Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Controparete sottile in laterizio per isolamento acustico


Terry69
login
20 Maggio 2012 ore 10:02 17
Buongiorno a tutti. Vorrei chiedere a chi ne ha esperienza se è possibile realizzare una controparete con laterizio di spessore 6centimetri montato di taglio. Il mio dubbio è se tiene oppure crolla a causa del limitato spessore.

L'uso che ne vorrei fare è per isolamento acustico. Anzichè creare una controparete in cartongesso a volte molto costosa a causa dei materiali e anche poco utilizzabile (senza voler mettere mensole ma anche un quadro potrebbe essere critico) stavo pensando di realizzare la controparete in questo modo:

- lana di roccia 2cm di spessore densità 80kg/mc;
- parete in laterizio da 6cm intonacata con 1.5cm di intonaco che dovrebbe avere un potere fonoisolante intorno ai 40db;

La parete in laterizio poggerebbe su tutti e quattro il lati perimetrali su del materiale gommoso al fine di limitare la trasmissione delle vibrazioni. Il che mi fa pensare che non sarebbe rigidamente collegata al resto.
Secondo voi, al di là del risultato acustico, a livello di stabilità può andare?
Grazie in anticipo.
  • consulente
    Consulente Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 21 Maggio 2012, alle ore 08:32
    I laterizi forati, per parete interne, si collocano di taglio, non è chiaro quindi quali siano le dimensioni e l'impiego in origine di questo elemento.

    Dal punto di vista pratico e economico, pur mantenendo questa composizione, il prezzo finale deve tenere conto anche del prezzo dell'intonaco e quindi, secondo il mio parere, sarebbe consigliabile optare per una controparete in cartongesso (con due lastre per conferire maggiore robustezza) + isolante.

    In alternativa si possono utilizzare i pannelli preaccoppiati (cartongesso e isolante).

    Per altre soluzioni aspettiamo ulteriori suggerimenti.
    rispondi citando
  • edilmaltese
    Edilmaltese Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 21 Maggio 2012, alle ore 15:23
    I mattoni in laterizio sono buoni per il tuo lavoro con una leccatina di intonaco e rete,farai un ottimo lavoro.ciao



    https://sites.google.com/site/edilcrisav/
    rispondi citando
  • terry69
    Terry69 Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 21 Maggio 2012, alle ore 16:34
    Grazie per le risposte.

    Vorrei anceh chiedere un parere sul materiale da usare per l'intercapedine. sono indeciso se inserire:

    - fonoassorbente: lana di roccia da 2cm 100kg/mc oppure pannello in fiocchi di poliuretano
    - fonoisolanti: pannelli in gomma da un centimetro

    Cosa mi consigliereste? Esistono altri materiali più idonei?
    rispondi citando
  • terry69
    Terry69 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 24 Maggio 2012, alle ore 18:48
    Sempre riguardo questa benedetta parete sottile in laterizio per quanto riguarda l'isolamento acustico stiamo intorno ai 40dB stando alle schede dei fornitori. Considerando che lo spessore sarebbe di soli 8cm il risultato non sarebbe affatto male. In fondo qualsiasi parete leggera prenderebbe almeno 8cm e occorrerebbe riempirla con materiali costosi. Mi sono fatto due conti e verrebbe a costare di meno la parete in laterizio con il preio che posso anche appenderci quello che voglio.

    Il consiglio che viene dato è però di desolidalizzare la parete sui quattro lati ma non viene mai spiegato come farlo. Sembrerebbe che senza desolidarizazione si perdono anche più di 5 dB.

    ho pensato allora di desolidarizzare la parete interponendo un centimetro di gomma nelle quattro giunzioni parete-pavimento, parete-solaio e parete-muri-laterali. Per evitare che la parete cada, a seguito di carichi orizzontali o terremoti, ho pensato bloccare lo spostamento orizzontale con delle staffe ancorate al pavimento e al muro e interponendo nuovamente della gomma. Forse questo disegno può essere più chiaro:

    http://www.4shared.com/photo/BdoWKDId/disaccoppiamento_acustico.html

    Che consiglio mi dareste? Può reggere? Grazie ancora.
    rispondi citando
  • zigghy73
    Zigghy73 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 29 Maggio 2012, alle ore 21:12
    Spero di esserti d'aiuto
    l'unico elemento che non devi utilizzare per come prodotto fonoassorbente è proprio il laterizio forato perché proprio i fori creano la dilatazione delle onde sonore ed amplificano il rumore . La soluzione ideale è quella cartongesso+cartongesso con isolante gia incollato http://www.edilcasa.biz/Pagine_Glossario/cartongesso.htm

    la lana di roccia da 2 cm non ti conferisce la necessaria soluzione se non arrivi almeno a densità di 150 kg/mc
    una soluzione che ha funzionato a casa mia è quella del gasbeton da 6 cm e le pareti riempite con schiuma poliuretanica lavoro che costa un po di piu ma che ti garantisce una vera e propria funzione di isolamento acustico perche sono entrambi materiali che non diffondono onde sonore..
    le parole risparmio e insonorizzazione non vanno di pari passo , il lavoro che vorresti fare è inutile , spenderesti senza nessun risultato .
    rispondi citando
  • terry69
    Terry69 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 30 Maggio 2012, alle ore 19:02
    Spero di esserti d'aiuto
    l'unico elemento che non devi utilizzare per come prodotto fonoassorbente è proprio il laterizio forato perché proprio i fori creano la dilatazione delle onde sonore ed amplificano il rumore . La soluzione ideale è quella cartongesso+cartongesso con isolante gia incollato http://www.edilcasa.biz/Pagine_Glossario/cartongesso.htm

    la lana di roccia da 2 cm non ti conferisce la necessaria soluzione se non arrivi almeno a densità di 150 kg/mc
    una soluzione che ha funzionato a casa mia è quella del gasbeton da 6 cm e le pareti riempite con schiuma poliuretanica lavoro che costa un po di piu ma che ti garantisce una vera e propria funzione di isolamento acustico perche sono entrambi materiali che non diffondono onde sonore..
    le parole risparmio e insonorizzazione non vanno di pari passo , il lavoro che vorresti fare è inutile , spenderesti senza nessun risultato .

    grazie per la risposta. Se anzichè il laterizio uso dei blocchi pieni come appunto il gasbeton?
    rispondi citando
  • simone-fischer
    Simone-fischer Ricerca discussioni per utente
    Domenica 3 Giugno 2012, alle ore 09:46
    Solo una puntualizzazione in merito alle tenute dei fissaggi su pareti isolanti;
    se pensiamo che fissare qualcosa su un tramezze del 6 sia molto meglio che su una doppia lastra di cartongesso magari in fibra e con i fissaggi idonei ci illudiamo

    cosa diversa è invece andare a fissarsi sulla struttura della parete portante con dei fissaggi a taglio termico adatti allo scopo
    rispondi citando
  • cohibaiba
    Cohibaiba Ricerca discussioni per utente
    Martedì 5 Giugno 2012, alle ore 15:49
    Lascia stare il laterizio.
    Usa cartongesso e/o gasbeton come ti hanno consigliato.
    Personalmente prediligo il cg in quanto è pulito, rapidissimo ed efficace in accoppiamento con lana di roccia.
    Verifica BENE la stratigrafia per il rischio di condense interstiziali.
    Ok fai da te, ma con progettazione accurata di un professionista.
    rispondi citando
  • lapokira
    Lapokira Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 6 Giugno 2012, alle ore 08:42
    Facci sapere cosa deciderai e il risultato acustico.

    Grazie
    Ciao
    rispondi citando
  • terry69
    Terry69 Ricerca discussioni per utente
    Martedì 17 Luglio 2012, alle ore 15:47
    Tanto per rimanere aggiornati sul tema. Ho contattato diverse aziende che mi hanno suggerito di insufflare i muri con delle sostanze fonoassorbenti. Il bello è che ogni ditta usa un prodotto diverso e scegliere non è facile... occorre fidarsi... quello che va per la maggiore sono i fiocchi di cellulosa. Il poliuretano me lo hanno sconsigliato perché dicono che rilascia una sostanza tossica... Il concetto alla base però non cambia: vogliono comunque un pacco di soldi!
    rispondi citando
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Mercoledì 18 Luglio 2012, alle ore 10:31
    I materiali fonoisolanti devono avere una massa notevole in modo da poter tagliare determinate frequenze,

    tra le due proposte "poliuretano" e "cellulosa" andrei senza dubbi sulla cellulosa, non solo per il suo miglio isolamento acustico ma anche perché è un prodotto che
    ecocompatibile
    rispondi citando
  • consulente
    Consulente Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 18 Luglio 2012, alle ore 10:47
    Concordo con il fatto che per ottenere un ottimo isolamento acustico occorre dare massa alla parete.

    Per quanto riguarda il discorso economico, la cosa secondo me fondamentale è ciò che si spende in funzione dell'obiettivo raggiunto.
    rispondi citando
  • terry69
    Terry69 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 18 Luglio 2012, alle ore 21:47
    I materiali fonoisolanti devono avere una massa notevole in modo da poter tagliare determinate frequenze,

    tra le due proposte "poliuretano" e "cellulosa" andrei senza dubbi sulla cellulosa, non solo per il suo miglio isolamento acustico ma anche perché è un prodotto che
    ecocompatibile

    Non ho mai visto dal vivo questi fiocchi di cellulosa ma non mi sembrano pesantissimi... inoltre temo che possano assorbire umidità e fare muffe ma chime lo ha proposto dice che non si verificheranno queste situazioni (non so in base a cosa lo affermano con questa certezza).

    Il poliuretano mi ispira di più perché mi da l'idea di un materiale più compatto e che riesce a riempire qualunque spazio nell'intercapedine del muro... ma potrebbe essere solo una mia congettura...

    Il bello è che non si sa a priori quale sarà il risultato. Alla domanda ma quanti dB guadagno iniziano lunghissimi discorsi senza conclusione...
    rispondi citando
  • consulente
    Consulente Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 19 Luglio 2012, alle ore 07:46
    Per questi valori sono necessari dei test di laboratorio che accertino la consistenza del materiale.
    In teoria dovrebbero essere le stesse aziende a dare queste indicazioni.

    Anche io qualche anno fa cercavo delle attestazioni su alcuni materiali, non tra quelli indicati, ma non sono riuscito nell'intento.
    rispondi citando
  • claudiotermografia
    Claudiotermografia Ricerca discussioni per utenteRea Termografia
    Giovedì 19 Luglio 2012, alle ore 09:11
    I materiali fonoisolanti devono avere una massa notevole in modo da poter tagliare determinate frequenze,

    tra le due proposte "poliuretano" e "cellulosa" andrei senza dubbi sulla cellulosa, non solo per il suo miglio isolamento acustico ma anche perché è un prodotto che
    ecocompatibile

    Non ho mai visto dal vivo questi fiocchi di cellulosa ma non mi sembrano pesantissimi... inoltre temo che possano assorbire umidità e fare muffe ma chime lo ha proposto dice che non si verificheranno queste situazioni (non so in base a cosa lo affermano con questa certezza).

    Il poliuretano mi ispira di più perché mi da l'idea di un materiale più compatto e che riesce a riempire qualunque spazio nell'intercapedine del muro... ma potrebbe essere solo una mia congettura...

    Il bello è che non si sa a priori quale sarà il risultato. Alla domanda ma quanti dB guadagno iniziano lunghissimi discorsi senza conclusione...



    Al contrario la cellulosa insuflata in intercapedine ha un peso compreso tra i 40 e i 60 kg su metro cubo al contrario del poliuretano, in oltre sempre a a differenza del poliuretano riesce ad accumulare più calore e non fa barriera al vapore, mi stupisce che la ditta che hai contattato non ti abbia dato questi dati tecnici basilari.

    Per quanto riguarda il discorso acustico nessuna ditta ti dirà mai quanto è il guadagno in db semplicemente perché non possono farlo, il suono non si trasmette nell' intercapedine ma nelle strutture murarie perimetrali se queste non sono sconnesse tra di loro
    rispondi citando
  • terry69
    Terry69 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 13 Settembre 2012, alle ore 11:12
    Riporto alla ribalta questo argomento e vi chiedo come al solito di farmi avere un vostro parere/critica.

    Dopo aver letto diverse cose sull'isolamento acustico ho capito che se non conosco quanti dB di rumore ho brancolo nel buio. Ho cercato quindi qualcuno che facesse queste misure... ma anche qui vogliono un pacco di soldi soprattutto perché poi rilasciano un certificato. Alla fine sono riuscito a farmi fare una misura "al volo non molto ortodossa" senza certificato.

    Di fatto mi entrano in casa circa 46dB! Caspita pensavo peggio.

    La conclusione che ne ho tratto è che se creo una controparete leggera con potere fonoisolante di soli 20dB ho un rumore residuo di 26dB che dovrebbe essere accettabile.

    Per fare una parete da 20dB ho pensato che sarebbe sufficiente una stratigrafia del tipo: 1cm di aria + 1cm poliuretano/piombo preaccoppiato + lastra cg 1.3cm + lastra cg sfalsata 0.9cm. Spessore totale 4.2cm. Il solo ploiuretano accoppiato a piombo ha un isolamento certificato di 20dB. Prezzo stimato circa 58e/mq.

    Che ne pensate? Grazie come sempre.
    rispondi citando
  • terry69
    Terry69 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 20 Settembre 2012, alle ore 08:04
    Riporto alla ribalta questo argomento e vi chiedo come al solito di farmi avere un vostro parere/critica.

    Dopo aver letto diverse cose sull'isolamento acustico ho capito che se non conosco quanti dB di rumore ho brancolo nel buio. Ho cercato quindi qualcuno che facesse queste misure... ma anche qui vogliono un pacco di soldi soprattutto perché poi rilasciano un certificato. Alla fine sono riuscito a farmi fare una misura "al volo non molto ortodossa" senza certificato.

    Di fatto mi entrano in casa circa 46dB! Caspita pensavo peggio.

    La conclusione che ne ho tratto è che se creo una controparete leggera con potere fonoisolante di soli 20dB ho un rumore residuo di 26dB che dovrebbe essere accettabile.

    Per fare una parete da 20dB ho pensato che sarebbe sufficiente una stratigrafia del tipo: 1cm di aria + 1cm poliuretano/piombo preaccoppiato + lastra cg 1.3cm + lastra cg sfalsata 0.9cm. Spessore totale 4.2cm. Il solo ploiuretano accoppiato a piombo ha un isolamento certificato di 20dB. Prezzo stimato circa 58e/mq.

    Che ne pensate? Grazie come sempre.

    Ciao a tutti di nuovo. Prima di intraprendere delle contromisure e spendere inutilmente dei soldi sto cercando di studiare bene il fenomeno... Mi sono accorto che nel corridoio (che purtroppo è in posizione abbastanza centrale), è stato realizzato un vano tecnico in muratura all'interno del quale passano i tubi di scarico dei miei vicini. Se poggio l'orecchio su questo vano sento praticamente tutto voci comprese in maniera abbastanza nitida dei miei vicini. Se poggio l'orecchio sulle pareti divisorie il rumore è notevolmente attenuato.

    Mi è venuto quindi da pensare che il punto debole non sono le pareti ma questo cavolo di vano tecnico. Come se i rumori si trasmettessero attraverso le tubazioni. Può essere? Qualcuno ha lo stesso problema? E' un fenomeno che è conosciuto nell'edilizia e se si come si può aggiustare?

    Ogni vostro suggerimento/osservazione sarà prezioso.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
REGISTRATI COME UTENTE
311.067 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE