Chiarissimo,ho capito tutto.se per ipotesi la prima rata è 1000 euro e di questi solo 50 euro ammortamento capitale il 19% verrà calcolato sui restanti 950 euro che materialmente sono interessi passivi,quindi a lungo andare la deduzione diminuirà con l'aumento del ammortamento capitale.

    grazie zimos e nik!
    Beppe.

  • beppesettantotto
    Beppesettantotto Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 10:46
    Mariro hai avuto un prezzo al quale ci metterei la firma subito!da alcune prime idee per la mia "creazione" mi sparano cifre che girano intorno ai 7000 - 9000 euro almeno! boh...intanto sabato mostro la struttura e vedremo qualche cifra quando avrò settimana prossima un preventivo ufficiale su carta.

    casomai mi passi i tuoi tecnici magari fanno il prezzo anche a me!

  • mariro
    Mariro Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 11:45
    Sono in un paesino, sicuramente in torino mi avrebbero chiesto il triplo, infatto un ing di torino per il lavoro di sua competenza mi aveva chiesto sui 4000 euri...e non che quello che ho poi preso non sia "qualificato", ha uno studio associato in prov. di Cuneo che fa paura....e lì a cuneo in quanto a giro di soldi ...non sono secondi a nessuno in europa...
    io te li passerei volentieri, ma non so se a brescia ti converranno ancora....l'unica cosa che ti posso consigliare è di renderti disponibile anche tu nel lavoro, (se un po' te la senti) ad esempio a portare e a ritirare i docs in regione ci siamo andati noi, quando serviva una misura la davamo noi, gli oneri siamo andati a pagarli personalmente noi, etc insomma non affidare il tutto ad uno "sconosciuto" che poi ti compare con un plico di carta e la MEGAfattura....instaura un "rapporto di collaborazione", sia col comune che con il prof. sempre che esso (il professionista) te lo permetta.....questo è fondamentale, in ogni caso esiste un tariffario dei vari ordini sotto il quale il prof. non puo' scendere, quindi i miei due mi hanno fatto un prezzo idoneo (secondo me) e fatturato eh!?(anche perché queste spese le scarichi tutte al 36%)
    ciao
    (non capisco che cosa ti fa di tanto speciale un geom (o meglio il ragazzino neodiplomato che lavora per lui) per 7/9000 euro...mah!)

  • mariro
    Mariro Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 11:58
    Per la precisione, mi sono documentata:
    le deduzioni non si scalano dalle imposte (IRPEF)?
    mentre le detrazioni le togli dal reddito e su quel che avanza ci paghi le tasse?
    ...è il contrario
    detrazioni dall'importo delle tasse
    deduzioni dal reddito
    li portano in deduzione
    ...in detrazione
    scusate
    ciao

  • beppesettantotto
    Beppesettantotto Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 13:26
    Mariro mi serve una delucidazione...

    Ma le spese del geometra o architetto che sia per la progettazione si possono aggiungere alla detrazione dl 36% sulla ristrutturazione? io pensavo solo la fattura dl'impresa costruttrice.
    Se davvero è cosi e stupendo!

  • stefan
    Stefan Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 13:29
    Certo che si può....

  • zimos
    Zimos Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 14:20
    Ah ecco... quindi avevo scritto una ca%%ata...

  • mariro
    Mariro Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 14:43
    Puoi portare pure gli oneri (quelli non li pagherai con bonifico ma sono l'unica eccezione che la legge prevede), anche se la comunicazione a Pescara la farai nel momento in cui avrai già sostenuto tali spese, puoi detrarre lo stesso il 36%...sono stata chiarita????
    ciao
    cmq sul sito dell'ag. delle entrate trovi la guida che ti spiega tutto perché....l'informazione deve essere di TUTTI
    ciaoooooooo

  • beppesettantotto
    Beppesettantotto Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 31 Gennaio 2007, alle ore 16:51
    MI-TI-CA mariro!

    ne sai una più del diavolo!

    non mi resta che aspettare settimana prossima per sapere quanto spenderò tra oneri e geometra allora.speriamo in bene!

    Beppe.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img cukden
Buongiorno, ho intenzione di acquistare una villetta a rustico, di cui mancano tutti gli impianti, pavimentazione e rifiniture varie. Vi allego alcune voci del preventivo, vorrei...
cukden 07 Ottobre 2020 ore 14:26 6
Img nhio
Ciao a tutti, sto valutando l'acquisto di una casa che ha una soffitta sottotetto completamente a rustico (si accede tramite botola) e ha un paio di finestre Velux e soffitto con...
nhio 12 Settembre 2020 ore 12:27 6
Img giuseppemontefusco
Ciao a tutti, sono un nuovo utente a cui piace molto il faidate. Ultimamente mi sono cimentato nel ripristino dei muretti del mio balcone, cui erano usciti i ferri fuori, ed al...
giuseppemontefusco 21 Maggio 2020 ore 20:42 3
Img andrea&noemi
Buongiorno a tutti. Come scritto dal titolo ho bisogno di pareri di chi ha affrontato o sta affrontando una situazione come la nostra. Abbiamo comprato un rustico in provincia di...
andrea&noemi 07 Novembre 2019 ore 12:29 3
Img yuriacquistapace
Buongiorno a tutti, Ho comprato da poco casa e devo intonacare a rustico una cantina. Le pareti verticali sono in blocchi di cemento e il soffitto in classici mattoni rossi.Il...
yuriacquistapace 02 Luglio 2018 ore 16:13 3
Notizie che trattano Ho acquistato un rustico che potrebbero interessarti


Appartamenti allo stato rustico e spese condominiali

Ripartizione spese - Il proprietario di un appartamento allo stato rustico deve partecipare alle spese condominiali, ma, a seconda dei casi, potrebbe ottenere una riduzione delle sue quote.

Cosa sapere per acquistare un rustico

Casa vacanze - L'acquisto di un rustico in campagna può essere un investimento economicamente conveniente, ma bisogna valutare l'investimento necessario per ristrutturarlo.

Idea progettuale per un soggiorno in stile rustico

Zona living - Nel salone in stile rustico, il mix di elementi naturali come la pietra, il legno e il cotto, crea un armonico equilibrio fra le zone funzionali interconnesse.

Scegliere un portalegna rustico

Complementi d'arredo - Un portalegna rustico non è solo un accessorio funzionale, ma può essere anche un complemento d'arredo in grado di personalizzare l'ambiente domestico con stile.

IVA e detrazioni fiscali per completamento casa al rustico

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quando si completa una casa lasciata al rustico, per l'applicazione dell'iva e per benefciare di detrazioni fiscali per i nuovi lavori bisogna valutare vari aspetti.

Camini tecnologici

Impianti - L'evoluzione dell'antico focolare.

Taverna in casa

Progettazione - Un progetto di taverna a cui si accede con una scala elicoidale, ove la luce penetra attraverso i lucernari e il solaio, per scaldarsi in compagnia al fuoco del camino.

Immobili abusivi: sanatoria solo se ultimati

Leggi e Normative Tecniche - Con la sentenza 05/02/2015 n. 554, il Consiglio di Stato ha sancito che la sanatoria per opere edilizie abusive possa essere concessa solo per immobili ultimati.

Come ripristinare l'intonaco ammalorato

Fai da te Muratura - Per rappezzare una porzione di intonaco ammalorato bastano alcune accortezze tecniche e gli strumenti giusti. Come eseguire correttamente questo lavoro fai da te.
REGISTRATI COME UTENTE
328.954 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//