Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2009-09-24 15:36:26

La contesa di un comignolo


Filorosso
login
23 Settembre 2009 ore 08:19 3
Salve a tutti, sono nuova di questo forum, mi sono iscritta perché ho un consiglio da chiedere a chi può darmelo.
espongo i fatti:
recentemente ho acquistato una porzione di bifamiliare, nel soggiorno pensavo di mettere una stufa a pellet in quanto c'è una canna fumaria , si vede il rosone.casualmente, parlando con il vicino, lo stesso ci dice che quella canna fumaria l'ha usata lui per collegarci il forno della tavernetta e sostiene di aver chiesto l'utilizzo al vecchi proprietario della mia casa . contattato il vecchio proprietario della mia casa lo stesso nega il fatto,ma nonostante sia stato pregato e sollecitato a confrontarsi con il nostro vicino,non ha preso nessuna iniziativa. cosa mi consigliate di fare?
premetto che non mi piacerebbe rivolgermi ad avvocati e al magistrato perché le lungaggini e il costo dell'avvocato forse mi porterebbero a spendere di più che collegare ciò che resta della mia canna fumaria al tetto e fare un nuovo comignolo, probabilnente il vicino ha intercettato la canna in alto quasi vicino al tetto per utilizzare il comignolo
grazie anticipatamente
  • consulente
    Consulente Ricerca discussioni per utente
    Mercoledì 23 Settembre 2009, alle ore 17:20
    Purtroppo di fronte alle resistenze del suo vicino,se non trovate un accordo, l'unico modo per ottenere ragione, se ne sussistono i presupposti, è quello di un'azione giudiziaria

  • filorosso
    Filorosso Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 24 Settembre 2009, alle ore 12:46
    In questo caso un'eventuale azione giudiziaria quanto potrebbe costare e in quanto tempo in via ipotetica si potrebbe concludere?
    aggiungo un altro elemento: il vicino ha messo in vendita la sua casa

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 24 Settembre 2009, alle ore 15:36
    La lunghezza della giustizia è nota, ma può variare a seconda del Tribunale e dall'azione impostata. Un Tribunale efficiente, come Torino, può produrre una sentenza di primo grado in un paio d'anni, uno meno efficiente, in un tempo anche doppio. Sui costi può incidere la necessità d'una CTU, ad esempio, ma, come è il caso di ricordare, il primo Decreto Bersani ha reso lecito il 'patto di quota lite'-

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img vale9188
Buongiorno.Da poco ci siamo trasferiti in una palazzina di 4 piani totale (il nostro appartamento è situato al 1), costruita fine anni 50, inizio 60 a Milano.L'unico mobile...
vale9188 22 Settembre 2021 ore 20:32 4
Img vanwilder
Salve a tutti sono qui a chiedere un vostro parere riguardo un preventivo fatto pochi giorni per una soluzione definitiva contro la muffa e l'umidità in casa. Dopo averle...
vanwilder 22 Settembre 2021 ore 15:38 41
Img martama
Salve a tutti sono in fase d acquisto casa e vorrei un consiglio da qualche espertoavrei bisogno di spostare la cucina da una parte all altraallego la planimetria con la seguente...
martama 22 Settembre 2021 ore 11:53 2
Img alberto dilenge
Ciao a tutti,dobbiamo ristrutturare un appartamento e sono a chiedervi un consiglio su un parametro che mi sta portando allo 'scervellamento'.L'obiettivo è ricavare 1 bagno...
alberto dilenge 22 Settembre 2021 ore 11:49 5
Img dariocasna
Salve,ho un vano scale separato dall'appartamento da una parete costituita da un semplice mattone forato di 12 cm.Vorrei fare un'isolazione interna lungo queste pareti.Cosa mi...
dariocasna 20 Settembre 2021 ore 09:46 6
REGISTRATI COME UTENTE
332.192 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//