Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2014-04-23 12:01:28

Regolamentare gioco bambini in cortile non condominiale


Salve,
vi sottopongo il mio problema.
Il mio condominio è composto da 4 palazzine che si affacciano, ciascuna, su un lato di un cortile che però non è condominiale.
La proprietà e di terzi ed a noi è lasciata una servitù di passaggio per permettere di arrivare ad ogni edificio.
In questo cortile giocano alcuni bambini appartenenti a famiglie del condominio con notevoli schiamazzi.
Si è provato a regolamentare il gioco fissando degli orari, ma questi sono puntualmente non rispettati nel disinteresse completo dei genitori condomini.
Ho provato a fare le mie rimostranze all’amministratore, ma lui mi ha risposto che, non essendo il cortile condominiale non poteva fare granché.
Mi ha pertanto consigliato di scrivere al proprietario del cortile e chiedere a lui di limitare o interdire l’accesso al cortile qualora se ne faccia un uso diverso dal semplice passaggio.
Vi chiedo, è questo l’unico modo di intervenire?
Non si può in alcun modo obbligare i condomini al rispetto degli orari fissati per il bene di tutti?
Come faccio a spingere il proprietario del cortile, che mi immagino non avrà grosso interesse ad intervenire, a fissare un divieto in tal senso e soprattutto che strumento ho, poi, per far sì che tali obblighi siano effettivamente osservati;
in altre parole posso io obbligare il proprietario a fissare dei limiti per l’utilizzo del cortile per evitare nocumento a terzi che si sostanzia in un disturbo alla quiete (oltre la normale tollerabilità come cita il codice civile).
Grazie
Modificato il 04 Aprile 2014 ore 00:09
  • lucag1979
    Lucag1979 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 4 Aprile 2014, alle ore 12:24
    L'amministratore è tenuto a garantire il miglior uso delle cose comuni e, nel caso di servitù, l'uso della servitù nel modo conforme a quanto serve.
    Io credo che in questo contesto l'amministratore possa e debba intervanire prima di vedersi diffidato da terzi (es. proprietario cortile).

  • andreaold
    Andreaold Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 12:01
    Noi avevamo un problema simile, purtroppo di solito a queste problematiche si arriva ad una soluzione solo per atto di forza.
    In particolare nel nostro condominio alcuni condomini esasperati hanno cominciato ad organizzare feste fino a tardi con musica a tutto volume per infastidire allo stesso modo i genitori dei pargoli schiamazzanti.
    Dopo qualche notte insonne finalmente si sono resi conto del problema.
    Purtroppo spesso a livello condominiale vige la legge del taglione.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img massi72
Buonasera, i miei vicini nell'area cortiliva di proprietà, dietro l'abitazione, avevano degli orti, che hanno coperto con cemento, per fare dei parcheggi. Trattandosi di un...
massi72 06 Luglio 2020 ore 11:42 3
Img fosca1
Buongiorno, vivo a Milano in una corte di poche unità abitative. La porta finestra del mio appartamento affaccia su una corte interna di uso comune con cancellone chiuso. I...
fosca1 16 Febbraio 2020 ore 15:56 2
Img .antonio
Buongiorno a tutti, in un piccolo condominio abbiamo una corte in comune di scarsi 500 mq per il passaggio pedonale e veicolare che vorremmo pavimentare con cemento del tipo...
.antonio 24 Novembre 2019 ore 12:53 2
Img trixy
Buongiorno, vado subito al punto, un condomino ha abbandonato la propria auto inutilizzabile nel cortile condominiale, lasciandola lì per anni, parcheggiata sempre nello...
trixy 31 Ottobre 2019 ore 16:25 5
Img maurozeni@triplaw.it
Buon giorno. L'interno del cortile condominiale dove abito è comune A/3 attività commerciali (bar). Ogni attività ha occupato spazi comuni per i propri bidoni...
maurozeni@triplaw.it 30 Agosto 2019 ore 14:47 6
Notizie che trattano Regolamentare gioco bambini in cortile non condominiale che potrebbero interessarti


Area cortiliva

Sistemazione esterna - Il cortile è un'area scoperta compresa i corpi di fabbrica di un edificio, destinata a varie funzioni e classificata come pertinenza e parte comune condominiale

Ripartizione delle spese per il rifacimento del cortile condominiale

Ripartizione spese - Il cortile condominiale è uno spazio comune e le spese di manutenzione devono essere ripartite tra tutti in base ai millesimi di proprietà.

Cavedio: cosa significa?

Architettura - Il cavedio è quello spazio aperto presente all'interno dei fabbricati, su cui si affacciano generalmente tutti i locali di servizio e le tubazione delle utenze.

Spese di manutenzione del cortile condominiale

Ripartizione spese - Salvo diversa disposizione contenuta negli atti d'acquisto, alle spese necessarie per la manutenzione e conservazione del cortile, concorrono tutti i condomini.

Scivolone nel cortile e responsabilità del condominio

Liti tra condomini - Il condominio è responsabile per i danni derivanti ad una persona dal cortile comune a meno che la causa del danno non sia dovuta al comportamento del danneggiato.

Area cortiliva, definizione e uso in condominio

Parti comuni - L'area cortiliva, posta sul retro oppure davanti all'edificio condominiale, può avere varie destinazioni. Chi ha il potere di decidere quale destinazione d'uso?

Cavedio e ripartizione delle spese

Condominio - Tra quali condomini si ripartiscono le spese condominiali inerenti il cavedio interno all?edificio

Animali e disturbo ai vicini

Leggi e Normative Tecniche - Risponde in sede penale colui che provoca o semplicemente non impedisce che gli strepiti del proprio animale arrechino disturbo alle occupazioni o al riposo dei vicini.

Luci e vedute in condominio

Condominio - Ogni condomino ha il diritto di aprire delle finestre, siano esse luci o vedute, sul cortile condominiale o di trasformare le luci in vedute
REGISTRATI COME UTENTE
325.851 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//