Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
2020-08-18 10:52:20

Distanze e vecchio accordo


Buongiorno,
ho un immobile ultimo in fondo a strada cieca pubblica larga solo 2.60.
Accanto a me hanno demolito il vecchio edificio nel 2011 e ricostruito un edificio nuovo anche se di volume soprattutto in altezza è un po' più grande.
La mia stanza da letto con balcone con sotto la mia scala si affacciava su un vecchio tetto tra 2 immobili ciechi,
In quello sulla mia destra ricostruito nuovo aprirono nel muro un finestrone (obliquo per me) e trasformarono il tetto non di proprietà loro in terrazzo.
Ci furono accordi e fu rimesso un tetto e murata l'apertura dopo la fine dei loro lavori.
Qualche giorno fa lavori e vedo scia con scritta manutenzione straordinaria, mi spiegano che c'è infiltrazione d'acqua nel locale di un altro proprietario sotto il tetto: Invece di nuovo rimozione tetto, apertura finestrone, costruzione di un muro in fondo abbastanza alto (perché affaccio diretto nel cortile del vicino), e da parte mia ringhiera.
Volevo sapere delle distanze da rispettare perché è vero che la strada è stretta ma così è veramente vicino, se mettono muro da parte nostra siamo nel buio perché già il sole arrivava difficilmente e anche se l'altro muro è distante comunque toglie la vista e la luce.
Contano il mio balcone e la mia scala nelle distanze (così la distanza è di circa 1.40m).
L'ingegnere mi disse che i futuri inquilini/proprietari non avrebbero diritto di mettere gazebo, barbecue, cane, tavoli parlando di condominio ciò che non ho capito.
Non credo che esista una legge che proibisce di fare quello che si vuole su terrazzo di proprietà anche se mi avevano detto che era solo per il bucato,
Quali sono i miei diritti?
Ho capito che l'area del tetto è stata venduta subito dopo i nostri accordi nel 2012. Voglio sapere se con cambiamento di proprietario del tetto l'accordo rimane valido o no.
Grazie mille.
  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 3 Luglio 2020, alle ore 12:29
    Buongiorno Sabrina, quando Lei scrive ''ci furono accordi'' a chi si riferisce?

  • sabrinasette
    Sabrinasette Ricerca discussioni per utente
    Sabato 4 Luglio 2020, alle ore 10:19
    L'accordo fu fatto tra noi (tramite in nostro ingegner) e il proprietario della costruzione che ha fatto adesso il terrazzo avendone comprato poco tempo dopo l'accordo l'aerea del tetto

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 6 Luglio 2020, alle ore 18:26
    Nell'accordo, quindi, venne espressamente prevista l'eliminazione della veduta?

  • sabrinasette
    Sabrinasette Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 6 Luglio 2020, alle ore 18:32
    Nel vecchio accordo sta scritto che verrà messo un tetto non essendo di proprietà e murata il finestrone quindi non si avrebbe accesso nel 2011, solo che adesso ci è stato detto che poco dopo nel 2012 questo proprietario avrebbe comprato l'area del tetto. Volevo sapere quindi se un accordo è sempre valido anche con cambiamento di proprietario, Grazie.

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 9 Luglio 2020, alle ore 19:13
    Ci chiediamo, quindi, se l'accordo sia opponibile al terzo, nuovo proprietario. L'accordo ha data certa, è stato trascritto in qualche modo?

  • sabrinasette
    Sabrinasette Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 9 Luglio 2020, alle ore 19:38
    Sì, abbiamo una traccia scritta con data, tutto fatto dall'ingegnere, geometra che ci rappresentava perché quando hanno demolito la veccchia casa confinante con la nostra, la nostra subì danni e fummo costretti a difenderci. Grazie mille per l'interesse.

  • ruaki
    Ruaki Ricerca discussioni per utente
    Lunedì 13 Luglio 2020, alle ore 14:10 - ultima modifica: Lunedì 26 Ottobre 2020, all or 18:21
    Ciao, ho avuto una situazione leggermente diversa.. Da dicembre, gli inquilini non mi pagano, non per i servizi. Nessun contratto,non posso sfrattarli.Una volta è venuto all'improvviso, così mi ha quasi picchiato, strappato la pelliccia.Chiamato la polizia, ha inviato il distretto, quelli, naturalmente, vogliono coprire tutto, in modo da non fare nulla.Gli inquilini hanno scritto una ricevuta che sfrattati, ma non sfrattati.Mi hanno detto che vivranno lì e non sono nessuno lì.Il fatto è che vivo in un'altra città e per me guidare è problematico. Ho scritto alla polizia, di nuovo gettano il distretto.Ha parlato con loro, non vogliono sfrattarsi, dicono, problemi. Mi ha dato un dimissione con il Consiglio di andare in tribunale. Andò in tribunale. Per lungo tempo alla ricerca di un avvocato ordinario, si fermò a avvocati online - crowdo.net/avvocati. Non sono venuti alla prima riunione. Hanno nominato il secondo, si sono presentati. Grazie a Dio, tutti hanno condannato + compensazione morale.

  • gamersqq
    Gamersqq Ricerca discussioni per utente
    Domenica 2 Agosto 2020, alle ore 08:57
    Tutti i manufatti edilizi devono rispettare precisedistanze dal confine, disciplinate dalCodice Civile, agli articoli dall’873 all’878.La legge si è preoccupata infatti di regolamentare i rapporti di vicinato e dettare norme rivolte a garantire la civile convivenza tra cittadini.
    Ipoker onlinecomunali possono tuttavia stabilire limiti più restrittivi.

  • nabor
    Nabor Ricerca discussioni per utente
    Martedì 18 Agosto 2020, alle ore 10:52
    Grazie a tutti per gli interventi.

Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img detto444
Buongiorno,gradirei sapere se dal mio confine del giardino possono realizzare una scala esterna di servizio o sicurezza.Specifico:dal mio confine è stato edificato un...
detto444 20 Aprile 2015 ore 22:21 2
Img astera
Un cliente ha comprato appartamento in uno stabile in cui risultano 2 finestre, che danno su due diversi fronti, non dichiarate nella licenza edilizia originaria, che risale al...
astera 27 Marzo 2015 ore 13:25 2
Notizie che trattano Distanze e vecchio accordo che potrebbero interessarti


Distanze da rispettare

Leggi e Normative Tecniche - Una delle cause più frequenti delle liti tra vicini riguarda le distanze da rispettare tra le singole proprietà: vediamo come sono regolate dal codice civile.

Distanze tra fabbricati

Leggi e Normative Tecniche - Una delle cause più frequenti di lite tra vicini è costituita dalle distanze tra le proprietà o dai muri di confine, regolamentate dal c.c. e dalle norme locali.

La costruzione di una piscina e il rispetto delle distanze legali

Leggi e Normative Tecniche - Le piscine devono rispettare le distanze minime tra edifici e dai confini del lotto? La risposta è complessa e dipende dalle caratteristiche di ciascuna piscina

Affitti studenti fuori sede: le nuove detrazioni fiscali 2018

Affittare casa - Con il decreto fiscale 2017 approvato dal Senato, sono state introdotte delle novità sulle detrazioni del 19% dei canoni di affitto per gli studenti fuori sede.

Che cosa vuol dire costruzione in aderenza?

Leggi e Normative Tecniche - Quando è possibile costruire in aderenza alla costruzione del vicino, a che condizioni ed a quali limiti. La disciplina contenuta nell'articolo 877 del C.C.

Volumi tecnici e distanze dal confine

Leggi e Normative Tecniche - In materia di distanze tra le costruzioni, in assenza di specifiche indicazioni regolamentari, anche per i volumi tecnici bisogna applicare l'art. 873 del codice civile.

Come individuare i confini di un terreno

Catasto - La delimitazione dei lotti e delle proprietà ad uso agricolo è spesso oggetto di controversia: ecco come definire i confini di una proprietà con lo smartphone.

Controllo a distanza delle stufe domestiche

Impianti di riscaldamento - Poter controllare a distanza l'impianto di riscaldamento di casa presenta due grandi vantaggi: garantire il comfort abitativo e risparmiare in bolletta.

Aria in Casa

Impianti - Per gestire e condizioni di benessere negli edifici, relative alle attività che dentro vi si svolgono, è determinante conoscere la norma UNI 10339 e le ASHRAE
REGISTRATI COME UTENTE
322.948 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
//