Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Riscaldamento a pavimento o a soffitto?


Stefanoand
login
26 Marzo 2005 ore 15:21 25
Devo ristrutturare una casa anni 60 e la scelta per il nuovo impianto di riscaldamento/condizionamento è per i pannelli radianti.
Per la posizione a pavimento ho il problema delle demolizioni dei pavimenti per recuperare lo spazio necessario e quindi sto cercando informazioni per quello posto a soffitto.
Vorrei qualche consiglio da chi ne sa di più, ho sentito pareri contrastanti sia dai professionisti che dagli impiantisiti.
Grazie.
  • mjkid79
    Mjkid79 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 14 Aprile 2005, alle ore 16:50
    PURTROPPO NON SONO UN'ESPERTA IN MATERIA, MA SPERO APPREZZERAI UGUALMENTE IL MIO PARERE DI GRANDE LETTRICE DI CASA FACILE, COSE DI CASA E CASA VIVA E A VOLTE ANCHE FAI DA TE; NON SO GLI SVANTAGGI E I VANTAGGI DEL RISCALDAMENTO A SOFFITTO MA UNA COSA E' CHIARA E BEN SPERIMENTATA: IL CALDO TENDE A SALIRE VERSO L'ALTO (AD ESEMPIO IO VIVO IN UNA CASA A DUE PIANI E MENTRE IL RISCALDAMENTO AL PIANO SOTTO E' ACCESO PER 7-8 MESI AL PIANO SOPRA AL MASSIMO E' ACCESO PER TRE MESI L'ANNO, IN PIU SU TUTTI GLI ARTICOLI LETTI CONSIGLIANO DI METTERE IL RISCALDAMENTO O A PAVIMENTO, O A BATTISCOPA O ULTIMA SCOPERTA CON TERMOSIFONI LUNGHI MA CHE ARRIVINO A UN'ALTEZZA MASSIMA DI 40-50 CM DA PAVIMENTO(PARTE TERMINANTE DEL SIFONE SI INTENDE); POI PER CARITA' POTREI SBAGLIARMI!
    rispondi citando
  • dario70
    Dario70 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 15 Aprile 2005, alle ore 10:19
    Ciao. Anche noi nei prossimi mesi ristruttureremo la nostra futura casa e, per l'impianto di riscaldamento, opteremo per i pannelli a pavimento. Sono eccezionali: li hanno installati nell'ufficio dove lavoro e ti posso assicurare che sono ottimi.
    rispondi citando
  • sardiata
    Sardiata Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 15 Aprile 2005, alle ore 11:11
    Penso anch'io, che per sua stessa natura, un impianto di riscaldamento a soffitto non sia il massimo della resa e poi annulla la sensazione di benessere che dovrebbe fornire il sistema radiante ovvero temperatura più alta per il nostro corpo e leggermente più bassa a livello della testa.
    L'unico vantaggio io lo vedrei se utilizziamo tale impianto anche per il raffrescamento: in tal caso il fresco scenderebbe più rapidamente.
    Ho letto comunque che ci sono aziende che forniscono sistemi radianti a tappeto, contenuti cioè all'interno di una guaina plastificata avvolgibile e che occupa pochissimo spazio.
    Spero di esserti stato d'aiuto.
    Saluti
    rispondi citando
  • king sun
    King sun Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 15 Aprile 2005, alle ore 13:56
    Tra i sistemi radianti per il riscaldamento, quello a pavimento è quello che genera nella stanza una distribuzione di temperatura più vicina a quella ideale di "benessere", cioè 22-24°C ai piedi, 18-20°C ad altezza testa e 16-18°C al soffitto. Nella distribuzione ideale quasi tutto il corpo (molto orientativamente dalle ginocchia alla testa) si deve trovare in temperature tra i 18° e i 20°. Col pavimento radiante si può avere un andamento della temperatura molto vicino a quello ideale (circa 24° ai piedi, andamento di circa 20° abbastanza costante per tutta l'altezza, diminuzione della temperatura ad altezze superiori a quelle degli occupanti). Nel caso di soffitto radiante tipicamente la temperatura intorno ai 20° si ha circa a metà altezza della stanza, fino ad arrivare ad una temperatura di circa 24° al soffitto (l'andamento è abbastanza simile a quelo che si ha con sistemi tradizionali convettivi (termosifoni)). Nel caso di pareti radianti la distribuzione delle temperature è molto simile a quella del caso con pavimento radiante.
    Per questi motivi, io sono più per il pavimento radiante, da far progettare a regola d'arte.
    ciao
    KS
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 9 Gennaio 2006, alle ore 22:24
    Studio ing. edile al politecnico, ormai prossimo alla laurea specialistica.
    Ci sono vantaggi e svantaggi, che spero poi tu ne possa tenere debitamente conto per la tua scelta.
    Le tecnologie a pannelli radianti innanzitutto rispetto a quelle a radiatori convenzionali, necessitano di una temperatura operante del flusso minore(da 30 a 45°C, rispetto agli oltre 60°C dei classici termosifoni), quindi di per sè consentono un funzionamento meno discontinuo e apparentemente un risparmio energetico.
    Tuttavia se si istalla un sistema a pannelli radianti a pavimento si riscalda tanta massa che è il pavimento. Questo può essere un bene, perché consente un notevole accumulo termico, per cui una volta scaldato, si raffredda lentamente e per inerzia appunto, basta poco per tenerlo caldo e quindi caldo l'ambiente. Questo però è uno svantaggio quando la temperatura, a causa anche di una giornata di sole si alza di diversi gradi.
    Il sistema infatti, per quest'inerzia accumulata, rimane caldo, e proprio come succede nello stabile dove abito, bisogna arrivare a volte ad aprire le finestre per ripristinare una temperatura accettabile. Questo è tutto tranne che un risparmio. Anche perché raffreddato il pavimento, sempre per la sua inerzia, ci vuole un bel pò per riscaldarlo nuovamente(a differenza dei classici termosifoni in materiale metallico).
    A soffitto il problema dell'inerzia non c'è se si appoggiano a un controsoffitto isolato termicamente(non riscaldiamo come prima il "massetto" fatto generalmente in conglomerato cementizio). Il suo principio di funzionamento è solo per irraggiamento, in quanto non consente flussi termici, come pannelli a pavimento e radiatori tradizionali, e queste tende a stratificare un pò l'aria(fredda sta in basso, calda in alto).
    La soluzione ideale non esiste. Sta a un cauto e attento progettista valutare, in funzione delle tue esigenze e della tua situazione in casa, la soluzione migliore, mediando tra benessere termico e risparmio energetico.
    Spero di non esser stato troppo complesso
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Martedì 10 Gennaio 2006, alle ore 10:32
    Scusate, ma non è che il calore proveniente dal pavimento può aggravare problemi di circolazione alle gambe in chi già ne soffre? Forse la domanda è stupida, ma....

    Ciao e grazie
    Monia
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Martedì 10 Gennaio 2006, alle ore 11:31
    C'è anche la possibilita che chi soffra di vene varicose non ne tragga un gran befeficio
    rispondi citando
  • lauradvl
    Lauradvl Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 11 Gennaio 2006, alle ore 14:05
    Io ho scelto il sistema a pavimento ed è davvero comodo... (aparte un discorso a parte per i consumi...che invece di farmi risparmiare sono esosi: 600 euro/mese x 150 mq!) comunque il consiglio è tenere fissa la temperatura (io sono a 17-18 °C) e poi per il discorso accumulo di calore non preoccuparti... casomai aggiungi una stufetta x la zona giorno nei giorni particolarmente freddi, nei quali non faresti in tempo a scaldare immediatamente! La questione delle vene varicose è superata con gli impianti moderni!
    rispondi citando
  • radiante
    Radiante Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 11 Gennaio 2006, alle ore 18:18
    Rivoluzioniamo tutto ,ora gli incasino un po le idee,

    Impianto di riscaldamnento e condizionamento idronico,mi spiego fatemi spazio:
    impianto realizzato e calcolato per risc/raff con fan coil ,impianto indipendente per i termosifoni bagni e cucina.
    Una bella caldaia e poi prendi un bel refrigeratore d'acqua,magari in pompa di calore cosi se si rompe la caldaia ti scaldi con quella.

    alternativa classico impianto a termosifone calcolato bene per caldaia a condensazione e impiantino supplementare a pompa di calore per le camere e la sala .

    Anche quello con i fan-coil possono andare con caldaia a condensazione
    rispondi citando
  • s.scolaro
    S.scolaro Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 3 Febbraio 2006, alle ore 15:14
    Ho letto il tuo messaggio su laorincasa.it e mi piacerebbe avere maggiori informazioni sui consumi dei pannelli radianti a pavimento anche perché come metratura di casa siamo identici
    A presto Santi Io ho scelto il sistema a pavimento ed è davvero comodo... (aparte un discorso a parte per i consumi...che invece di farmi risparmiare sono esosi: 600 euro/mese x 150 mq!) comunque il consiglio è tenere fissa la temperatura (io sono a 17-18 °C) e poi per il discorso accumulo di calore non preoccuparti... casomai aggiungi una stufetta x la zona giorno nei giorni particolarmente freddi, nei quali non faresti in tempo a scaldare immediatamente! La questione delle vene varicose è superata con gli impianti moderni
    rispondi citando
  • lauradvl
    Lauradvl Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 3 Febbraio 2006, alle ore 15:50
    Rispondo a s.scolaro e nel contempo anche ad altri che ne avessero bisogno:
    Il consiglio che ti posso dare è di farti fare innanzitutto un buon progetto (cosa che non credo sia stata fatta nel mio caso, visto le differenze di temp. tra piano terra e primo piano) e poi un isolamento ottimale, nel mio caso il problema credo sia dovuto al fatto che la soffitta non è separata termicamente dal piano primo! Comunque, nonostante tutta la gente che si lamenta sul forum (come me) credo ancora sia un buon impianto, visto che molti altri che lo usano ne parlano bene! Ripeto: isolamento ottimale! (e ti parlo non solo da utente, ma anche da geometra!) e poi come temperature d'esercizio credo sia meglio mantenere fissa la temperatura, e non diminuire/aumentare in base alle ore notturne/diurne. Questo a mio parere, comunque ti consiglio pure di chiedere informazioni alla ditta installatrice, non parlo del semplice idraulico, ma della ditta produttrice!
    rispondi citando
  • m@u
    M@u Ricerca discussioni per utente
    Sabato 29 Luglio 2006, alle ore 23:28
    X gp 82

    sono ingegnere edile laureata al politecnico di torino...
    mai sentito parlare di termostati? servono proprio a regolare la temperatura interna..
    rispondi citando
  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Domenica 30 Luglio 2006, alle ore 17:51
    X gp 82

    sono ingegnere edile laureata al politecnico di torino...
    mai sentito parlare di termostati? servono proprio a regolare la temperatura interna..

    Ma LOL... e questo cosa centra?
    rispondi citando
  • knight81
    Knight81 Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 14 Febbraio 2007, alle ore 16:05
    Vi porgo una domanda vorrei installare il riscaldamento a pavimento, ho letto nei vari forum che per avere un risparmio nei consumi non devono essere mai spenti.Visto che siamo a casa solo alla sera mi consigliate di installarli?
    rispondi citando
  • cosmogas
    Cosmogas Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 15 Febbraio 2007, alle ore 08:43
    Vi porgo una domanda vorrei installare il riscaldamento a pavimento, ho letto nei vari forum che per avere un risparmio nei consumi non devono essere mai spenti.Visto che siamo a casa solo alla sera mi consigliate di installarli?

    Alla risposta a questa domanda sono interessato anch'io
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 15 Febbraio 2007, alle ore 22:38
    Personalmente, visto il poco sfruttamento che ne fareste, non ha molto senso installare un riscaldamento a pavimento, meglio un tradizionale con termosifone, o adirittura il fan coil, che potete accenderlo al momento che arrivate a casa, per avere una risposta veloce di calore...

    Adirittura, andreste incontro ad un consumo esoso di gas, inutile...

    Il mio parere personale, è che il sistema di riscaldamento a pavimento, nasce giustamente nei i paesi nordici, dove c'è veramente bisogno di avere una temperatura costante all'interno dell'abitazione, non ci sono gli sbalzi termici che abbiamo noi, dove si passa da giornate calde, a gelate, il riscaldamento a pavimento non permette di alzare ed abbassare la temperatura a propio piacimento, con risposte immediate.

    Lo trovo da noi utile, dove ci sono abitazioni con molto vetro, ed ovviamente negli ambienti pubblici...

    Molti nostri clienti, che utilizzano questo tipo di sistema, dichiarano di essere contenti, ma sinceramente, ne sono poco convinto, mi pare di sentire la stessa risposta, di chi acquista un'auto di grande marca, ma che è sfortunato con il suo funzionamento, e che alla fatidica domanda "sei contento della tua auto?", ti rispondono sempre che ne sono contentissimi, e adirittura ti consigliano di prenderla ad ogni costo... ...
    rispondi citando
  • cosmogas
    Cosmogas Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Febbraio 2007, alle ore 10:03
    Personalmente, visto il poco sfruttamento che ne fareste, non ha molto senso installare un riscaldamento a pavimento, meglio un tradizionale con termosifone, o adirittura il fan coil, che potete accenderlo al momento che arrivate a casa, per avere una risposta veloce di calore...

    Adirittura, andreste incontro ad un consumo esoso di gas, inutile...

    Il mio parere personale, è che il sistema di riscaldamento a pavimento, nasce giustamente nei i paesi nordici, dove c'è veramente bisogno di avere una temperatura costante all'interno dell'abitazione, non ci sono gli sbalzi termici che abbiamo noi, dove si passa da giornate calde, a gelate, il riscaldamento a pavimento non permette di alzare ed abbassare la temperatura a propio piacimento, con risposte immediate.

    Lo trovo da noi utile, dove ci sono abitazioni con molto vetro, ed ovviamente negli ambienti pubblici...







    Si ma se tu avessi uno spazio aperto di 58MQ (Salotto + cucina+ingresso quale ho io) su che tipo di impianto ti butteresti tenendo conto che saremo a casa solo dalla sera alla mattina
    Per la zona notte manterrei i termoarredi
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Febbraio 2007, alle ore 10:12
    Che posso dirti caro Cosmogas,

    ognuno in merito ha pareri personali...

    Se la casa la vivi veramente giorno e notte, forse il riscaldamento a pavimento lo puoi prendere in considerazione...

    Ripeto, tutto molto bello ma nel civile, io lo vedo solo nelle abitazioni con pareti in vetro, dove si hanno grandi dispersioni termiche, e dove quindi si ha bisogno di una fonte di calore costante, essendo costante anche la dispersione termica...

    Stiamo lavorando in un cantiere, dove stanno realizzando un impianto di riscaldamento a soffitto, poi vi informo in merito...
    rispondi citando
  • cosmogas
    Cosmogas Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Febbraio 2007, alle ore 10:37
    Che posso dirti caro Cosmogas,

    ognuno in merito ha pareri personali...

    Se la casa la vivi veramente giorno e notte, forse il riscaldamento a pavimento lo puoi prendere in considerazione...

    Ripeto, tutto molto bello ma nel civile, io lo vedo solo nelle abitazioni con pareti in vetro, dove si hanno grandi dispersioni termiche, e dove quindi si ha bisogno di una fonte di calore costante, essendo costante anche la dispersione termica...

    Stiamo lavorando in un cantiere, dove stanno realizzando un impianto di riscaldamento a soffitto, poi vi informo in merito...




    Quindi anche se ho una veranda 2 finestre e la porta d'ingresso su questo ambiente mi consigli i termo arredi giusto?
    Mi serve semplicemente un si o un no
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Febbraio 2007, alle ore 10:40
    Ti rispondo di si, ma ovviamente, è un parere personale...

    Immagino che per termoarredi non intendi gli scaldasalviette per bagno, ma i radiatori con basso spessore, di design...
    rispondi citando
  • cosmogas
    Cosmogas Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Febbraio 2007, alle ore 10:58
    Ti rispondo di si, ma ovviamente, è un parere personale...

    Immagino che per termoarredi non intendi gli scaldasalviette per bagno, ma i radiatori con basso spessore, di design...

    Si intendevo i radiatori .....chissa perché mi sono intestardito sui termoarredi, forse perché devo rifare anche il bagno... stresssss.
    Con questa tua risposta mi metto a posto con la coscienza e con i soldi che risparmio montando i radiatori e una piccola aggiunta quasi quasi faccio fare il cappotto alla casa.
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 16 Febbraio 2007, alle ore 11:01
    Mi sembra una decisione saggissima...

    Io farei lo stesso...
    rispondi citando
  • potarex
    Potarex Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 1 Marzo 2007, alle ore 00:55
    Io devo decidere se mettere fan coil o riscaldamento a pavimento... io sarei in casa un po' piu' spesso... esco alle 8 e torno alle 1600.. i miei soffitti sono molto alti circa 5 metri ed ho un salotto di 40 mq°2 cosa mi consigliate?? sono interessato ad avere un risparmio nella bolletta se possibile.. grazie per le risposte Carlo da pavia
    rispondi citando
  • archibagno.it
    Archibagno.it Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 1 Marzo 2007, alle ore 08:34
    Il mio è un parere del tutto personale, molti non saranno daccordo, ma io nel tuo caso metterei i fan coil, appena arrivi a casa, in dieci minuti, senti già i benefici del riscaldamento, ovvio che con soffitti così alti, ci vogliono 20 minuti per stare bene, però è quasi immediato...

    Con il riscaldamento a pavimento, deve funzionare giorno e notte, con uno spreco di carburante non indifferente, ed anche un impegno esoso, per le tue tasche...
    rispondi citando
  • ferdy68
    Ferdy68 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 1 Marzo 2007, alle ore 09:42
    Concordo anch'io con quanto detto da Archibagno;
    c'è inoltre un aspetto da considerare: l'isolamento della casa. Se questa è poco isolata e se il volume da riscaldare è grande (soffitti alti) e se durante il giorno non ci sei, con il riscaldamento a pavimento (siccome deve essere continuamente in funzione) hai sicuramente un consumo maggiore di un riscaldamento tradizionale.
    ciao
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img dalespy
Buongiorno a tutti, sono nuovo del Forum.Vi spiego subito il mio problema.Ho una casa su 2 piani, il piano terra è composto da garage e tavernetta, mentre al primo piano...
dalespy 12 Febbraio 2016 ore 15:20 3
Img robertoternelli
Ciao a tutti, con la mia compagna dobbiamo ristrutturare completamente una casa singola degli anni 70-80 in provincia di Reggio Emilia, zona climatica E; non é raggiunta...
robertoternelli 22 Luglio 2018 ore 10:20 13
Img donjon
Devo effettuare il rifacimento totale dei miei 2 bagni, attualmente ho dei termo arredi uniti all'impianto termico di tutto l'appartamento, la mia domanda è se sia...
donjon 25 Settembre 2017 ore 23:08 2
Img francescapierro
Salve,a fine anno inizierò con la costruzione di una villetta bifamiliare a Roma.Il progetto per ora è in mano al comune ma devo valutare intanto che tipo di...
francescapierro 08 Agosto 2016 ore 15:22 4
Img bissa40
- Appartamento disposto su 2 piani; - Impianto di riscaldamento a pavimento. Notevole escursione termica tra 1° e 2° piano, causa scarsa o nulla coibentazione (...
bissa40 30 Gennaio 2018 ore 16:20 4
Notizie che trattano Riscaldamento a pavimento o a soffitto? che potrebbero interessarti


Novità per impianti radianti

Impianti - Gli impianti di riscaldamento a pannelli radianti si stanno sempre più diffondendo nelle nostre abitazioni, anche grazie agli incentivi fiscali per l'istallazione

Pavimenti radianti ribassati

Impianti - Il nuovo sistema di riscaldamento radiante a pavimento permette un piu' ampio utilizzo rispetto ai tradizionali impianti.

Strisce Radianti

Impianti - Tra i vari tipi di sistemi di riscaldamento ad irraggiamento, uno caratterizzato da coefficienti di emissione particolarmente elevati sono le strisce radianti.

Comfort radiante

Impianti di riscaldamento - L'aspetto che maggiormente condiziona il comfort all'interno di un ambiente è sicuramente la temperatura, i sistemi radianti la regolano e la controllano.

L'arte di riscaldare

Arredamento - Regole ed estetica al servizio del benessere.

Tubi Radianti

Impianti - I tubi radianti sono dei generatori di calore che funzionano a gas, la combustione del gas avviene all'interno di tubi in acciaio ed irraggiano con pannelli.

Riscaldamento a pavimento: caratteristiche e vantaggi

Impianti di riscaldamento - Caratteristiche, vantaggi e funzionalità dei moderni sistemi di riscaldamento a pavimento. Il controllo della climatizzazione non è mai stato così semplice.

Pannelli Radianti Freddi e Caldi

Impianti - I pannelli radianti possono essere installati sia a pavimento che a soffitto ed in entrambi i casi sono in grado di fornire energia termica calda o fredda.

Trasmissione Calore

Impianti - Una caldaia trasmette il calore prodotto dalla combustione del gas all'acqua, che trasmette a sua volta il calore in ambiente a mezzo di terminali dell'impianto.
REGISTRATI COME UTENTE
310.875 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE