Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Dissipazione giornaliera


Volevo chiedere una cortesia a chi è in grado di darmi questo dato:
Dal mio A.P.E. risulta un EPi Invol di 102, vivo a Perugia (zona climatica E) ed ho un'abitazione di 179mq.
Qualcuno sa darmi la dissipazione giornaliera dell'edificio?
Ovvero, per quanti giorni va diviso l'EPi?
Grazie
  • minerva.
    Minerva. Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 12 Febbraio 2015, alle ore 16:17
    Se l'EPI ha unità di misura KWh/mqa, l'operazione da fare è:
    102 KWh/mqa x 179 mq : 365

  • dr_capins
    Dr_capins Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 12 Febbraio 2015, alle ore 16:31
    Minerva, grazie per la risposta. Anch'io avevo pesanto fosse qualcosa del genere, ma poi ho pensato che se questi calcoli li fanno con un po di senno non considereranno l'intero anno, bensì una porzione in cui si usa il riscaldamento per compensare la dissipazione, e quindi credevo si dividesse per meno giorni, ma la domanda è quanti?

  • minerva.
    Minerva. Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 13 Febbraio 2015, alle ore 09:04
    Sì, in effetti i calcoli tengono conto di un periodo standard di funzionamento del riscaldamento. Dipende però da cosa prevede la tua regione per il calcolo. Ad esempio in Lombardia si considera un riscaldamento sempre funzionante giorno e notte dal 15 ottobre al 15 aprile che mantenga sempre una temperatura interna ambiente d 20°C. Poi in realtà questo funzionamento non è sempre veritiero. Se ad esempio penso a come funziona il teleriscaldamento nella mia città, ci sono 8 ore notturne in cui il riscaldamento non funziona e allora questo calcolo perde di senso perché non corrisponde alle condizioni reali. Devi tenere conto che il valore di EPI riportato sulla certificazione energetica non serve tanto ad avere un'idea esatta d ciò che consumi, ma per confrontare i vari edifici tra di loro. Infatti il metodo di calcolo non è esatto ed è soggetto a così tante semplificazioni da non permettere di ottenere conti finali esatti. E' però un metodo standard, che se applicato su tutti gli edifici, ti permette di confrontarli fra loro. Saprai allora che se compri una casa questa ti costerà tanto o poco di riscaldamento rispetto ad altre, ma non avrai l'indicazione esatta al centesimo di quanto spendi di riscaldamento.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img giuseppecriscillo
Salve, ho un edificio crollato, accatastato come A/4 e dove pago regolarmente l'IMU, adesso vorrei ristrutturarlo sfruttando il superbonus 110% ma non so come far fare l'APE di...
giuseppecriscillo 31 Ottobre 2020 ore 13:04 1
Img dananc
Buongiorno. Vorrei sottoporre il seguente quesito: edificio costituito da 6 unità abitative con riscaldamento autonomo ma servite da scala comune. Per il dlgs 192/2005 non...
dananc 11 Settembre 2020 ore 12:24 2
Img polo-84
Buongiono, vi scrivo per avere info in merito all'apertura di un vano per contentere un frigo in un muro portante come in foto, tenendo presente le dimensioni quali 1,00 m di...
polo-84 05 Luglio 2020 ore 19:14 15
Img rosamariapagano
Buonasera, Sto ristrutturando un immobile degli anni 60 che allo stato attuale è privo di impianto di riscaldamento come certificato dall'APE allegato al contratto di...
rosamariapagano 20 Maggio 2020 ore 08:48 6
Img alexis860
Buongiorno, la mia casa ha le pareti esterne rivestite di intonaco plastico graffiato. In generale lo stato di conservazione e buono tranne in qualche punto dove si sono...
alexis860 11 Maggio 2020 ore 17:01 1
Notizie che trattano Dissipazione giornaliera che potrebbero interessarti


Abrogato obbligo certificazione energetica

Condominio - Continuano i colpi di spugna dell?attuale esecutivo nei confronti delle normative emanate dallo scorso governo per il settore casa.Dopo l?abrogazione

Certificato energetico internazionale degli edifici

Leggi e Normative Tecniche - Arriva in Italia il Leed, Leadership in Energy and Environmental Design.

Niente più autocertificazione in classe G

Normative - E' stato pubblicato in Gazzetta il DM che abroga la possibilità per i proprietari di edifici molto energivori di autocertificarne l'appartenenza alla classe G.

Lombardia - dubbi su classe energetica immobile

Leggi e Normative Tecniche - Come dobbiamo comportarci per capire perchè in alcuni casi la classe energetica dichiarata non coincide con i consumi energetici effettivi dell'immobile acquistato.

Requisiti professionali del Certificatore Energetico

Normative - Lo scorso 15 febbraio è stato approvato il Regolamento per l'accreditamento dei Certificatori Energetici: ecco dunque i requisiti richiesti per redigere l'ACE.

Attestato di Certificazione Energetica: nuovi obblighi di legge

Normative - L'Attestato di Certificazione Energetica consente, già in fase preliminare all'investimento, di valutare le caratteristiche di efficienza energetica di un immobile.

Sistema Casa Qualita'

Normative - Approvato l'8 giugno dalla Camera dei Deputati il Disegno di Legge che introduce un sistema di classificazione di qualita'  per l'edilizia residenziale.

Contenuti dell'Attestato di Certificazione Energetica: oltre la burocrazia

Leggi e Normative Tecniche - L'ACE di un edificio esistente redatto sulla base di un accurato rilievo dello stato di fatto è un utile strumento di valutazione preliminare per acquisti immobiliari.

Nuove regole certificazione energetica

Normative - Con il Decreto Rinnovabili sono stati introdotti due nuovi commi al D. Lgs 192/05 che mutano le disposizioni sulla certificazione energetica.
REGISTRATI COME UTENTE
320.264 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//