Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Trasmittanza w/m2k


Murator
login
22 Ottobre 2008 ore 15:00 10
Buongiorno,
mi rivolgo a qualcuno che ne capisce di trasmittanza delle pareti, mi hanno detto che la trasmittanza delle mie pareti esterne è w/m2k=0,66.
secondo voi è fuori dalla norma?? casa mia è stata costruita nel 2003, non so se tale valore rientra nella previsione normativa.
grazie a tutti
  • toplevel
    Toplevel Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 23 Ottobre 2008, alle ore 08:43
    Salve murator,
    la normativa stabilisce per le chiusure verticali opache (pareti) le dispersioni massime (espresse in Watt/mq*°K) che le pareti devono avere in base alla zona climatica di appartenenza del tuo manufatto.
    essendo macerata rientri nella zona climatica D. i parametri entro cui devi rientrare, secondo i limiti stabiliti per il 1° gennaio 2010, sono 0,36 W/m°K.
    ci sei vicino, ma non sei a norma.

    top-level
    rispondi citando
  • massi3860
    Massi3860 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 23 Ottobre 2008, alle ore 14:13
    Sempre che tu sia in Macerata città e non in qualche altro paesino sperduto sui monti in zona climatica più disagiata, dovresti rientrare come dice Top level in classe D... all'epoca della costruzione il valore di trasmittanza termica della tua parete poteva essere accettabile, già con le norme entrate in vigore da gennaio 2006 il valore K massimo sarebbe dovuto essere 0,50... al gennaio 2008 tale limite è stato ridotto a 0,40 e dovrà arrivare nel 2010 al valore sempre segnalato da Toplevel.

    Il tuo edificio non è quindi il massimo come isolamento termico che potrà essere migliorato nel momento in cui ci saranno da fare manutenzione facciate o altri interventi di recupero analizzando attentamente la composizione delle pareti esterne.

    Ciao Max
    rispondi citando
  • murator
    Murator Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 23 Ottobre 2008, alle ore 14:50
    Grazie per le risposte, io abito a Sarnano un paesino a 500 mt sul livello del mare, secondo Voi rispetta la normativa in vigore nel 2004???
    ciao
    rispondi citando
  • toplevel
    Toplevel Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 23 Ottobre 2008, alle ore 15:10
    Grazie massi, ti devo una birra!

    come dice massi all'epoca della costruzione ti hanno fatto un buon lavoro, anche se non adeguato ai parametri attuali.
    nelle prox ristrutturazioni devi correggere il valore di isolamento.
    comunque, francamente, credo che già all'epoca ti abbiano realizzato un lavoro al di sopra degli standard di mercato.

    top-level
    rispondi citando
  • annac72
    Annac72 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 23 Ottobre 2008, alle ore 17:36
    Dal sito dell'Unione Nazionale costruttori serramenti alluminio acciaio e leghe risulterebbe che il comune di Sarnano è in classe E che ha limiti meno restrittivi rispetto alla classe D che indicavano prima.
    I valori nazionali in vigore per la tua zona climatica sono:
    - dal 1/1/2006 0,46
    - dal 1/1/2008 0,37
    - dal 1/1/2010 0,34

    La tua casa essendo stata costruita prima del 1/1/2006 dovrebbe rientrare in un'altra normativa che però non so indicarti.
    rispondi citando
  • annac72
    Annac72 Ricerca discussioni per utente
    Giovedì 23 Ottobre 2008, alle ore 17:43


    Volevo dire naturalmente che la zone E ha limiti più restrittivi rispetto alla zona D
    Scusate l'inghippo
    rispondi citando
  • massi3860
    Massi3860 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Ottobre 2008, alle ore 08:13
    Grazie Anac per l'intervento integrativo.
    Infatti avevo chiesto ove si ubicasse precisamente l'abitazione per dare conferma della zona climatica di interesse. Per quanto riguarda la normativa pregressa al 2006. Non vi erano limiti specifici di ogni singolo componente edilizio ma si verificava nel complesso che la struttura rientrasse nelle dispersione massime ammesse per la zona.
    Nei vari rinnovamenti della legge 10 del 9 gennaio 1991 (madre della valutazione del risparmio energetico) si sono via via modificati ed integrati i vari procedimenti sempre più rivolti a contenere i consumi energetici.

    Ovviamente i requisiti erano minori e a volte per alcuni comuni è stata anche variata la classificazione della zona energetica. Nello specifico nel 2003 non so esattamente quali fossero i valori minimi imposti.

    comunque se il nostro amico intende verificare può sempre andare in comune e all'ufficio tecnico comunale visionare la pratica legge 10 che deve essere stata depositata e verificare quindi quale fossero stati i limiti e le tipologie costruttive a cui doveva adeguarsi all'epoca l'edificio e quindi controllare se quanto realizzato è conforme al progetto presentato.

    Ovviamente Murator allo stato attuale non ha sicuramente una casa al massimo dell'isolamento... ma mi sembra che sia troppo nuova per passare già alla ristrutturazione...

    Ciao a tutti

    Max
    rispondi citando
  • verbano
    Verbano Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Ottobre 2008, alle ore 09:03
    Ma esiste uno strumento per misurare la trasmittanza?
    rispondi citando
  • fornello
    Fornello Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Ottobre 2008, alle ore 09:34
    Nel 2003 erano in vigore i limiti imposti dalla 412/93:
    6. Il calcolo del coefficiente di dispersione volumica per trasmissione dell'involucro edilizio deve essere effettuato utilizzando le norme UNI 7357 e non deve superare i valori che saranno fissati dai regolamenti di cui ai commi 1 e 2 dell'art. 4 della legge 9 gennaio 1991, n° 10. In attesa della emanazione di detti regolamenti, i valori limite di tale coefficiente restano fissati in conformità di quanto disposto dal decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, di concerto con il Ministro dei lavori pubblici
    del 30 luglio 1986 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 20 ottobre 1986, n° 244.
    Non essendo mai usciti i regolamenti citati i valori limiti del Coefficiente di dispersione fissati dal Decreto 30 luglio 1986 erano questi:
    http://www.sicet.it/pages/normativa/dec ... 0-7-86.htm

    Progetto dal 1977 ci sono passato attraverso tutti questi limiti.

    ps ho trovato l'intero decreto, ora dovrebbero leggersi bene
    rispondi citando
  • massi3860
    Massi3860 Ricerca discussioni per utente
    Venerdì 24 Ottobre 2008, alle ore 09:49
    Scusa fornello .. non si leggono i limiti che hai allegato potresti gentilmente allegare link visibile... grazie comunque molto gentile... per la cronistoria e la precisione.

    in risposta a murator, i mezzi per misurare la trasmittanza di una parte sono standard e vengono fatti in situazioni di studio certificate con norme specifiche.

    Per risalire alla trasmittanza di un componente edilizio senza strumenti si deve conoscere come è stato realizzato ed i materiali impiegati.
    Misure al di fuori degli standard possono non essere significative e sono variabili a seconda delle condizioni di umidità temperatura interna ed esterna e delle condizioni del manufatto stesso. Il sistma per verificare quanto disperde un componete edilizio senza saperne la composizione è l'indagine termografica realizzata con opportuni apparecchi fotografici sensibili nel campo dell'infrarosso.

    Ciao Max
    rispondi citando
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img anonymous
Vivo in un condominio da 3 appartamenti.Nell'interrato sono situati i tre garage.L'area di manovra NON è proprietà comune ma PRIVATA (divisa in tre, con ovvie...
anonymous 03 Maggio 2007 ore 10:05 4
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img anonymous
Salve a tutti, sono nuovo del forum e volevo esporvi un quesito...sto valutando di comprare un appartamento al 1° piano in un condominio composto dal "mio" appartamento...
anonymous 02 Marzo 2007 ore 12:30 14
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 05 Gennaio 2007 ore 08:07 3
REGISTRATI COME UTENTE
305.714 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Faidatebook
  • Weber
  • Claber
  • Marazzi
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI