Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2007-10-03 13:27:40

Residenza e prima casa - 15957


Anonymous
login
02 Ottobre 2007 ore 07:25 6
Ciao a tutti,
domanda: se io sono residente nel comune xx e acquisto una casa nello stesso comune per andarci a vivere da solo, non ho l'obbligo di cambiare residenza per godere delle agevolazioni fiscali, giusto?


Però... così facendo io potrei anche spacciare un'ipotetica seconda casa come prima casa (supponendo che abito coi miei e intanto acquisto la casa) o sbaglio?

Grazie
  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Ottobre 2007, alle ore 12:38
    Ne abbiamo parlato centinaia di volte sul forum.

    L'obbligo di adibire la "propria prima casa" a residenza principale non è più in vigore, c'è scritto nella circolare dell'Agenzia delle Entrate:

    http://www.condomini.altervista.org/PrimaCasa.htm

    L'obbligo di adibire la prima casa a propria residenza permane solo se si intende vendere la casa stessa entro 5 anni, nel caso di non ottemperanza andrà pagata la plusvalenza.

  • picus
    Picus Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Ottobre 2007, alle ore 20:36
    Scusa Condominiale, dove è scritto esattamente? Io continuo a leggere nei vari post che occorre stabilre la residenza entro i 18 mesi, pena richiesta di conguaglio + penale del 30%... grazie per la risposta, la cosa interessa molto anche a me

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Martedì 2 Ottobre 2007, alle ore 21:41
    Bastava leggere la Circolare che ti ho proposto con attenzione, non in modo superficiale!

    Leggi il punto 5:

    4. alla novità nel godimento della agevolazione.
    Si ricordi che, attualmente, ai fini dell'agevolazione in esame, non è più previsto l'obbligo di adibire l'immobile ad abitazione principale o di dichiarare la volontà, da parte del contribuente, di provvedere a tale destinazione; come rilevato in altra circostanza, (si veda Circolare 69/E del 14 agosto 2002) tale obbligo, che costituiva requisito necessario ai sensi della precedente disciplina, non è stato più riproposto dalla normativa attuale.

  • anonymous
    Anonymous Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 3 Ottobre 2007, alle ore 08:19
    ATTENZIONE però:

    se non trasferite la residenza anagrafica si paga l'ici senza detrazioni!

  • picus
    Picus Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 3 Ottobre 2007, alle ore 10:03
    Si ma al punto 2 (decadenza) recita:
    2. all'ubicazione dell'immobile, che deve essere situato nel comune in cui l'acquirente ha la propria residenza, o in cui intende trasferirla entro diciotto mesi, o infine in quello in cui lo stesso svolge la propria attività ovvero, se trasferito all'estero per ragioni di lavoro, in quello in cui ha sede o esercita l'attività il soggetto da cui dipende;

    Bastava leggere la Circolare che ti ho proposto con attenzione, non in modo superficiale!

    Leggi il punto 5:

    4. alla novità nel godimento della agevolazione.
    Si ricordi che, attualmente, ai fini dell'agevolazione in esame, non è più previsto l'obbligo di adibire l'immobile ad abitazione principale o di dichiarare la volontà, da parte del contribuente, di provvedere a tale destinazione; come rilevato in altra circostanza, (si veda Circolare 69/E del 14 agosto 2002) tale obbligo, che costituiva requisito necessario ai sensi della precedente disciplina, non è stato più riproposto dalla normativa attuale.

  • condominiale
    Condominiale Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 3 Ottobre 2007, alle ore 13:27
    È talmente chiaro che non si presta a interpretazioni!

    In altra circolare, l'agenzia delle Entrate ha nuovamente ribadito:

    - l'immobile da acquistare deve trovarsi nel Comune ove l'acquirente ha la residenza (o si impegni a stabilirla entro 18 mesi dall'acquisto) oppure, in alternativa, nel Comune ove l'acquirente svolge la propria attivita' lavorativa;

    Insomma, basta porre la residenza nel comune ove si trova l'immobile "prima casa" e non nella "prima casa stessa".

    Mi sembrava di essere stato chiaro!

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img fasolonicola
Buonasera a tutti,da circa 7 mesi in seguito ad una ristrutturazione della casa ho fatto eseguire su consiglio dell'impresa edile un cappotto termico in eps 100 lastre da cm...
fasolonicola 09 Aprile 2021 ore 17:41 8
Img cigliano
Salve a tutti,mi chiamo Maria e da poco ho comprato casa pertanto avrei bisogno di un vostro aiuto data la mia totale inesperienza.Di seguito la foto della planimetria con...
cigliano 09 Aprile 2021 ore 11:46 42
Img 64brunica
Buon giorno, il registro della contabilità deve essere presente nel luogo dove viene svolta l'assemblea? Il mandato è obbligato a portarlo? C'è una norma o...
64brunica 06 Aprile 2021 ore 15:48 3
Img lorenzola monica
Salve, desideravo sapere se è incentivabile al 110% (ecobonus) la costruzione di un sottotetto non abitabile. Nella concessione edilizia si legge:si autorizza la...
lorenzola monica 06 Aprile 2021 ore 15:20 5
Img numbor
Ciao a tutti, vi sottopongo una questione che, purtroppo, mi sta rovinando il fegato. Nel 2008 ho acquistato una casetta. Questo immobile: 1) è stato costruito inizio anni...
numbor 04 Aprile 2021 ore 07:46 15
REGISTRATI COME UTENTE
327.783 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//