Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Barbecue a confine


Sul muro di confine dal 2009 mi trovo edificato un barbecue con lavabo e rubinetto acqua potabile con relativo scarico.
Non mi è stato chiesto alcun permesso.
Nell'arco di questi anni mi sono morte seccate dal calore due piante da frutto di basso fusto (pero e melo).
Cosa debbo fare?
Grazie.
Distinti saluti.
ASOLANO
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Martedì 18 Agosto 2015, alle ore 21:03
    Buonasera, deduco che nel suo caso si tratti di un barbecue fisso in pietra o mattoni, in pratica cioè di una cucina esterna.

    A mio parere, la cosa migliore sarebbe provare ad appellarsi al buon vicinato, facendo presente il suo problema (che magari il suo confinante ignora in buona fede) e cercare di ottenere lo spostamento in via amichevole.
    In alternativa, si potrebbe mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno all'ufficio tecnico del Comune o anche al comando dei Vigili Urbani, segnalando il mancato rispetto dalle distanze dal confine del lotto.

    Infatti il Codice Civile prescrive quanto segue:

    Art. 889.
    Distanze per pozzi, cisterne, fosse e tubi.
    Chi vuole aprire pozzi, cisterne, fosse di latrina o di concime presso il confine, anche se su questo si trova un muro divisorio, deve osservare la distanza di almeno due metri tra il confine e il punto più vicino del perimetro interno delle opere predette.Per i tubi d'acqua pura o lurida, per quelli di gas e simili e loro diramazioni deve osservarsi la distanza di almeno un metro dal confine.Sono salve in ogni caso le disposizioni dei regolamenti locali.


    Art. 890.
    Distanze per fabbriche e depositi nocivi o pericolosi.
    Chi presso il confine, anche se su questo si trova un muro divisorio, vuole fabbricare forni, camini, magazzini di sale, stalle e simili, o vuol collocare materie umide o esplodenti o in altro modo nocive, ovvero impiantare macchinari, per i quali può sorgere pericolo di danni, deve osservare le distanze stabilite dai regolamenti e, in mancanza, quelle necessarie a preservare i fondi vicini da ogni danno alla solidità, salubrità e sicurezza.

    L'articolo 889 a mio parere si applica al lavandino con annesso scarico, mentre l'articolo 890 - per analogia con i camini - al barbecue vero e proprio.

    Infine, le suggerisco anche di controllareil Regolamento Edilizio comunale, che spesso contiene specifiche distanze da rispettare per i barbecue fissi.
    rispondi citando
  • asolano
    Asolano Ricerca discussioni per utente Arch-ily
    Sabato 25 Giugno 2016, alle ore 18:43
    Buonasera, deduco che nel suo caso si tratti di un barbecue fisso in pietra o mattoni, in pratica cioè di una cucina esterna.

    A mio parere, la cosa migliore sarebbe provare ad appellarsi al buon vicinato, facendo presente il suo problema (che magari il suo confinante ignora in buona fede) e cercare di ottenere lo spostamento in via amichevole.
    In alternativa, si potrebbe mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno all'ufficio tecnico del Comune o anche al comando dei Vigili Urbani, segnalando il mancato rispetto dalle distanze dal confine del lotto.

    Infatti il Codice Civile prescrive quanto segue:

    Art. 889.
    Distanze per pozzi, cisterne, fosse e tubi.
    Chi vuole aprire pozzi, cisterne, fosse di latrina o di concime presso il confine, anche se su questo si trova un muro divisorio, deve osservare la distanza di almeno due metri tra il confine e il punto più vicino del perimetro interno delle opere predette.Per i tubi d'acqua pura o lurida, per quelli di gas e simili e loro diramazioni deve osservarsi la distanza di almeno un metro dal confine.Sono salve in ogni caso le disposizioni dei regolamenti locali.


    Art. 890.
    Distanze per fabbriche e depositi nocivi o pericolosi.
    Chi presso il confine, anche se su questo si trova un muro divisorio, vuole fabbricare forni, camini, magazzini di sale, stalle e simili, o vuol collocare materie umide o esplodenti o in altro modo nocive, ovvero impiantare macchinari, per i quali può sorgere pericolo di danni, deve osservare le distanze stabilite dai regolamenti e, in mancanza, quelle necessarie a preservare i fondi vicini da ogni danno alla solidità, salubrità e sicurezza.

    L'articolo 889 a mio parere si applica al lavandino con annesso scarico, mentre l'articolo 890 - per analogia con i camini - al barbecue vero e proprio.

    Infine, le suggerisco anche di controllareil Regolamento Edilizio comunale, che spesso contiene specifiche distanze da rispettare per i barbecue fissi.
    Visto che il problema continua, posso avere una falsa riga di come impostare la raccomandata all'U.T. comunale? Grazie.

    rispondi citando
  • arch-ily
    Arch-ily Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 27 Giugno 2016, alle ore 09:12
    Buongiorno, non esiste una vera e propria formula prefissata: è sufficiente che lei descriva i i suoi sospetti come ha fatto con questo forum. Successivamente, saranno i Vigili o l'Ufficio Teccnico a verificare se esistono i presupposti perprocederea un sopralluogodi verifica.
    SSaluti.
    rispondi citando
  • asolano
    Asolano Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 27 Giugno 2016, alle ore 09:34
    Grazie per la consueta disponibilità. Cordiali saluti ed una calorosa stretta di mano. Giorgio Contin
    rispondi citando
  • asolano
    Asolano Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 6 Marzo 2017, alle ore 07:38
    Buona giornata. Ho seguito il vostro consiglio ed in data 24 novembre 2016, il Municipio, ha emesso diffida a demolire le opere abusive e ripristinare lo stato dei luoghi.
    Siamo al 6 marzo 2017, tutto tace, nessuna opera di demolizione è stata operata.
    Secondo il vostro parere, quanto debbo attendere e cosa debbo fare in caso di inadempienza?
    Grazie per la vostra consueta disponibilità.
    Distinti saluti.
    ASOLANO.
    rispondi citando
  • asolano
    Asolano Ricerca discussioni per utente Arch-ily
    Domenica 21 Maggio 2017, alle ore 18:24
    Buongiorno, non esiste una vera e propria formula prefissata: è sufficiente che lei descriva i i suoi sospetti come ha fatto con questo forum. Successivamente, saranno i Vigili o l'Ufficio Teccnico a verificare se esistono i presupposti perprocederea un sopralluogodi verifica.
    SSaluti.
    Il barbecue è stato demolito, restano il lavandino e la cisterna interrata del gasolio, Per favore, potete rispondermi?
    Grazie.
    Cordiali saluti.
    G.C.
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img piccoletto67
Salve,volevo sapere da Voi esperti in che modo vanno suddivise le spese per la costruzione di un muro divisorio di confine dove da una parte il proprietario è uno solo,...
piccoletto67 18 Ottobre 2014 ore 11:17 1
Img stefan
Salve a tutti, nel mio condominio vi è un muro che delimita dalla nostra parte la rampa per i garage, dalla parte dell'altro condominio fa da contenimento a tutto il loro...
stefan 13 Febbraio 2014 ore 23:26 1
Img renzoristori
Ciao mi chiamo Renzo ho un problema con il vicino:ho costruito un riparo per poter stivare la legna all'asciutto vicino la rete di recinzione che divide il mio giadino dal...
renzoristori 04 Novembre 2015 ore 18:51 1
Img stefo75
Buongiorno a tutti, prima di tutto piacere di "conoscervi", sono Stefano e sono nuovo del forum.Ho comprato casa in un consorzio nel comune di Ardea (Rm); la mia proprietà...
stefo75 17 Novembre 2015 ore 10:30 1
Img rj72
Buongiorno,su un muro di confine in comune è possibile applicare una rete per favorire una rampicante sul muro cieco, il problema sono i fori dei tasselli per far stare su...
rj72 18 Maggio 2015 ore 17:12 5
Notizie che trattano Barbecue a confine che potrebbero interessarti
Comunione forzosa del muro

Comunione forzosa del muro

Normative - La comunione forzosa di un muro è la facoltà concessa al proprietario del fondo confinante di ottenerne la comunione, previo pagamento di una cifra adeguata.
Che cosa vuol dire costruzione in aderenza?

Che cosa vuol dire costruzione in aderenza?

Leggi e Normative Tecniche - Quando è possibile costruire in aderenza alla costruzione del vicino, a che condizioni ed a quali limiti. La disciplina contenuta nell'articolo 877 del C.C.
Distanze tra fabbricati

Distanze tra fabbricati

Leggi e Normative Tecniche - Una delle cause più frequenti di lite tra vicini è costituita dalle distanze tra le proprietà o dai muri di confine, regolamentate dal c.c. e dalle norme locali.

Alberi e distanze dal confine

Proprietà - Chi vuol piantare alberi presso il confine, deve osservare le distanze stabilite dai regolamenti e, in mancanza, dagli usi locali, in caso contrario, devono essere osservate le seguenti distanze dal confine...

Distanza dei tubi dal confine

Leggi e Normative Tecniche - Le tubazioni di acqua, gas e simili devono essere poste ad almeno un metro dal confine. Quando si applica questa norma? Qual è il ruolo dei regolamenti locali?

Distanze da rispettare

Leggi e Normative Tecniche - Una delle cause più frequenti delle liti tra vicini riguarda le distanze da rispettare tra le singole proprietà: vediamo come sono regolate dal codice civile.

Muro di cinta

Normative - Il muro di cinta, se presenta determinate caratteristiche strutturali, non dev'essere considerato nel calcolo delle distanze delle costruzioni di cui all'art.873 c.c.

La proprietà del muro di confine e le riparazioni in caso di comunione

Proprietà - Il muro di confine tra due proprietà è considerato comune, salvo diversa indicazione dei titoli d'acquisto e può comunque diventarlo se sussistono le condizioni

Termini e calcoli prestazioni energetiche

Progettazione - Il Decreto Legislativo N.28 del Marzo 2012 e la specifica UNI/TS 11300 parte IV sono i più recenti riferimenti per l'impiego di fonti rinnovabili di energia.
REGISTRATI COME UTENTE
306.809 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie